Categorie
Miley Cyrus

Miley Cyrus: festa osé per il suo compleanno? Liam Hemsworth tra gli invitati

Dopo essersi esibita in “twerking” osceni con abiti osè e dopo essere apparsa nuda, in sella ad una palla demolitrice, non è certo una sorpresa se la festa di compleanno di Miley Cyrus sarà tutt’altro che noiosa! Secondo fonti vicine alla cantante, la giovane star ha intenzione di festeggiare i suoi 21 anni, con un party strepitoso. Pare che Miley Cyrus abbia, infatti, assunto un “esercito” di party planners, per avere una festa perfetta, che rispecchi i suoi stravaganti desideri.

Miley Cyrus in pelle a luglioSi dice che il mega party sarà trasgressivo e a tema sadomaso: gabbie, frustini e ballerini di go-go dancing. Oltre le decorazioni osè, Cyrus metterà a disposizione, per i suoi invitati, un open bar, con speciali cocktails a tema-Miley. Una fonte ha dichiarato sul The Sun: “ci saranno luci a forma di pene e ballerini di entrambi i sessi”.

Mentre la lista degli invitati è ancora ignota, l’Hollywood Life riporta che la cantante ha invitato un ospite molto speciale: il suo ex fidanzato, Liam Hemsworth. Le fonti affermano che i due sono tornati in contatto, anche se non è certo il ritorno di fiamma. Una fonte ha rivelato alla rivista: “essendo tornati in contatto, Miley ha invitato Liam alla sua festa, dal momento che quando stavano insieme, parlavano spesso dei festeggiamenti del suo 21° compleanno. Lei spera che Liam si presenti”.

Categorie
Costume & Società

Halloween party Roma: dall’Astro Halloween alle feste più cool

Dall’Halloween horror party del Parco De Medici, all’Atro Halloween organizzato all’osservatorio astronomico di Monteporzio Catone: ecco come passare divertendosi la notte di Halloween nella Capitale!

halloween_party_dolciOrmai anche in Italia le feste di Halloween sono la normalità e quest’anno a Roma ce n’è davvero per tutti i gusti, da quelle più VIP cui andare con costume e tanta voglia di divertirsi, a quelle più alternative adatte a tutti. Si parte alle 19.30 con una notte dedicata all’osservazione delle stelle presso l’osservatororio di Monteporio Catone, poi dalle 21 in poi cominciano cene a tema e party praticamente in tutti i locali di Roma, e dedicate a grandi e piccini. Inoltre, in molti centri commerciali della Capitale ci saranno nel pomeriggio spettacoli ed eventi in maschera in cui far divertire i nostri pargoli.

Per i più “grandicelli” invece ci sono l’evento del Parco De Medici ispirato da Dracula; Zoohalloween, un museo da paura è il tema scelto dal museo di zoologia per la una notte tra cultura e divertimento. E poi non può mancare la Halloween magic night nella cornice del parco divertimenti Rainbow Magicland a Valmontone. E se invece di andare in giro per feste e party in maschera si vuole restare a casa, basta far visita ad una delle tante ottime pasticcerie romane per trovare dolci a tema e riempire di dolcezza la serata con la propria dolce metà.

Categorie
Costume & Società

Hard Rock Cafe e l’Halloween Party a Roma, Firenze e Venezia

L’ora fatidica è arrivata, tutti si stanno preparando per la festa più terrificante dell’anno ed ecco che anche gli Hard Rock Cafe si allineano ai festeggiamenti più discussi e criticati del tempo.

I templi del rock per un’intera notte si trasformano in templi dell’horror grazie a feste rigorosamente in maschera, concerti live, faice painting, menu da leccarsi le ossa e, per quest’anno grazie al partenariato con la Peroni, sarà messo in palio anche un viaggio che comprende soggiorno per 3 giorni e 3 notti in hotel, viaggio andata e ritorno in aereo e visita guidata al Castello di Dracula.

