close

Caduta dei capelli, soluzioni per uomini e donne

Quando si parla della caduta dei capelli, sembra di mettere un po’ il dito nella piaga di quelle tante persone che ogni giorno sono alla ricerca di una soluzione per la calvizia, l’alopecia o il diradamento dei capelli.

Cominciando con la calvizia possiamo dire che è una preoccupazione che riguarda maggiormente gli uomini e si può prevenire o almeno rallentare con prodotti adeguati: Bioscalin fiale contiene CronoBiogenina e preserva dalla senescenza precoce dovuta a smog, stress e fumo; oppure l’Oreal Elvive Arginina Men Resist x3 Spray per favorire la microcircolazione e stimolare gli scambi nutrizionali a livello del bulbo subito dopo lo shampoo.

Il diradamento dei capelli è quello che noi donne notiamo intorno all’età di 50 anni ed è ancor più brutto quando accade nella parte anteriore della testa.

Per questo ci sono alcuni prodotti farmaceutici come: Bioscalin Phydriun-Advance con proteine del lievito e vitamine del gruppo B che stimolano la rigenerazione cellulare; oppure Dermocs Aminexil Pro ricco di vitamina F e glucosio indispensabili alla ricrescita dei capelli.

Per l’alopecia il discorso si fa più caduta capelli donna uominicomplesso ed è consigliabile consultare il medico, ma riguardo a trapianti di capelli ci sono diversi centri in Italia, che offrono questi servizi con ottimi risultati.

I costi sono più elevati rispetto ai trattamenti vendibili in farmacia o a quelli dei grandi hair stylist come Marco Gentile che utilizza l’ossigeno-terapia per drenare il cuoio capelluto.

E’ il caso di dire per ogni riccio un capriccio!

Tag:, , , ,

Show 1 Comment

1 Comment

  • avatar image
    Salute dei capelli
    24 ottobre 2012 Reply

    In merito alla caduta capelli credo valga la pena ricordare che lo stress è una tra le cause più importanti da prendere in considerazione. Per chi lo desidera ci sono diversi approfondimenti su questo tema. Qui http://www.salusmaster.com/_calvizie-2/diradamento-14/anticaduta-85/sc/stress_e_perdita_dei_capelli/ un articolo interessante

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page