Categorie
Gossip

É battaglia tra Coleen Rooney e la duchessa di Cornovaglia

Coleen Rooney ha criticato la Duchessa di Cornovaglia per aver ridicolizzato il suo vestito da sposa.

La moglie del giocatore Rooney si è offesa, dopo che Camilla Parker Bowles, erroneamente, ha rivelato che la star indossasse un vestito da  £5 milioni – e ironicamente ha preso il suo esempio per insegnare ai giovani di spendere i loro soldi “con cautela”. Subito dopo, Coleen ha smentito la notizia di aver speso così tanti soldi per il vestito – e ha sferrato un attacco a Camilla su Twitter.

La duchessa, 65, ha partecipato ad un evento a East London, dove ha parlato alla charity MyBnk, sull’importanza dell’educazione dei giovani al mercato. Durante la conferenza, lei ha mostrato pubblicamente delle slides, e una in particolare ritraeva il vestito di Coleen e l’etichetta con il prezzo esorbitante; la scelta di Camilla è stata quella di suggerire ai giovani di avere più cautela con i soldi, mostrando,scherzosamente,il cattivo esempio della moglie di Rooney.

Ma Coleen, che ha sposato il calciatore del Manchester United, Wayne Rooney, in una sontuosa cerimonia nel 2008, non ha trovato la cosa molto divertente.La ventiseinne ha postato su Twitter: “A quanto pare avrei speso circa 5 milioni di sterline per il mio vestito da sposa!! Bazzecola!!! Diamanti su di esso….. nemmeno uno! Camilla (Duchessa di Cornovaglia) dovrebbe saperlo bene e insegnare i bambini a non credere sempre alle sciocchezze riportate!!”

In effetti, al tempo del matrimonio, i Coleen Rooney duchessa di Cornovagliagiornali riportarono che la cerimonia nella località di Portofino costò meno dell’abito da sposa. Ma Coolen non è l’unica donna che ama spendere tanto.

Nel 2006, fu riportato che Camilla spende £3,000 al mese sui capelli, £500 per il makeup ogni qualvolta c’é un’occasione importante. Inoltre, il completo che lei indossò nel 2005 alla cerimonia civile al Principe Charles costava £3,000.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *