Categorie
Moda

La moda maschile detta legge nel guardaroba femminile

Sicuramente moda che non passa mai e che  va avanti ormai da molti decenni, è il cosiddetto “look androgino”: una sorta di spirito maschile che investe l’outfit di ogni donna tanto da renderlo un vero e proprio must.

Chi non ha mai rubato un capo maschile dal guardaroba del proprio figlio, compagno, amico, utilizzandolo poi in chiave femminile? D’altronde regola essenziale è osare, conservando l’aria da femme fatale, pur sempre senza strafare.

Gli stilisti di oggi mettono in pratica queste regole e sulle passerelle si notano donne dal look maschile raffiguranti signore ricche e indipendenti in cui lo smoking, il tailleur di velluto morbido, i mocassini di vernice, regalano tanta classe ed eleganza, accompagnate da molta sensualità.

Ma come poter realizzare un outfit maschile pur conservando molta femminilità?

Certamente capo basico è rappresentato dalla giacca da uomo, nei toni del nero o del grigio; di giorno abbinata con un pantalone di un altro colore, ad esempio un jeans; di sera con un panatole skinny dello stesso colore della giacca. Per dare un tocco chic rimboccare le maniche e aggiungere una cintura sulla vita, l’effetto slanciate sarà assicurato. Grande cult la giacca da smoking realizzata da Yves Saint Laurent, sotto la quale suggeriva di indossare solo il reggiseno.

Ultima tendenza dalle passerelle della P/E 2013, inoltre, risultano essere le famose bretelle, doppie  o monospalla, colorate e abbellite da borchie. Immancabile e classica per definizione è la camicia da uomo azzurra o gessata, che ogni donna può indossare con una cintura in vita o  con una t-shirt sotto a stampe per regalare un aria un po’ rock; ma soprattutto arricchita con una accessorio forte come un maxicollier o un necklace colorato.

Per le più coraggiose il consiglio è: i dettagli possono fare la differenza, per cui perché non osare con un cravattino, un papillon o un vero e proprio cappello da uomo Borsalino, portato con tanta ironia?

Il tutto abbinato a scarpe alte moda donna maschile outfit 2013con plateau, polacchino con tacco strategico o tacco a stiletto, concesso per la sera; mentre per il giorno scelta libera tra mocassini o stringate basse, preferibilmente di vernice. Tocco finale la borsa giusta, modello cartella o doctor bag, se la si cerca oversize; celebri quelle di Prada, Gucci e Fendi o riprodotte in versione low cost dalle più grandi catene internazionali; oppure clutch o pochette per le occasioni speciali.

Per confermare tutto questo basta dare un’occhiata alle star ultrafemminili come Leighton Meester, Kate Moss, Jessica Alba, Victoria Beckham e molte altre che adorano gli outfit “Maschili/Femminili”.

Non c’è tempo da perdere ragazze, d’obbligo è procurarsi i capi del guardaroba maschile e sperimentare! Condizione richiesta? Avere fiducia in sé… e sorridere! E come afferma la grande icona dell’eleganza francese Ines della Fressange: “Il buon look si fa con  i buoni basici!”.

Idapaola Moscaritolo

Categorie
Moda

Primavera/Estate 2013: protagonisti bianco e colori pastello

Dalle recenti passerelle di New York, Londra, Milano e Parigi emerge un’idea molto chiara: originalità e tanto ottimismo, entusiasmo nonostante la crisi economica. La primavera-estate 2013 si presenta con uno stile innovativo, colorato e spensierato.  Protagonista in assoluto il bianco, affiancato dai colori pastello e dai toni più accesi come il Poppy Red, passionale e caldo da usare con un make-up perfettamente coordinato.

E’ tempo di far quadrato nel guardaroba: è quello che affiora dalle sfilate di Louis Vuitton, Marni, Sportmax e in versione “quadretti multicolor” come in Hérmes; un vero e proprio reticolato, a volte regolare altre discordante, che regala un particolare effetto ottico con volumetrie astratte in cui l’accessorio diventa essenziale; si pensi ad esempio ad una cubo-bag oppure un ad bracciale squadrato.

Tuttavia, parola d’ordine risultante dalle passerelle è con certezza la “femminilità militare”, una sorta di vero e proprio esercito progettato come pret-à-porter, in cui anche il verde militare nasconde il suo lato vanitoso, nonostante la presenza di borchiette rivoluzionarie, grandi esempi nelle sfilate di Antonio Marras, Burberry Porsum, C’N’C ed Edun.

Must-have della prossima estate sicuramente moda primavera estate 2013le righe; black, white, pink, diagonali, perpendicolari, arrotondate… Insomma tutto è concesso come rappresentato nelle sfilate di Marc Jacobs, Massimo Rebecchi, Giles, Dolce&Gabbana e molti altri.

Inoltre come non poter citare i maxi Volant presenti su gonne lunghissime nella sfilata di Balenciaga? Sicuramente un grande ritorno. Una grande tendenza che da un tocco bon ton e un ritorno alla couture degli anni’70, ripresi da Gucci, Blugirl, Givenchy e Chloè.

In tutto questo mix di emozioni che le passerelle ci regalano, la moda parla chiaro: t-shirt con stampe e slogan grintosi e risoluti da vera Bad Girl, come nella sfilata di Vivienne Westwood; scarpe strong con zeppe vertiginose, scultoree, ma ben salde; tenute da safari che ben si adattano alla realtà cittadina, mixate a stampe animalier con tigri, leopardi, leoni; e sicuramente l’immancabile accessorio che rende ogni outfit unico e originale.

Beh ragazze cosa aspettate? La moda richiede grande creatività e capacità di reinventarsi in una realtà in cui poter esprimere la propria personalità è essenziale.

 

Idapaola Moscaritolo

Categorie
Senza categoria

Risultati Sondaggio: Chi vincerà X Factor 6?

Ecco i risultati del sondaggio aggiornati con il tuo voto! Condividi e fai votare il tuo beniamino dai tuoi amici.

[frm-graph id=86 data_type=count]

Grazie per il tuo voto. Torna all’articolo di XFactor.

Categorie
Lavoro

Offerte di lavoro e stage: McDonald’s, Euronics, Sisal…

Grandi aziende assumono. Si, avete letto bene, nonostante il periodo di profonda crisi socio-economica, ci sono aziende, italiane e non, che hanno la necessità di integrare nel loro organico nuove risorse umane, alcune già professionalmente preparate, altre ancora da formare con l’ausilio di stage e tirocini. Vediamo nel dettaglio le offerte che circolano in Rete in questo periodo.

Il gruppo Zucchetti, uno dei più importanti protagonisti italiani del settore dell’Information Technology, cerca due tipi di figure: commerciali junior e un addetto ufficio legale e sicurezza sul lavoro, sede degli impieghi: Lodi. La prima avrà come obiettivo la gestione e lo sviluppo di un portafoglio clienti e prevede il possesso di una laurea in materie economiche o affini, di un forte interesse per l’IT, buone conoscenze del Pacchetto Office e della lingua inglese; la seconda figura ricercata dovrà gestire i rapporti con i fornitori e i processi relativi alla sicurezza sul lavoro. Deve possedere la laurea specialistica in giurisprudenza, buone conoscenze del Pacchetto Office e della lingua inglese e, possibilmente, della lingua spagnola, ottime doti relazionali e spiccata attitudine al lavoro in team. Maggiori informazioni su sito Zucchetti.

Wind offre stage in Sviluppo dei servizi e dati, lo stagista sarà inserito all’interno del reparto del Service Development, che si occupa dello sviluppo, il budget, il piano annuale e tecnologico dei servizi e delle relative piattaforme di rete fissa e mobile, dei servizi basati su piattaforme e tecnologie di rete IP in coordinamento con le funzioni di ingegneria e IT. Il candidato deve essere neolaureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni o Laurea in Elettronica con indirizzo TLC, buone conoscenze e competenze in networking e protocolli di rete, protocolli di base e piattaforme di Autorizzazione, Autenticazione ed Accounting (Radius e Diameter), apparati e strumentazione per servizi dati (router, CPE, tester e relative configurazioni), conoscenza della lingua inglese. La sede dello stage è Roma e avrà la durata di 3 mesi con rimborso spese e ticket restaurant, con possibilità di rinnovo di ulteriori 3 mesi. Maggiori dettagli sul sito del gruppo Wind.

Euronics Italia, gruppo leader nella distribuzione di elettrodomestici ed elettronica di consumo, cerca diverse figure professionali: addetti al magazzino, addetti alla cassa, addetti alle vendite, direttore di punto vendita, tutte destinate all’apertura di un nuovo punto vendita su Bologna. Maggiori informazioni potrete trovarle su http://lavoraconnoi.euronics.it/home3.php .

La casa editrice Feltrinelli, una delle più famose in Italia, offre stage come analista funzionale area ICT nel settore Estero dell’editoria, con sede di lavoro a Verona. Tutto sul sito.

Posizioni aperte su Milano per la Sisal, l’azienda italiana che ha dato vita al moderno mercato dei giochi a pronostico e gestisce i giochi pubblici in concessione dallo Stato. Si ricercano diverse figure professionali: esperto in Marketing e Comunicazione e Business Intelligence Manager con il compito di fornire supporto analitico e quantitativo per le decisioni del marketing, sviluppo e monitoring KPI di business, sviluppo e  monitoring reporting di prodotto; esperto in analisi e segnalazione comportamenti anomali e potenziali frodi, con almeno cinque anni di esperienza nel Web Analitycs, in questo caso l’offerta è di un contratto a tempo indeterminato; Customer Acquisition Specialist, che gestirà le attività di SEM, affiliation, retargeting, DEM, SEO; addetto alla accettazione del gioco, la posizione richiede  una disponibilità al lavoro su turni notturni e festivi. Per l’allargamento della rete di punti vendita, il Gruppo Sisal è alla costante ricerca sul territorio nazionale di nuove figure professionali. Consultate il sito Sisal per ulteriori informazioni.

La McDonald’s Corporation, per la prossima apertura a Loreto, ricerca crew (operatore ristorazione veloce) di età compresa preferibilmente tra 18 e 29 anni, adibite alla vendite e/o preparazione di cibi. Inoltre ricerca 5 Operatori Fast Food da inserire nel McDrive di Reggio Emilia con un contratto part-time di apprendistato. Maggiori informazioni su sito McDonald’s.

Categorie
Cinema

Grey’s anatomy 9: addio a Mark Sloan (“Dottor bollore”)!

Cari fan, l’attesa è stata lunga e a dir poco interminabile,ma la nona stagione è finalmente iniziata, anche se non nel migliore dei modi …

Dopo i vari rumors e smentite (anche da parte della creatrice della serie Shonda Rimes), la triste fine dell’amato Dottor bollore è stata rivelata durante il corso del primo episodio (Going Going Gone). La prima puntata si apre facendoci vedere il ritorno alle rispettive vite dei medici del Seattle Grace,naturalmente stravolte dopo la tragedia che li ha profondamente colpiti.

Come era stato già anticipato, Cristina non lavora più accanto alla sua cara Meredith, ma, secondo gli ultimi spoiler, si prevede un suo ritorno!

Derek dovrà affrontare non poche difficoltà a causa della sua mano intorpidita che non gli consentirà di effettuare la sua prima operazione dopo l’incidente aereo, e inoltre si troverà a dover dare l’ultimo saluto al suo migliore amico.

Anche per Callie non sarà facile dire addio al padre di sua figlia, soprattutto in questo momento in cui dovrà affrontare anche il dolore della compagna Arizona, la quale ha subìto l’amputazione della gamba.

Infine sappiamo già che ci sarà una puntata interamente dedicata alla profonda amicizia che lega, ormai dalla prima stagione, le due beniamine della serie: Meredith e Cristina. Sul web sono state divulgate delle foto che le ritraggono sedute su un marciapiede, impegnate in una discussione, mentre una macchina perde il controllo e indovinate dove va a finire..?

Insomma le sorprese non finiscono mai e speriamo che la regista Shonda non ci costringa a dire addio ad altri protagonisti della serie.

 

 

Morena

Categorie
Cinema

Maria De Filippi a C’è posta per te schiera Del Piero e Carlo Verdone

Va in onda questa sera alle 21:10 su canale 5 il terzo appuntamento con C’è posta per te, il programma campione d’ascolti , ideato, scritto e condotto dall’eloquente Maria De Filippi.

La nota conduttrice ci ha ormai abituati a trovare in ogni puntata volti considerevoli del mondo dello spettacolo o dello sport, e anche stasera non ci delude.

Dopo lo statuario Gabriel Garko e il comico Alessandro Siani (presenti alla prima puntata), il bellissimo Raoul Bova (oserei dire perfetto e non solo bellissimo) e l’internazionale Dustin Hoffman (ospiti della seconda puntata), questa sera toccherà ad una bandiera del calcio italiano, nonché campione del mondo, Alessandro Del Piero e all’attore e regista cinematografico Carlo Verdone .

Alex è ormai un punto fisso all’interno del programma da anni; nella scorsa stagione la sua presenza all’interno del programma ha fatto registrare un vero e proprio boom di ascolti, raggiungendo uno share del 22,5%.

Ma come sempre però a trionfare nel corso della puntata saranno le persone comuni, protagoniste di storie d’amore finite male e intricati rapporti familiari.

Si rinnova anche la sfida tra Maria e la sua “rivale” Antonella Clerici, che andrà in onda, sempre questa sera, su Rai 1 con Ti lascio una canzone; super ospiti in vista anche per lei: il baby talent accoglierà nei suoi studi il tenore Gianluca Terranova e il cantante Al Bano.

Chi la spunterà fra le due conduttrici? Gli ultimi ascolti parlano chiaro (ovviamente ha trionfato la De Filippi) … ma mai dire mai!

 

 

 

Morena

Categorie
Bellezza & Salute

Tumore al seno e alle ovaie, scoperto un test low cost

Ogni anno in Italia si registrano 4500 nuovi casi di cancro alle ovaie e 45000 nuovi casi di cancro al seno; 2500 delle persone colpite hanno un’età inferiore ai 40 anni, e il 90% di loro perdono la possibilità di avere figli.

Questi dati ovviamente terrorizzano il mondo femminile, ma per fortuna la scienza continua a fare progressi.

Secondo quanto riporta la rivista Plos One, è in arrivo un nuovo test, rapido ed economico, pronto a diagnosticare le possibilità di insorgenza di un tumore mammario e ovarico per le donne maggiormente a rischio.

Le analisi, condotte dai ricercatori del Center  for Human Reproduction di New York, dichiarano che le donne portatrici della mutazione dei  geni BRCA1-2 (proteine appartenenti alla famiglia dei geni oncosoppressori) presentano anche una variante del genotipo chiamato “lowFRM1”; mentre nelle  donne senza  mutazione, solo il 25% dei casi mostra la presenza del gene.

Questo risultato, afferma che le mutazioni in BRCA1-2 sono quasi esclusivamente presenti nelle donne che possiedono la variante “lowFRM1”, quindi, secondo il team di ricerca, la presenza di questo gene può anticipare il rischio di sviluppare il tumore ed essere perciò utilizzato come screening genetico.

L’analisi di “lowFRM1” pare abbia un costo di “soli” 400 dollari rispetto ai 3000 del test effettuato su BRCA. Sicuramente un bel passo in avanti!

 

 

 

Morena

Categorie
Cinema

Grey’s Anatomy 9, si riparte con un funerale e un matrimonio

Finalmente sta per  terminare il conto alla rovescia per la serie tv piu’ amata degli ultimi anni: Grey’s Anatomy!

Il medical drama più seguito dal grande pubblico riapre i battenti in America il 27 settembre (su ABC), e sono tante le novità e le sorprese che l’enigmatica sceneggiatrice e regista Shonda Rimes ci riserba per questa nuova stagione.

