Categorie
Bellezza & Salute

Giornata stressante? Dopo il lavoro, attività fisica e una bella dormita!

Secondo un nuovo studio, l’esercizio fisico dopo il lavoro e un buon riposo notturno sono i due modi migliori, per prepararsi ad una giornata stressante. I ricercatori hanno dichiarato che la combinazione di un allenamento fisico e una bella dormita è la chiave, per evitare l’esaurimento emotivo o il bornout lavorativo.

Perciò, secondo il parere degli esperti, i lavoratori non dovrebbero poltrire sul divano, dopo il lavoro, ma andare a correre, fare nuoto o andare in bicicletta e poi fare una bella dormita, più lunga del solito.

La dott.essa Inga Nagel, dell’Università di Costanza, in Germania, ha dichiarato:

il nostro studio indica la possibilità di influenzare, positivamente, le risorse personali di un individuo nella vita quotidiana. Se, ad esempio, un dipendente affronta una giornata stressante o importante al lavoro, il dipendente dovrebbe impegnarsi, consapevolmente, in attività benefiche il giorno prima. I risultati del sports donne benessere salute forma fisica dieta prova costumenostro studio suggeriscono che i lavoratori dovrebbero fare attività fisica e dormire, più del solito, se devono affrontare una giornata stressante di lavoro”.

I ricercatori, i cui risultati sono pubblicati online sulla rivista Applied Psychology: Health and Well-Being, hanno spiegato che l’esercizio fisico ha effetti benefici sull’umore, ma consuma energia e richiede tempi di recupero. Pertanto, la combinazione di attività fisica e di un buon sonno è in grado di offrire energia ad una persona, in maniera efficace.

Lo studio ha coinvolto 144 lavoratori, con età compresa tra i 22 e i 64 anni; i partecipanti hanno compilato un diario, per cinque giorni consecutivi, riguardo gli effetti dell’esercizio fisico e del sonno sul lavoro.

Categorie
Bellezza & Salute

Rolfing: la nuova tecnica di massaggio contro dolori e stress

Quante volte tornate a casa con dolori articolari e mal di schiena? Quasi sempre risponderete tutti, un po’ per lo stress, un po’ per le strane posizioni che acquisiamo durante la giornata lavorativa tendiamo ad indebolire il corpo producendo piccole ma fastidiose infiammazioni.

Pare, però, che sia nata una nuova tecnica di massaggio capace di contrastare l’effetto di stress e dolori, si chiama Rolfing e, da oggi fino al 19 ottobre, verrà sponsorizzata a rolfing massaggiBologna e, contemporaneamente, in altre città italiane.

Questa nuova tecnica prende il nome del suo “inventore”, il professore ha sempre affermato che la fascia muscolare, in seguito allo stress accumulato e ad inadeguati atteggiamenti posturali, tende spesso e volentieri a restringersi impedendo ai muscoli contrapposti di lavorare di concerto con gli altri.

Tali massaggi dunque, con il tempo migliorati e sviluppati, mirano a separare la fascia del tessuto muscolare interessato attraverso delle particolari manipolazioni che, in poco tempo, favoriscono il rilassamento delle fibre muscolari e ottimizzano i movimenti.

Parte delle comunità scientifica, però, non è molto convinta e guarda con scetticismo questa nuova tecnica che sta iniziando ad imporsi. La cosa a cui non credono è che questi massaggi possano garantire benefici immediati già dopo poche sedute.

Categorie
Bellezza & Salute

Stress e cioccolato: lo zucchero rende ancora più depressi

Un giorno ti senti particolarmente stressato? Un biscotto è la giusta soluzione. Senti carenza di affetto? Una barretta di cioccolato potrebbe aiutarti. Ti senti solo e a casa ti annoi? Un bel gelato è la cosa migliore. Se tutto questo vi suona familiare, sappiate che non siete gli unici a pensarlo! Non c’è niente di più bello e di più efficace che qualcosa di dolce, per sollevare il morale, quando si è giù di tono.

Tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che lo zucchero può peggiorare la situazione, in cui una persona si trova, aumentando la sensazione di panico e di agitazione. E non è tutto! Secondo la società Food for The Brain, un gruppo di medici, scienziati, nutrizionisti, psichiatri e psicologi che analizzano il legame tra cibo e salute mentale, non vi è alcuna correlazione tra le alterazioni del comportamento e i livelli di zucchero nel sangue.

Deborah Colson, una terapista nutrizionale, ha dichiarato: “lo scarso equilibrio di zucchero nel sangue è spesso il fattore più importante nelle persone che soffrono di sbalzi d’umore, depressione, ansia ed emotività – ossia quando qualcuno sembra stare benissimo un minuto prima e quello dopo si ritrova in lacrime. Avere grandi oscillazioni di zucchero nel sangue diminuisce la capacità delle persone di far fronte allo stress”.

Ma è davvero lo zucchero che ci rende stressati? James Duigan, un personal trainer, ha spiegato: “gli zuccheri raffinati e gli alimenti processati rilasciano lo zucchero nell’organismo troppo velocemente. Ciò aumenta la quantità di insulina, che incita il corpo ad immagazzinare il grasso, piuttosto che bruciarlo, e altera i cioccolata fondente beneficilivelli di zucchero nel sangue. Più irregolari sono i livelli di zucchero, più irregolari sono i nostri stati d’animo – sentiamo fame, ci sentiamo arabbiati, depressi, sconvolti”.

Ed è per questo che non bisogna esagerare con cioccolata, dolci e caramelle – delle soluzioni sostitutive e più efficaci per lo stress potrebbero essere: i frutti di bosco, ricchi di vitamina C e di fibre, che aiutano a regolarizzare i livelli di zucchero; le verdure verde scuro, ricche di vitamine e sali minerali; tacchino, che contiene triptofano, un aminoacido che rilascia l’ormone della felicità, la serotonina e le noccioline, ricche di vitamina B e ottime per ridurre lo stress.

Categorie
Bellezza & Salute

Le donne e i cambi di look che danno alla testa!

Prima bionde, poi rosse poi lisce e poi ricce, noi donne, si sa, abbiamo un’indole abbastanza lunatica, la quale molte volte influisce anche sul nostro look. Quante di noi hanno cambiato colore di capelli così rapidamente da far fatica a riconoscersi dinanzi uno specchio; eppure siamo le uniche, a differenza dei maschietti, alle quali piace osare, sfoggiando a distanza di pochi mesi acconciature, tagli e colorazioni diversi sui nostri capelli.

Rinnovarsi è un po’ la giusta carica che ci permette di andare avanti e affrontare al meglio la quotidianità; cambiare il taglio o il colore dei capelli influisce molto sul nostro umore e ci permette di acquistare una buona dose di autostima in più che va ad incentivare anche il nostro operato giornaliero.

Chi lo dice che noi donne modifichiamo la nostra capellicapigliatura a seguito di una delusione amorosa? Niente di più falso! A noi piace continuamente cambiare e rinnovarci, d’altronde chi rimane ancorato ad un’idea fissa dimostra di non spiccare per le doti intellettive ed invecchia precocemente.

Per cui care ragazze rinnovare il proprio look costantemente vi darà una marcia in più; ricordate sempre di fare una maschera nutriente prima di qualsiasi tinta, in modo che i pigmenti aderiscano meglio al capello e di effettuare un ultimo getto di acqua fredda, a fine shampoo, per rendere i capelli più luminosi 😉

Categorie
Bellezza & Salute

Cromoterapia: come eliminare lo stress con i colori

Il colore della tua maglietta o delle pareti della tua stanza può influenzare il tuo stato d’animo, sia in maniera positiva che negativa. Non ti è mai capitato di sentirti a disagio indossando alcuni colori o osservando una stanza dalle pareti di un colore particolare? I colori che spesso indossiamo e scegliamo di indossare, riflettono il nostro umore.

Scopri come alleviare lo stress e raggiungere il benessere psico-fisico, attraverso la cromoterapia:

Circondati di rosa: è il colore della calma e della tranquillità. Aggiungere piccoli spruzzi di rosa nella tua casa, per creare un’atmosfera di pace. È possibile utilizzare il colore rosa in bagno, in camera da letto o in altre zone. Indossare un maglietta rosa, un bikini rosa o altri accessori di questo colore, per equilibrare le proprie energie e sostenere la propria pace interiore;

Aggiungi il giallo nella tua vita, se ti senti giù: il giallo è un eccellente colore, utile per sollevare il proprio stato d’animo e contrastare la depressione;

Scegli il blu, per un ambiente tranquillo e per un sonno ristoratore della buona notte: il blu è un colore molto rilassante, emana tranquillità, sostenendo la guarigione. Se siete affetti da insonnia, la giusta soluzione è mettersi a dormire, magari, abbracciando un bel cuscino, dai toni del blu e scegliendo delle belle lenzuola azzurre. Il blu è anche un bel colore da indossare, quando si parla in pubblico, in quanto favorisce una buona comunicazione;

Aggiungi un tocco di verde, nel tuo ambiente: cromoterapia colori relax saluteil verde è un colore molto rilassante, che assicura armonia e allevia l’ansia. Abbellire la vostra casa, con accessori di colore verde, come piante d’appartamento;

Aggiungi un po’ di viola nella tua vita: il viola è il colore della saggezza, pace e forza; se si indossa, dona pace interiore. Usalo in casa, per ottenere un ambiente tranquillo;

Scegli il bianco classico, per un look pulito e arieggiato: il bianco è sinonimo di pulizia e purificazione. Se viene utilizzato nella decorazione domestica, il bianco conferisce un look pulito e fresco e fa apparire una stanza piccola, ancora più grande. Il bianco deve essere, anche, un punto fermo, nel tuo guardaroba. Vestirsi di bianco aiuta a purificare la mente e lo spirito e poi, uno dei grandi pregi di questo colore è che si abbina con tutto.

Categorie
Casa

Casa e Feng Shui: 5 modi per creare un ambiente domestico tranquillo

Trasforma la tua casa “frenetica” in uno spazio rilassante, seguendo questi semplici consigli di Janice Sugita, autrice di The Feng Shui Equation. Come Sugita suggerisce: “elimina tutto ciò che causa stress”. Bisogna avere piccoli oggetti ed elementi, che fanno sorridere, come foto di famiglia o souvenirs.

Alcune sfumature emanano tranquillità e relax: il blu attira la creatività e la prosperità, mentre il verde dona una sensazione di primavera e nuova vita.

Un altro suggerimento è lo spazio “da abbracciare”: una stanza piena di mobili può incrementare tensioni; bisogna lasciare lo spazio necessario tra i mobili, per poter camminare e non avere quella sensazione di disordine e oppressione.

Importante è anche “ospitare” piante negli interni; casa arredamento fang shuiaprire le tende per permettere alla luce naturale di penetrare negli ambienti. Sugita suggerisce: “le piante donano nuova vita, attraverso la loro crescita, e ossigeno”. Compensare i mobili solidi con quelli imbottiti: “amate il vostro tavolino di vetro?

Accoppialo con qualcosa di piacevole”, come un morbido divano o un pouf per salotti. Gli elementi morbidi offrono conforto, mentre quelli solidi forniscono stabilità.

Categorie
Gossip

Robert Pattinson e Kristen Stewart: la convivenza non è tutta rosa e fiori

La coppia dei due bellissimi protagonisti di Twilight, Robert Pattinson e Kristen Stewart, sembra litighi spesso a causa della madre di Kristen che “invade” spesso la casa in cui i due convivono.

robert-pattinson-e-kristen-stewartSopiti i rumors su possibili rotture e tradimenti, le voci sulla coppia si concentrano tutte sulla burrascosa convivenza, a causa soprattutto della madre di Kristen Stewart che passa molto tempo nella casa in cui i due convivono, generando non pochi fastidi a Robert Pattinson, che evidentemente preferirebbe maggiore privacy, oltre che dividere la casa con la sua amata. Sta di fatto che si parla di litigi per questo motivo, non crediamo possano generare una crisi, ma di certo la madre della Stewart dovrebbe sapere che le suocere non sono sempre ben accette… oltre che tra moglie e marito non bisogna mai intromettersi.

Categorie
Bellezza & Salute

Training autogeno: piccoli gesti quotidiani che ci fanno star bene

Nella vita di tutti i giorni ci capita spesso di fare i conti con stanchezza, stress, preoccupazioni e ad un certo punto diventa indispensabile concederci un momento tutto per noi, nel quale mente e corpo possono trarre giovamento rilassandosi. Non molti sanno che facilmente tutti possiamo darci la possibilità di rilassarci, rigenerarci, acquisendo un metodo di grande utilità, usato in psicoterapia: il training autogeno.

Il training autogeno (allenamento che si genera da sé), è un metodo pratico che consiste in una serie di esercizi, da svolgere mentalmente in maniera costante ed autonoma, grazie ai quali è possibile godere di un pieno rilassamento fisico e psichico.

Il metodo è indicato per tutte quelle persone che hanno la necessità e la voglia di acquisire una migliore armonia psico-fisica, per ridurre l’aggressività, migliorare la propria efficienza, per acquisire una maggiore serenità ed un distacco dai problemi, per tutti coloro i quali soffrono di disturbi d’ansia, fobie, disturbi psicosomatici (gastrite, colon irritabile, dismenorrea, tachicardia, ecc.), disturbi della sessualità, disturbi del sonno, in gravidanza, eccetera. Non esistono disturbi che non possono trarne beneficio.

Piccole frasi, ripetute mentalmente, suscitano sensazioni fisiche che permettono di raggiungere uno stato di distensione nelle seguenti parti:

• Muscolitraining autogeno

• Vasi sanguigni

• Cuore

• Respirazione

• Organi addominali

• Capo

Gli esercizi si eseguono in un ambiente accogliente, lontano da stimoli sonori e visivi, con la possibilità di regolare la luce e con un abbigliamento comodo.

Per apprendere il training autogeno bisogna rivolgersi necessariamente ad uno psicologo addestrato all’utilizzo di questa particolare tecnica. Compito del terapeuta è illustrare il metodo alla persona che eseguirà gli esercizi a casa, in piena autonomia, supervisionare di volta in volta il lavoro del paziente e favorire l’elaborazione del vissuto che emerge durante l’esecuzione degli esercizi.

Concludo l’articolo con una massima utile a favorire spunti di riflessione: “Quando non si trova riposo in se stessi, inutile cercarlo altrove”.

Categorie
Da DNA a donna

Ansia: cos’è, quando diventa patologica e come riconoscerla

L’ansia è una sensazione che in qualche modo accompagna la vita di tutti gli uomini. Chi nel corso della sua  vita non l’ha provata almeno una volta, magari al momento di prendere una decisione oppure nell’attesa di un evento importante?

Esistono due tipi di ansia, una buona, l’altra cattiva, patologica.

L’ansia buona, naturale, è una sensazione che riveste una funzione positiva, importante perché crea motivazione, porta a migliorarsi ed a far meglio. E’ questo il caso dell’ansia avvertita dallo studente che lo spinge a studiare,  prima di un esame, fino alle ultime ore.

Esiste anche un’ansia felice, quando, a farci stare in tensione è il desiderio che le cose accadano presto: l’attesa di un evento gioioso o l’attesa di rivedere una persona cara.

L’ansia, dunque, quando non supera certi livelli, ha una sua importante utilità in quanto serve a mobilitare le risorse personali e ci aiuta ad affrontare nel modo più efficace eventi e situazioni difficili.

Quando l’ansia diventa patologica? Lo diventa quando raggiunge un’intensità ed una frequenza tali da provocare disagi e sofferenze che turbano l’armonico svolgimento della vita. Ci si sente in balia di un qualcosa che ci domina, che è più forte di noi, che condiziona fortemente i nostri comportamenti e ci si sente inadeguati ad affrontare le varie situazioni. Ed ecco comparire la tensione, nervosismo, insonnia, preoccupazione eccessiva per sé e per gli altri, facilità al pianto.

Spesso nella vita di tutti i giorni ansia ragazze pensieroci sforziamo di essere un modello per gli altri, di accontentare tutte le richieste che ci vengono fatte da chi ci sta vicino, una persona sulla quale poter contare.  Ma quando tutto questo ci allontana dai nostri bisogni e desideri, quando ci ritroviamo a fare ciò che si deve e non ciò che si vuole, ecco allora che il nostro corpo si ribella attraverso il suo naturale sistema d’allarme, l’ansia.

Accogliamola, dunque, come un consiglio, una modalità con la quale il cervello ci avverte che qualcosa che non va e deve essere affrontato. Impariamo ad essere noi stessi, con i nostri limiti e le nostre imperfezioni.

Abbandoniamo l’idea della perfezione ma riconosciamoci come esseri “perfettibili”, diamo più spazio ai nostri desideri ed ai nostri bisogni; impariamo a guardare dentro noi stessi e ad ascoltarci di più, diamoci la possibilità di poter migliorare il nostro vivere!

Categorie
Lavoro

Donne stressate e sempre più multitasking, sai che novità…

E’ da qualche giorno che online si sente parlare e discutere di uno studio della Michigan State University contrapposto a quello della Università del North Carolina, tema del contendere il fatto che l’uno descriva le donne “multitasking” (cioé tutte noi) come iper stressate (sai che novità…) e al contempo l’altro le descrive come felici e soddisfatte (mica ci puzza avere un lavoro “monotono”).

donna stressataCome se le due cose non potessero convivere in ogni donna che lavora e vuol fare svolgere al meglio il proprio ruolo, tanto da esserne soddisfatte. Anche perché chi è più puntiglioso di una donna che vuole raggiungere il proprio obiettivo? Nessuno… Le considerazioni che i due studi fanno e andrebbero stampate e appiccicate sul frigo di ogni casa, e che noi abbiamo trovato più interessanti sono queste:

In famiglia gli uomini dovrebbero aiutarci di più nelle faccende domestiche e nella “gestione” dei figli, cosa che accade raramente soprattutto in Italia. Inoltre, per le donne con figli ci sarebbe bisogno di orari di lavoro flessibili, che consentano a tutte di potersi occupare senza troppo stress dei bambini e di godersi (realmente) la famiglia e la crescita dei figli. Ci sarebbe poi bisogno di incentivi che favoriscano il ruolo anche economico delle donne nella famiglia. Insomma, bisognerebbe aiutare le donne ad essere più orgogliose di ciò che fanno, magari supportandoli prima come uomini (innamorati) e poi come semplici persone.

Infine, sembra banale dirlo, ma da entrambe le ricerche emerge che le donne casalinghe hanno meno relazioni e spesso rischiano l’isolamento, mentre quelle impegnate anche in campo lavorativo sono raggiunte da più stimoli e quindi riescono a condurre una vita sociale piena e soddisfacente. E chi l’avrebbe mai detto??? 😉