Categorie
Cucina

Gamberi al cocco: ricetta esotica per il vostro palato

Amate tanto i crostacei ma siete stanchi delle solite fritture?

Noi oggi vi consigliamo i gamberi al cocco, un secondo piatto esotico ed alternativo che stupirà i vostri invitati.

Ingredienti:

– 250g di farina 00

– 3 uova

– 1 litro di olio di semi

– 150g di farina al cocco

– sale quanto basta

– 1 kg di gamberi

Iniziate con la pulizia dei gamberi, eliminate la testa, il guscio, le zampette e le interiora lasciando però integra la coda, in seguito lavateli per bene con acqua corrente e poi tamponateli. Dopodiché munitevi di tre teglie, nella prima versate la farina 00, nella seconda le tre uova e nella terza la farina di cocco. Appena pronti procedete nell’impanatura e passate ogni gambero prima nella farina, poi nell’uovo e, infine, nel cocco.

A questo punto della preparazione versate l’olio di semi gamberi-al-coccoin una pentola dai bordi alti e fatelo riscaldare fino a farlo diventare bollente, raggiunta la temperatura immergetevi i gamberi e fateli friggere per un minuto. Quando sono ben dorati toglieteli, poggiateli su della carta assorbente in modo da elminare l’olio in eccesso e poi adagiateli su un piatto da portata.

Il vostro secondo piatto quasi orientale è pronto, portatelo in tavola e gustatelo con le salse che più vi piacciono. Bon Appetit!

 

Categorie
Cucina

Riccette veloci: le uova tonnate, antipasto semplice e gustoso

Quante volte vi è capitato di ricevere ospiti senza preavviso e non avere mai il tempo di preparare uno squisito antipasto? Non fatevi più prendere dal panico, la prossima volta che si ripresenterà una situazione simile optate per le uova tonnate. Il procedimento è semplice e, soprattutto, veloce.

Preparazione:

Bollite le uova, fatele un po’ raffreddare e poi sgusciatele e dividetele a metà, fate attenzione a non rompere l’albume cotto perchè servirà da “contenitore”. Per la salsa tonnata evitate di acquistare i barattoli già pronti e preparatela voi perchè sarà gustosa, genuina e senza conservanti. Basta versare in un piatto il tuorlo dell’uvo sodo, 1/2 scatolette di uova-ripiene-ricottatonno in base al numero dei vostri ospiti, qualche cucchiaio di maionese e mescolare fino ad ottenere una salsa soffice e giallina.

Prendete poi le uova e riempitele con la salsa, mi raccomando siate generosi e ricopritele quasi fino a farle scoppiare. Prendete poi un piatto colorato, create una composizione simpatica e, se desiderate, cospargete le uova tonnate con dei gustosi capperi.

E voilà… ecco pronto per voi un antipasto ricco, colorato e gustoso.

Categorie
Cucina

Golosità fai da te: il gelato fritto, ricetta semplice e gustosa!

Conoscete tutti il gelato fritto: è il dessert orientale più conosciuto in Italia e, sicuramente, è il dolce più richiesto quando si va a cena in un ristorante cinese o giapponese. Ciò che piace è la sua doppia consistenza; croccante, dorata e calda all’esterno, fresca, morbida e golosa all’interno. Ma non vi siete mai chieste come sia possibile friggere il gelato e non trovarlo sciolto? Ora vi svegliamo il trucco cinese.

Il primo step consiste nel preparare palline di gelato con il porzionatore; potete scegliere i gusti che più vi piacciono anche se i cinesi utilizzano solo la vaniglia, il cioccolato e la nocciola. Terminata questa operazione tutte le palline devono essere conservate in freezer per dargli consistenza.

Il vero segreto del gelato fritto è la pastella e per prepararla servono:

–          200ml di acqua ghiacciata

–          180gr di farina

–          70gr di fecola

–          40gr di zucchero a velo

–          1 uovo.

Andranno prima uniti la farina, la fecola e lo zucchero a velo e poi, pian piano, verranno aggiunti l’acqua e l’uovo; il tutto deve essere ben amalgamato con le fruste elettriche fino a formare una pastella “spumosa” che poi dovrà riposare in frigo per 12 ore. Scaduto il tempo si possono tirare fuori le palline, immergerle gelato fritto ricettadelicatamente nella pastella e poi riporle nuovamente in freezer. Occorre ripetere quest’ultima operazione di “immersione” e “raffreddamento” almeno per altre due volte.

Siamo finalmente arrivati all’ultimo passaggio, preparate un pentolino colmo di olio di semi, fatelo riscaldare per bene stando attenti a non bruciarlo e immergete ad una ad una le palline di gelato. La cottura è molto veloce e può andare da 20 a 30 secondi, giusto il tempo di far dorare il “guscio” del gelato.

Prendete un bel piatto, adagiate il vostro gelato fritto, una bella spolverata di zucchero a velo e… gnam.

 

Categorie
Cucina

Gelato fatto in casa: usando solo latte e senza gelatiera

Sta per arrivare l’estate e, ahimé, il caldo afoso; non avete voglia di uscire? Preferite stare a casa, godendo dell’aria condizionata? Perché non preparare una golosità semplice e fresca allora? Il gelato, fatto in casa, è più facile di quanto si pensa ed è ancora più semplice se si usa la macchina per gelato.

Tuttavia, se non possedete la gelatiera, basta avere un freezer, una vaschetta d’acciaio inossidabile, con coperchio e buona forza nelle braccia per la “mantecatura” a mano, ottenendo risultati quasi identici!

Il gelato richiede tre componenti di base: latte, zucchero e ghiaccio. Vediamone insieme la preparazione.

1 – Bisogna mescolare 2 tazze di latte intero con 1 tazza di zucchero, in una ciotola di medie dimensioni; fonderle fino a quando lo zucchero è completamente sciolto. Aggiungere 2 cucchiaini di estratto di vaniglia e mescolare.

2 – Porre la miscela di latte nel congelatore, in una vaschetta d’acciaio ben chiusa.

3 – Rimuovere il contenitore dal freezer, dopo 45 minuti e mescolare con una spatola o frusta robusta. Raschiare via qualsiasi miscela congelata dai bordi e mescolare, il più velocemente possibile.

4 – Mescolare per circa un minuto e rimettere nel freezer. gelato fatto in casa ricetta ingredientiRipetere la procedura di mescolamento, ogni 30 minuti, fino a che il gelato avrà raggiunto la sua consistenza.

5 – A seconda del congelatore e della profondità del contenitore, il gelato potrà richiedere tale procedimento, dalle tre alle sette ore.

 

PRENDI NOTA:

Non sostituire mai il latte intero con quello scremato: il risultato sarà meno cremoso;

Per preparare il gelato in diversi gusti (anziché di vaniglia), basta versare il composto di latte, zucchero e vaniglia in un frullatore e aggiungere 1-2 tazze di qualsiasi ingrediente, che si desidera – lamponi freschi, scaglie di cioccolato, fragole, e altri – frullare fino a quando il composto è omogeneo.

Categorie
Cucina

Come trasformare un goloso gelato in una pagnotta dolce

Cucinare è un’arte, ma fare i dolci è scienza. Prevede misure precise, per reazioni chimiche perfette. Su WonderHowTo è riportata una ricetta, difficile da credere ma possibile, per preparare una pagnotta dolce da un semplice gelato, risparmiando tempo, fatica e soldi.

Dal momento che il gelato contiene molti degli ingredienti necessari per le ricette di pane e torte, ossia zucchero, uova e grassi, si può risparmiare tempo con solo un paio di mestoli.

Tutto quello che bisogna fare è sciogliere il gelato, aggiungere la farina, il lievito e il sale, e cuocere il tutto a circa 180 gradi per 45 minuti. Si avrà così il pane!

Il gelato sciolto può essere utilizzato come sostituto di liquidi necessari per miscele per dolci, producendo un dolce più ricco e morbido.

gelato-pane-dolce

Categorie
Cucina

Cucina: la ricetta del Tiramisù con i savoiardi di Simona Ventura

Avevamo già accennato al progetto ambizioso di Simona Ventura, che sarebbe partita sul portale Yahoo con una web tv in cui lei avrebbe parlato e sparlato di tutto, con il suo solito brio e la sua grande capacità di apparire esperta di tutto. Da oggi però Simona passa alla tv, con  “Cooking Simo”, proprio uno dei programmi lanciati sulla sua web tv.

In onda su Cielo all’ora di pranzo, Simona racconta la sua cucina e quella di famiglia accompagnata in trasmissione dalla mamma Anna e dalla sorella Sara. Semplici quindi le linee guida di questa trasmissione: niente chef, solo cucina semplice e fatta in casa; cucinare gli avanzi, così come la mamma di Simona, a detta della figlia, ha sempre fatto molto bene; chiacchierare e spettegolare in cucina, così come da tradizione in casa Ventura.

Insomma un format già visto ma rivisitato e corretto che da oggi ci allieterà e si unirà alla miriade di trasmissioni culinarie.

Chissà cosa penserà della trasmissione la Clerici, regina indiscussa, in Italia, dei programmi di cucina e, a quanto pare, molto gelosa del suo ruolo di riferimento per le casalinghe italiane! Intanto però Simona si mette subito in gioco, e accanto alle ricette di mamma e sorella, sfodera il suo cavallo di battaglia: il tiramisù con i savoiardi!

Ingredienti

750 gr. di mascarpone
9 tuorli d’uovo
9 cucchiai di zucchero
savoiardi
caffè
cacao in polvere

ricetta tiramisu savoiardi

Preparazione

Sbattere con la frusta i tuorli e lo zucchero, aggiungere intanto il mascarpone. Imbevere i savoiardi nel caffè e coprire il fondo di una pirofila, alternando la crema al mascarpone e i biscotti. Spolverare con il cacao e lasciare raffreddare in frigo.

Categorie
Cucina

Patate gratinate alla dauphinoise: ricetta francese da leccarsi le dita!

Le Patate gratinate alla dauphinoise sono un piatto di origine francese chiamato gratin dauphinois.

Il nome deriva dalla regione francese del Delfinato. Questo piatto di patate cremose e aromatizzate all’aglio può essere un gustoso e  favoloso contorno per l’arrosto della domenica.

Tempo di preparazione:

meno di 30 minuti

Tempo di cottura:

un’ora e 30 minuti

Porzioni: 6

 

Ingredienti:

– 1 kg di patate

– 3-4 spicchi di aglio

– 500ml di panna liquida

– sale e pepe nero

 Patate gratinate alla dauphinoise

Metodo di preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 160 gradi;
  2. Affettare le patate in maniera sottile, circa 3mm. Porre le fette in una ciotola.
  3. Tagliare le estremità degli spicchi d’aglio, ma non sbucciarli. Grattuggiare gli spicchi, per ottenere la polpa d’aglio. Raschiare la polpa d’aglio grattugiato nella ciotola con le patate.
  4. Condire le patate con sale e pepe nero.
  5. Versare la panna sopra le patate e mescolare bene di nuovo.
  6. Porre le fette di patate nella teglia. Esse dovrebbero venire appena sotto la parte superiore della teglia. Pressare le patate verso il basso con il dorso di un cucchiaio o con le mani, in modo da formare uno strato uniforme. La panna dovrebbe coprire appena lo strato superiore delle patate (aggiungere panna liquida, se necessario).
  7. Porre le patate in forno e cuocere per 1 ora e mezza, fino a quando le patate sono completamente tenere (se la crema sembra troppo densa, significa che il forno è troppo caldo, e in tal caso, bisogna abbassare la temperatura del forno.)
  8. Servire le patate alla dauphinoise, come contorno per arrosto o pollame.
Categorie
Cucina

Frittelle di carnevale (castagnole): ricetta perfetta per una festa golosa

Tipiche della gastronomia friulana sono le castagnole che, probabilmente, prendono il nome dalle castagne, alle quali assomigliano per forma e colore.

Dolcetti propri della tradizione carnevalesca, fragranti e profumati, dalla forma tondeggiante che possono esser serviti  cosparsi di zucchero semolato, imbevuti nel  miele o tuffati nel cioccolato fondente.

Una vera delizia ma… è questione di gusti!

Di seguito vi riportiamo la ricetta, con tanto di ingredienti e modalità di preparazione. Pronte a buttarvi nel mondo dei dolci?

 

Ingredienti

550 gr farina

3 uova

250 gr zucchero

100 gr burro

100 ml latte

1 limone

1 bustina di lievito per dolci

Pizzico di sale

Olio d’arachide q.b.

frittelle di carnevale castagnole ricetta preparazione

Procedimento

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia con un pizzico di sale, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone. Sciogliere il burro e lasciarlo intiepidire.

Sgusciare al centro le uova, aggiungere il burro tiepido,  il latte, il lievito setacciato ed impastare partendo dal centro , prima con una forchetta, poi con le mani, fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.

Prelevare una piccola porzione di impasto e formare un cilindro, tagliarlo a tocchetti e fare delle piccole palline. Friggere le castagnole in abbondante olio , poche alla volta, finchè assumano un colore dorato. Riporle sulla carta assorbente e passarle nello zucchero semolato in modo che ne siano completamente ricoperte.

Disporre le castagnole su un vassoio e servirle calde.