A trasformarsi in “cimiteri del nuovo millennio” sono l’Hard Rock di Roma, Firenze e Venezia dando vita ad una festa in vero e proprio american style.

HALLOWEEN_HARDROCKCAFE_light

Dj set, musica dal vivo, make up corner curato dai ragazzi di Accademia Gilmont Italia, menu speciali, videoshooting e photoshooting animeranno la serata di milioni di italiani.

Chi non ama le discoteche può dunque festeggiare in un modo alternativo, nuovo e altrettanto divertente; tra i cimeli della musica rock questa notte viaggeranno streghe, stregoni, maghi, zucche, scheletri e quant’altro. E voi cosa aspettate? In palio c’è un meraviglioso viaggio nella terra natia dei vampiri che sono assopiti in attesa del vostro arrivo.

Categorie
Gossip

Madonna diventa una provocante Maria Antonietta alla festa del suo compleanno

Lei è una delle icone della musica più grandi del nostro tempo. Ma per festeggiare i suoi 55 anni, Madonna ha voluto diventare un’altra figura storica, travestendosi come un’affascinante e provocante Maria Antonietta. La cantante ha optato il ruolo di regina, per una festa sontuosa in Francia, nel fine settimana.

Imitando la regina della Francia, la pop star ha indossato una parrucca bionda voluminosa e riccia, simile a quella di Maria Antonietta. Ha completato l’outfit con lunghe ciglia finte, una maschera stile pirata con una toppa a forma di cuore, che le copriva l’occhio sinistro e un vestito corto stravagante.

Madonna si è lasciata andare con il suo toyboy, madonna sexy festa compleanno mascheraBrahim Zaibat, vestito a tema, e ha postato su Instagram una foto, che la ritrae in primo piano, con la didascalia: “forse ho bevuto troppo champagne! Anzi volevo scrivere TORTA!”.

Insomma, nonostante gli anni passino, Madonna dimostra di essere sempre giovane fuori e dentro!

Categorie
Musica & Spettacolo

Buon compleanno Lady Gaga! La star compie oggi 27 anni

Se anche voi fate parte della schiera di persone che puntualmente dimenticano i compleanni, non vi preoccupate, ci pensiamo noi a darvi il promemoria: oggi, 28 marzo, compie gli anni la nostra cara Lady Gaga!

Facendo un giro su Twitter forse avevate già notato l’hashtag Happy Birthday Lady Gaga. Lady Germanotta, infatti, compie oggi 27 anni e per i fan un augurio alla loro amata star diventa quasi d’obbligo.

Ma come festeggerà un personaggio come lei l’occasione? D’altronde, dopo una sedia a rotelle in oro 24 carati e viste le tante Lady-Gaga compleannostramberie a cui abbiamo assistito negli anni, potremmo quasi aspettarci che fitti l’intera Casa Bianca invitando al party anche il presidente Barack Obama e consorte!

Ad occuparsi della festa, però, pare sarà il fidanzato di Lady G, Taylor Kinney. The Sun ha rivelato che Taylor avrebbe organizzato per la sua compagna un Tea Party, in stile Alice nel Paese delle Meraviglie. La scelta sarebbe dovuta alla grande passione della Germanotta per il the, del quale non riesce a fare a meno proprio in nessuna occasione.

E noi che pensavamo già al party più eccentrico e trasgressivo del mondo!

L’amore e il matrimonio in vista staranno forse facendo cambiare le strane abitudini della star?

 

Categorie
Da DNA a donna

Capodanno e abbigliamento: come vestirsi per l’ultima notte dell’anno?

Ogni anno è sempre la stessa storia, anche se ci si pensa mesi prima, si arriva quasi sempre all’ultimo minuto senza “nulla da mettersi”, e così la festa, il party o il cenone della vigilia di Capodanno diventa sempre una corsa all’ultimo accessorio per arrivare perfetta alla notte che ci accompagnerà nel nuovo anno.

