Categorie
Musica & Spettacolo

Al giovane James Blake il Mercury Prize 2013

Ha 25 anni è schivo, timido e per il 2013 il migliore artista musicale del Regno Unito e Irlanda. Si chiama James Blake e all’unanimità dalla giuria di esperti è stato dichiarato il miglior musicista dell’anno vincendo il prestigioso e ambito Mercury Prize.

Il premio, conferito al miglior artista annualmente, vede in lizza tutti i cantanti e musicisti appartenenti al Regno Unito (quindi Scozia, Galles, Inghilterra ma anche Irlanda del Nord) e all’Irlanda, e la cosa che ha destato maggiore sorpresa per il giovane Blake non è tanto il fatto che l’artista non meritasse in premio, ma più che altro il fatto che il giovanotto in questione ha sbaragliato una concorrenza di prim’ordine tra cui spiccano David Bowie, Arctic Monkeys e Laura Mvula.

L’atterrito James ha dichiarato: “Questo è il primo premio che io abbia mai vinto, a eccezione di un torneo di tennis a scuola quando avevo 12 anni”. Insieme al riconoscimento, James ha jbportato a casa anche 20.000 sterline. Il suo secondo album, “Overgrown”, uscito all’inizio di quest’anno, ha registrato un grandissimo successo e si è avvalso della collaborazione del leggendario produttore di musica elettronica Brian Eno.

Il Mercury Prize è noto anche come Mercury Music Prize e il suo nome ufficiale è Barclaycard Mercury Prize, assegnato dalla British Phonographic Industry e la BARD (Associazione Discografica Britannica) nato nel 1992 in alternativa ai Brit Awards.

Tra i vincitori illustri del riconoscimento citiamo nel 2004 i Franz Ferdinand e nel 2006 gli Arctic Monkeys.

 

Categorie
Arte e Cultura

Eleanor Catton vince il Man Booker Prize 2013

A 28 anni Eleanor Catton, australiana di nascita, è la più giovane scrittrice di sempre ad essersi aggiudicata il prestigioso premio letterario di lingua inglese Man Booker Prize, edizione 2013.

Il romanzo, “The Luminaries”, è il secondo della Catton, che ci racconta un mistery ambientato nel XIX secolo nella sua “zona del mondo”, nel mezzo dell’Oceano Pacifico, nella misteriosa (e per noi lontana) Nuova Zelanda. In 832 pagine, Eleanor racconta la corsa all’oro dell’età vittoriana tra ladri, furfanti e omicidi, un’avventura misteriosa che, oltre a segnare il record, nella storia del premio per la scrittrice più giovane ad averlo mai ricevuto, segna anche un altro primato: “The Luminaries” è il romanzo più lungo ad aver mai portato a casa il Man Booker Prize nei 45 anni della sua storia.

Il premio consiste di un assegno di 50.000 sterline, e Eleanor Catton vince il Man Booker Prize 2013Robert Macfarlane, presidente della giuria ha dichiarato: “E’ un lavoro strepitoso, luminoso, vasto senza essere tentacolare’”.

La giovane scrittrice ha battuto una concorrenza spietata; tra gli altri pretendenti al premio c’erano: NoViolet Bulawayo, in gara con ”We Need New Names”, Jim Crace, con ”Harvest”, Jhumpa Lahiri, con ”The Lowland”, Ruth Ozeki, con ”A Tale for the Time Being”, e Colm Toibin, con ”The Testament of Mary”.

Eleanor Catton ha esordito a soli 25 anni con “La prova”, da noi pubblicato da Fandango, che diventò immediatamente, nel 2010, un vero e proprio caso editoriale. In quell’occasione la storia raccontava di uno scandalo sessuale improvvisamente scoppiato alla Abbey Grange School; protagonisti della scabrosa vicenda un professore e una studentessa.

Categorie
Pechino Express

Pechino Express 2: l’invadenza della Marchesa vince ancora

Dopo una settimana di pausa è tornato questa sera il nostro appuntamento con Pechino Express, il reality show della Rai giunto ormai alla sua seconda stagione e condotto quest’anno da Costantino Della Gherardesca.

pechino express marchesaContinua il cammino verso Bangkok per le sei coppie rimaste in gara. Questa sarà la prima puntata in cui dovremo fare a meno della coppia di fidanzati, ovvero quella formata da Corinne Clèry e Angelo Costabile; coppia che sin dall’inizio ha attirato l’attenzione di gran parte del pubblico.

In compenso, però, c’è la coppia formata dalla Marchesa e il maggiordomo che continua a tenere acceso l’entusiasmo del pubblico, con le sue geniali trovate attuate ogni volta per ottenere alloggi e passaggi. Ancora una volta la Marchesa riesce ad avere la meglio su tutti trovando, con la “supplica” “I’m very very very stanca!”, un alloggio che ha tutta l’aria di essere un tempio.

Arte, colori e thè delle migliori qualità, con tanto di regalo nel momento dell’abbandono dell’alloggio. Insomma, cosa chiedere di più?

Insomma, c’è chi ironizza già sui modi della Del Secco D’Aragona e sulla sua possibilità di essere arrestata per frode nel momento di ritorno in Italia. Rimane il fatto che i suoi metodi funzionano!

Categorie
Sport

Tennis: Serena Williams campionessa agli US Open

Serena Williams vince gli US Open e raggiunge Roger Federer nel numero di titoli Slam vinti: 17. La super campionessa del tennis che da oltre 10 anni domina il circuito ha battuto per la seconda volta di seguito Victoria Azarenka, dopo che nel 2012 la finale e l’esito erano stati gli stessi.

L’anno scorso ad applaudire la Williams c’era anche l’ex presidente Bill Clinton, e quest’anno Serena porta a casa il quinto titolo di New York, entrando nella storia del tennis e dei primati iridati. E pensare che la sua prima volta è stata nel 1999, quando aveva appena 17 anni!

La finale, la più lunga dal 1981, è durata due ore e 45 minuti, e ha visto le due atlete scontrarsi come due leonesse. E’ stato un match in cui il primo set, dove la Williams ha dominato schiacciando la Azarenka, ha fatto presagire una partita di rapido svolgimento e a senso unico. Invece la tenacia della bielorussa, e anche un attimo di serena williamssbandamento della rivale, hanno riaperto un match influenzato anche dal forte vento che soffiava sull’Arthur Ashe Stadium.

Tanti errori da parte delle contendenti: 35 per Serena, 27 per la Azarenka, bilanciato però dai 36 vincenti dell’americana contro 17 della bielorussa. La rimonta è stata straordinaria, ma la Williams ha tenuto duro, portando a casa la vittoria dopo una lunga partita e un ultimo set da brivido.

Categorie
Musica & Spettacolo

Taylor Swift vince il Best Female Video e ringrazia Harry Styles?

Dopo aver dichiarato, recentemente, che le sue canzoni sono ispirate alle sue passate storie d’amore, Taylor Swift non può fare a meno di ringraziare i suoi ex, alle sue premiazioni.

E così, la popstar ha ringraziato il cantante dei One Direction, dopo aver ricevuto il premio, per il miglior video musicale, in occasione della trentesima edizione degli Mtv Video Music Awards 2013. La 23enne è stata premiata per il singolo “I Knew You Were Trouble”, che Taylor ha scritto, dopo essere stata lasciata dal rubacuori Harry Styles.

Dopo essere stata presentata da Pharrell Williams e i Daft Punk, la cantante non ha perso l’occasione di attirare l’attenzione del suo ex. Raggiungendo il centro del palco del Barclays Center di Brooklyn, ha dichiarato:

voglio ringraziare i fan, ne ho parlato tanto su Twitter di questo taylor swift canzoni amore folliapremio e lo volevo tanto! Poi voglio ringraziare la persona che ha ispirato questa canzone, perché sa perfettamente chi è”.

Dopo il suo discorso, la telecamera è stata puntata su Harry Styles, che è rimasto impassibile delle parole lusinghiere –  ma chissà cosa avrà pensato?!?

Categorie
Musica & Spettacolo

Justin Bieber si aggiudica un Diamond Award per Baby! (video)

Le beliebers non riescono proprio a smettere di gioire: la star canadese, Justin Bieber, è appena entrata nella storia della musica aggiudicandosi un Diamond Awards per il suo singolo Baby!

Baby, il singolo di Justin Bieber uscito nel 2010, che ha raccolto su Youtube ben 876.680.940 di visite, aggiudicandosi il titolo di secondo video di Youtube più visto di sempre (Jus è stato spodestato recentemente dalla Gangnam Style di PSY), ha ora vinto il premio Diamond Awards!

Bieber DiamondL’ambito premio è stato assegnato a Justin dalla Recording Industry Association of America’s Gold & Platinum Program, in quanto il brano Baby ha conquistato per ben 12 volte il disco di Platino e inoltre è il brano più venduto della storia. Bieber ha ricevuto il premio ieri sera, consegnatogli sul palco a Newark, durante uno dei suoi concerti, dal suo manager Scooter Braun.

Inutile dirvi che il premio è stato dedicato dal cantante a tutte le sua fan, che in cambio hanno generato du Twitter un hashtag, #CongratsOnYourDiamondJustinWeLoveYou, per ringraziare a loro volto il beniamino. Nonostante, infatti, le numerose critiche ricevute dai media, Jus continua a rimanere in assoluto uno dei cantanti più amati e seguiti al mondo.

Ma eccovi qui di seguito il video della premiazione:

httpv://www.youtube.com/watch?v=wES2AyV8gVM

Categorie
Programmi TV

Bruno Cabrerizo a Jump conquista non solo le donne ma anche i giudici

Ci sono i belli che non ballano e poi ci sono quelli che, invece, sono anche bravi! E’ questo il caso di Bruno Cabrerizo, il modello e attore brasiliano che con la sua bellezza ha letteralmente ammaliato il pubblico femminile; ma a quanto pare, a giudicare i risultati di Jump, non solo!

Il modello brasiliano, Bruno Cabrerizo, diventato noto al pubblico italiano dal momento della sua partecipazione a Ballando con le Stelle, il programma Rai condotto da Milly Carlucci, continua a raccogliere i suoi successi e non solo per il suo fascino e la sua indiscutibile bellezza, ma anche per la sua bravura!

Bruno cabrerizoEx calciatore, modello, conduttore, attore, ballerino a Ballando, dove se l’è cavata egregiamente… adesso Bruno si è calato nei panni, o forse è più adatto dire nel costume, del tuffatore all’interno del programma Jump! Stasera mi tuffo; e anche qui sta riscuotendo il suo grande successo.

Ieri sera si è, infatti tenuta la semifinale del programma televisivo Mediaset condotto da Teo Mammucari è il primo classificato della serata è stato proprio il modello brasiliano, conquistando, oltre alle donne da casa, anche i giudici in sala (Giorgio Cagnotto, Alessia Filippi, Anna Paola Concia, Mister Ok, Paolo Bonolis), che sul primo tuffo insieme a patrizia hanno dato a Bruno un voto totale pari a 39, sul secondo, singolo, un voto totale di 43.

Beh, che dire… l’uomo perfetto!

 

 

Categorie
Sport

Europei di scherma: Elisa Di Francisca vince la medaglia d’oro nel fioretto

Altra spadaccina d’oro per la nostra scherma, la magnifica Elisa Di Francisca ha portato a casa l’ennesima vittoria della sua carriera, questa volta concretizzata nella medaglia d’oro trionfando agli Europei di scherma a Zagabria.

Quarti contro la compagna di squadra Arianna Errigo, semifinale contro la francese Thibus e finale, vinta 15 a 7, contro la russa Yakovleva, Elisa ha riscattato una stagione che era cominciata maluccio, ma che si è conclusa alla grande, forse anche grazie agli insegnamenti della sua allenatrice, la grande Giovanna Trillini.

Il suo ultimo trionfo era stato quello di Londra, con il doppio oro individuale e a squadre. Un grande trionfo che permette alla squadra italiana di portare all’Italia il primo risultato positivo di questi mondiali, mentre la squadra maschile di spada torna a casa a mani vuote: Enrico Garozzo ha sfiorato la zona medaglie ma è Elisa Di Francisca oro nel fioretto a Zagabriastato fermato dal francese Jerent ai quarti, mentre Matteo Tagliariol si è fermato agli ottavi, rimanendo abbastanza deluso (“Non si può andare avanti così. Punto” è il suo deluso commento affidato a Twitter).

Gioisce invece Elisa Di Francisca che dedica la sua vittoria a Alessia Polita, sfortunata 27enne motocilista che è stata vittima di un brutto incidente in cui si è procurata la frattura di una vertebra e la lesione del midollo spinale: “è jesina come me” il primo pensiero di Elisa.

La fiorettista ha dichiarato di aver avvertito da subito buone sensazioni: “Non sarà l’oro olimpico, ma è una vittoria che vale tantissimo”. E noi ci congratuliamo e speriamo in tantissimi altri trionfi azzurri targati Di Francisca.

Categorie
Musica & Spettacolo

#lovaticsaresoproudofdemi: Demi Lovato vince agli MMVA con Heart Attack e su Twitter

Dopo l’hashtag per Justin Bieber relativo al suo successo agli MMVA, ora ecco arrivare anche quello per Demi Lovato e la sua vittoria ai Much Music Awards 2013. In particolare Demi Lovato porta a casa il premio per la categoria International Video of the Year – Artist, con il singolo Heart Attack. E ovviamente, nemmeno a dirlo, anche per lei i fan online sono letteralmente esplosi.

Un tripudio di tweet e retweet sull’hashtag #lovaticsaresoproudofdemi, che ha portato questa parola a guadagnarsi la top ten dei Twitter-trends di oggi.

Quali sono i commenti? I più disparati, eccone alcuni di seguito:

#lovaticsaresoproudofdemi sono così orgogliosa della mia principessa

#lovaticsaresoproudofdemi non solo fiera per demi lovato vince mmva heart attackl’award vinto ieri, ma per i quindici mesi, quelli sono più importanti

#lovaticsaresoproudofdemi ‘meriterebbe un premio solo per essere nata’

ieri demi ha vinto il premio per “international video of the year”, con “heart attack”.#lovaticsaresoproudofdemi

#lovaticsaresoproudofdemi la mi salvezza,lei è forte e lo sarà sempre.

#lovaticsaresoproudofdemi ‘Non voglio più essere una semplice cantante, voglio essere una fonte di ispirazione’.

E voi? Siete delle/dei fan di Demi Lovato? Siete felici per la sua vittoria? O avreste preferito veder vincere qualche altro artista nella sua categoria? Insieme a lei a sfidarsi per il titolo di International Video of the Year c’erano: Ed Sheeran, Justin Timberlake, Nicki Minaj e Phillip Philipps.

Categorie
Musica & Spettacolo

#JustinMMVA: Justin Bieber vince agli MMVA il premio Your Fave Artist e il Web festeggia!

Il Web è in fermento per Justin Bieber. Ma questa volta non si tratta di una nuova fidanzata o di un nuovo singolo estratto dal suo nuovo lavoro discografica (cosa per altro già accaduta qualche giorno fa con HeartBreaker). No, questa volta si tratta della vincita di un premio agli MMVA, ovvero ai Much Music Video Awards. Di che premio si tratta? Del Your Fave Artist o Group.

Insieme a lui in nomination c’erano deadmau5, Carly Rae Jepsen, Drake e Marianas Trench. Justin è riuscito a spuntarla in questa categoria e il mondo dei suoi fan, per ricambiarlo dell’emozione, ha deciso di creare un hashtag proprio per lui: #JustinMMVA.

Diversi i commenti arrivati su questo hashtag via Twitter, justin bieber mmvaanche (e inaspettatamente) da parte delle fan di altri colossi musicali fra i giovanissimi, come i One Direction. Commenti positivi… stranamente.

E allora vi chiediamo: voi avete seguito gli MMVA? Chi era il vostro preferito? Siete contenti di questo risultato di Justin Bieber?