Terremoto: continuano le scosse tra Alessandria e Pavia nell’Appenino Ligure

Dopo le tre scosse di giovedì, tutte attorno a 3 gradi Richter di magnitudo, nella notte tra ieri ed oggi altre due scosse una di 3.7 e l’altra di 3.3 gradi Richter, hanno interessato molti comuni della provincia di Alessandria e di Pavia sull’Appennino Ligure.

Terremoto_Appennino_LigureLe scosse sono state percepite in decine di comuni e lo sciame sismico, visto che da tre giorni si susseguono scosse superiori ai 3 gradi della scala Richter, dunque, chiaramente percepibili dai cittadini. E l’epicentro di tutte le scosse è sull’Appenino Ligure proprio sul confine delle province di Alessandria e Pavia, anche se a vedere le segnalazioni sembra che sia la provincia piemontese quella in cui le scosse sono state percepite maggiormente. Intanto questa mattina scuole chiuse in molti comuni come precauzione, a dimostrazione della preoccupazione che questi fenomeni destano.

Una situazione da tenere sotto controllo per l’INGV, dopo i casi dell’appennino romagnolo e quello del Pollino tra Calabria e Basilicata, dove dopo una grande serie di scosse attorno ai 3-4 gradi Richter è poi arrivata una scossa superiore ai 5 gradi, che speriamo stavolta non arrivi e risparmi il territorio dall’ennesima catastrofe naturale.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi