Categorie
Programmi TV

Miss Italia 2013: arrivato anche il no di La7! Finale via Web?

Questa edizione 2013 di Miss Italia sembra proprio non essere voluta da nessuno! Dopo il no della Rai per la messa in onda del concorso di bellezza più antico e famoso di Italia, ora anche La7 rifiuta la diffusione sul piccolo schermo della finale del 13 ottobre.

Non c’è proprio pace quest’anno per Patrizia Mirigliani o forse è meglio dire che non c’è spazio per una nuova edizione di Miss Miss ItaliaItalia sul piccolo schermo. Eh già, il concorso di bellezza italiano, in piedi dal lontano 1939, si è visto chiudere in facci aun’altra porta e questa volta da La7, il canale che avrebbe dovuto ospitare la sua finale.

In una nota diffusa dall’organizzazione di Miss Italia si legge:

Le trattative in corso tra La7 e Miss Italia per la trasmissione della serata finale in programma a Jesolo il 13 ottobre non hanno portato ad alcun risultato per motivi contrattuali. Il concorso ha già predisposto un piano per la diffusione della serata che sarà reso noto a breve. A Jesolo sono attese il 29 settembre 190 candidate che parteciperanno alle pre-finali nazionali“.

Pare che il piano b, al quale il concorso di bellezza sarà costretto a ricorrere, consista nella messa in onda della finale via web. La Mirigliani, infatti, proprio non ci sta ad accettare questa sconfitta e continua a cercare una soluzione, dichiarando:

Per fortuna ci sono altri canali, c’è il web. Ce ne andiamo a Jesolo. Pronti a tornare l’anno prossimo. Le parole di questi giorni, anche quelle di Menenta, certo, sono il segno che non siamo morti. Sicuro è che Miss Italia non si ferma, nonostante i molti nemici. Sanremo si è fermato, noi mai”-

Categorie
Programmi TV

Miss Italia a Jesolo e in onda su La7?

Sembrava davvero finita per il concorso di Miss Italia, eppure, dopo un’estate molto difficile, la manifestazione voluta e presieduta per tanti anni da Enzo Mirigliani, ed ora passata nelle mani della figlia Patrizia, ha trovato una via di uscita, e forse una speranza per un nuovo capitolo della sua vita pluridecennale.

L’edizione del 2013 sarà la 74esima, e dopo un’iniziale cancellazione, la manifestazione si è trasferita a Jesolo, comune presso il quale rimarrà per tre anni, come da accordi con le autorità locali. A fine settembre saranno 180 le ragazze che verranno giudicate per la loro bellezza, mentre a inizio ottobre, tra 80 finaliste, si sceglierà la più bella d’Italia per il 2013.

Altra novità importante è che la manifestazione andrà in diretta tv probabilmente su La7 e non più sulla rete ammiraglia di mamma Rai.

Miss Italia su La7 è ancora un’ipotesi, ma l’editore Urbano miss italia 2012 frizzi direttaCairo ha dato il via ad una serie di “consultazioni” che potrebbero sfociare in un contratto per uno o più anni. Entusiasti dello sviluppo della situazione sono sia il governatore della regione Veneto, Luca Zaia, che il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, che in particolare esulta per la possibilità di visibilità offerta al suo territorio da una tale occasione.

Dall’altro lato Patrizia Mirigliani esprime un cauto ottimismo per gli attestati di stima di cui ha goduto in questi mesi, pur dovendo far fronte ad una situazione molto difficile per il concorso “di famiglia”.

 

Categorie
Programmi TV

Bersaglio Mobile: stasera Mentana e Travaglio intervistano Renzi su La7

Torna questa sera, giovedì 18 luglio, alle 21.30 su La7, l’appuntamento con il nuovo programma diretto da Enrico Mentana: Bersaglio Mobile, un talk show di approfondimento che promette di essere, ancora una volta, pregno di contenuti interessanti e al tempo stesso scoppiettante. Infatti, fra gli ospiti di Mentana, stasera ci saranno Matteo Renzi, sindaco di Firenze, e Marco Travaglio.

Mentana intervisterà Matteo Renzi e certamente ci cascherà qualche domanda sulla situazione attuale della politica, sul voto contrario alla cancellazione del finanziamento ai partiti e della sua possibile candidatura alla segreteria del Partito democratico.

Anche Travaglio farà la sua personalissima intervista a Mattero mentana bersaglio mobile renzi travaglio intervistaRenzi, tanto che da Facebook lancia un sondaggio social in cui chiede, a chi lo segue online, quali domande dovrà fare questa sera al sindaco di Firenze.

Ecco il suo messaggio:

Stasera dalle 21:30 sono a La7 da Mentana a intervistare Matteo Renzi. Che cosa volete che gli domandi?


Categorie
Programmi TV

Colpo grosso per Mediaset: in arrivo Maurizio Crozza?

Continuano le grandi manovre in corso tra La7 e Mediaset, che in questi giorni stanno vedendo degli spostamenti da una rete all’altra di giornalisti, conduttori e anche altri personaggi, come per esempio l’acclamatissimo Maurizio Crozza!

C’è un colpo grosso in atto per Mediaset? Sembra proprio di si! Le voci vogliono che in questi giorni celebri nomi del canale La7 si stiano lentamente spostando altrove e precisamente presso le reti Mediaset. Dopo l’addio, ormai certo, di Luca Telese, che lascerà la Cairo Communications per ereditare, dopo Enrico Mentana e Alessio Vinci, la conduzione di Matrix su Canale 5, hanno iniziato a circolare nuove Maurizio Crozzaindiscrezioni, riguardo Myrta Merlino, Corrado Formigli e, ultimo, ma non per importanza, Maurizio Crozza.

Il comico è conduttore televisivo, però, non è ambito solo da Mediaset, che rappresenta comunque l’rigine del comico genovese, che ha costruito la sua notorietà proprio su quete reti con la Gialappa’s Band (principalmente a Mai Dire Gol); ma è conteso anche dalla Rai, che vorrebbe affidare a Crozza uno spazio più ampio e, soprattuto, più stabile, rispetto a quello che al momento il comico occupa durante il programma Ballarò.

Altro obiettivo di Mediaset sarebbe anche la comica e conduttrice Geppi Cucciari, pensata  per una divertente seconda serata.

 

 

Categorie
Programmi TV

Benedetta Parodi: chiude la trasmissione su La7 e niente più menù!

Il mondo della televisione, si sa, è duro da digerire e detta regole ferree fatte di numeri, percentuali ed ascolti tv.

E sembra proprio che il programma su La7 di Benedetta ParodiI menù di Benedetta, non abbia rispettato quel passo richiesto dalla rete televisiva. Infatti, secondo quanto si legge sul Web, sembra proprio che la trasmissione di cucina firmata dal mestolo di Benedetta sia prossima alla chiusura.

Il motivo? I costi che non andrebbero ad esser poi ricoperti dai ricavi. Ricavi in termini di ascolti ovviamente. Già, perchè il programma culinario di Benedetta Parodi portava a La7 un 2% di share, che non rispecchiava proprio in pieno le aspettative della produzione.

 

Risultato? Fornelli spenti e tutti a casa, benedetta aprodi menu la7 chiude trasmissione programma cucinadato che per continuare si doveva giungere ad una percentuale del 3-4% di share.

Chissà ora che farà la brava Benedetta, tornerà a casa Mediaset o proverà qualche altra strada?

 

Categorie
Cinema

Zeta di Gad Lerner: stasera in trasmissione Don Luigi Ciotti

Questa sera torna su La7, ore 22,15, l’appuntamento con Gad Lerner. E dopo la prima puntata con Monti, per il secondo appuntamento di Zeta Lerner ospita in trasmissione Don Luigi Ciotti.

Per chi non conoscesse Don Luigi Ciotti (quasi impossibile, ma è un’opzione da tenere comunque in considerazione) è quel presbitero italiano meglio noto come il fondatore dell’Associazione Libera: associazione nata per combattere i soprusi delle mafie in tutta Italia.

Questa sera a Zeta Gad Lerner parlerà con Don Luigi Ciotti di corruzione e di campagna elettorale; approfondendo anche le diverse iniziative intraprese da lui, con uno sguardo attento alle mafie e la politica.

Lo stesso Gad Lerner annuncia la seconda puntata di Zeta dal suo blog, svelandoci cosa ci aspetta a partire dalle 22,15 (quindi dopo Crozza) su La7:

La corruzione nella campagna elettorale: gad lerner zeta don luigi ciotti la7doveva essere un tema centrale di confronto davanti ai cittadini, per garantire loro un rinnovamento profondo della classe dirigente. Ma è andata davvero così?

Lerner continua poi svelandoci anche quelli che saranno alcuni degli interlocutori che verranno proposti a Don Luigi Ciotti, ovvero: Conchita Sannino, corrispondente napoletana di “La Repubblica”, don Luigi Merola, il sacerdote che Berlusconi voleva candidare proponendogli di diventare il “nostro” Roberto Saviano e il finanziere Pietro Modiano.

Non resta che attendere questa sera e vedere cosa accadrà a Zeta.

Categorie
Cinema

Fazio e Saviano: parte il conto alla rovescia per Quello che (non) ho

“Un programma che la televisione decide di regalare”, così Paolo Ruffini presenta il nuovo programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano che da lunedì per tre serate animerà il “prime time” de La 7. Così a poche ore dall’esordio il tam-tam riguardante la nuova avventura di Fazio e Saviano, dopo Vieni via con me, si fa sempre più forte. Cresce il vociare alimentato dalla curiosità di capire se i due “gemelli diversi” della televisione italiana potranno ancora una volta regalare al pubblico qualcosa di importante e differente dal solito.

Il programma sarà prodotto dall’ormai collaudatissima squadra Endemol, mentre la regia sarà affidata ad un esperto di TV di un certo livello: Duccio Forzano. Il tutto per gestire delle serate che per numero di ospiti assomiglieranno davvero ad un vero e proprio festival della cultura italiana, per non dire Sanremo. Già perché oltre a Saviano e Fazio, come abbiamo già presentato, ci saranno Elisa e Lucianina Littizzetto; e poi per ogni serata un mare di ospiti ognuno con la propria parola e la propria storia, con cui i due conduttori dialogheranno.

La prima serata parte letteralmente col botto visto che vedremo in studio: Pierfrancesco Favino ormai uno degli attori più amati e discussi del nostro Paese, Pupi Avati che non ha di certo bisogno di presentazioni, Paolo Rossi da sempre amico di Fabio Fazio, Raphael Gualazzi, i Litfiba e per loro si tratta di un ritorno in TV finalmente importante, poi Ettore Scola ed Ermanno Olmi. Insomma, tutti i palati saranno soddisfatti da una serata che speriamo sia ritmata al punto giusto da stimolare sia la riflessione, ma soprattutto da tenere tutti incollati davanti a La 7.

Ruffini che da direttore di Raitre aveva avallato il programma di Fazio e Saviano, su La 7 dice di non voler rincorrere record di ascolti, ma di sicuro la rete TV per il momento nelle mani di Telecom Italia Media (visto che si parla di una possibile cessione a breve termine…), con queste tre serate raccoglierà numeri di molto superiore a quelli cui possono essere abituati, anche con programmi ben fatti, ma che non hanno una storia di un successo ampio come quello di Fabio Fazio e Roberto Saviano nel proprio portfolio. Non resta che attendere domani per vedere questa coppia sorprendente quali altre meraviglia ci regalerà, grazie anche agli interventi musicali di Elisa ed irriverenti di Luciana Littizzetto.

Categorie
Cinema

Quello che (non) ho su La7: il ritorno di Fabio Fazio e Roberto Saviano

La squadra sembra proprio esserci, e non mancano i fuoriclasse dai due anchor men Fabio Fazio e Roberto Saviano, passando per la voce di Elisa che non si vede in TV ormai da un po’ di tempo e finendo con l’immancabile e irriverente Luciana Littizzetto, ormai divenuta la partner televisiva simbiotica di Fazio. Così, il conduttore consacrato al successo da Quelli che il calcio, dopo i successi di Che tempo che fa e Vieniviaconme su Raitre, tenta una nuova avventura su La7, con un programma che lui stesso senza esitazioni ha definito “politico”.

Roberto Saviano e Fabio Fazio - Quello che (non) hoGià, perché cosa c’è di più politico di ridare alla parole il proprio senso “più vero” e di costruire nuovamente attorno ad esse un valore emozionale, ormai perso a causa dell’overload di informazioni cui siamo tutti sottoposti. Quello che (non) ho raccoglie un’eredità difficile, di un programma che ha stracciato tutti i record della televisione italiana, soprattutto per il concept interamente imperniato sui monologhi di Roberto Saviano. In questo nuovo programma però, sembra dalle prime indiscrezioni, il format non verrà copiato pari pari. L’autore di Gomorra avrà si dei momenti di approfondimento, ma all’interno di una scaletta più vivace e ricca come lascia immaginare la presenza fissa di Elisa e Lucianina.

Al programma è legata una splendida iniziativa, quella di far suggerire a tutti noi le parole da “raccontare” e riscoprire, così dal sito che La 7 ha dedicato a Quello che (non) ho è possibile loggarsi con il proprio account Facebook o Twitter e suggerire le nostre parole preferite. Inoltre, il sito Web mostra un tagcloud stilizzato in cui le parole assumono la forma di pezzetti di carta tutti differenti, che possiamo spostare sul tavolo.

Insomma, mancano ormai pochi giorni per capire se l’accoppiata Fazio e Saviano sarà capace di bissare il successo di Vieni via con me, regalando alla rete di Telecom Italia Media un successo senza eguali per una rete privata. Di sicuro, sarà un programma unico nel suo genere, capace di emozionare non pochi italiani e di suscitare sul Web grande interesse e discussione. Non resta che canticchiare la canzone di Fabrizio De Andrè da cui prende il titolo il programma…

Quello che non ho, sono le tue pistole… Per conquistarmi il cielo, per guadagnarmi il sole…

Eccovi la canzone di Fabrizio De Andrè che ha ispirato il titolo del programma che condurranno Fazio e Saviano su La 7 da lunedì prossimo:
[youtube id=”m3ZGdzuvcws” width=”620″ height=”360″]

Categorie
Cinema

Cristina raggiunge Benedetta Parodi a La7

Con il suo Cotto e Mangiato ha cambiato il modo di fare cucina in televisione (e anche in libreria), prima sulle reti Mediaset e adesso su La7, Benedetta Parodi con “i menù di Benedetta” ha portato in scena la cucina casalinga; quella che molto spesso i cuochi professionisti definiscono “cattiva cucina”. Ma come lei molto spesso sottolinea a volte le esigenze impongono di scendere a compromessi, così pur di ridurre i tempi di attesa e di ottenere qualcosa di gustoso Benedetta non rifiuta di scendere a compromessi con surgelati e prodotti un po’ troppo “calorici”.

Lei da sempre “la piccola di casa” si è creata un proprio filone e adesso, proprio Benedetta fa da sponsor a quella che fino a pochi anni fa era la sorella famosa: Cristina Parodi, volto notissimo dei telegiornali di Canale 5 sin dagli esordi dell’informazioni TV sulle reti Fininvest. Adesso, Cristina sembra in procinto di cercare una nuova sfida professionale e per raggiungere nuovi traguardi, sembra che sbarcherà anche lei come Benedetta, sulla rete di Telecom. Qui troverà il suo “vecchio” direttore, quell’Enrico Mentana che sin dai primi giorni ha trasformato il TG di La7 rendendolo appetibile ed equilibrato, quasi quanto quello di Sky.

Insomma, le due sorelle formeranno la coppia di punta di La 7, mentre Lilli Gruber che con il suo Otto e mezzo traina le serate, sembra essere destinata a dirigere l’Huffington Post Italia. E forse l’arrivo di Cristina Parodi in concomitanza di queste voci, non è del tutto un caso. Anche se la Gruber, secondo indiscrezioni, pur prendendo la direzione dell’importante progetto editoriale, portato in Italia in partnership con il gruppo Editoriale l’Espresso, non lascerà la conduzione del programma di dibattito politico su La 7.

Categorie
Interviste

Chiara Maci e la sua cucina…

Chiara Maci e la cucina un rapporto d’amore?

Amore e non solo. Il rapporto Chiara-cucina è nato come un rapporto di folle passione (quindi di breve durata, pensavano in tanti…) ma si è trasformato in una scelta di vita radicale e ben ragionata. C’è sentimento e c’è lavoro costante, c’è voglia di scoperta e bisogno di condividere con gli altri la propria gioia. E’ amore, si, lo ammetto.

Dai fornelli alla tastiera, cosa ti ha fatto fare “clic”?

Sono sempre stata molto “tecnologica”, da brava ragazza cresciuta negli anni ‘90 adoro tutto ciò che ha a che fare con computer e software e, nonostante non abbia mai fatto corsi, mi piace sperimentare nuove tecnologie e nuovi programmi. La tastiera è diventata ad giorno d’oggi indispensabile non solo per chi con il pc ci lavora, ma anche per chi vuole informarsi, conoscere e “distrarsi” attraverso l’incontenibile mondo del web. In più il web ti permette di arrivare in pochi istanti ad un pubblico infinito…come rinunciarci?

Chiara Maci blogger di Sorelleinpentola.it
Chiara Maci, ormai possiamo dire con orgoglio volto noto della cucina italiana

In TV, sul Web e da ancor prima in edicola spopola la cucina, perché secondo te?

Perché oggi c’è la voglia di rimettersi in gioco. Qualunque sia la propria professione, la cucina è diventata una passione di uomini di mezz’età, di manager che si rilassano “tirando la sfoglia”, di business-woman che hanno deciso di non rinunciare a pasti sani e “genuini”. Non è più la sola casalinga che cucina. Il vero problema è l’avere poco tempo a disposizione e da qui la nascita di programmi dedicati alla cucina veloce, libri con ricette fattibili in 10 minuti, e siti con ricette facili e facilmente comprensibili da tutti.

Per parlare di cucina, meglio il Web o la TV? Dove nasce il vero confronto?

Il web rispetta i tuoi tempi. La tv no. Io trovo questa grande differenza fondamentale tra questi due strumenti importanti ed efficaci. Se io decido di imparare la ricetta della pasta frolla, digito su qualunque motore di ricerca la mia parola chiave e ho tutto il tempo necessario per leggere, imparare e iniziare a impastare. Ho visto diverse persone portarsi il pc in cucina e lavorare davanti a video ricette!

La tv ha invece la formula dell’intrattenimento che consiglia, diverte e permette di trascorrere un momento spensierato, trasformando la cucina in un attimo di “svago”. Basti pensare a Cuochi e Fiamme…in un’ora puoi divertirti, imparando le ricette dai concorrenti e lasciandoti consigliare dallo chef le ricette più “testate”!

Cosa significa oggi essere donna? E personaggio TV?

Essere donna vuol dire dover dimostrare che possiamo essere testa, prima che corpo. E’ assurdo parlare cosi’ nel 2011, quando l’emancipazione culturale dovrebbe aver raggiunto livelli sicuramente alti e ormai paritari con il sesso maschile. Eppure. E’ insito nella donna il voler dimostrare di essere all’altezza. E forse lo sbaglio è proprio qui. Ho conosciuto donne che si sono fatte in 4 per mandare avanti una famiglia e allo stesso tempo raggiungere alti livelli professionali, così come ho conosciuto donne realizzate nell’essere mamme a tempo pieno e donne disposte a tutto pur di arrivare ai vertici. Chi sbaglia? A mio parere, tutte. Bisogna partire da una giusta consapevolezza delle proprie capacità e impegnarsi affinchè queste siano riconosciute, sempre però rispettando noi stesse e la nostra vita. Mi rendo conto sia difficile, ma siamo noi stesse molte volte a dare un’immagine di noi sbagliata, perché o arriviste o fallite o “facili”.

Come personaggio tv, credo ancora non si possa e non si debba generalizzare. Credo però che le poche fortunate che hanno la possibilità di lavorare davanti ad una telecamera e quindi di essere modello per molte giovani ragazze, debbano dare un esempio. Di correttezza, decenza e moralità. Ma è un discorso difficile da farsi, con quello che si vede in televisione…

Hai fatto della tua passione una vera professione, un consiglio per le ragazze?

Io ho un motto, che mi ha accompagnato per anni e che tuttora seguo con fermezza: “se c’è un modo migliore per farlo, trovalo”. Il mio consiglio è di non accontentarsi e di avere sempre lo stimolo per la novità, la curiosità di imparare e l’umiltà per tenere i pieni ben piantati per terra. Sempre.

Ricevo centinaia di mail di ragazze pronte a mollare tutto per ricominciare, ma leggo nelle loro parole la voglia di cambiare vita, senza aver prima lavorato su se stesse e sul proprio obiettivo. Non si cambia lavoro perché ci si è stancati dell’attuale occupazione. Si cambia lavoro perché si ha bisogno di stimoli nuovi e si ha voglia di fare e di dare di più, in modo diverso.

Con queste premesse, tutti possiamo trasformare le passioni in professioni, a mio parere.

E qual è il menu del tuo futuro prossimo?

Eh, appunto. Non fermarmi. Io sono una persona slegata totalmente dalla stabilità, ho bisogno di viaggiare, scoprire e conoscere. E’ appena uscito il mio libro di ricette, quindi girerò l’Italia per promuoverlo, poi continuerò a lavorare come consulente di comunicazione food per le aziende, inizierò un progetto di scoperta delle origini dei prodotti attraverso gli occhi delle persone che davvero fanno il prodotto … e continuerò il programma televisivo. Insomma non avrò più un momento libero…meglio di cosi!

Occhi azzurri, curve sinuose e buona cucina: qual è la prima arma per conquistare un uomo?

La sensualità. Che non sono solo occhi, curve o cucina, ma un mix di amore per se stesse, sorriso sincero e voglia di stupirlo con ingredienti sempre nuovi.

(avviso che, essendo single, potrebbe non funzionare J)

E parlando di Chiara Maci donna, a cosa non rinunceresti nella tua vita e nel tuo essere donna?

Ad oggi non potrei mai rinunciare alla mia libertà, ai miei spazi e al mio lavoro. Mi permettono di sentirmi viva, entusiasta, fiera di me stessa.

Quando avrò una famiglia e dei figli, sicuramente le cose cambieranno e diventeranno loro la mia impossibile rinuncia..

Un’ultima domanda: tu sei il volto più conosciuto e speziato di un progetto, che condividi con tua sorella, com’è il vostro rapporto? E vi ha aiutato nel portare avanti Sorelleinpentola?

La forza mia e di mia sorella è il non volerci sovrapporre, ma riuscire a completarci, dandoci una mano a vicenda. Io sono l’esperta di marketing e di rapporti con le aziende e lei è la mamma a tempo pieno, sempre alle prese con nuovi libri di cucina. Ma entrambe ci fermiamo davanti alla cucina. E li ci sentiamo libere di sbizzarrirci e di creare, con i nostri tempi diversi e le nostre diverse peculiarità.

All’inizio non è stato facile, quando il blog è “scoppiato” in pochi mesi. Ma siamo state brave a consultarci e a capire i ruoli di ognuna. Bisogna dirlo, ci amiamo talmente tanto che sarebbe difficile non riuscire a lavorare insieme e soprattutto la gente lo percepisce attraverso i nostri racconti e il nostro blog. E questo è meraviglioso.

httpv://www.youtube.com/watch?v=NC2RVDJlvBs