In realtà le regole da seguire sono poche e semplici. Seguendole, in linea di massima, si è sempre all’altezza della situazione, a meno che non si tratti di una serata a tema.

Il primo passo è l’abbigliamento e per non sbagliare il nero è la scelta giusta, sempre elegante, sempre di moda e bene o male, sempre nel guardaroba.

Certo sarebbe preferibile un nero particolare, magari seta o shantu, o comunque tessuti eleganti o luminosi, ma anche la lana nera fa il suo effetto accompagnata dal giusto accessorio. Ottimo sostituto del nero è il rosso o il bianco, oppure, molto di moda in questo momento, un mini-abito argento.

Secondo step, fondamentale, è il tacco.

Se l’abito è nero, come abbiamo detto, vestiti capodanno 2012in qualsiasi combinazione di gonna, giacca, mini-abito, pantaloni, vestito, la scarpa può fare la differenza, purché sia alta. La vernice nera è un must che è sempre di moda, le scarpe rosse sono molto belle e danno quel tocco di brio, ma anche scarpe argento, o dorate, oppure, cosa che va molto di moda, di colori sgargianti come il verde bottiglia, il lilla o l’arancio possono dare un tocco di personalità e un elemento per farsi distinguere nella mischia.

Una volta messa in piedi la base, si ci può sbizzarrire con gli accessori, la parola d’ordine è osare, perché se l’abbigliamento è sobrio, gli accessori devono dire “sono originale ma raffinata” e allora via con paillettes e cristalli luminosi, senza strafare: una bella collana, o degli orecchini a pendaglio, oppure un bracciale gioiello.

E ancora, la borsa rigorosamente piccola e preziosa, e per i capelli, look semplice con capelli morbidi e sciolti, oppure pettinature alte, poco elaborate ma con un tocco di personalità, una piuma o un fermaglio, anche quello luminoso. L’importante è non essere eccessivi nella quantità di accessori.

Quello che può veramente fare la differenza è il trucco: colorato in tinta con le scarpe o con la borsa, con qualche cristallo per illuminare gli occhi o neo per dare profondità allo sguardo, la scelta spetta a voi. La cosa fondamentale è però essere a proprio agio con ciò che si sceglie, una persona a proprio agio con ciò che indossa è una persona a proprio agio con gli altri, in qualsiasi ambiente e soprattutto ha più fascino di qualsiasi altra persona super agghindata.

L’importante è divertirsi con le parsone giuste e cominciare l’anno con un brindisi che valga la pena di ricordare!

Categorie
Cucina

Come fare una torta al cioccolato da favola

Adoro il cioccolato, è piú forte di me! Mi manca quando non lo mangio da un po’ e al supermercato, quando passo dal reparto dedicato, mi perdo tra le tante confezioni colorate e ritorno bambina.

Prediligo quello fondente, nero, superiore al 65%. Lo trovo appagante, mi tiene compagnia la sera quando guardo un film davanti la tv, o il giorno mentre lavoro. Già un paio di cubetti mi fanno tornare il buonumore.

Da tempo cercavo una ricetta che ne esaltasse il gusto vellutato e l’aroma forte e intenso. Poi un’illuminazione: ho provato a fare, senza troppe aspettative a dire il vero, una torta al cioccolato la cui ricetta mi é capitata casualmente sotto gli occhi leggendo un romanzo quest’estate. Una volta tolta dal forno il profumo inebriava la casa e quando l’ho assaggiata ho capito che era lei! La perfetta torta al cioccolato 🙂

Voglio condividere con voi questa ricetta favolosa e semplicissima, fatemi sapere peró che ne pensate e se anche per voi é La Torta al Cioccolato per eccellenza.

Ecco gli ingredienti:

175 gr di burro

175 gr di zucchero fino

2 uova grandi

5 cucchiai colmi di cacao nero in polvere

175 ml di latte

225 gr di farina setacciata con un mezzo cucchiaino di bicarbonato

125 gr di cioccolato fondente a pezzi

Vediamo il procedimento. In una terrina amalgamate al burro morbido lo zucchero e le uova intere, una alla volta. Usate una frusta, il bello di questa ricetta che non si usano altri strumenti a parte il sempre efficace “olio di gomito. In un’altra ciotola mettete il cacao in polvere e versate pian piano metà del latte, fino a creare un impasto denso e senza grumi, poi finite di versare il resto del latte. Riprendete la terrina con l’impasto di zucchero, uova e burro, e versate al suo interno parte della farina col bicarbonato, poi parte del latte col cacao, poi di nuovo la farina… E così via, intescambiando i due preparati fino ad ottenere un unico impasto.

La ricetta è finita, semplice no? Concludiamo mettendo il tutto in una teglia (di circa 24 cm di diametro, se più larga verrà un po’ più bassa, ma ugualmente buona) se volete imburrarla e spolverarla con farina (zucchero no, altrimenti risulta troppo dolce) andrà bene ma io preferisco utilizzare un foglio di carta forno con cui fodero la teglia (cosa che vi consiglio), poi spargete sulla superficie dell’impasto il cioccolato in pezzi e infornate per circa un’ora (anche meno, tenete d’occhio il forno) a 180 gradi.

Potete mangiarla così com’è, accompagnata da un ciuffetto di panna in ogni piattino, oppure farcirla con una crema alla mandorla o all’arancia, o ancora spolverarla di zucchero a velo e cannella. Io la preferisco al naturale, una bella fetta di torta al cioccolato ed una tazza di caffè caldo e la vita mi sorride. Provate anche voi!

 

Categorie
Gossip

Kristen Stewart compie oggi 22 anni. Robert Pattinson festeggerà con lei?

Kristen Stewart compie oggi 22 anni. L’attrice è nata a Los Angeles il 9 aprile 1990 e già da qualche anno è alla ribalta degli schermi cinematografici grazie alla saga di Twilight. Bella, brava e promettente direbbero in molti, eppure la signorina Stewart pare proprio che voglia prendersi una pausa dal mondo del cinema.

Kristen Stewart compie oggi 22 anniChissà quante sono le star che possono permettersi di dire alla tenera età di 22 anni, “ciao ciao Cinema, io mi prendo una pausa!”. Beh, Kristen sembra proprio abbia questa idea. Ok, direte voi, ma che farà poi? Secondo le indiscrezioni la Bella Swan di Twilight sarebbe alle prese con il suo primo romanzo, a cui (per dirla tutta) avrebbe già iniziato a lavorare nel corso delle riprese del film Biancaneve e il cacciatore (dove Kristen interpreta Biancaneve accanto a Charlize Theron). Ma non vogliamo dilungarci oltre a riguardo, dato che del romanzo di Kristen Stewart vi abbiamo già parlato in questo post: Kristen Stewart si reinventa scrittrice. Porterà Robert Pattinson nei suoi libri?

Quello che vogliamo fare in questa sede è immaginarci come potrebbe essere la festa di compleanno di Kristen. In famiglia? Grande locale con DJ ed amici? O da sola con il suo bel Robert Pattinson, magari in qualche bel luogo sperduto fra spiagge tropicali e lontano da paparazzi? È aperto il toto scommesse, anche se siamo certi che domani si saprà già dove, come e con chi Kristen Stewart avrà passato il festeggiamento dei suoi 22 anni. E voi? Che ne pensate?

Categorie
Da DNA a donna

Organizzare una festa per bambini? Bastano dieci piccole mosse!

Buongiorno mamme, oggi ci inoltreremo nel mondo dell’infanzia, con una piccola guida per rendere la festa di vostro figlio indimenticabile.

Il giorno del compleanno, si sa è il più importante, si invitano gli amici a casa, si festeggia in ludoteca o al gomma park. Per una buona riuscita della festa è fondamentale saper qualcosa in più dell’argomento per non incorrere in esperienze drammatiche con distruzione della casa annessa.

1. Scegliete una sala per l’esatta capienza degli invitati, è il primo passo per un’ottima organizzazione. Se i bimbi sono 15 e la vostra casa è molto piccola rinunciate ad infilarli tutti nella stanzetta e rivolgetevi ad una struttura privata come ludoteca o sala per feste, il cui costo non è poi così alto se ci si accontenta della sala vuota. Se proprio non potete festeggiare fuori casa, invitate meno bambini e non badate alla regola “gli altri si offendono” perchè nessuno può farvi sentire in colpa se voi non avete le disponibilità economiche. Non volendo far un torto a nessuno potete sempre optare per la classica torta in classe con tutti i compagni.

2. Preparate gli inviti colorati con un orario adeguato all’età del festeggiato. Ad esempio 17.00-20.00 fino agli 8 anni, oppure 18.00-21.00 per i più grandi. Per assicurarsi che tutti siano arrivati alle 17.00, anticipate l’orario sull’invito di un quarto d’ora, così anche i ritardatari saranno puntuali.

3. Scegliete un tema ad hoc, come un personaggio dei cartoni animati o della TV, ma che sia davvero scelto da vostro figlio e non da voi adulti, altrimenti il risultato potrebbe esser un urlo peggiore della pubblicità di Zalando.it.

4. Evitate che i genitori si trattengano durante la festa, salvo che non si tratti di bambini sotto i 3 anni che hanno bisogno di essere seguiti. Le mamme apprensive dovranno rassegnarsi all’idea che il proprio figlio sia affidato ad una persona adulta eventualmente con l’aiuto di un animatore. Affinchè il tutto riesca per il meglio conservate i numeri di telefono di ogni genitore, per qualsiasi comunicazione.

5. Preparate una piccola “merenda” con al massimo tre tipologie di cibo, i bambini non sono abituati a mangiare molto quindi una focaccina, un panzerotto e un sandwich vanno più che bene. Importante è che tutti gli invitati abbiano un posto dove sedersi e un piattino già pronto. Fino ai 7 anni i bambini non sono in grado di servirsi da soli. Il problema delle sedie, poi, è facilmente risolvibile mettendo tutti i bimbi seduti in cerchio a terra e una grande tovaglia di carta a protezione del pavimento.

6. Assicuratevi che il gruppo dei piccoli sappia come divertirsi durante il party, magari rivolgendovi ad una agenzia di animazione seria che sappia anche consigliarvi l’intrattenimento giusto in base all’età. Ricorrere ad una baby sitter, in questo caso, è poco utile poichè potrebbe solo star attenta ai piccoli ma non riuscirebbe a coinvolgerli in giochi di squadra e balli.

7. Non scegliete spettacoli di magia, mascotte e burattini tutti insieme. Un solo intervento è gradito, altrimenti diventerebbe pesante star seduti tanto tempo.

8. Lo scarto dei regali è uno dei momenti più belli per il festeggiato, ma meno per gli amici che vorrebbero ricevere le stesse cose in dono. Se lo ritenete opportuno non fate questo “teatrino”, a meno che l’animatrice non sia così brava da tenerli tutti seduti senza pianti e lamentele. E’ assolutamente da evitare, invece, lo scarto dei regali ogni volta che arriva un invitato: distrarrebbe tutti dai giochi e porterebbe il festeggiato ad esser più interessato allo scarto piuttosto che agli amici.

9. Al momento torta non assillate i vostri figli con le foto di gruppo, una foto basta per ricordare il momento, altre gliele scatterete in pose naturali mentre giocano e si divertono.

10. Il ricordino finale ad ogni invitato, non occorre se già l’animatrice regala dei palloncini a fine serata, ricevere molte cose indurrebbe il bambino a sminuire il valore di una o dell’altra cosa.

Categorie
Da DNA a donna

Il nostro regalo per l’8 marzo… (II parte)

Ed ecco la seconda parte del nostro “regalo” per questa giornata, in cui c’hanno detto e regalato di tutto, meno che un impegno sincero e qualche parola sentita. Per questo, ecco dieci poesie per rispecchiare dieci modi diversi di vedere e interpretare il mondo al femminile. Prevale una lettura al maschile ma non maschilista e, in più di un caso, testi che fanno riferimento al relazione uomo-donna.

  1. A tutte le donne – Alda Merini
  2. Donna – Madre Teresa di Calcutta
  3. Giochi ogni giorno – Pablo Neruda
  4. Il più bello dei mari – Nazim Hikmet
  5. Dal Canto V° Inferno, Paolo e Francesca – Dante Alighieri
  6. Fu un momento – Fernando Pessoa
  7. L’assente – Vinicius de Moraes
  8. Come mi vuoi – Paolo Conte
  9. Unica Rosa – Ivano Fossati
  10. A Silvia – Giacomo Leopardi

1 . A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.

2. Donna

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,

i capelli diventano bianchi,

i giorni si trasformano in anni…

Però ciò che è importante non cambia;

la tua forza e la tua convinzione non hanno età.

Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.

Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.

Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.

Non vivere di fotografie ingiallite…

insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.

Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!!!

 

3. Giochi ogni giorno…

Giochi ogni giorno con la luce dell’universo.

Sottile visitatrice, giungi nel fiore e nell’acqua.

Sei più di questa bianca testina che stringo

come un grappolo tra le mie mani ogni giorno.

 

A nessuno rassomigli da che ti amo.

Lasciami stenderti tra le ghirlande gialle.

chi scrive il tuo nome a lettere di fumo tra le stelle del sud?

Ah lascia che ricordi come eri allora, quando ancora non esistevi.

 

Improvvisamente il vento ulula e sbatte la mia finestra chiusa.

Il cielo è una rete colma di pesci cupi.

Qui vengono a finire i venti, tutti.

La pioggia si denuda.

 

Passano fuggendo gli uccelli.

Il vento. Il vento.

Io posso lottare solamente contro la forza degli uomini.

Il temporale solleva in turbine foglie oscure

e scioglie tutte le barche che ieri sera s’ancorarono al cielo.

 

Tu sei qui. Ah tu non fuggi.

Tu mi risponderai fino all’ultimo grido.

Raggomitolati al mio fianco come se avessi paura.

Tuttavia qualche volta corse un’ombra strana nei tuoi occhi.

 

Ora, anche ora, piccola mi rechi caprifogli,

ed hai persino i seni profumati.

Mentre il vento triste galoppa uccidendo farfalle

io ti amo, e la mia gioia morde la tua bocca di susina.

 

Quanto ti sarà costato abituarti a me,

alla mia anima sola e selvaggia, al mio nome che tutti allontanano.

Abbiamo visto ardere tante volte l’astro baciandoci gli occhi

e sulle nostre teste ergersi i crepuscoli in ventagli giranti.

 

Le mie parole piovvero su di te accarezzandoti.

Ho amato da tempo il tuo corpo di madreperla soleggiata.

Ti credo persino padrona dell’universo.

Ti porterò dalle montagne fiori allegri, copihues,

nocciole oscure, e ceste silvestri di baci.

Voglio fare con te

ciò che la primavera fa con i ciliegi.

 

4. Il più bello dei mari

Il più bello dei mari

è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli

non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni

non li abbiamo ancora vissuti.

E quello

che vorrei dirti di più bello

non te l’ho ancora detto.

 

5. Dal V° Canto Inferno – Paolo e Francesca

<<Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende

prese costui de la bella persona

che mi fu tolta; e ’l modo ancor m’offende.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,

mi prese del costui piacer sì forte,

che, come vedi, ancor non m’abbandona.

Amor condusse noi ad una morte:

Caina attende chi a vita ci spense».

Queste parole da lor ci fuor porte.

Quand’io intesi quell’anime offense,

china’ il viso e tanto il tenni basso,

fin che ’l poeta mi disse: «Che pense?».

Quando rispuosi, cominciai: «Oh lasso,

quanti dolci pensier, quanto disio

menò costoro al doloroso passo!».

 

6. Fu un momento

Fu un momento

quello in cui posasti

sul mio braccio,

in un movimento

più di stanchezza

che di pensiero,

la tua mano

e la ritirasti.

Sentii o no?

 

Non so. Ma ricordo

e sento ancora

qualche memoria

fissa e corporea

ove posasti

la mano che ebbe

qualche senso

incompreso,

ma tanto lieve! …

 

Tutto questo è nulla:

su una strada però

com’è la vita

c’è molto

d’incompreso…

 

Che so io se quando

la tua mano

sentii posarsi

sul mio braccio,

e un poco, un poco,

sul cuore,

non ci fu un ritmo

nuovo nello spazio?

 

Come se tu,

senza volerlo,

mi toccassi

per dire

qualche mistero,

improvviso ed etereo,

che neppure sapevi

dovesse esistere.

 

7. L’ASSENTE

Amica, infinitamente amica

In qualche posto il tuo cuore batte per me

In qualche posto i tuoi occhi

Si chiudono all’idea dei miei

In qualche posto le tue mani si tendono

I tuoi seni si riempiono di latte, tu svieni e cammini

Come cieca ad incontrarmi…

 

Amica, ultima dolcezza

La tranquillità ha addolcito la mia pelle

E i miei capelli.

Solo il mio ventre ti attende, pieno di radici e ombre.

Vieni, amica

La mia nudità è assoluta

I miei occhi sono specchi per il tuo desiderio

Il mio petto è un tavolo di supplizi

Vieni.

I miei muscoli sono dolci per i tuoi denti

E ruvida è la mia barba.

Vieni a tuffarti in me

Come nel mare,

vieni a nuotare in me come nel mare

vieni ad affogarti in me, amica mia

In me come nel mare.

 

 

8. COME MI VUOI

Come mi vuoi…

Cosa mi dai,

dove mi porti tu …

mi piacerai…

mi capirai.

Sai come prendermi.

 

Dammi un sandwich e un po’ d’indecenza

E una musica turca anche lei

Metti forte che riempia la stanza

D’incantesimi e di spari e petardi eh… come mi vuoi?

… che si sente anche il pullman perduto

una volta lontano da qui

e l’odore di spezie che ha il buio

con noi due dentro il buio abbracciati

eh… come mi vuoi? …

 

9. UNICA ROSA

Rosa,

rosa di una rosa

rosa torturata

rosa amata

Rosa,

rosa ballerina

rosa bambina

Rosa, fiore cantato

Voce sottile

Stella meridiana

Rosa,

rosa colombina

rosa che s’inchina

 

Rosa temuta

Rosa violata

Ombra immaginata

Rosa, sola

Rosa pettinata

 

Profumo

Quando c’è del buono

Campana nel mare

Rosa,

Rosa,

rosa carezzata

povera e ingannata

 

Sorriso e perdono

Rosa respirata

Lontano

 

Mio peso

Mia fortuna

Rosa che è arrivata

Rosa,

barca avvistata

linea di una costa

conosciuta

Rosa

Acqua che ne piove

Su una sola rosa

 

Rosa

Piega dolorosa

Unica rosa.

 

10. A Silvia…
Silvia, rimembri ancora
quel tempo della tua vita mortale,

quando beltà splendea
negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi,
e tu, lieta e pensosa, il limitare
di gioventù salivi?

Sonavan le quiete
stanze, e le vie d’intorno,
al tuo perpetuo canto,
allor che all’opre femminili intenta
sedevi, assai contenta
di quel vago avvenir che in mente avevi.
Era il maggio odoroso: e tu solevi
così menare il giorno.

Io gli studi leggiadri
talor lasciando e le sudate carte,
ove il tempo mio primo
e di me si spendea la miglior parte,
d’in su i veroni del paterno ostello
porgea gli orecchi al suon della tua voce,
ed alla man veloce
che percorrea la faticosa tela.