Categorie
Sport

Juventus e polemiche: il rapper toscano Manu PHL minacciato toglie il video

Sono state tante le critiche che hanno seguito il derby Juventus-Torino della scorsa domenica. La partita, lo ricordiamo, è stata decisa da un rigore non dato al Torino che avrebbe pareggiato i conti con il goal di Tevez.

La squadra bianconera è stata quindi tacciata di favoreggiamento arbitrale, scatenando accese polemiche. All’indomani di questa partita, per il valore del derby stesso e per il risultato dubbio, ecco arrivare la polemica. Il rapper toscano di fede granata Manu PHL, al secolo Emanuele Flandoli ha fatto uscire Contro la Juve, una canzone che parte proprio dalla proverbiale preferenza arbitrale per la squadra di calcio, per parlare della situazione del Paese. Nel brano infatti si dice chiaramente: “Mica ti si avvicina la cima se non hai alle spalle un avvocato, un presidente, un bello sponsor”.

Il brano prosegue poi con i contro, uno dei quali presente anche nel titolo: “Contro l’ipocrisia. Contro chi vince imbrogliando. Contro il qualunquismo eletto a valore dominante. Contro l’immobilismo, contro i voltagabbana”. Insomma si capisce subito che “chi vince imbrogliando” non sono solo gli juventini, e che la partita è diventata un pretesto per parlare d’altro, come ogni artista si sente in dovere di fare davanti ad una società in difficoltà. E il calcio passa così in secondo piano, perché infondo, giro di soldi a parte, importa poco chi vince e chi perde, ma che lo spirito di rettitudine vada perso in un vortice di imbroglio, proprio come nella società “civile” in cui tutti i giorni viviamo. Eppure, trai protagonisti dei video di Manu PHL, ci sono anche quei bambini, che ancora vivono il calcio con la magia della passione giovanile, e un po’ di rabbia per quello che c’è intorno, un po’ di più, sale dallo stomaco. La canzone fa parte dell’EP ‘Contro’, distribuito da ‘Made In Etaly’ su etichetta ‘La Grande Onda’ su tutti i digital store. 

Il video è stato rimosso dal rapper che spiega di aver ricevuto minacce e che la canzone prendeva spunto dal mondo del calcio per raccontare la società di oggi. Un’altra pagina buia di polemiche e minacce, che rendono ancora più torbido e poco piacevole il mondo del calcio.

Categorie
Sport

Michael Schumacher: un’infezione polmonare ostacola il risveglio dal coma?

Il campione di Formula Uno, Michael Schumacher, ha contratto una polmonite ora che i medici stanno cercando di portarlo fuori dal coma farmacologico, che lo costringe a letto dal 29 Dicembre.

Secondo quanto riporta “Bild”, il 45enne ha sviluppato, la scorsa settimana, un’infezione polmonare presso l’Ospedale Universitario di Grenoble. La sua portavoce, Sabine Kehm, ha rifiutato di commentare la notizia, affermando che “sia solo una speculazione”.

Ma il tabloid tedesco “Bild”, che è noto per avere stretti contatti nel cerchio di amici del pilota, ha riportato che Schumacher stia seguendo un trattamento di potenti antibiotici, mentre i medici stanno cercando di capire quanto pericolosa sia l’infezione.

La polmonite potrebbe aggravare le condizioni di Schumacher; la mancanza di un meccanismo di deglutazione regolare può far scorrere la saliva nei polmoni e innescare un’infezione respiratoria potenzialmente letale. Il quotidiano “Bild” riporta che il lento processo di risveglio sarebbe stato interrotto, a causa dell’infezione.

Il professor Heinzpeter Moecke, direttore dell’ Istituto di Medicina d’emergenza, presso la Clinica Asklepios di Amburgo ha dichiarato su “Bild”: “la polmonite è generalmente una malattia grave e pericolosa, perché l’organismo riceve meno ossigeno e s’indebolisce. Una persona sana tossisce o inghiotte diverse volte al minuto, di solito senza accorgesene. Ciò protegge i polmoni”.

Categorie
Sport

Super Bowl, trionfa Seattle ma senza emozioni. Finisce 43-8

E’ l’evento sportivo per eccellenza se sei nato negli Stati Uniti e, così come accade sempre più a tutti gli eventi nazionali oltreoceano, sta prendendo sempre più piede anche in Italia.

Si tratta del Super Bowl, che ieri ha tenuto incollati davanti alla tv milioni di americani, e anche tanti italiani che hanno assistito, durante la diretta di Italia Uno, alla terribile sconfitta di Denver contro Seattle. I Seahawks hanno battuto, meglio dire asfaltato, i Broncos per 22-0 all’intervallo, 43-8 alla fine, davanti agli 80.000 spettatori dell MetLife Stadium, e agli altri 170 milioni di americani incollati alle tv (senza contare i numerosi italiani esterofili). La sfida si annunciava interessante, dal momento che si sarebbero fronteggiate due squadre che schieravano la migliore difesa (Seattle) e il miglior attacco (Denver) di tutta la NFL, ma la partita non è mai stata in discussione, e lo scontro è stato trai meno incerti della storia dell’evento.

L’intervallo è stato quindi l’unico vero spettacolo, dal momento che ha visto coinvolti di Bruno Mars e Red Hot Chili Peppers che si sono esibiti durante l’ormai leggendario e ambitissimo Half Time, nonostante si sia detto che anche questo, di spettacolo, sia stato piuttosto fiacco.

Insomma, sembra che l’unica vera sorpresa della giornata sia stata proprio la magica New York, che accantonando per un po’ i -10 gradi che l’hanno afflitta nelle ultime settimane, ha sfoggiato una “gradevole” temperatura di 9 gradi, permettendo alla partita di svolgersi senza problemi.

Categorie
Sport

Open d’Australia: Flavia Pennetta torna a casa

La nostra Flavia torna a casa. La Pennetta, orgoglio azzurro del tennis, è stata battuta ai quarti di finale nel corso degli Open d’Australia. La Flavia nazionale, la numero 28 nel ranking mondiale, è stata eliminata in uno scontro a senso unico contro la cinese Na Li (numero 4) che l’ha battuta per 2 set a zero con parziali di 6-2 6-2.

La partita si è conclusa dopo un’ora e sette minuti, con la cinese che ha portato la vittoria a casa e si è guadagnata la semifinale. Na Li era già stata finalista a Melbourne nell’edizione del torneo 2011 e 2013, e ha vinto con un punteggio schiacciante ma in un tempo discreto, cosa che ci indica il fatto che la Pennetta ha combattuto bene, come suo solito, nonostante la superiorità dell’avversaria vista nel risultato finale.flavia-pennetta

Mentre Flavia Pennetta prende l’aereo per tornare a casa, Li Na si prepara adesso per lo scontro di semifinale, in cui se la dovrà vedere con la canadese Eugenie Bouchard, ‘solo’ numero 30 nel ranking, ma con una fame di vittoria e una grinta da diciannovenne, tanto che ai quarti ha eliminato la numero 14, la serba Ana Ivanovic, per 5-7 7-5 6-2. Sarà una bella lotta.

Intanto Flavia torna a casa, sconfitta sul campo ma comunque con un buonissimo piazzamento che le consente ancora una volta di far parlare di sé, di portare all’attenzione del Paese la bellezza del tennis e di mettersi sempre più in gioco, facendo del suo nome non più solo un numero sul ranking mondiale ma un’avversaria a ragione temuta anche dalle grandi lassù in alto.

Categorie
Sport

Australian Open: Serena Williams battuta dalla Ivanovic e dai problemi alla schiena

4-6, 6-3, 6-3 questo il risultato con cui la serba Ana Ivanovic agli Australian Open è riuscita a battere Serena Williams, ritenuta ormai invincibile, colpa probabilmente di un mal di schiena che ha “bloccato” la potenza della statunitense.

Serena_Williams_Val_VagtEra data da tutti come la sicura vincitrice degli Australian Open visto il suo stato di forma e la sua capacità di sgretolare le altre ragazze del ranking WTA in campo; eppure qualcosa è andato storto e Serena Williams è stata eliminata da Ana Ivanovic numero 14 del ranking, ma già in passato nelle primissime posizioni. La bella Ana dopo aver perso il primo set per 6-4 sembra abbia approfittato di un problema alla schiena della Williams per batterla con un doppio 6-3. Sta di fatto che gli oltre 30 errori gratuiti di Serena e il ritmo elevato tenuto dalla Ivanovic negli scambi hanno tracciato il solco tra vittoria e sconfitta. Vedremo quest’oggi se dall’Australia arriverà qualche altra eliminazione eccellente, magari ad opera della nostra Pennetta!

Categorie
Sport

Brasile 2014: il sorteggio dei gironi mondiali in diretta

Aggiornamento Ore 18.10 – Girone che si mette in discesa visto che il secondo avversario per l’Italia è il Costa Rica. Il terzo avversario del girone sarà l’Inghilterra che non è una delle corazzate del mondiale.

Aggiornamento Ore 18 – L’Italia giocherà nel girone dell’Uruguay, girone D! Quindi ce la vedremo con Cavani e Suarez!

Si parte con il sorteggio dei gironi dei mondiali di Brasile 2014. In diretta scopriremo quale sarà il destino dell’Italia per l’inizio del mondiale di calcio del prossimo anno, per l’Italia c’è Fabio Cannavaro.

Ci siamo, ormai il mondiale è alle porte e a 6 mesi dal calcio d’inizio è il momento del sorteggio dei gironi. Per l’Italia tanti rischi essendo solo in seconda fascia e non in prima come il Brasile padrone di casa e le altre big, quindi rischiamo di finire in un girone di ferro, che però potrebbe anche voler dire evitare negli ottavi squadre molto forti.

Ecco gli aggiornamenti in diretta per gli 8 gironi da quattro squadre ciascuno che metteranno assieme le 32 squadre che partecipano al mondiale. Nel girone A c’è già il Brasile in quanto padrone di casa.

Girone A
Brasile
Camerun
Messico
Croazia

Girone B
Spagna
Cile
Australia
Olanda

Girone C
Colombia
Costa D’Avorio
Giappone
Grecia

Girone D
Uruguay
Italia
Costa Rica
Inghilterra

Girone E
Svizzera
Ecuador
Honduras
Francia

Girone F
Argentina
Nigeria
Iran
Bosnia Erzegovina

Girone G
Germania
Ghana
USA
Portogallo

Girone H
Belgio
Algeria
Corea del Sud
Russia

 

 

Categorie
Sport

Federica Pellegrini tanta grinta e nuovo record italiano

2’03″75 questo il nuovo record italiano sui 200m dorso, che fa registrare Federica Pellegrini a Viareggio, strappandolo ad Alessia Filippi per otto decimi. Oggi Fede torna in gara per i 400 e i 100 stile libero, vedremo se ci riserverà qualche altra sorpresa.

Federica Pellegrini sfilaE’ una Federica Pellegrini grintosa più che mai e vogliosa di fare bene quella che al trofeo Mussi, Lombardi, Femiano di Viareggio si va a prendere il record italiano nella sua nuova specialità i 200 dorso, record detenuto dalla meno fortunata rivale Alessia Filippi che si è dovuta fermare già da qualche anno a causa di problemi fisici.

Federica guarda già alle Olimpiadi 2016 e dice di volersi divertire in questi tre anni, perché dopo l’olimpiade brasiliana la campionessa pensa già di ritirarsi e dire addio alle gare.

Categorie
Sport

Il Pallone d’oro delle donne? Ha già vinto Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo fa discutere gli uomini, ma anche tante donne, visto il fisico statuario e il look sempre curatissimo. Così, mentre tutti si chiedono se vincerà il Pallone d’Oro, sembra che quello del fascino l’abbia già vinto per molte donne.

cristiano-ronaldo-2Dopo la grande prova in campo con la sua nazionale, che ha portato il Portogallo ai mondiali di Brasile 2014, e la straordinaria serie di goal messa a segno con il Real Madrid per Cristiano Ronaldo il Pallone d’Oro, il premio più ambito assegnato ad un giocatore che milita in una squadra europea, è ormai vicinissimo.

Già per tre volte è stato vicino a vincere il premio e quest’anno forse sarà la volta buona. Intanto, le donne di mezzo mondo lo valutano il giocatore più sexy con cui si vorrebbe passare una bella e lunga serata; d’altronde essere stato testimonial per tante campagne di marchi di fascion e moda deve pur significare qualcosa!

Categorie
Sport

Lindsay Vonn: altro infortunio al ginocchio addio Olimpiadi di Sochi

Altra caduta e relativi guai per la campionessa di sci Lindsay Vonn, compagna del golfista Tiger Woods, che a questo punto rischia di perdere le Olimpiadi Invernali di Sochi (in Russia) e l’intera stagione.

Lindsay_VonnUna caduta le era costata quasi la carriera visto che si erano rotti tutti i legamenti del ginocchio, ma Lindsay Vonn ha saputo reagire e riprendere, purtroppo, la sfortuna non ha smesso di bersagliarla e nel corso degli allenamenti ecco un’altra caduta e nuovamente un problema ai legamenti operati. Si parla di una nuova lesione, anche se ancora non si conosce l’entità dell’infortunio.

In attesa di nuovi esami e controlli, la campionessa dovrà restare a riposo, sperando che possa recuperare presto e tornare alle gare. Anche se i pessimisti dicono già che la carriera ormai è compromessa.

Categorie
Sport

Morte di Morosini: si va verso la richiesta di rinvio a giudizio per 3 medici

Sembra passato ieri da quel fatidico 14 aprile 2012 che vide Piermario Morosini, calciatore del Livorno, ciondolare per il campo e poi accasciarsi per un malore improvviso. Sembra ieri che tifosi, cronisti, giocatori e telespettatori sono diventati inconsapevoli spettatori di una tragedia imprevista.

Sembra ieri ma in realtà non lo è. È passato più di un anno e ancora si continua a far luce su degli accadimenti che forse non avranno mai una spiegazione razionale.

Pare che la Procura di Pescara sia pronta a chiedere al Giudice il rinvio a giudizio per tre medici, tutti coinvolti nell’inchiesta sulla morte tragica del giocatore giovanissimo.morosini_r400 Secondo le ultime notizie il Pm, dopo aver raccolto le informazioni utili, chiederà il processo per il medico del Livorno Calcio Manlio Porcellini, per quello del Pescara Ernesto Sabatini e per il responsabile del 118 presente allo stadio Adriatico Vito Molfese.

Nei confronti di Paloscia, primario dell’Ospedale di Pescara, sono invece cadute tutte le accuse ed è quindi fuori dalla cerchia degli indagati.

L’accusa mossa nei confronti dei tre medici è quella di non aver utilizzato il defibrillatore che, molto probabilmente, avrebbe dato delle possibilità di ripresa in più a Morosini.