Dopo il tragico finale dell’ottava serie di Grey’s Anatomy, a portare un po’ di serenità fra le corsie del Seattle Grace sarà un matrimonio; ma chi vedrà come protagonisti? Miranda e Ben?Avery e April? O è in arrivo l’anima gemella per il bello e dannato dott. Karev? Ancora non ci è dato saperlo.

I fedeli conoscono bene l’imprevedibilità della regista Shonda, ma nel frattempo possiamo rassicurarci sul fatto che continueremo a seguire la coppia storica della serie: Meredith e Derek, i quali, sempre più innamorati, riusciranno finalmente a trasferirsi nella loro casa dei sogni.

Niente di tutto questo toccherà invece a “Dott.bollore”, che dopo la perdita della sua adorata Lexie lascerà l’ospedale più famoso della tv.

Ovviamente, però, i cambiamenti non finiscono qui. Molti di voi sicuramente si staranno infatti chiedendo che fine abbia fatto Arizona Robbins e se la cinica dottoressa Cristina Young continuerà a lavorare accanto alla sua inseparabile Meredith; questo e molto altro verrà svelato…

Anche se non stiamo più nella pelle non ci resta che aspettare!

 

 

Morena

Categorie
Da DNA a donna

Working Capital Accelerator: dai voce al tuo ingegno e vinci 25000 euro

Il periodo in cui viviamo è caratterizzato da una “piaga” denominata crisi. Ogni giorno sentiamo abusare di questo termine nei TG, sulla carta stampata e anche all’interno delle varie trasmissioni televisive. Ma questa crisi sarà veramente un punto a sfavore per tutti?

A noi piace rispondere con una frase di Albert Einstein: “[…] La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorgono l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere ‘superato'[…]”.

E allora è proprio nella crisi che dobbiamo trovare quella scintilla di creatività e di ingegno che ci porti ad uscire fuori dalla massa e a far vedere quanto davvero valiamo.

Come fare? Partecipando a Working Capital Accelerator: un sistema capace di favorire la creazione di partnership e network, volti a sviluppare startup e a consentirne l’internazionalizzazione (in primo luogo attraverso la collaborazione conThe Kauffman Fellows Program). Per essere più precisi potremmo definire Working Capital di Telecom Italia come un acceleratore d’impresa che ha la finalità di investire in quelle che sono le migliori startup italiane del settore digital.

Bene direte voi, ma cosa ci si guadagna all’atto pratico? Working Capital Accelerator mette a disposizione ben 20 grant da 25000 euro per progetti di ricerca e di pre-incubazione d’impresa, della durata di 12 mesi e che riguardino i settori:  Internet, green e digital.

Quindi basta avere un’idea innovativa, condita con creatività ed ingegno, ed il gioco è fatto. Ovviamente le possibilità a disposizione sono differenti. Si può pensare di realizzare una start up; oppure un’app ancora mai creata; o ancora un progetto di ricerca nei campi indicati.

 

 

 

Partecipare è davvero semplice e non costa nulla. È sufficiente registrarsi al sito di Working Capital (http://www.workingcapital.telecomitalia.it/), scaricare il kit per proporre l’idea e poi caricare il progetto dettagliato del grant di ricerca. Attenzione, il limite entro cui inviare i progetti è il 30 settembre 2012. Sebbene tempo ce ne sia parecchio, il nostro consiglio è cominciare da subito a redigere il progetto di ricerca (o progetti di altri tipi) e non attendere l’ultimo minuto.

Le start up selezionate dal team di valutazione di Working Capital dovranno poi presentare il progetto d’impresa a uno dei 6 barcamp previsti per il 2012 e che copriranno l’intero stivale. Proprio in pieno stile barcamp, ogni giorno (nel pomeriggio) ci sarà un faccia a faccia con advisor, vc e mentor per discutere i progetti presentati. Un momento quindi non solo dedicato all’esposizione, ma anche al confronto e alla crescita professionale.

È bene ricordare che la partecipazione è aperta a tutti: sia alle persone con un business plan e sia a gruppi già formati di neo-imprenditori o startup già esistenti. Anche i progetti presentati nel 2011 saranno considerati e trattati come quelli pervenuti per l’anno in corso. Non c’è quindi bisogno di inviare nuovamente i plan, a meno che non si abbia apportato qualche modifica al progetto.

Per chi volesse maggiori informazioni è possibile consultare la fanpage dedicata all’iniziativa e raggiungibile all’indirizzo: https://www.facebook.com/WorkingCapital.

Insomma questo Working Capital Accelerator è un’iniziativa davvero interessante, che rappresenta un’occasione da non perdere. Perché? Beh ecco i motivi: la partecipazione è gratuita, il processo di registrazione è semplice e veloce, si può vincere un grant di ricerca da 25000 euro e si deve solo dare voce alla scintilla del nostro ingegno.

Finalmente un modo per uscire dalla crisi dimostrando quanto si vale, mettendo in campo qualità e inventiva. Cosa aspettate allora ad iscrivervi? Mostrate all’Italia cosa sapete fare e stupite tutti gli advisor, vc e mentor presenti ai barcamp.

Per chi avesse ancora dei dubbi, a dare valore all’iniziativa firmata Working Capital troviamo i numeri delle iniziative supportate nei 3 anni passati: 59 progetti di ricerca, sostenuti attraverso contratti di ricerca e il tutoring di TILAB (il centro di ricerca del Gruppo Telecom Italia); 13 progetti di impresa, supportati attraverso contratti di incubazione; e 36 startup in fase iniziale, sostenute con slot di pre-incubazione.

Video sponsorizzato

Categorie
Moda

Valentino vince l’Oscar Fashion 2011

Valentino è il vincitore del CFDA Awards 2011, l’oscar fashion più ambito del settore e che ogni anno viene assegnato dal Council of Fashion Designers of America. Il premio “Artist of Fashion” gli sarà consegnato il prossimo 7 settembre in occasione dell’apertura della fashion week newyorkese. Fondato nel 1962, il CFDA promuove il design della moda come parte della cultura e dell’arte americana e fornisce supporto e risorse agli studenti degli istituti superiori di moda e ai giovani stilisti.

Valentino, scelto per il suo stile impeccabile e sublime, simbolo del made in Italy, è stato uno degli ideatori dell’haute couture mondiale. Considerato da sempre un vero rivoluzionario e innovatore. Primo stilista a creare collezioni di prêt-à-porter per uomo e per donna, ad affidare le campagne pubblicitarie a fotografi famosi e ad aprire boutique monomarca. Per lui l’alta moda ha sempre significato qualità, precisione del taglio e dei drappeggi. Indimenticabili rimangono le sue collezioni, come quella del 1968 detta la “Collezione Bianca”caratterizzata dal monogramma V, rintracciabile su tutti i tessuti e accessori, fibbie, cinture e morsine. Con il monogramma, Valentino inventò l’uso commerciale del logo nella moda. Un’introduzione che ha rivoluzionato il mercato internazionale, consentendo alle case stilistiche di diventare veri e propri brand da promuovere e da vendere.

Altro elemento simbolo di tutte le sue collezioni è il famoso “Rosso Valentino”, un punto di rosso perfettamente riconoscibile, un carminio vivo e vibrante. Il suo è il rosso dei papaveri (stampati spesso sugli abiti), degli  ambienti, della sua Spagna, ma anche della Cina.

In più  di cinquanta anni di carriera ha vestito le donne più belle di sempre; Liz Taylor, Marella Agnelli, la principessa Margaret, Julia Roberts, Catherine Zeta Jones, Jacqueline Kennedy, per la quale disegnò il cappottino Jackie ancora oggi uno dei “piece de resistance” delle sue collezioni, desiderato dalle donne di tutto il mondo.

Il premio Artistry of Fashion che ha vinto, non è altro che il riconoscimento alla sua carriera e la dimostrazione che nonostante il suo ritiro rimarrà sempre “l’Imperatore” della moda.