Categorie
Bellezza & Salute

Le maniglie dell’amore proteggono dall’influenza

Le maniglie dell’amore sono il nostro peggior incubo, è il primo posto in cui accumuliamo i grassi e l’ultimo in cui li smaltiamo. Tutto ciò che mangiamo si accumula lì e diviene difficile indossare vestitini attillati e sexy e magliette aderenti

maniglie dell'amoreUna ricerca ci viene però in soccorso e dimostra che un po’ di grasso in più sulle manigliette dell’amore aiuta il nostro corpo a difendersi dall’influenza. Attenzione questo però non significa che dobbiamo lasciarci andare e far strabordare la ciccia dai pantaloni attillati ma semplicemente che qualcosina da toccare sui nostri fianchi può rimanere e non fa di certo male.

Ad affermarlo è l’Imperial College di Londra che ha scoperto quanto le persone più in carne siano più al riparo da raffreddori ed influenza rispetto a quelle magre. Ma perchè mai, vi chiederete? A spiegarlo è il Dottor Jimmy Bell che ha coordinato l’intero team durante la ricerca. Dai risultati pare proprio che l’energia in più, contenuta nelle cellule adipose, è messa a disposizione dell’organismo per difendersi da infezioni e agenti patogeni.

Lo studio è stato effettuato su circa 3 milioni di persone e ha permesso anche di scoprire che un piccolo accumulo di grasso rilascia anche segnali chimici che mettono in moto il sistema immunitario.

Un po’ di “ciccia” sulle maniglie dell’amore toglie dunque l’influenza di torno.

Categorie
Bellezza & Salute

Prurito intimo, qualche consiglio per curarlo senza medicinali

Uno dei disturbi più comuni legati al corpo femminile è quello del prurito intimo. Si tratta di una condizione non particolarmente dolorosa, ma molto fastidiosa che impedisce spesso il normale svolgimento di una giornata lavorativa, mettendo a disagio la donna che ne soffre.

Un disturbo del genere spesso viene curato con pomate e lozioni, lavaggi sterili e a volte l’assunzione di medicinali, come l’antibiotico, che impedisce la formazione di batteri dannosi nel corpo.

Ma è il caso di prendere medicinali importanti per un prurito? Spesso i rimedi naturali sono molto più efficaci e duraturi, e riescono a farci raggiungere un benessere completo, senza nessuna controindicazione. In particolare il prurito intimo può essere curato con semplici accorgimenti alimentari.prurito intimo Il prurito, o comunque ogni tipo di infezione che interessa il tratto vaginale (leggere cistiti comprese), è dovuto ad una alterazione del naturale PH della pelle.

Questo spesso è dovuto ad una assunzione di zuccheri massiccia, tale da alterare il nostro equilibrio e da procurarci un disagio. Per poter alleviare e nel migliore dei casi far scomparire il prurito è quindi sufficiente eliminare per un periodo di tempo più o meno lungo, ogni tipo di zuccheri dall’alimentazione.

Quindi banditi pane e pasta, formaggi e dolci, zucchero nel caffè o in altre bevande, e ogni tipo di cibo che possa contenere zuccheri semplici o complessi. Per mantenere un’alimentazione comunque completa, si può ovviare con altri cereali, come il farro o l’orzo, oltre a massicce dosi di succhi senza zucche di frutti rossi, che mantengono sana la flora uterina.

Infine è regola di buona abitudine piuttosto che di “cura naturale” bere acqua naturale in abbondanza.

Categorie
Bellezza & Salute

Cioccolata e vino rosso: rimedi contro il diabete?

Ecco una bella notizia per gli amanti del cioccolato! Pare proprio che cioccolata, vino rosso e fragole siano molto più che un semplice peccato di gola. Potrebbero aiutare nella prevenzione del diabete.

chocolate-and-wineUno studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, ha rivelato, per la prima volta, che l’elevato contenuto di flavonoidi nella frutta a bacca può regolare i livelli di glucosio nel sangue e scongiurare il diabete di tipo 2. I flavonoidi sono composti antiossidanti presenti nelle piante, così come nel tè, nel vino rosso e nel cioccolato e possono proteggere contro una vasta gamma di disturbi, come le malattie cardiache, l’ipertensione, alcuni tipi di tumore e la demenza.

Inoltre, lo studio ha scoperto che il principale effetto protettivo si ottiene da elevate assunzioni di antociani, che sono presenti nelle fragole, ribes, more e mirtilli.

I ricercatori della University of East Anglia e del King’s College di Londra rivelano che un’elevata assunzione di questi ingredienti regola la quantità di glucosio nel sangue e abbassa l’infiammazione, anche se cronica, che può portare a malattie.

L’équipe ha studiato quasi 2.000 volontanie sane, che hanno completato un questionario alimentare, progettato per stimare la totale assunzione di flavonoidi nella dieta. I campioni di sangue sono stati analizzati per valutare la regolazione del glucosio e dell’infiammazione e la resistenza all’insulina, una caratteristica del diabete di tipo 2.

La professoressa Aedin Cassidy della Norwich Medical School, che ha condotto la ricerca, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto che coloro che consumano una quantità elevata di antociani e flavonoidi, avevano una minore insulino-resistenza. Un’elevata resistenza all’insulina è associata al diabete di tipo 2, perciò quello che stiamo osservando è che le persone che mangiano cibi ricchi di questi due composti – come bacche, erbe, uva rossa, vino – hanno meno probabilità di contrarre la malattia. Abbiamo anche rilevato che coloro che assumono il maggior numero di antociani, avevano meno probabilità di soffrire di infiammazione cronica, associata a molti problemi di salute, tra cui il diabete, l’obesità, malattie cardiovascolari e cancro.

E coloro che consumano la maggior parte dei composti di flavonoidi hanno migliorato i livelli di una proteina (adiponectina), che aiuta a regolare una serie di processi metabolici tra cui i livelli di glucosio . Quello che non sappiamo ancora esattamente è quanti di questi composti sono necessari per ridurre potenzialmente il rischio di diabete di tipo 2”.

Categorie
Bellezza & Salute

Il bacio è tutta salute

Il bacio non è solo segno d’amore, passione, attrazione. E’ anche veicolo di salute e benessere per il nostro corpo. A confermarlo è Andréa Demirjian che, nel suo ultimo scritto Kissing: Everything You Ever Wanted to Know about One of Life’s Sweetest Pleasures“, mette nero su bianco tutti i benefici ad esso legati.

Il bacio è, in primis, il migliore rimedio per far passare il mal di testa e i dolori mestruali; con il continuo sbaciucchiamento, infatti, i vasi sanguigni si dilatano e il dolore si dissolve, il bacio è anche un ottimo rimedio per combattere le carie perché durante l’atto si produce tanta di quella saliva da “lavare via” la placca.

Con il bacio si riescono anche a bruciare dalle 8 alle 16 calorie oltre a migliorare l’umore di chi li riceve; scambiarsi effusioni è vera chimica poiché si producono imagesserotonina, dopamina e ossitocina, tutti ormoni che “regalano” sensazioni di benessere. Continuando possiamo dire che il bacio accresce anche l’autostima e si diventa sicuramente più produttivi nello studio, sul lavoro e in qualsiasi altra attività ci cimentiamo.

I baci continui ed appassionati permettono anche di tonificare mascella e collo oltre che funzionali alla misurazione della compatibilità sessuale, specialmente quando si è di fronte ad un nuovo partner ancora da scoprire.

Il bacio è tutta salute, scatenatevi dunque.

Categorie
Bellezza & Salute

Fitness e benessere: scopri la tua vera età con un nuovo calcolatore online

Sali e scendi le scale, invece di prendere l’ascensore? Preferisci fare una bella passeggiata, che poltrire sul divano? Bene, hai preso la giusta strada verso il ringiovanimento! Ma se sei curioso di sapere la tua età reale, in base alla tua forma fisica, potresti scoprirlo, grazie al sito web della NTNU – l’Università norvegese di Scienza e Tecnologia – che offre agli utenti la possibilità di usare un calcolatore, che indica la corretta “fitness age”.

Basta rispondere a sette semplici domande, che riguardano la frequenza dell’attività fisica, la misura del girovita e la frequenza cardiaca a riposo, che il sito calcola il valore VO2 max, ossia la massima quantità di ossigeno, che può essere consumata per minuto, e l’età reale di un individuo.

I ricercatori dell’Università Norvegese di Scienza e Tecnologia hanno scoperto che bastano solo cinque valori – circonferenza vita, frequenza cardiaca a riposo, regolarità ed intensità dell’esercizio ragazze fitness sportfisico, età, e sesso – per riuscire a prevedere accuratamente il VO2 max di una persona.

La “fitness age” indica, fondamentalmente, la reale funzione fisica del corpo, rispetto al modo in cui dovrebbe funzionare, data l’età anagrafica della persona. Come i ricercatori hanno dichiarato sulla rivista “Medicine & Science in Sports & Exercise”, la “fitness age” indica, anche, la durata della vita, seppur in maniera imprecisa ed “è una stima approssimativa della forma cardiorespiratoria”.

Per calcolare la vostra “fitness age”, cliccate qui: http://www.ntnu.edu/cerg/vo2max

 

Categorie
Bellezza & Salute

La pelle di notte: trucchi e consigli per un viso rilassato e sempre al top!

Cosa accade di notte, quando le tenebre cominciano a calare e il silenzio dimora indisturbato?

Beh potremmo pensare che di notte, l’attività che proprio tutti ci accomuna sia il dormine, ma non è proprio così!

La pelle è tra i pochi organi della nostro corpo a non riposare mai e a mantenere la propria attività sempre.

Mentre noi dormiamo essa è impegnata in tutti i suoi mille processi e, badate bene, è il momento della giornata in cui lavora più del solito.

Secondo recenti studi, pare proprio che eseguire un impacco ai capelli facendolo agire per le otto ore notturne, sia il segreto grazie al quale potremmo svegliarci al mattino con capelli lucenti e dalla texture setosa.siliconi dannosi pelle

Le creme antiage e quelle idratanti, stese sul viso, risultano invece più efficienti se utilizzate di notte anziché di giorno, poiché il tempo di posa è massimo e l’idratazione sarebbe eccellente. Di notte infatti, la temperatura cutanea aumenta, favorendo così la disidratazione; proprio per questo è necessario: struccarsi bene prima di dormine, pulire il viso da ogni residuo e idratarlo con una noce di crema.

La cute di notte si rigenera anche perchè non è stressata dalla carica energetica della luce solare e, il rilassamento stimola il rinnovamento delle cellule.

Mentre siamo impegnate a sognare, le cellule della nostre epidermide spazzano via tutte le tossine malefiche, eliminano i radicali liberi e riparano i danni della pelle aumentando la produzione di collagene.

Quindi sono davvero pochissimi i trucchi per svegliarti la mattina con la pelle liscia e rilassata: una buona dose di crema idratante ci consentirà di apparire splendenti dinanzi lo specchio anche alle 7 di mattina.

Provare per credere! 😆

Categorie
Bellezza & Salute

Aceto di mele: un toccasana per bruciare il grasso corporeo

L’aceto di mele è un vero toccasana per la nostra salute; è ricco di vitamine E, A, e C e di calcio, potassio, magnesio e ferro. Proprio per i suoi ingredienti, bere l’aceto di mele ha tantissimi benefici per il nostro organismo: aiuta ad accelerare il metabolismo, a bruciare i grassi, sopprimere l’appetito, purificare il sangue, ripristinare l’equilibrio acido-alcalino, ridurre il colesterolo ed aiuta a digerire. Insomma un vero concentrato di salute!

La rivista eHow offre un modo di bere l’aceto di mele, nascondendo il suo sapore acidulo, per bruciare il grasso corporeo : una vera e propria ricetta salutare! Tutto ciò che vi occorre è: aceto di mele, succo di frutta o succo vegatale, miele o cannella.

Di seguito i passi da seguire:

1. Innanzitutto, bisogna stare attenti alla qualità dell’aceto di mele acquistato; al momento dell’acquisto, si può evitare di comprare le varietà perfettamente chiare, ma bisogna optare per l’aceto di mele organico, non filtrato e non lavorato, che appare torbido e marrone. Per capire se l’aceto è quello giusto e di buona aceto di mele salute benessere bellezzaqualità, bisogna notare se vi sono sostanze galleggianti, note come sedimento “madre”. L’aceto non filtrato contiene più vitamine, minerali e fibre rispetto all’aceto filtrato ordinario;

2. mescolare 1-2 cucchiai di aceto di mele in 225 grammi di acqua, succo di frutta o vegetale. Se lo si desidera, aggiungere al composto miele e cannella. Il sapore amaro dell’aceto diventerà tollerabile con il tempo;

3. bere la miscela 15-20 minuti prima di ogni pasto e prima di andare a letto, per due settimane. A seconda del peso e della quantità del grasso corporeo, nelle prime settimane, si dovrebbero perdere dai 2 ai 4 chili;

4. dopo la seconda settimana, bere l’aceto di mele 2-3 volte al giorno per bruciare ulteriore grasso corporeo. Aggiungere una dose o due al giorno, nel momento ci si sente pigro o appesantito.

Categorie
Bellezza & Salute

10 consigli per la colazione perfetta: perchè dieta e benessere passano dalla prima colazione!

Chi ben comincia è a metà dell’opera: che lo si dica per un compito, per degli esercizi o per una qualsiasi impresa, questo detto vale sempre. Possiamo, volendo, adattarlo anche a tutti i giorni della nostra vita, cominciandoli bene con una buona colazione.

Il primo pasto della giornata però sta diventando sempre più una cenerentola, dal momento che sempre meno persone si fermano a tavola la mattina per assaporare caffè, biscotti o frutta. L’associazione delle industrie del Dolce e della Pasta Italiane, l’AIDEPI, ha invece dichiarato che proprio la colazione ha un ruolo chiave nella nostra alimentazione e nella nostra giornata.

E’ un dato statistico che chi non salta mai la colazione è più propenso a mangiare sano e a prestare attenzione alla dieta, anche se circa il 60% degli under 25 non si ferma affatto per fare colazione la mattina, preferendo, ad un vero e proprio pasto, un caffè o un dolce. Le bevande maggiormente consumate restano però prima colazione consiglilatte, caffè o, nelle varianti, caffelatte e cappuccino.

Per quanto riguarda invece i cibi solidi, molto poco quotati sono i cornetti, le merendine o gli yogurt, mentre detentori del massimo gradimento sono i biscotti, con un solido 60%, seguiti da pane e fette biscottate per un 19% della popolazione italiana.

Secondo l’AIDEPI, la colazione dovrebbe durare almeno 15 minuti, ovvero il tempo di stare seduti e trovare le energie per la giornata. Inoltre, l’associazione ha anche compilato una lista di 10 consigli per la colazione perfetta. Eccoli!

  1. Non saltare mai la colazione, seppur piccolo è importante come il pranzo o la cena;
  2. Consumarla a casa anziché al bar, anche se da soli;
  3. Deve durare almeno 15 minuti, concedendosi la giusta comodità e calma;
  4. Non limitarsi al solo caffè;
  5. Meglio affiancare a biscotti, fette biscottate o cereali anche un po’ di frutta;
  6. Variare quanto più possibile il “tema” e non ricorrere tutti i giorni alla stessa identica colazione;
  7. Lasciare pronto il necessario per la colazione dalla sera prima può aiutare a concedersi qualche minuto in più al mattino;
  8. Profumi, colori e consistenza dei cibi (morbidi o croccanti) possono modificare la percezione della colazione, meglio imparare a conoscerli e alternarli;
  9. I genitori devono dare il buon esempio o altrimenti abitueranno i propri figli a fare a meno di questo pasto;
  10. Sorridere aiuta sempre, anche a colazione.
Categorie
Bellezza & Salute

Benessere e relax: ecco alcune terme libere in Italia, dove rilassarsi

Le terme, sin dall’antichità, erano viste come luogo prediletto per il riposo, la rigenerazione corporea e la conversazione. Adesso, su libero.it, è apparsa una piccola rassegna di terme libere su tutto il territorio italiano, dove ritrovare riposo, pace e forse anche una connessione con i nostri antenati antichi romani.

Cominciamo subito il viaggio da Viterbo, con le Terme di Bagnaccio, in aperta campagna e con vista sull’Appennino. Nella stessa zona ci sono anche le terme di Bullicame e le Piscine Carletti, dove l’acqua arriva a sgorgare anche a 58 gradi, e le persone amano frequentare anche al chiaro di luna.

Intorno a Sienea invece ci sono molti bagni caldi al naturale: Bagni San Filippo, nei pressi di Monte Amiata. Qui l’acqua rilascia sulla pelle un deposito bianco che rende molto suggestivo il colpo d’occhio alle vasche. Petrolio vanta invece molte acque termali ad azione curativa, con sedi a pagamento ma anche sedi libere con acque a 43 gradi.

