PinkDNA

Cucina

Ricette: Tiramisù alla crema pasticcera

Il tiramisù da sempre è considerato un dolce semplice e veloce, che soprattutto mette d’accordo i gusti più differenti. Che lo si voglia classico al caffè o personalizzato con fragole o vaniglia, resta un must della pasticceria per esperti e principianti.

Oggi vi proponiamo una variante del tiramisù che potrebbe solleticare i palati più golosi e stuzzicare la fantasia dei pasticceri più arditi. Ecco a voi il tiramisù alla crema. Come si intuisce subito, questa versione personalizzata del tiramisù non ha mascarpone e panna né uova a crudo, ma crema pasticcera, usata non più con i savoiardi, classici biscotti da tiramisù, ma con i biscotti secchi (oro saiwa ad esempio).

Dunque il primo passo è preparare la crema assicurandosi, ovviamente, di usare uova fresche. Abbiamo già parlato della ricetta della crema a cucchiai, la ripetiamo ora per chi l’avesse persa: per un litro di latte saranno necessari quattro cucchiai (da brodo) di farina belli colmi e otto di zucchero e quattro tuorli d’uovo.

Mescolare farina e zucchero con i tuorli e aggiungere piano piano il latte. Per velocizzare il processo si potrebbe mettere a scaldare a parte una metà del latte e aggiungerlo quando la farina lo zucchero e le uova si siano amalgamate per bene con l’altra metà del latte. Una volta unito il tutto, mettere su un fornello a fuoco lento e continuare a mescolare fino a che non si solidifica e prende la consistenza della classica crema pasticcera.  Lasciare raffreddare e preparare la nostra teglia per assemblare il tutto.

Alternare, come in un normale tiramisù, biscotti e crema, che volendo si possono intervallare con granella di cioccolato per dare un tocco gustoso in più. Un piccolo consiglio utile può essere quello di usare la cioccolata fondente in pezzi e sbriciolarla a mano con un coltello, in modo da ottenere pezzi di varie dimensioni e rendere più gustosa la caccia alla pepita di cioccolato all’interno del dolce. Continuare ad aggiungere strati fino a che non finisce la crema.

Un altro piccolo suggerimento può essere quello di fare strati di crema abbastanza spessi in modo tale che la crema inumidisca i biscotti rendendoli morbidi senza però seccare eccessivamente il dolce. Infatti questo tipo di tiramisù, se lasciato troppo in frigo, tende a diventare asciutto, proprio perché i biscotti secchi asciugano tutta l’umidità della crema.

Strati di crema più spessi possono porre rimedio a questo inconveniente. Una volta completata l’opera cospargete tutta la superficie di cacao amaro e lasciare in frigo per almeno un paio d’ore, dopo di che servite con un cucchiaio di gelato alla vaniglia, che da un tocco di freschezza in più.

Lascia un commento

Your email address will not be published.
*
*