Categorie
Gossip

E’ troppo cara per lei: niente borsa per Oprah Winfrey in Svizzera

La Svizzera è per definizione storica uno dei paesi più tolleranti e anche considerato trai più civili al mondo, eppure quello che è capitato a Oprah Winfrey ha dell’incredibile. La presentatrice americana era in Svizzera per il matrimonio dell’amica Tina Turner e voleva fare un po’ di shopping.

Entrata in un negozio, la Winfrey si è vista negare la possibilità di vedere una borsa perché considerata troppo cara per lei dalla commessa. Così ha raccontato Oprah: “Vado in un negozio, che resti senza nome, e dico alla commessa: scusi, posso avere quella borsa sopra la sua testa? Lei mi risponde: no, è troppo costosa. Insisto: voglio quella nera sullo scaffale. Lei ne prende un’altra, e comincia a mostrarmela. Io insisto ancora. E lei gelida: oh, non voglio ferire i suoi sentimenti… A quel punto dico: grazie, probabilmente ha ragione, non me la posso permettere. Ed esco dal negozio”.

Per inciso, la borsa in questione costava 35mila franchi, più o meno 38 mila dollari, ovvero quello che Oprah Winfrey guadagna durante una qualsiasi mezz’ora della sua giornata, incluso il sonno. A Zurigo, però, il volto più noto, potente e ricco della tv statunitense non è stato riconosciuto, oltre ad essere stato vittima di un atteggiamento razzista inimmaginabile in Svizzera più che in ogni altro luogo del pianeta.

La conduttrice però si è presa la sua bella rivincita in stile Oprah WinfreyPretty Woman, raccontando quanto accaduto in diretta tv da Larry King, concludendo il suo discorso così: “Potevo tirar fuori la carta di credito nera e tutto quanto… Invece me ne sono andata. Certo che esiste, il razzismo. Eccome se esiste”.

Ovviamente non si è fatta attendere la replica della proprietaria del negozio, Trudie Götz, che telefonando alla Bbc si è scusata in pubblico, spiegando che la commessa non l’aveva riconosciuta, che non parla benissimo l’inglese e che in genere lavora a Saint Moritz. Tutto chiaro adesso, scuse accettate, ma è sicuro che la cara Oprah al prossimo soggiorno in Svizzera cambierà negozio di borse!

Categorie
Sport

Lance Armstrong confessa a Oprah Winfrey: ho fatto uso di sostanze dopanti

Lance Armstrong si confessa e butta giù il castello di carte costruito in tutti questi anni. Lo fa in un’intervista da film, realizzata dalla conduttrice televisiva americana Oprah Winfrey, che andrà in onda in due serate giovedì e venerdì prossimo.

Armstrong, a quanto si legge dai media sul Web, avrebbe confessato di aver fatto uso di sostanze dopanti nella sua carriera per vincere il Tour de France. Una rivelazione che sta scuotendo il mondo del ciclismo, tanto da aver fatto partire una serie di indagini a tappeto.

Secondo le indiscrezioni, inoltre, Lance Armstrong avrebbe anche telefonato ad alcuni “pezzi grossi” del ciclismo per chiedere scusa delle dichiarazioni che da li a poco avrebbe fatto alla Winfrey. Una sorta di confessione, dunque, da ambo i lati che forse permetterà ad Armstrong di dormire ora sonni più tranquilli.

La stessa Oprah Winfrey, terminata l’intervista, ha scritto un messaggio via Twitter in cui spiegava di aver concluso l’intervista con Lance Armstrong e che il ciclista era andato preparato all’appuntamento. Sempre Oprah, poi, avrebbe spiegato alla Cbs che la confessione di Armstrong è stata forte, ma non fino al punto che lei si sarebbe aspettata. Insomma, a dire della conduttrice, il ciclista non si è spinto proprio fino in fondo.

Ad ogni modo la Winfrey ha tenuto a armstrong Oprah Winfrey doping sostanze dopantispecificare che per Armstrong l’intervista deve essere stata molto difficile. “E’ stata una intervista emozionante – ha dichiarato Oprah – in termini di esposizione la più importante della mia carriera. Si vedeva che Lance si era preparato per il nostro incontro“.

Quali saranno ora i risvolti di queste rivelazioni firmate Armstrong? Ci saranno altre dichiarazioni? A quanto pare, secondo alcune indiscrezioni giunte al New York Times, pare che il ciclista vorrebbe testimoniare contro personalità prestigiose del mondo del ciclismo che avrebbero saputo tutto del fattaccio del doping.

Insomma una cosa è certa: Armstrong sapeva che le sue dichiarazioni avrebbero creato una bomba mediatica… staremo a vedere che accadrà ora!

Categorie
Musica & Spettacolo

Katy Perry canterà per Obama

Katy Perry sosterrà Obama nella prossima campagna presidenziale. Lo riferisce The Hollywood Reporter. Nella la lista ufficiale degli artisti che prenderanno parte al concerto del 7 ottobre, organizzato al Nokia Theater di Los Angeles, saranno presenti anche altre celebrità che non hanno avuto problemi ad esternare la loro vicinanza all’attuale presidente USA, Barack Obama.

Fra i trenta artisti spiccano i nomi di George Clooney, Oprah Winfrey, Antonio Banderas, Tom Hank e Sarah Jessica Parker.

L’evento è stato ribattezzato “Trenta giorni alla vittoria”, alla faccia della scaramanzia e soprattutto di Romney, che in questi giorni si è trovato al centro di un ciclone di critiche  per i suoi commenti sul 4% dell’elettorato che vivono sulle spalle dei contribuenti. Praticamente si è pestato i piedi da solo.

E mentre Romney fa retromarcia, consapevole dei sui errori. L’Inquilino della Casa Bianca, appare più cool  che mai al concerto organizzato da Beyoncè Knowles e il rapper  Jay-Z, durante il quale sono stati raccolti 4 milioni di dollari!

I biglietti per il “30 Days to Victory Concert“, saranno venduti a 250 dollari a persona, mentre ai sostenitori con meno di 40 anni saranno chiesti 44 dollari (Obama e’ il 44/mo presidente).