Categorie
Gossip

Morgan e Jessica Mazzoli: dall’amore al tribunale

Dopo l’amore e la passione, il tribunale: è un copione scritto più volte che questa volta coinvolge la coppia, formata da Morgan e Jessica Mazzoli, nata sotto i riflettori di X-Factor e palesatasi solo dopo le fine dell’edizione 2012, coronata poi dalla nascita della piccola Lara a dicembre dello stesso anno.

Durante la trasmissione il giudice faceva gli occhi dolci alla concorrente, che si dimostrava lusingata e con piacere assecondava la sua corte. La coppia poi ha vissuto qualche mese di serenità, coronato, come detto, dal lieto evento, salvo poi sgonfiarsi quasi subito dopo la nascita della bambina.

Adesso Jessica ha trascinato Morgan in tribunale per richiedere l’affidamento esclusivo della figlia. La Mazzoli accusa l’ex compagno di totale disinteresse, non solo verso di lei ma anche verso la bambina di appena otto mesi. “Si disinteressa non soltanto di me, ma anche della bimba al punto tale da non essersi fatto vivo da alcuni mesi” ha detto in tribunale Jessica. Dal canto suo Morgan si difende con una battuta poco felice: “Non vengo a Olbia per non essere assediato dai mamuthones…” riferendosi probabilmente alle maschere carnevalesche tipiche

Morgan-e-Jessicadella Sardegna, assimilandole in senso dispregiativo agli isolani (e forse ai suoi fan?).

Uno dei magistrati l’ha infatti ripreso, facendogli notare che anche sua figlia è per metà sarda, come la madre, ma l’osservazione non sembra aver turbato Morgan, che fuori dall’aula ha dichiarato: “Tutto a posto, non è accaduto nulla”, esprimendo la disponibilità a versare un congruo vitalizio per la bambina.

 

Categorie
Gossip

Morgan trascinato in tribunale da Jessica Mazzoli per la figlia

Non tutte le coppie si lasciano nel migliore dei modi e ci sono vari esempi nel mondo dello spettacolo; mentre, infatti, genitori come Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti mantengono il migliore dei rapporti per il bene dei figli (in questo caso tale rapporto è sicuramente dovuto anche al bene che ancora c’è tra i due), altri, sempre per i figli, finiscono in tribunale ed è questo il caso di Morgan e di Jessica Mazzoli.

Non si è conclusa proprio nei migliori dei modi la love story tra Jessica Mazzoli e il giudice di X Factor Marco Castoldi, in arte Morgan. Dopo la rottura, avvenuta per decisione di Jessica, in seguito al trattamento sanitario obbligatorio al quale l’artista è stato sottoposto qualche mese fa, ora la cantante ha deciso di trascinare il suo ex compagno in tribunale, per ottenere Morganl’affidamento esclusivo e urgente della figlia Lara.

Le motivazioni che avrebbero portato la Mazzoli a richiedere l’affidamento esclusivo sono stati spiegati dalla stessa cantante, che, secondo quanto riportato dall’Huffingtonpost, ha affermato:

“Si disinteressa non soltanto di me, ma anche della bimba, al punto tale da non essersi fatto vivo da alcuni mesi”.

A tali affermazioni è già arrivata la risposta di Morgan, che ha dichiarato di essere disposto a versare un sostanzioso vitalizio per la sua ex compagna e sua figlia, “le cose più belle che ho costruiti ultimamente”; ha poi aggiunto anche la battuta: “Non vengo a Olbia per non essere assediato dai mamuthones”,

 

 

Categorie
Gossip

Riccardo Scamarcio porta Michele Cucuzza in tribunale per diffamazione

Quando si tratta di Riccardo Scamarcio di certo la parola gossip non è la prima che ci viene in mente! Nonostante la relazione con Valeria Golino e il grande successo cinematografico, infatti, l’attore riesce comunque a restare fuori dalla vita mondana. A portarlo alla ribalta, però, questa volta è Michele Cucuzza e la denuncia per diffamazione a suo carico fatta proprio da Scamarcio!

A di stanza di ben 6 anni dalla denuncia per diffamazione depositata da Riccardo Scamarcio nei confronti di Michele Cucuzza e Barbara Di Palma, il giudice per le indagini preliminari, Francesco Zecchillo, ha rinviato a giudizio il conduttore e il giornalista e quindi il 16 ottobre inizierà Riccardo Scamarcioil processo  davanti al giudice monocratico di Andria.

Il tutto è nato nel 2007, quando durante una puntata di La vita in diretta Cucuzza ha raccontato che l’attore in una discoteca di Perugia, aveva strattonato e fatto cadere Barbara Di Palma, che stava cercando di fotografarlo. Quella che secondo Scamarcio era un ingiuria, proprio non è andata giù a Riccardo, che ha deciso di trascinare entrambi in tribunale.

Nonostante siano passati 6 anni, quindi, non sono finiti i guai per Cucuzza e la Di Palma, che a partire dal prossimo mese di ottobre dovranno fare i conti con la giustizia, con l’accusa di diffamazione.

Categorie
Gossip

Kim Kardashian: la madre, Kris Jenner, testimonierà al processo di divorzio

Il divorzio imminente di Kim Kardashian sarà un affare di famiglia. I verbali del processo indicano che il team legale della trentaduenne intende chiamare sua madre, al banco dei testimoni.

Diversi avvocati discuteranno sul patto sulla futura divisione dei beni in caso di divorzio della coppia, ma le sorelle famose di Kim, Khloe e Kourtney, non testimonieranno sul breve matrimonio della star del reality. Anche Farnaz Farjam, il produttore del reality show statunitense “Keeping Up With The Kardashians”sarà presente durante il processo.

La lista dei testimoni schedata lunedì a Los Angeles include come testimonianze programmate Jenner, Kardashian e l’ex marito Kris Humphries. Il fidanzato di Kardashian, Kanye West, e le sue sorelle  Kourtney e Khloe non appaiono nella lista dei testimoni. La lista dei testimoni di Humphries ancora non è stata schedata.

Humphries chiede l’annullamento del matrimonio, durato solo 72 giorni, perché fondato su malafede.  I documenti dichiarano la testimonianza di Kardashian che lei non lo ha defraudato (Humphries) nel matrimonio.

La scorsa settimana, il giudice ha respinto la richiesta di Kardashian, di anticipare la data d’inizio del processo dal 6 al 3 Maggio. Nei verbali del processo esaminati da RadarOnline, l’avvocato della star, Laura Wasser ‘rispettosamente chiede che il processo inizi un giorno prima… e che non può esserci nessun processo in data 6 Maggio per gli impegni (di Kim). Kim Kardashian ha un appuntamento, precedentemente preso, a New York in data 6 Maggio’.

Tuttavia, il giudice ha preso le parti del kim kardashian mamma divorzio tribunalegiudice di Kris, Benjamin Johnson, che ha argomentato: ‘l’avvocato del richiedente Kimberly Kardashian, nello specifico, ha richiesto l’inizio del processo il 6 Maggio, che era fissato a Febbraio”.

Kim e il suo nuovo fidanzato Kanye West aspettano il loro primo figlio a Luglio. Recentemente, lei ha ammesso che intende aspettare il divorzio, per poi risposarsi prima di partorire.

Nella stagione finale di Kourtney & Kim Take Miami, che fu trasmessa negli US domenica, lei ha dichiarato: “non posso credere di aspettare un bambino. Io e Kanye ci chiediamo “davvero sta succedendo? Oh mio Dio. Sono pronta per questo? Ce la farò?”

Categorie
Gossip

Fabrizio Corona furioso in tribunale. Il carcere lo sta snervando?

Continua il periodo nero di Fabrizio Corona, che ne ha combinata un’altra delle sue e rischia un ulteriore condanna da qui a breve. Infatti, chiamato a deporre in un processo per delle false fatture al Tribunale di Como, il paparazzo, che è già in carcere dopo la rocambolesca fuga terminata in Portogallo che tutti ricordiamo, durante la sua deposizione ha avuto un vero e proprio litigio con il magistrato che gli poneva le domande.

tribunale_CoronaTanto che il Magistrato, Mariano Fadda, al termine dell’udienza ha chiesto la trasmissione alla procura degli atti della seduta per oltraggio a Magistrato e falsa testimonianza. Insomma, la posizione di Fabrizio Corona si aggrava giorno dopo giorno, sembra quasi che il carcere lo stia letteralmente snervando, causandogli degli squilibri che, ovviamente, non fanno altro che aggravare la sua posizione, poiché le sue azioni sembrano più scatti d’ira, che “parti teatrali” inscenate volontariamente.

Categorie
Gossip

Kate Middleton vince contro il Closer: la sentenza è a suo favore!

Ci siamo, la sentenza è arrivata. Kate Middleton, e con lei l’intera famiglia reale, ha vinto. Stiamo parlando, ovviamente, del processo fra la famiglia del principe William e della duchessa Kate, contro il settimanale francese Closer; disputa relativa alla pubblicazione, da parte del settimanale, delle discusse foto di Kate nuda, in topless, che violerebbe la privacy della coppia reale.

Ed allora ecco che oggi arriva la sentenza dal tribunale di Nanterre: la vittoria legale è del team di legali della Royal Family, il che significa, per sommi capi, che al Closer è fatto divieto di pubblicare ancora, diffondere oppure rivendere a terzi, le foto di Kate Middleton senza veli (ovviamente si parla del suo regal seno).

A questo punto è bene chiarire un particolare cavillo legale della legge francese. In Francia, infatti, costituisce un reato scattare fotografie a una persona senza il suo consenso ed è punibile non solo con ammenda pecuniaria (ovvero una multa che può arrivare fino a 45mila euro), ma anche con la reclusione (che arriva ad un anno di prigione).

Al momento, dunque, da quello che si sa al settimanale Closer è andata bene, dato che oltre al divieto di pubblicare ancora, diffondere oppure rivendere a terzi le foto di Kate Middleton, è stata aggiunta solo una pena pecuniaria di 10.000 euro.

Che dire, Kate – Closer finisce 1 a zero! Avevate dubbi?

Categorie
Gossip

Kate Middleton e le foto in topless nuda: oggi la sentenza del tribunale francese

Sembra proprio che la famiglia reale inglese non ci stia a far passare sotto gamba lo scandalo delle foto di Kate Middleton. Ovviamente stiamo parlando delle foto che ritraggono Kate semi nuda, in topless, in vacanza insieme al principe William.

Kate Middleton foto topless tribunale sentenzaE allora ecco arrivare la denuncia, penale per essere precisi, depositata presso la magistratura francese. Quale le motivazioni? Beh, è facile capirlo: violazione della privacy, causata da un’invasione della vita privata dei due reali inglesi, e la conseguente diffusione e pubblicazione delle foto in topless della duchessa di Cambridge (Kate Middleton).

Ovviamente, trattandosi di una denuncia sul tribunale francese, ad essere messo sotto accusa è il settimanale francese Closer, che guarda un po’ è di proprietà del gruppo Mondadori.

A diffondere la notizia è stata la stessa Procura di Nanterre e, per dirla tutta, la denuncia, per “violazione della privacy”, va ad accumularsi con la procedura civile d’urgenza già avviata, sempre contro il settimanale Closer e per la quale si è già svolta un’udienza.

Questa si è tenuta ieri, 17 settembre, nel closer tribunale Procura di Nanterrepomeriggio e sempre presso il tribunale di Nanterre (nei pressi di Parigi). Qual è stato il risultato di tale sentenza? Ancora non è dato saperlo, ma basterà attendere ancora qualche ora.

Infatti la sentenza verrà pronunciata oggi e quindi entro la serata sapremo l’esito di questa prima fase, quantomeno destinata a fermare la diffusione degli originali digitali delle foto che stanno facendo il giro del mondo.

Staremo a vedere come andrà a finire. Appena avremo news, vi aggiorneremo.

Categorie
Gossip

Guai per Lady Gaga, denunciata dalla sua ex assistente

Questa storia ha dell’incredibile! La superstar Lady Gaga, nonchè la diva più ricca del mondo, ha dei debiti con la sua ex assistente.

lady gagaJennifer O’Neill, che ha servito e riverito la star da dicembre 2009 a marzo 2011, ha denunciato al tribunale di New York di dover ricevere ancora $ 400.000 per gli straordinari fatti. Dai documenti presentati al giudice, la O’Neill sostiene di aver fatto  7.168 ore di straordinari, cioè 24 ore su 24 impegnata per il tour Born This Way. Il suo salario settimanale era di $ 1.000, ma non comprendeva le assurde richieste della pop star e il tempo impiegato per svolgerle.

Dovevo prontamente assicurarle che ci fossero asciugamani dopo la doccia e le servivo come sveglia personale per mantenerla in linea con gli appuntamenti”. Ecco alcune delle frasi saltate fuori dalla denuncia. Il portavoce di Lady Gaga smentisce tutta la faccenda, ma non ne spiega i motivi. Sta di fatto che l’ex assistente pretende un risarcimento che la cantante non vuole riconoscerle. Forse portar avanti una causa e pagare ciò che è dovuto alla O’Neill per Lady Gaga avrebbe lo stesso costo, ma per principio preferisce sostenere la sua tesi.

Eppure Lady Gaga non avrebbe motivo di non riconoscere il pagamento all’ex assistente. Secondo la rivista americana Forbes, la star si è aggiudicata il titolo di cantante più pagata tra il 2010 e il 2011: ben novanta milioni di dollari! Così la O’Neill, che si sente parte di questa vittoria, vuole essere degnamente ricompensata delle notti insonni passate a cercare abiti strani per volere di Miss Gaga.