 

 

Maria Francesca Baratta

Categorie
Cucina

Crostata di Lamponi: ricetta golosa dal successo garantito

Ogni mamma ed ogni nonna ha la classica ricetta della crostata. Basta variare gli ingredienti per far si che ognuna abbia qualcosa di diverso che la distingua: un profumo più fragrante, un gusto più dolce o più asprigno, un decoro personalizzato…

Generazioni di bambini hanno fatto merenda con questo dolce, tanto che crescendo molti hanno iniziato a trattarla con un po’ di supponenza, di fastidio ( “uffa, la solita crostata”).

Lei, però, resiste imperterrita alle mode, alle merendine, ai nuovi gusti dei nuovi adolescenti e con pazienza aspetta che i bimbi diventino adulti e che riscoprano il suo antico sapore. Con un pizzico di nostalgia. Non serve aspettare l’estate per concedersi una crostata con lamponi e crema pasticcera.

Questi frutti si trovano facilmente in commercio tutto l’anno, anche surgelati. Certo, il costo aumenta leggermente, ma il risultato finale appaga occhi, gola e portafoglio! Tocco originale della ricetta è dato dalla pasta frolla al cioccolato.

Ecco come si fa…

 

Ingredienti:

Per la pasta frolla al cacao

300 gr di farina di tipo 00

40 gr di cacao in polvere

200 gr di burro

Un tuorlo d’uovo

Un uovo intero

100 gr di zucchero

Succo di una mezza arancia

 

Per la crema pasticcera

30 gr di farina

100 gr di zucchero

½ litro di latte

Uova: 4 tuorli

Scorza di un limone

 

Procedimento

Versare in una ciotola capiente la farina, unita al cacao, passandola attraverso un setaccio fine. Aggiungere il  tuorlo d’uovo, l’uovo intero, lo zucchero ed il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

A questo punto versare il succo di una crostata di lamponi ricetta ingredienti preparazionemezza arancia nell’impasto e trasferirlo su un piano da lavoro, dove verrà lavorato con le dita bagnate in acqua fredda. Il composto dovrà risultare leggermente “sgranato”.

Formare un panetto, avvolto nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo per circa un’ora.  Successivamente adagiare la frolla nella teglia ed infornare a 150/160 gradi per 20 minuti.

La base della crostata è pronta.

Una volta cotta la crema pasticcera a fiamma moderata, lasciare raffreddare e guarnire la torta. Decorare con i lamponi e spolverizzare di zucchero a velo.

Gustare questa squisitezza e dimenticarsi, almeno per un giorno, della dieta!

 

 

Maria Francesca Baratta

Categorie
Cucina

Torta di mele: una ricetta semplice, veloce e tradizionale

La mela, il frutto che da sempre stimola l’immaginario e l’appetito, si dice essere alleata della bellezza e della salute.

Rosse, verdi, rosa, croccanti, succose, dolci o aspre sono coltivate più di duemila varietà per tutti i gusti, disponibili tutto l’anno! Si producono soprattutto nelle regioni del nord, in particolare in Trentino-Alto Adige, dove si può gustare lo strudel più buono del mondo.

Oltre ad essere un ottimo ingrediente di una varietà di ricette, è anche un alimento importante per la salute. Infatti, il detto popolare “una mela al giorno toglie il medico di torno” è diventata una verità scientifica, in quanto molti studi hanno dimostrato gli effetti positivi del frutto sulle malattie cardiovascolari e gastrointestinali.

Ecco la ricetta di una torta di mele davvero squisita.

Ingredienti:

225 gr di farina

170 gr di burro

250 gr di zucchero

Quattro uova

1 bustina di vanillina

1 bustina e ½ di lievito in polvere

Una noce di burro per imburrare

Per la guarnizione

3 mele di media grossezza

Il succo di ½ limone una cucchiaiata di zucchero

 

Procedimento

Sbucciare le mele, tagliarle a fettine piuttosto sottili, metterle in una terrina, spruzzarle con il limone, con la cucchiaiata di zucchero e rigirarle perché si insaporiscano bene.

Mettere il burro in un pentolino  e lasciarlo ricetta torta di melefondere a fiamma moderata. In una terrina versare lo zucchero, le uova e appena si saranno ben amalgamati aggiungere la farina unita al lievito ed alla vanillina.

Continuare a sbattere energicamente fino a quando il composto si presenterà ben liscio. Incorporare infine gli albumi sbattuti a neve, mescolando con delicatezza. Ungere di burro una tortiera, versare l’impasto e pareggiarlo con una spatola. Collocare le fettine di mele sulla pasta e infornare per 40-45 min circa.

Gustarla fredda con una spolverata di zucchero a velo.

 

Maria Francesca Baratta