close

Mamma di Elisa Claps si appella a Papa Francesco: mi aiuti a scoprire la verità

E’ iniziato ieri il processo d’appello a carico di Danilo Restivo, l’uomo accusato di aver ucciso diciannove anni fa Elisa Claps e condannato a 30 anni di reclusione. Per la prima volta Restivo è comparso davanti alla giustizia in un Tribunale italiano, precisamente a Salerno, ma soprattutto è comparso davanti a Filomena Iemma, la mamma di Elisa, che non ha smesso di fissarlo nemmeno un attimo per tutto il tempo trascorso in aula.

La donna sembra non aspettasse altro: guardare negli occhi l’assassino di sua figlia e ci ha provato, nonostante Restivo non abbia mai alzato il suo sguardo. Filomena, una volta entrata in aula ha deciso di sedersi proprio accanto al “serpente” che gli ha portato via Elisa, mettendogli in bella mostra, sul banco la foto della ragazza, che lui avrebbe guardato una sola volta di sfuggita con la coda dell’occhio.

Elisa Claps Danilo RestivoLa Signora Iemma chiede ora giustizia, chiede che quel “mostro” marcisca in galera e chiede anche di parlare a quattr’occhi con lui; “lo voglio incontrare. Io sono un moscerino, lui un gigante, non avrà paura di me, né io di lui. Se mi danno la possibilità chiederò di incontrarlo, in una stanza, solo io e lui. Quello che ci diremo resterà tra me e lui”, queste le parole della donna.

Filomena, però, fa anche un’altra richiesta, rivolgendo un appello al nuovo Pontefice, Papa Francesco, al quale dice, in riferimento al fatto che il corpo di Elisa è stato ritrovato nel sottotetto dell Chiesa della Santissima Trinità di Potenza:

“Santità, non abbiate paura di aiutarmi a comprendere ciò che è accaduto a mia figlia nella chiesa della Trinità di Potenza. Mi appello alla sua sensibilità di Padre e Le chiedo di adoperarsi per allontanare ogni ombra dalla Chiesa e fare finalmente luce in questa soffitta di silenzi. Sua santità, non abbiate paura di aprire le porte della verità su questo triste caso”.

 

 

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi