Categorie
Bellezza & Salute

Maniglie dell’amore: no agli esercizi addominali, si a corsa e bici

Ognuno distribuisce il grasso corporeo in diversi punti e ciò dipende dalla genetica: l’eccesso di adipe può concentrarsi sulla pancia, cosce, glutei o sui fianchi, dando origine alle cosiddette  e imbarazzanti “maniglie dell’amore”.

Fortunatamente, non è complicato sbarazzarsi di loro: ciò richiede tempo e dedizione. Ecco dei semplici consigli da seguire:

  1. porre attenzione alla propria alimentazione: prendi nota di quello che mangi in una settimana normale; un registro dietetico ti renderà più consapevole del tuo stile di vita e ti aiuterà a migliorarlo. Le maniglie dell’amore non scompaiono, così, da un giorno all’altro: un cambiamento nell’alimentazione è la giusta soluzione;
  2. biciclettacomprare alimenti ipocalorici e con pochi grassi: le calorie in eccesso si tramutano in grasso localizzato;
  3. fare attività fisica regolarmente: focalizzarsi, soprattutto, su esercizi aerobici, come la bicicletta e la corsa. Gli esercizi anaerobici, come quelli per gli addominali, sono mirati ai muscoli, ma non al grasso;
  4. bere tè verde giornalmente: questa bevanda deve sostituire eventuali bibite gassose o zuccherate. Non solo il tè verde è ricco di antiossidanti, ma anche di catechine, ottimi per ridurre i depositi di grasso;
  5. prendere 2 cucchiai di aceto di sidro di mele al giorno, durante gli allenamenti, e come componente di una dieta ipocalorica. Questo espediente vi aiuterà a sopprimere l’appetito, in modo sano, contrastando più facilmente le tentazioni.
Categorie
Bellezza & Salute

Training autogeno: piccoli gesti quotidiani che ci fanno star bene

Nella vita di tutti i giorni ci capita spesso di fare i conti con stanchezza, stress, preoccupazioni e ad un certo punto diventa indispensabile concederci un momento tutto per noi, nel quale mente e corpo possono trarre giovamento rilassandosi. Non molti sanno che facilmente tutti possiamo darci la possibilità di rilassarci, rigenerarci, acquisendo un metodo di grande utilità, usato in psicoterapia: il training autogeno.

Il training autogeno (allenamento che si genera da sé), è un metodo pratico che consiste in una serie di esercizi, da svolgere mentalmente in maniera costante ed autonoma, grazie ai quali è possibile godere di un pieno rilassamento fisico e psichico.

Il metodo è indicato per tutte quelle persone che hanno la necessità e la voglia di acquisire una migliore armonia psico-fisica, per ridurre l’aggressività, migliorare la propria efficienza, per acquisire una maggiore serenità ed un distacco dai problemi, per tutti coloro i quali soffrono di disturbi d’ansia, fobie, disturbi psicosomatici (gastrite, colon irritabile, dismenorrea, tachicardia, ecc.), disturbi della sessualità, disturbi del sonno, in gravidanza, eccetera. Non esistono disturbi che non possono trarne beneficio.

Piccole frasi, ripetute mentalmente, suscitano sensazioni fisiche che permettono di raggiungere uno stato di distensione nelle seguenti parti:

• Muscolitraining autogeno

• Vasi sanguigni

• Cuore

• Respirazione

• Organi addominali

• Capo

Gli esercizi si eseguono in un ambiente accogliente, lontano da stimoli sonori e visivi, con la possibilità di regolare la luce e con un abbigliamento comodo.

Per apprendere il training autogeno bisogna rivolgersi necessariamente ad uno psicologo addestrato all’utilizzo di questa particolare tecnica. Compito del terapeuta è illustrare il metodo alla persona che eseguirà gli esercizi a casa, in piena autonomia, supervisionare di volta in volta il lavoro del paziente e favorire l’elaborazione del vissuto che emerge durante l’esecuzione degli esercizi.

Concludo l’articolo con una massima utile a favorire spunti di riflessione: “Quando non si trova riposo in se stessi, inutile cercarlo altrove”.

Categorie
Bellezza & Salute

Mal di schiena? 8 adulti su 10 ne soffrono. Consigli ed esercizi

Cattiva postura, sforzi muscolari, tensione e stress sono alcune delle cause di forti dolori alla schiena. Quando parliamo di schiena, però, dobbiamo esser più precisi perché in base ai nostri sintomi scegliamo la giusta cura.

mal di schiena donne uomini adultiPer i dolori cervicali che interessano il collo e molto spesso anche la testa con la cosiddetta emicrania, la prima cosa da correggere è la postura. Lo sport ci aiuta moltissimo sia per rilassare i muscoli tesi con esercizi di stretching, sia assumendo un atteggiamento dritto durante la pratica dell’attività stessa.

Il ballo, ad esempio, ci induce a tenere la schiena ben stesa per compiere allungamenti e volteggi sinuosi.

I dolori di lordosi sono quelli più fastidiosi ed anche quando si va a dormire si accusano forti fitte nella parte bassa della spina dorsale.

Di certo la vita sedentaria che facciamo non ci aiuta esercizi mal di schienaa migliorare la situazione, per non parlare poi di persone in sovrappeso che rischiano di modificare la curvatura della colonna vertebrale sovraccaricandola con il peso della pancia. Camminare, fare esercizi addominali e smettere di fumare (per permettere la guarigione più veloce di eventuali infiammazioni) sono regole importanti.

L’ipercifosi dorsale è in poche parole una gobba della parte centrale della schiena e, si accentua per errate posizioni assunte quando si sta seduti. Importante è l’ergonomia della sedia o della poltrona: la sedia dovrebbe esser alta da 42 a 55 cm mentre il tavolo tra i 70 e 80 cm; la poltrona deve avere possibilmente il poggiatesta e il poggiapiedi reclinabili.

Chi soffre di dolori vertebrali, la notte difficilmente dorme sereno e accumula stress che va ad unirsi al punto di maggior dolore. Un materasso di durezza intermedia con doghe resistenti è una delle soluzioni migliori per riposare bene. Unendo sport, arredamento ergonomico e un pò di attenzione alla postura quando si sta seduti, i problemi alla schiena dovrebbero diminuire. Nei casi gravi, farmaci, fisioterapia e osteopatia vi saranno consigliati dal medico.