Salerno: Salernitana-Nocerina il derby della vergogna (video)

Un’altra giornata di vergogna per il calcio italiano quella odierna, dopo quanto successo a Salerno nel derby Salernitana-Nocerina tutto il mondo del calcio dovrebbe indignarsi e protestare in maniera eclatante: una squadra ostaggio degli ultras che smette di giocare dopo 20 minuti, nemmeno nel terzo mondo si è visto tanto.

Nocerina_FarsaQuanto accaduto quest’oggi allo stadio Arechi di Salerno ha davvero dell’incredibili e getta una luce triste su tutto il mondo dello sport italiano. La Nocerina, ai cui tifosi il Prefetto di Salerno ha vietato l’accesso allo stadio, viene raggiunta da un manipolo di ultras nel ritiro di Mercato San Severino e viene intimato ai giocatori di non giocare il derby, perché i tifosi non possono esserci. La società e i giocatori anziché denunciare, rinunciano alla propria dignità e fanno prima ritardare l’inizio della partita non dando all’arbitro le distinte delle formazione; poi su pressione del Prefetto scendono in campo ma ad 1.30 dall’inizio l’allenatore fa tre cambi e nei 20 minuti successivi ben 5 giocatori della Nocerina si fanno male inspiegabilmente…

L’arbitro mancando il numero minimo di giocatori in campo per la Nocerina sospende la partita,  con le proteste del pubblico per l’indecoroso spettacolo offerto. La Salernitana avrà la partita vinta per 3-0, mentre la Nocerina oltre alla sconfitta rischia di dover rispondere per illecito sportivo. Noi ci auguriamo che tutto il mondo dello sport e della politica per una volta in questo Paese prenda le dovute contromisure, per non dover più rivedere simili atti in una domenica normale, in un campo di calcio in cui dovrebbero vincere lo sport, il rispetto e la dignità.

Ecco le immagini di quanto successo prima e durante il derby Salernitana-Nocerina:

httpv://youtu.be/GXdq9cgebqc

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi