Categorie
Costume & Società Curiosità

Sesso: la durata media è sette minuti

Qual è la durata media di un rapporto sessuale? Una ricerca pubblicata sulla rivista European Urology, effettuata su un campione di 10.000 persone, rivela che la durata normale dell’atto sessuale è di 6,7 minuti.
E anzi, c’è di più. Secondo Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di urologia,  prolungare il rapporto attraverso metodi come il coito interrotto e poi ripreso, può provocare danni alla salute.

adolescenti sesso amore veritàIl sesso prolungato, infatti, rischia di causare l’ipertensione della prostata ed infiammazioni di vario tipo. Attenzione, dunque, a voler dilatare a tutti i costi i tempi del rapporto sessuale per soddisfare il proprio partner, perché esistono delle cointroindicazioni di carattere medico.
Il risultato di questa ricerca, che individua in sette minuti la durata normale del sesso, dovrebbe rassicurare gran parte dei 4 milioni di uomini che soffrono di eiaculazione precoce e dissuaderli dalla ricerca disperata di rimedi per “migliorare” la propria prestazione sessuale.
Uno di questi “escamotage”, alcune volte, è l’assunzione di sostanze stupefacenti e di alcool. Sempre secondo Mirone, l’utilizzo di queste sostanze non aumenta affatto la qualità e la durata della prestazione, ma servono solo ad aumentare l’eccitazione maschile senza portare alcun effetto beneficio alla vita sessuale di coppia.

Categorie
Costume & Società Curiosità

Stati Uniti: anche i transessuali potranno arruolarsi

Dopo l’apertura alle coppie dello stesso sesso, gli Stati Uniti sono pronti ad effettuare un’altra storica scelta.
Secondo l’agenzia di stampa Associated Press, questa settimana dovrebbe arrivare l’annuncio dell’annullamento del divieto di arruolarsi nelle Forze Armate per i transessuali.

donne soldato usa esercitoLa decisione del Pentagono è rivolta principalmente a mantenere nell’esercito i transessuali che già sono presenti all’interno delle Forze Armate. Dopo l’apertura ufficiale ai gay, effettuata nel 2011, sarebbero stati circa 15 mila i transessuali ad arruolarsi.
Qualora dovesse rimanere in vigore la legge che vieta ai trans di entrare nell’esercito, un importante numero di persone sarebbe costretto ad abbandonare le Forze Armate.
L’abolizione di questo divieto dovrebbe diventare ufficiale questa settimana, ma ci vorranno circa 6 mesi per entrare in vigore. Si tratta comunque di un’apertura importante da parte del principale stato occidentale e che arriva solo qualche settimana dopo la sentenza della Corte Suprema che ha legalizzato i matrimoni tra coppie dello stesso sesso.
Se anche un’istituzione molto chiusa come l’esercito dovesse aprirsi definitivamente alla libertà sessuale, saremmo di fronte ad uno step decisivo per i diritti gay.
E pensare che ci sono ancora paesi come l’Italia che negano qualsiasi tipo di diritto civile alle coppie dello stesso sesso!

Categorie
Costume & Società Curiosità

Quali sono i paesi che bevono di più?

Tante volte vi sarete chiesti in quale paese al mondo è più alto il consumo di alcolici. La vostra risposta si sarà orientata verso gli stati dell’ex Unione Sovietica.
In questo caso vi possiamo dire che avrete fatto centro.

 

Secondo la classifica stilata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il paese che beve di più è la Moldavia, grazie ad un alto consumo di vino, birra e vodka.
bere alcolici triplica rischio malattie epaticheCompletano il podio la Repubbica Ceca e l’Ungheria. In questi paesi, oltre ad esserci una tradizione importante nella produzione di vodka e birra, un fattore determinante è costituito dal clima rigido.
L’alcool diventa il più delle volte un ristoro per combattere il freddo (quasi) polare.
La classifica è stata stilata in base al litri di alcool puro pro capite consumati in un anno. Completano la top ten Russia, Ucraina, Estonia, Andorra, Romania, Slovenia e Bielorussia.
La peculiarità di questa graduatoria è che nei primi 25 posti, 24 sono occupati da paesi europei con la sola eccezione della Corea del Sud (13°). L’Italia si trova poco più indietro, per la precisione occupa la 37° posizione con un consumo di 10,68 litri di alcool pro capite in un anno.

Categorie
Costume & Società Curiosità

Il video di Bruiser, l’orso che fa il bagno in piscina!

Bruiser Bear è diventata una vera e propria star del web. Stiamo parlando di un orso della Florida reso famoso da un video che lo immortala mentre si tuffa in piscina.

 

Non è una cosa da tutti i giorni vedere un orso salire sul trampolino di una piscina e gettarsi in acqua. Un bagno tranquillo in una piscina della Florida al Single Vision Wildlife Sanctuary , che è diventato uno dei video più cliccati in rete.
bruiser bearSono oltre 1 milione e 800 mila le visualizzazioni raggiunte su YouTube dopo solo dieci giorni dalla pubblicazione online.
Stupisce, soprattutto, l’estrema naturalezza con la quale l’orso si tuffa all’interno della piscina per ben due volte e si fa riprendere senza creare alcun problema all’operatore.
Bruiser decide così di combattere il caldo come fanno molti essere umani, cercando ristoro nelle acque fresche di una piscina.
L’orso è ospitato nelle strutture della Single Vision, un’associazione americana che si occupa della protezione degli animali e della preservazione dei loro habitat naturali.
Ecco il video del simpatico bagno in piscina di Bruiser.

Categorie
Curiosità

Vacanze estive in montagna? E’ il Trentino a vincere

La montagna è la meta di vacanza che va bene per tutte le stagioni. Chi ama sciare e godersi i paesaggi imbiancati dalla neve se la gode d’inverno mentre coloro che cercano refrigerio durante l’estate la scelgono come destinazione per i mesi più caldi. In ogni caso la vacanza in montagna ha tutto per offrire quei benefici di relax e divertimento ricercati da chi si appresta a trascorrere un periodo di ferie. In vista dell’estate che sta per arrivare in tanti sono alle prese con l’organizzazione delle vacanze estive e chi sta pensando alla montagna non può prescindere dal Trentino, territorio pieno di fascino, natura e tradizione caratterizzato dalle splendide vallate che si estendono all’ombra delle vette dolomitiche.

Trentino_Hotel_SalvatoriI paesaggi del Trentino durante l’estate si colorano di sfumature uniche in grado di regalare visioni da cartolina. In Val di Sole la vacanza estiva è un vero e proprio susseguirsi di piacevoli sensazioni. Per passare momenti di totale relax questo pezzo di Trentino offre tante attività per stare in mezzo alla natura, tra passeggiate ed escursioni che ti portano alla scoperta di numerose attrazioni naturali come i Laghetti di Mezzana, la Cascate della Val di Rabbi, il Parco Nazionale dello Stelvio, il Passo del Tonale e tante altre bellezze offerte da madre natura. Anche chi vuole avventurarsi in attività fisicamente più impegnative troverà in Val di Sole pane per i suoi denti con i tanti percorsi di trekking e nordic walking. E poi c’è il fiume Noce a dare la possibilità di far il pieno d’adrenalina con alcuni sport a forti emozioni come il rafting, la canoa, il kayak e l’hydrospeed.

Mentre i più “tradizionalisti” potranno praticare sport più comuni come basket, tennis, minigolf e altri ancora negli attrezzati centri sportivi presenti in zona. Ma vacanza vuol dire anche relax e quindi la scelta della struttura alberghiera dove soggiornare deve essere oculata. In Val di Sole non mancano gli hotel a Marilleva (vai al sito) che coccolano il turista e lo fanno sentire come a casa. A farti vivere appieno le tue vacanze estive in Trentino 2014 ci pensa l’Hotel Salvadori, collocato in piena Val di Sole e capace di offrirti tutto quello che ti serve per trascorrere una vacanza rilassante, divertente e rigenerante. Tutto questo grazie anche ai numerosi servizi presenti come le strutture wellness, il centro benessere o il ristorante e la cantina per regalarti gli odori e i sapori della tradizione enogastronomica trentina.

Categorie
Curiosità

Palermo: incredibile tradimento tra fratelli e sorelle

Una storia che è dell’incredibile quella svoltasi ieri a Palermo, dove una giovane con l’amante cercando un po’ di intimità ha trovato invece il marito (fratello dell’amante) con la sua  amante (sorella della moglie), in una sorta di gioco delle coppie (scoppiate).

Non comprendiamo perché sia scoppiato il litigio, visto che entrambe le coppie tradivano, e soprattutto perché da quanto emerge semplicemente i matrimoni erano stati “sbagliati”, ma quello che è accaduto nell’Addaura zona marina di Palermo ha davvero del tragicomico. Lei che cerca intimità col fratello del marito e il marito che già ha trovato la stessa intimità con la sorella della moglie, insomma altro che triangolo un bel quadrilatero del tradimento. E dopo l’incontro la “fase” più ridicola con piatti che volano, lacrime e le donne che si picchiano, mentre i mariti (rispettivi) litigano animosamente.

Tanto da dover chiamare la Polizia per sedare la rissa… Ma davanti ad una situazione del genere non sarebbe stato meglio semplicemente fare uno scambio di coppia?

Categorie
Curiosità

Se le mamme sono attive lo saranno anche i figli

I bambini, soprattutto in età prescolare, sono intensamente influenzati dalle abitudini materne.mamma-al-telefono-in-cucina-con-bambino-in-braccio

È quanto viene divulgato da uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics ad opera dell’autrice Esther Van Sluijs, dell’Università di Cambridge.

Si sostiene che le abitudini delle mamme influiscano notevolmente su quelle dei figli.

“Più una mamma è attiva, più attivo sarà il proprio bambino”.

I ricercatori, in fase di sperimentazione, hanno coinvolto più di 500 madri con i rispettivi figli, sottoponendoli attraverso un monitor connesso ad un accelerometro e cardiofrequenzimetro, ad un’osservazione minuziosa dei propri battiti cardiaci e dei ritmi del loro movimento, registrando così i loro livelli di attività fisica per una settimana. I dati ottenuti, sia dalle mamme che dai bambini, sono stati messi a confronto e da questi dati sperimentali è risultato, appunto, che i modelli di attività (quindi l’essere attivi o meno) delle mamme e dei bambini sono strettamente correlati.

L’esperta Esther Van Sluijs sostiene, infine, che non esistono “bimbi naturalmente attivi”, in quanto sono le attività dei genitori ad influenzare gli atteggiamenti dei figli.

In sostanza, secondo questo studio,  l’essere attivi non è una qualità congenita ma, al contrario, deve essere stimolata dai genitori sin dai primi anni di vita dei bambini.

Categorie
Curiosità

98 figli da 98 donne diverse

Ed Houden (anni 45) originario di Maastricht (Olanda), ha 98 figli tutti avuti da donne diverse. L’olandese, difatti,  è un donatore di seme e vanta appunto il record di 98 donazioni da cui sono nati 98 bambini.

Ed Houden è un uomo assolutamente generoso, ha donato il suo seme a coppie omosessuali, donne single, e soprattutto normali coppie con difficoltà ad avere bambini.

Inizialmente le sue donazioni avvenivano con il metodo della provetta alla banca del seme, senza alcun contatto con le donne.

Successivamente, Ed Houden, che si definisce un “donatore caritatevole”, ha deciso di continuare a donare il suo seme ma a patto che la donazione avvenisse in maniera del tutto naturale, ovvero con veri rapporti sessuali con le donne.

Sembra strano ma pare che sia proprio così. Ed alcune mamme si sono dette contente di poter far conoscere il padre biologico ai propri figli.

Eppure, contrariamente a quanto ci si possa aspettare, sembrerebbe che Ed Houden abbia avuto il primo rapporto sessuale a 34 anni.

Nonostante il piacere che prova a donare il seme, Ed non ha nascosto di avere il desiderio di avere dei figli tutti suoi.

Categorie
Curiosità

Mangiarsi le unghie può provocare la morte

E’ accaduto a Londra ad un giocatore inglese di football amatoriale, John Gardener  (40 anni), deceduto per un attacco di cuore dopo essersi mangiato le unghie.images

Il malcapitato John, come altre milioni di persone al mondo, aveva il vizio di mangiarsi le unghie fino a farle sanguinare, senza avvertire alcun dolore essendo ormai abituato a tale gesto. Purtroppo per lui, i taglietti sulle mani provocati da tale brutta abitudine, hanno causato una setticemia, malattia del sangue, che non gli ha lasciato scampo.

Difatti, alla setticemia è seguito l’infarto e nonostante l’immediato trasporto in ospedale,  è morto due settimane dopo.

I parenti, ancora sotto choc, hanno riferito che ultimamente il vizio era aumentato notevolmente a causa di depressione e ansia.

Bisogna essere consapevoli che anche un gesto apparentemente innocuo come quello di “mangiucchiarsi” le unghie può essere pericoloso.

I piccoli taglietti provocati sulle mani, se non prontamente disinfettati, possono portare a gravi conseguenze che magari non si verificano subito ma che  con il trascorrere del tempo possono insorgere fino a provocare seri pericoli.

 

Categorie
Curiosità

Il “caffè” e le dieci cose da sapere

La bevanda più diffusa al mondo è senza dubbio il caffè, naturalmente dopo l’acqua. Esso rappresenta una “droga”, non solo perché se ne consuma una quantità abnorme ma anche perché il principio attivo che caratterizza questa famosa bevanda (cioè la caffeina), è presente in tutti i prodotti di interesse erboristico, farmaceutico, dietetico e cosmetico.                                                           images

Per tutti questi motivi e altri ancora, questa bevanda è molto “sfruttata” in diversi ambiti. Diversi dati rivelano che ci sono dieci cosa da sapere sul caffè.

1) Innanzitutto, nei paesi più freddi se ne consuma di più, infatti la Finlandia è tra i primi posti  con ben 12 kg pro-capite, mentre in Portorico se ne consuma molto di meno (solo 400 g.). Noi italiani invece siamo al dodicesimo posto, con 5.9 kg di caffè pro-capite.

2) Se bevuto in quantità abnormi, tipo 80 e 100 caffè circa in 4 ore, può provocare la morte.

3) Oltre  la caffeina contiene altri 1000 composti chimici in continua scoperta. Quindi può essere pericoloso.

4) Studi medici condotti nel 2008 dall’Università di Lund (Svezia) hanno affermato che la caffeina  può essere “un’ottima medicina” per ridurre i rischi di cancro al seno. Lo sostiene anche la Hardvard School: il caffè riduce anche i rischi di tumori alla prostata nell’uomo.

5) Il nome “caffè” nacque intorno all’anno 1000, allorquando alcuni commercianti arabi portarono in Africa dei chicchi di caffè da cui traevano una bevanda eccitante che chiamavano “qahwa”, appunto “eccitante”. Da qui la parola turca “kahve”,  in italiano “caffè”.

6) Viene utilizzato anche per i clisteri, nelle terapie mediche alternative.

7) E’ la bevanda che piace agli artisti. Al compositore Johann Sebastian Bach piaceva così tanto da dedicargli addirittura una cantata “Kaffeekantate”.

8) Ne bevono molto anche gli sportivi: secondo una ricerca condotta dall’Università del Queensland, 14 ciclisti, dopo aver assunto caffè un’ora prima della corsa, guadagnarono il 2 % in termini di velocità.

9) A Napoli viene usata la “robusta” che è la miscela che contiene il doppio della caffeina, mentre “l’arabica”, l’altro tipo di miscela,  è più leggera.

10) Infine,  quasi tutti i tipi di  caffè decaffeinato sono prodotti artificialmente. Solo la “Coffea charrieriana”, originaria del Camerun, è un prodotto naturale.