Interessante poi è Bagno Vignoni, dove l’unica vasca termale rimasta da un passato molto lontano, è situata in mezzo al paese e non viene più usata per questioni di decoro. Nella stessa zona però verso il fiume Orcia, un’altra vasca con proprietà sulfuree può essere usata.

Ancora in Toscana ci sono le terme di San terme libere italia località gratisCasciano a Firenze, le Cascate del Mulino a Grosseto. In Sardegna invece famosissime vicino ad Oristano sono le Fordongianus, sul fiume Tirso, mentre nel nord dell’Italia a Sondrio si può far visita e beneficiare delle acque delle Terme di Bormio.

Insomma, non mancano mete per chi voglia regalarsi una giornata a mollo in acqua calda, al riparo dal traffico, dai cattivi pensieri e dalle preoccupazioni di tutti i giorni!

Categorie
Bellezza & Salute

Ritrovare il proprio spazio fisico e mentale con la psicoterapia

Si tende molto spesso a trascurare il proprio benessere psicologico; esiste ancora, e purtroppo in tanti, la convinzione che chi va da uno psicologo o da uno psicoterapeuta sia “pazzo” e che solo i matti possono beneficiare del trattamento che tali professionisti offrono. In verità, andare da un esperto in salute psicologica non vuol dire essere matti anzi, al contrario, significa riconoscere la salute psicologica importante tanto quanto la salute fisica, poiché entrambe fondamentali per il raggiungimento di un più completo benessere. Godere di un buono stato psicologico, infatti, favorisce la qualità della vita in tutte le sue aree.

Chiunque, in fasi diverse della propria esistenza, può imbattersi in delle difficoltà, le più disparate, non facilmente superabili. La psicoterapia altro non è che un processo che si inquadra in una relazione d’aiuto. La positività dell’intervento psicologico sta nel ritrovare uno spazio fisico e mentale, dove poter portare il proprio disagio, per comprenderlo in maniera più funzionale, riattivare le proprie energie, le proprie capacità, la propria motivazione, alla ricerca di soluzioni che ne permettono il superamento; uno spazio protetto dove potersi raccontare, in un clima di non giudizio, nel quale confrontarsi e trovare punti di riferimento.

psicoterapia e aiutoE’ consigliabile rivolgersi ad uno psicoterapeuta quando ci si rende conto che da soli non si riesce a trovare sollievo da una problematica, quando il problema invade la quotidianità, interferendo nel contesto familiare, nel contesto lavorativo, nelle relazioni, eccetera, quando il disagio aumenta di intensità e frequenza. Si può scegliere se andare da un terapeuta anche se non si soffre di particolari disturbi ma semplicemente per avere delle risposte qualificate a dubbi o per ricevere informazioni su disturbi psicologici. A volte intraprendere un percorso di natura psicologica non significa impegnarsi una serie di incontri che durano anni ed anni, poiché, per talune problematiche, il trattamento è breve e poche sedute sono utili a raggiungere gli obiettivi.

Ed allora, quand’è che andare da uno psicoterapeuta può esserci utile? Quando non si riesce ad essere sereni, nonostante apparentemente va tutto bene;

  • quando si vuole favorire una crescita personale e si vuole raggiungere una migliore consapevolezza di sé;
  • quando si ha un umore “altalenante” e si vuole ristabilire il giusto equilibrio;
  • quando si vuole migliorare la propria autostima;
  • quando si hanno delle paure che limitano nella vita di tutti i giorni;
  • quando non si riesce a risolvere difficoltà familiari, amicali, lavorative, scolastiche;
  • quando si vuole uscire da una situazione di stallo;
  • quando si è vittima di maltrattamento e/o episodi di violenza;
  • quando ci si vuole liberare da ansia, stress, pensieri ossessivi, paure, difficoltà;
  • quando ci si vuole liberare da abusi e dipendenze sia da sostanze che da comportamento.

Abbandoniamo l’imbarazzo, il timore e la vergogna che spesso caratterizzano chi decide di chiedere aiuto ad uno specialista della salute mentale e compiamo la scelta intelligente di prenderci cura di noi stessi.