Categorie
Meteo

Calabria è emergenza maltempo. Il Ciclone Nettuno è arrivato sull’Italia

Aggiornamento – Ore 15.40 Maltempo sulla Sicilia orientale e gran parte della Calabria

Non si hanno ancora piogge copiose e pericolose come quelle attese per quest’oggi, ma il tempo è brutto sul versante orientale della Sicilia e la Calabria, dal Tirreno allo Ionio, certo rispetto a quanto atteso in queste ore soprattutto nella provincia di Reggio Calabria (che doveva essere la prima ad essere colpita da Nettuno), la situazione appare tranquilla con piogge intense, ma non fuori dalla norma per il periodo.

In Calabria, nelle province di Catanzaro e Crotone soprattutto, in Puglia e su tutto il versante ionico meridionale è scattato l’allerta meteo, per timori che il Ciclone Nettuno (uragano di classe I) e la fragilità idrogeologica del territorio possano causare un altro disastro come quello in Sardegna.

Allerta_ArpacalE’ già arrivato sulle coste meridionali della Calabria tirrenica e ionica il ciclone Nettuno, con piogge intense e nubi scure che non lasciano presagire nulla di buono, tanto che l’Arpacal attraverso il centro multirischi ha diramato già da ieri un avviso, dichiarando lo stato di massima allerta per tutta la Calabria ionica, con particolare attenzione nelle zone comprese tra le province di Catanzaro e Crotone già colpite nella scorsa settimana da piogge intense, allagamenti e smottamenti. Lo stato di allerta meteo è stato dichiarato anche per la Basilicata meridionale e il settore ionico della Puglia, dove si potrebbero avere copiose piogge con i rischi del caso.

In Calabria già da stamattina scuole chiuse nelle zone classificate con il livello di allerta 2 (il massimo previsto) e si sconsiglia nella notte di muoversi in macchina in gran parte della regione, che dovrebbe essere battuta dal ciclone Nettuno dalle prime ore del pomeriggio fino alle prime ore di domani mattina domenica 1 dicembre. Protezione Civile e Forze dell’Ordine sono già attive sul territorio per garantire assistenza e la sicurezza sia sulle strade che nei centri abituati, sperando che sulla Calabria non arrivi un’imprevedibile e incontenibile bomba d’acqua come quella che ha squassato la Sardegna.

Categorie
Meteo

Maltempo al Nord: arriva la perturbazione spezza estate

Edoardo Ferrara, meteorologo, annuncia: “In arrivo un nuovo break temporalesco sull’Italia, che non risparmierà nessuno, con piogge e temporali da Nord a Sud e calo termico”.

Un’estate che finisce quindi, dal sapore di pioggia che da stasera partirà dal nord per arrivare al centro sud nella giornata di domani: una storm line che metterà sotto assedio quest’estate torrida ma anche molto breve. “Una nuova perturbazione atlantica spezzerà l’alta pressione delle Azzorre e determinerà i primi rovesci e temporali su Alpi e Prealpi, in estensione a Valpadana e Liguria a fine giornata. Attenzione, il rischio di fenomeni violenti è concreto, con locali grandinate e raffiche di vento”.

Saranno queste le caratteristiche della perturbazione “spezza estate” che scenderà da martedì al centro sud e si concentrerà principalmente sui versanti adriatici. Dopo i temporali però, tornerà il sole, con un clima più clemente, gradevole e asciutto, grazie ai venti da settentrione che mitigheranno i raggi solari ancora roventi per la stagione. Sarà un po’ più complicata la situazione metereologica per il Sud, che terrà stretto a sé per un paio di giorni la perturbazione, a dispetto invece del sole a nord e soprattutto in Toscana. Ma l’estate sembra davvero finita, e tra il 24 e il 25 ci saranno nuovi rovesci, a meno che non ci si presenti nell’immediato futuro un autunno mite, quasi da spiaggia.

Categorie
Meteo

Meteo: caldo e sole vs pioggia e freddo. Italia spaccata

Oltre a tutti i luoghi comuni più o meno giustificati, adesso anche il meteo cerca di spaccare in due l’Italia, e nei prossimi giorni ci riuscirà di certo, considerata la perturbazione che minaccerà il Nord Ovest e l’anticiclone che invece invaderà con prepotenza tutto il resto della Penisola. Ebbene si, da domani Val D’Aosta, Lombardia e Piemonte sarebbero addirittura a rischio intervento della protezione civile a causa della perturbazione, di origine atlantica, che porterà forti rovesci sulle dette regioni. Cosa completamente diversa nel resto d’Italia, in cui è stato emesso l’”allarme caldo”.

mare italia salute inquinamentoLe città interessate saranno: Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Trieste, Venezia e Verona. Tra oggi e domani il picco più alto dell’anticiclone si abbatterà impietoso sulle grandi città italiane, toccando vertici di 40 gradi percepiti e diventando un rischio non solo per le “minoranze” come vecchi, bambini e malati cronici, ma anche per le persone sane che dovranno fronteggiare l’ondata di caldo sconvolgente. Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia registreranno le situazioni più calde con 39 gradi effettivi.

L’umidità torrida ci farà compagnia fino a tutta la giornata di venerdì, per scemare leggermente tra sabato e domenica. Ma un altro anticiclone è dietro l’angolo, e resterà con noi per tutto luglio… Diversala situazione al nord ovest, come accennato, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e poi Veneto dovranno fare i conti nelle prossime ore con temporali anche molto intensi, accompagnati da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento.

Categorie
Meteo

Emergenza maltempo: allerta meteo al centro-sud. Calabria e isole le più a rischio

Sembra davvero non voler arrivare più la primavera. Questo mese di maggio, infatti, pare sia ritornato indietro nel tempo e aver portato sul calendario il mese di marzo, decisamente più consono alle piogge e al meteo imprevedibile di questi giorni. E come ieri e forse anche più di ieri, oggi le piogge e il maltempo stanno imperversando sulla nostra penisola, mettendo in ginocchio le regioni del centro sud, dalle marche alla Calabria e le isole.

E sembra essere proprio la bassa Campania e la parte più a nord-ovest della Calabria, in queste ore, a soffrire maggiormente l’attacco di piogge e forti folate di vento.

Nella prima parte della mattinata, inoltre, le coste di Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sardegna e Sicilia hanno visto imperversare mareggiate lungo le coste esposte e allarme-maltempo-allerta-meteonon è da escludersi il proseguo delle stesse nel pomeriggio.

Pomeriggio che vedrà i forti venti spostarsi anche verso il centro, nelle regioni dell’Abruzzo e delle Marche.

Restiamo in attesa di ulteriori notizie per aggiornamenti nel corso della giornata. Se volete segnalarci una notizia, fatelo commentando a seguire.

Categorie
Sport

Internazionali di Tennis: a Roma si attendono il sole e le stelle

Proseguono gli Internazionali di Tennis al Foro Italico, che però, dopo cinque giorni di sole e straordinarie partite, devono fare i conti quest’oggi con la pioggia battente che si sta riversando sulla Capitale e che rende impraticabili i famosi campi di terra rossa.

Le partite in programma per le 11 non sono cominciate con grande dispiacere degli spettatori, che incuranti del mal tempo, sono comunque tantissimi e affollano le gradinate dei bellissimi campi del Foro Italico. La speranza rimane viva per il pomeriggio, dal momento che le previsioni parlano di un miglioramento.

Internazionali_Tennis_RomaPeccato però che il cielo abbia deciso di piangere proprio oggi che il torneo aveva in programma match importantissimi ai fini dello spettacolo. Sono infatti oggi di scena gli ottavi del maschile, con Rafa Nadal contro Ernests Gulbis, il numero uno del mondo Novak Djokovic incontra Alexandr Dolgopolov e con il maestro Roger Federer che sfida Gilles Simon. L’interesse italiano però si sposta agli ottavi femminili, dove sia Sara Errani che Roberta Vinci sono in competizione per passare ai quarti. Se la Errani se la vedrà contro Maria Kirilenko, numero 12 al mondo, la Vinci è avvantaggiata dalla vittoria contro la numero 4 Agnieszka Radwanska, e se la vedrà contro la romena Halep.

Ora non resta che sperare nella clemenza del tempo e in una gran partita da parte delle nostre ragazze.

Categorie
Meteo

Meteo Pasqua e Pasquetta: continuano pioggia e temperature basse

Domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile, rispettivamente giorno di Pasqua e Pasquetta, spesso dedicati a passeggiate e gite fuori porta per poter assaggiare i primi giorni di primavera in totale relax, purtroppo, quest’anno ci regaleranno cielo cupo e piogge sparse praticamente su tutta l’Italia, dal mare alla montagna le condizioni meteo generali non saranno un granché. Per cui massima attenzione se ci spostiamo in auto soprattutto sabato e domenica al centro-nord dove sono previste precipitazioni intense e nevicate fino a quote relativamente basse come 1.000 metri.

Meteo_PasquettaIl maltempo che attanaglierà soprattutto l’Italia orientale, lascerà tra domenica pomeriggio e la giornata di lunedì qualche sprazzo si sole solo sul versante tirrenico del nostro Paese, con possibili condizioni di bel tempo ridotte ad alcune aree della Sicilia occidentale e della Calabria meridionale. Su tutto il resto dell’Italia resteranno condizioni di tempo variabile, che sicuramente terranno tanti italiani in casa, lontano da parchi e aree campeggio, in cui passare la consueta gita fuori porta di Pasquetta.

Per cui se ci stiamo organizzando con amiche e amici, meglio prevedere un’opzione coperta che eviti così che i nostri piani vadano in fumo a causa delle condizioni meteo, che si preannunciano ben poco incoraggianti. Da segnalare i mari che andranno da mosso a molto mosso in quasi tutte le zone costiere del nostro Paese, con particolari disagi dovuti alle condizioni del mare nel Tirreno centro-meridionale e nel Canale di Sicilia.

Categorie
Meteo

Maltempo nel weekend: Lombardia ed Emilia al voto sotto la neve

Qualcuno al momento della scelta della data per le Elezioni Politiche 2013, profeticamente disse che si sarebbe andati a votare sotto la neve. Ebbene il prossimo fine settimana, con in evidenza i giorni elettorali del 24 e 25 febbraio, sarà forse il fine settimana più freddo di questo inverno con copiose nevicate su tutto il nord, soprattutto, su Emilia Romagna e Lombardia, una delle regioni decisive per la sorte del futuro Governo del nostro Paese.

Autostrada_A3_NeveCosì sul voto si abbatte anche questa perturbazione siberiana che rischia di far restare a casa tanti elettori, soprattutto anziani e comunque di creare più genericamente disagi agli spostamenti di tutti gli abitanti delle zone che saranno colpite da questa gelata con forti venti di Bora e nevicate anche a quote basse. L’allarme maltempo, per le piogge resta esteso a tutta l’Italia, soprattutto al centro e in Sardegna per la giornata di sabato. Mentre l’instabilità meteo sarà lieve ed estesa su tutta la penisola proprio il 24-25.

Temperature in forte calo anche al Sud, dove vi saranno forti venti di Scirocco che assieme alle precipitazioni porteranno la “famosa” sabbia del Sahara che ricoprirà tutto di una sottile coltre rossiccia.

Categorie
Meteo

Meteo 3 febbraio: maltempo e neve sul centro-Italia a quote basse

Arriva in centro Italia il maltempo che imperverserà per l’intera settimana su gran parte del nostro Paese. Infatti, già da stamattina si registrano pioggia e neve sulle regioni centrali, con forti nevicate sugli appennini. Ma la neve cade e cadrà nel corso della giornata anche a basse quote, pur non dovendo creare grossi disagi alla circolazione. Al Sud la situazione è lievemente migliore con cielo coperto un po’ ovunque e piogge sparse, ma non si escludono schiarite nel corso della giornata. Mentre i mari saranno da mossi a molto mossi, con una variazione del moto ondoso sensibili rispetto a ieri.

Maltempo_ItaliaAl Nord cielo sereno un po’ ovunque, anche se le temperature stanno scendendo rispetto ai giorni scorsi. Per l’inizio della settimana sono previste nevicate sulle Alpi e piogge sparse, con una situazione di cielo sereno solo al Sud. Resta il rischio come nella scorsa settimana di nebbia e foschia sulla Pianura Padana, mentre per metà settimana le condizioni meteo sull’Italia peggioreranno un po’ ovunque e il maltempo porterà pioggia, neve e temperature rigide, ma pur sempre nella media stagionale.

L’assaggio di primavera di questi giorni, soprattutto al Sud e in Sicilia verrà cancellato rapidamente da un ritorno prepotente dell’inverno e per rivedere una bella giornata ci vorrà probabilmente dopo San Valentino e Carnevale.

Categorie
Meteo

Allerta meteo: neve dall’Emilia al Lazio con fiocchi anche in Sardegna

Se ne parlava tanto nei giorni passati ed eccola arrivare oggi in gran parte d’Italia. Stiamo parlando della neve che oggi, a causa di una forte perturbazione che sta interessando il centro-nord della nostra penisola, ha coperto intere cittadine dell’Emilia, del Lazio e anche della Sardegna.

Ma andiamo per gradi e cerchiamo di analizzare la situazione nelle ultime ore.

Partiamo dall’Emilia e la bassa pianura padana, zona in cui sta nevicando abbondantemente da questa notte. Le aree più interessate dalla perturbazione nevosa sembrano essere quelle della zona a sud sud-ovest di Parma, che ha visto attivarsi nelle tarde ore della notte un piano antighiaccio con mezzi spargisale, al fine di rendere quanto più possibile libera la viabilità in zona tangenziale.

Situazione non proprio migliore a Modena, che nella notte ha subito qualche piccolo problema di viabilità; così come tutti i più piccoli comuni in provincia di Reggio Emilia a ridosso del parmense.

Passiamo ora al Lazio, dove nevica da qualche neve italia maltempo meteo allertaora nelle provincia di Viterbo. Anche i colli romani sono interessati dalla perturbazione, che li ha colorati di bianco con una bella spolverata di neve bianca.

Nessun allarme per il momento è scattato a Roma, dove però si riscontra un forte temporale e temperature che sfiorano i 4 gradi. Staremo a vedere nelle prossime ore cosa accadrà.

Anche la Sardegna oggi appare a tinte bianche, con neve al momento solo oltre quota 600 metri. Tuttavia, nelle prossime ore, non è da escludersi un peggioramento della situazione dato che le previsioni prevedono altri rovesci nevosi. Il problema, invece, si sta ponendo nei paesini più internati, in cui alcune strade hanno raggiunto ben 20 centimetri di neve.

Categorie
Meteo

Meteo: maltempo e neve al centro Nord da Milano a Torino

Torna il maltempo nel Centro Nord della nostra Penisola. Questa mattina, infatti, sono molte le cittadine della pianura padana e dell’Emilia, che si sono ritrovate imbiancate dalla neve.

Da Torino, Milano e Reggio Emilia, passando per Parma e altri paesini del reggiano, come Poviglio, Sorbolo, ecc, i paesaggi sono quelli di un’Italia sotto il bianco manto nevoso e molti sono i cittadini che hanno avuto non poche difficoltà negli spostamenti.

Strade ghiacciate e temperature sotto lo zero che tengono gli italiani in casa al calduccio. La causa? La perturbazione che ha colpito, in modo massivo, da qualche giorno il nord Italia e che non accenna a diminuire. Tant’è che a Milano è addirittura stato attivato il piano neve, con oltre 230 automezzi spargisale che riverseranno circa 16.000 tonnellate di sale per evitare problemi alla viabilità.

Anche all’aeroporto di Caselle Torinese maltempo meteo milano neveè scattato il piano neve, così da tenere opreativo, per quanto possibile, lo scalo (in cui ancora non sono state viste cancellazioni né ritardi).

Per quanto riguarda, invece, il sistema stradale, da Autostrade per l’Italia arrivano notizie di molte strade coperte dalla perturbazione. La comunicazione dell’ente, infatti, indica che sta nevicando su circa 1.000 km della rete stradale. Ovviamente la società si è già attivata, mettendo a lavoro uomini e mezzi per rendere la viabilità quanto più possibile sicura.

Vi terremo aggiornati nelle prossime ore su eventuali sviluppi del maltempo in Italia.