Unione Europea: il prossimo anno per l’Italia sarà ancora nero

Disoccupazione al 12,4% l’anno prossimo e stime peggiori sul deficit, questo quanto prevede la Commissione Europea per il nostro Paese. Un panorama non certo roseo che fa il paio con i dati ISTAT su PIL e ripresa economica.

Commissione_EuropeaLa ripresa occupazionale arriverà solo nel 2015 e per il prossimo anno in Italia vivremo gli stessi problemi di quest’anno, con una sostanziale stagnazione economica, anche se il PIL potrebbe “voltare” in senso positivo, di qualche decimo di punto. Il vero problema resta la disoccupazione, che continuerà a crescere secondo le stime di Bruxelles, con un picco del 12,4% sul totale della popolazione attiva e dati allarmanti tra i giovani al di sotto dei 35 anni.

Ma i dati per l’intera Eurozona non sono certo più incoraggianti: disoccupazione all’11,8% per il prossimo anno e ripresa vera del PIL solo nel 2015, a causa della congiuntura generale e del rallentamento dei mercati emergenti, per non parlare della moneta troppo forte che “limita” le esportazioni.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi