Categorie
Gossip

George Clooney critica Leonardo DiCaprio e Russell Crowe

In tutta la sua carriera, che l’ha visto, agli inizi, come una star televisiva fino a uno dei più famosi attori del cinema hollywoodiano, George Clooney si è sempre dimostrato un tipo molto simpatico e pacifico. Ma nella sua ultima intervista con Esquire Magazine, l’attore esprime, apertamente e candidamente, alcune critiche verso due celebrità del suo stesso settore.

Raccontando di una discussione con l’attore Russell Crowe, il rubacuori ha rivelato di non aver perdonato sue precedenti accuse, dichiarando: “la verità è che [Russell Crowe] mi ha spedito un libro di poesia, per scusarsi di avermi dato del venduto…chi si crede di essere quel tipo? Un aspirante Frank Sinatra. Mi ha davvero scioccato”.

In vista dei Golden Globes e della stagione delle premiazioni, Russell Crowe si sarebbe scusato con l’attore, dicendogli “sono stato frainteso”.

E pare, anche, che tra George Clooney e Leonardo george clooney omosessuale lifting testicoliDiCaprio non ci sia un buon feeling; l’attore ha raccontato di un episodio con il collega, durante una partita di basket. La partita è stata rovinata da urla poco opportune e minatorie di un gruppo di amici, che facevano il tifo per DiCaprio dalla tribuna.

George Clooney ha dichiarato: “la discrepanza che c’era tra la qualità del suo gioco e i commenti fieri dei suoi amici mi hanno ricordato di quanto è importante avere qualcuno nella vita che ti dice la verità. E non sono sicuro che Leo abbia qualcuno così vicino a lui”. Parole forti, non trovate?

Ma ora c’è da chiedersi: come reagiranno i due attori all’affronto di George Clooney?

Categorie
Cinema

Selvaggia Lucarelli attacca Checco Zalone e Sole a Catinelle

Negli ultimi giorni, riferendoci all’ambito cinematografico, non si fa che parlare d’altro, ovvero di Sole a Catinelle di Checco Zalone! Il film del comico pugliese è diventato in men che non si dica un vero e proprio tormentone, ma non per questo è neutrale alle critiche; nemmeno alla lingua biforcuta di Selvaggia Lucarelli.

Site già andati a vedere Sole a Catinelle? Beh, se ancora non lo avete fatto, non portate con voi i vostri figli, soprattutto se siete separati; questo è il consiglio di Selvaggia Lucarelli! Ebbene si, la blogger più famosa di Italia ancora una volta ha una sole a catinellecritica da muovere e questa volta la “vittima” è Checco Zalone.

Con un lunghissimo stato Facebook la Lucarelli esprime il suo disaccordo sul considerare il film una pellicola per tutta la famiglia e spiega nei dettagli il perché.

Dopo un preambolo in cui il film di Zalone viene stra-elogiato, Selvaggia passa all’attacco e afferma:

“Trovo che il modo di trattare il tema separazione in maniera del tutto funzionale alla battuta, sia quel politicamente scorretto giusto e divertente per gli adulti e meno per i bambini. Soprattutto per i bambini con genitori separati, a cui spesso (e grazie al cielo) si sceglie di occultare una buona parte delle dinamiche che una separazione si porta dietro. Il film di Zalone racconta ai figli cose che i figli di separati non dovrebbero sapere”

Questa è l’obiezione principale mossa dalla blogger, che ha riscosso concordanza e contrarietà da parte dei suoi lettori. Mentre, infatti, ci sono genitori che concordano perfettamente con il discorso della Lucarelli, altri, e anche figli di coppie divorziato, considerano questo commento un inutile sermone, apprezzando invece la realtà mostrata all’interno della pellicola.

 

Categorie
Cinema

Il film su Lady D sbarca in Italia e la critica è spietata

Secondo i critici Diana sarebbe “morta per la seconda volta” dopo l’uscita del film incentrato, più che altro, sulla sua movimentata vita sentimentale. “Diana la storia segreta di Lady D” sta facendo rivoltare i critici di mezzo mondo e forse anche l’amata principessa.

Nel film la Lady , interpretata da una bravissima Naomi Watts, è raffigurata come una donna comune che cucina per il suo uomo, ascolta jazz, indossa parrucche per non essere tampinata dai fotografi e poter incontrare, nel pieno della tranquilità, Hasnart Khan il suo amato cardiochirurgo di origine pakistana. Diana dunque non è solo dipinta come la principessa del popolo ma è la donna che sceglie con il cuore e non con la ragione, che ama con l’istinto e non con il pensiero.

Nonostante ciò in Gran Bretagna il film è stato La-storia-segreta-di-Lady-D-trailer-italiano-locandina-e-immagini-del-biopic-con-Naomi-Watts-33 accolto con scioccante freddezza sia dal pubblico che dai critici; il Times parla di un film “imbarazzante” bocciandone soprattutto la sceneggiatura, il Daily Mail lo giudica “terribilmente scialbo”, più generosi l’Indipendent e il Daily Express.

Nemmeno in Italia ci vanno giù leggeri. Il film, presentato questo pomeriggio, non convince più di tanto la stampa italiana che si è mostrata sconcertata ed infastidita.
Anche in Italia piovono disappunti sulla sceneggiatura e sulla storia d’amore di Lady D con il chirurgo che, secondo molti, è inesatta e costruita su fatti ripresi dal gossip.

La critica è spietata anche tra gli addetti ai lavori dello “stivale” ma, come si dice, vedere per credere.

Categorie
Belen Rodriguez

Matrimonio Belen e Stefano: anche la cantante critica gli sposi

Continuiamo ad occuparci delle notizie che stanno trapelando sul giorno del matrimonio di Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Molti sono, infatti, i gossip che stanno arrivano sull’evento dell’anno a partire dalle critiche fatte dal prete che ha celebrato la cerimonia, Don Benigno, alla sposa, alla spiegazione del mancato invito a Rossella Brescia.

Qualcun’altro ha avuto da ridire sul comportamento degli sposi il giorno delle nozze e si tratta di Cheryl Porter, la cantante soul chiamata ad esibirsi nel giorno della celebrazione.

Belen, Stefano e la torta nuzialeLa Porter ha criticato la mancanza di savoir faire della coppia, che non ha invitato la cantante a rimanere a cena dopo la sua performance. Cheryl ha spiegato:

“Sia Belen che Stefano mi hanno ringraziato, così come molti degli invitati. Mi sono sinceramente stupita del fatto che non mi abbiano invitato a restare a cena. Quando ho cantato al matrimonio di Pavarotti, ho cenato al tavolo con Bono degli U2 e José Carreras, stelle di prima grandezza nel mondo della musica, mentre, venerdì, di vere star non mi sembrava che ce ne fossero e neanche i tanti vip annunciati”.

Insomma, ancora una volta Belen non ha individuato il giusto comportamento da tenere; speriamo abbia solo peccato di ingenuità!

Categorie
Belen Rodriguez

Matrimonio Belen e Stefano: il prete critica la sposa subito dopo le nozze

Sono ormai passati cinque giorni dalla celebrazione delle nozze di Belen Rodriguez e Stefano De Martino e ancora non si è smesso di parlare del matrimonio più atteso dell’anno. Con il passare dei giorni aumentano le indiscrezioni sull’importante giorno vissuto dalla coppia e non mancano neanche le critiche di Don Benigno, il sacerdote che ha celebrato il rito, nei confronti della sposa.

Non accenna a placarsi la scia lasciata dietro di sé dall’evento dell’anno, ovvero dal matrimonio di Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Piano piano siamo riusciti a vedere foto, video, imitazioni, che ci hanno fatto vivere il giorno da favola della matrimonio belen stefanochiacchierata coppia, che ha festeggiato le nozze per tutta la notte, fino all’alba del giorno successivo.

Un evento del genere, però, non poteva non attirare anche delle critiche, anche se non ci aspettavamo arrivassero anche dal sacerdote che ha celebrato le nozze. Eh già, proprio Don Benigno Sulis, ha rilasciato un’intervista a La Stampa, nella quale ha criticato l’atteggiamento della sposa. Il sacerdote ha affermato:

“C’era una distrazione riguardo l’aspetto liturgico che come sacerdote non posso non sottolineare. La sposa, bellissima, nel suo abito di pizzo, con un velo lunghissimo che non finiva mai, sembrava più intenta a seguire la musica, a battere il tempo, a volgere indietro lo sguardo agli ospiti, che al rito. Stefano De Martino mi è sembrato invece un ragazzo sincero, aperto, capace di guardare negli occhi”.

Inoltre Don Benino ha voluto esternare la sua delusione per il fatto che a fare la fotografia con gli sposi è stato chiamato solo Don Luigi Rossi, che ha officiato alla cerimonia accanto al sacerdote, e che solo il padre di Belen, invece, ha salutato il parroco che ha celebrato le nozze.

 

Categorie
Cinema

Robert Pattinson critica i fan ossessionati da Twilight

È il franchise film, che l’ha reso famoso e gli ha fatto guadagnare milioni di dollari, ma ancora Robert Pattinson si chiede il perché le persone siano così ossessionate della saga di “Twilight”.

L’attore inglese ha dichiarato, sull’edizione tedesca della rivista “Interview”, che i fan ossessionati dalla famosa saga dei vampiri siano “persone che non sappiano cosa fare durante il giorno”; ha affermato: “la vera cosa strana è che il target-group di “Twilight” non è costituito da adolescenti, ma da adulti. Twilight ha il suo mondo parallelo, una propria cultura di fan che si è sviluppata in rete, sin dal primo giorno. E in una maniera intensa che non c’è mai stata prima. A volte mi chiedo che cosa queste masse di persone facciano tutto il giorno. Si siedono davanti al loro computer e commentano qualsiasi cosa che abbia a che fare con Twilight”.

L’apparente disprezzo della star 27enne nei confronti dei Robert Pattinson 007 nuovo James Bondfan della saga, denominati “Twihards”, si è anche manifestato, tempo fa, anche verso il romanzo di Stephanie Meye, definendolo come “un libro che non doveva essere pubblicato”.

Attualmente, Pattinson è impegnato nelle riprese del thriller, diretto da David Cronenberg, “Map To The Stars”, a Los Angeles. L’attore sembra determinato a mettere da parte il suo ruolo di Edward Cullen, concentrandosi su ruoli più seri.

Categorie
Cinema

Ashton Kutcher critica Steve Wozniak ad un passo dalla premiere del film su Jobs

Lui interpreta il ruolo del grande Steve Jobs, nel nuovo film biografico “Jobs”– ma, Ashton Kutcher ha rivelato che sia lui, che i produttori del film, hanno avuto poca attenzione ed interesse da parte del co-fondatore di Apple, Steve Wozniak. Infatti il 35enne, in una recente intervista con l’Associated Press, ha rivelato: “Non è stato davvero disponibile nei nostri confronti”.

L’attore ha rilasciato tali dichiarazioni, dal momento che lo stesso Wozniak ha criticato la noncuranza di alcune scene del film. Kutcher ha dichiarato:

“(Wozniak) è pagato da un’altra società per sostenere il loro film su Steve Jobs. Per lui è una questione personale, ma è anche business. Dobbiamo tenerlo a mente. È un uomo brillante e io rispetto il suo lavoro, ma non è stato davvero disponibile con noi. Così il suo resoconto non sarà il nostro, perché non sappiamo esattamente quale fosse. Abbiamo fatto il miglior lavoro che potevamo fare. Nessuno sa esattamente quello che è successo in quelle stanze”.

Per l’attore, è stato fondamentale e necessario personificare il Ashton Kutcher ammalato steve jobs cinema filmgenio della tecnologia, evitando parodie dei suoi manierismi e documentandosi bene riguardo le sue abitudini. Kutcher ha rivelato anche una profonda stima per Steve Jobs:

Ho provato a guardare i suoi difetti come dei doni, ho cercato di capirlo e di non giudicarlo. Credo che, il modo in cui quell’uomo abbia ricevuto tanto amore nella vita, sia stato attraverso la creazione di prodotti che la gente amava. E amando i suoi prodotti, amavano lui”.

Categorie
Cinema

The Canyons e Lindsay Lohan: sbranati dalla critica!

Probabilmente Lindsay Lohan avrà, nuovamente, un brutto colpo emotivo ora che sembra abbia finito il periodo di riabilitazione e dopo che il suo nuovo film “The Canyons”  è stato definito dalla critica come “imperfetto” e “noioso”, in occasione della premiere a New York.

Il thriller erotico, scritto dall’autore di “American Psycho”, Bret Easton Ellis, è stato proiettato lunedì  al Film Society del Lincoln Center di Manhattan.

Lindsay Lohan non ha potuto partecipare, lunedì sera, all’evento da red carpet, poiché era al centro di riabilitazione, in California; e, sicuramente, ora non sarà contenta di leggere e sentire le recenti recensioni del film.

Todd McCarthy di The Hollywood Reporter ha etichettato il film come “un’imperfetta e noiosa rappresentazione unidimensionale di personaggi della Hollywood periferica, che non sono degni nè di essere visti sullo schermo nè di essere considerati nella vita reale”, un film ricco di “cliché melodrammatici” e personaggi con “mancanza di personalità”.

David Denby, del New Yorker, scrive: “Lohan è una Lindsay Lohan nuovo ragazzo Avi Snowvera attrice, ma in questo film lei è sbuffante, affaticata ed imprecisa, e piange molto .. Non si capisce se piange per interpretare il ruolo del personaggio, se si lamenta per dover partecipare ad un film di così basso livello, o è in lutto per i suoi problemi”.

Eric Kohn di Indiewire.com ha criticato, in maniera particolare, le prestazioni sessuali della Lohan: “Lohan è come se fosse blanda e immobile come un oggetto”, aggiungendo, “il suo aspetto robotico congela ogni situazione”.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Allevi: meglio Jovanotti di Beethoven… e il Web si scatena!

Nell’epoca di Internet, chiunque si azzardi a compiere dichiarazioni radicali deve poi mettere in conto commenti e critiche, che sul web proliferano. A maggior ragione se si è un personaggio famoso, bisogna rendere conto al “popolo della rete” di quello che si dichiara.

E’ accaduto infatti questo a Giovanni Allevi, il fenomeno del pianoforte che ha dichiarato che Jovanotti ha più ritmo di Beethoven, andando a scomodare non solo uno dei mostri sacri della musica classica di indiscussa grandezza, ma anche minando la passione per il classico che, dove presente, è sempre accompagnata da una grande quantità di supponenza di superiorità.

Il popolo della rete si è ovviamente scatenato, offendendo anche pesantemente Allevi, oppure, in maniera più intelligente, giocando di ironia. E così sul web compaiono le immagini di Allevi Jovanotti BeethovenBeethoven alla guida di una Ritmo, oppure, nel gruppo Facebook dei Marxisti per Tabacci, una condanna ai danni di Allevi ai lavori forzati in Siberia.

Il musicista di Ascoli Piceno che aveva sentenziato “meglio Jovanotti… Con Beethoven un bambino si annoia, mentre il ritmo è un elemento importante che manca nella tradizione classica”, risponde così alle accuse:

“ammetto di non essere rispettoso nei confronti della grande tradizione della musica classica, ma la amo tantissimo e, comunque, non c’è mai stata nella storia occidentale un così forte culto del passato, come in questo momento”.

Categorie
Gossip

Selvaggia Lucarelli critica il look di Stefano De Martino… giustamente!

L’acuta Selvaggia Lucarelli ancora una volta non risparmia i suoi colleghi del mondo dello spettacolo dalle sue pungenti critiche; questa volta è toccato al compagno di Belen Rodriguez, Stefano De Martino e, ci tengo ad aggiungere, giustamente, visto che il ballerino ha esibito un look decisamente di poco gusto!

Dopo il look alla Johnny Depp che vi abbiamo segnalato qualche settimana fa, adottato da Stefano De Martino durante una serata, il ballerino aveva poi deciso di dare un taglio ai suoi capelli, facendoci quasi credere di voler tornare quello di una volta. Durante la presentazione della nuova collezione di !m?perfect, il marchio di cui Belen è stilista, arriva il nuovo shock nel vedere il ballerino; shock che non ha risparmiato nemmeno la Lucarelli.

Stefano De Martino Selvaggia LucarelliSelvaggia, pubblicando sulla sua pagina Facebook un’immagine di De Martino,m scrive:

“Certe foto sono dei dipinti: parlano da sole”.

Con un abbigliamento che ci ricorda tanto quello di Lapo Elkan, e occhialino sempre alla Depp, Stefano indossa pantaloni beige sopra la caviglia, cinta e scarpe abbinate di un colore che varia tra il nero e il giallo ocra, camicia celeste, gilet blu, fiacca blu che sembra a poi celesti, con fazzoletto in tasca, tutto adornato con accessori.

Inutile commentare l’effetto dell’abbigliamento nel complesso. Guardate e giudicate voi stesse!