close

Processo Parolisi: nel tardo pomeriggio la sentenza di secondo grado

Per Salvatore Parolisi è il giorno della verità. Mentre la famiglia Rea, padre, madre e fratello di Melania, è salita in Corte d’Assise e d’Appello a L’Aquila, Salvatore aspetta la decisione che arriverà alla fine della riunione in camera di consiglio e che lo assolverà o lo condannerà in secondo grado per quelle 35 coltellate inflitte alla moglie il 18 aprile del 2011 in un bosco nei pressi di Teramo.

Il collegio presieduto dal presidente Luigi Catelli dovrà decidere se confermare o meno la condanna all’ergastolo per l’imputato. Nel primo caso si asseconderebbero le richieste di Romolo Como, procuratore generale; nel secondo caso invece si darebbe il via ad una nuova serie di indagini per cercare altri indizi o prove che possano fare chiarezza sull’omicidio.

La difesa di Parolisi ha però ben chiara davanti a sé la sua strada, così come ha spiegato l’avvocato Nicodemo Gentile: “Questo non è un processo da ergastolo qualora il collegio d’appello decidesse di confermare la colpevolezza di Salvatore, l’ergastolo sarebbe comunque una pena smisurata, che non terrebbe conto degli orientamenti di altri giudizi. Ci aspettiamo la concessione delle attenuanti e magari anche la cancellazione della crudeltà e quindi la pena sarebbe più umana”.

A quanto si legge tra le righe di Gentile, sembra che Salvatore Parolisiper la difesa dell’ex caporalmaggiore, una condanna a 30 anni potrebbe essere un vero trionfo, mentre, com’è comprensibile, i familiari di Melania la pensano molto diversamente. Michele, fratello della vittima, ha spiegato che la conferma dell’ergastolo può non solo dare giustizia a Melania, ma anche essere un forte segnale contro il fenomeno terribile che è il femminicidio.

Nel tardo pomeriggio si avrà probabilmente una risposta che non mancherà di creare polemiche. Le tv sono sintonizzate e i talk show, così tipici del nostro paese e già pronti a sparare sentenze, hanno già tra le mani la loro, di sentenza. Quello che si ci può augurare è semplicemente che la giustizia faccia il suo corso, e anche se può sembrare una magra consolazione, in una situazione socio-politica così precaria, è pur sempre un segnale importante.

Tag:, , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page