Categorie
Gossip

Brad Pitt e l’igiene: una relazione molto particolare

Brad Pitt papà puzzone? Pare proprio che gli innumerevoli pargoli del bel Brad abbiano preso a chiamare in questo modo il loro affascinante papà a causa del cattivo odore che in questi giorni sembra emanare l’attore. Diversi anni fa si era già parlato di una concezione molto personale che Brad ha dell’igiene e dei profumi, tuttavia nessun commento in merito era stato poi reiterato.

Tuttavia adesso sembra che le lamentele arrivino dalla stessa Angelina Jolie, che ha definito Brad puzzolente come un “cane da pastore”. Ma l’idea personale di Brad sulla pulizia non viene dal nulla. L’attore ha molto a cuore la salute del pianeta e pare abbia fatto voto di rinunciare ad utilizzare il sapone, lavandosi, in alternativa, con un intruglio fatto in casa fatto di limoni, acqua e aceto di sidro di mele.

I risultati del prodotto self made sicuramente detergeranno la pelle di Pitt, ma pare che il suo odore non ne tragga giovamento. Una fonte vicina alla coppia dice infatti che il vero problema sta diventando la convivenza in famiglia: i bambini chiama Brad stinky daddy (papà puzzone appunto) e Angelina pare gli abbia chiesto Brad Pitt stop scene di sesso con altre donne angelina joliedi usare “il sapone giusto” non solo quando passano del tempo insieme, ma anche quando sono separati ed entrambi in giro per lavoro.

L’idea di Brad Pitt che puzza, oltre a sembrare a noi comuni mortali a dir poco assurda, potrebbe da una parte farci consolare per quegli uomini, tante volte ordinari, che ci ritroviamo accanto. Non saranno belli ricchi e famosi con Brad, ma almeno non hanno il suo stesso odore.

 

Categorie
Bellezza & Salute

L’eccessiva igiene potrebbe essere la causa del diffuso morbo di Alzheimer?

Secondo gli esperti, l’eccessiva igiene personale e dell’ambiente, che ci circonda, può essere uno dei fattori, che contribuisce all’aumento dei casi, affetti dal morbo di Alzheimer. Gli scienziati hanno collegato “la teoria dell’igiene”- l’idea che la mancanza di esposizione ai germi, virus e parassiti danneggia il sistema immunitario – e la diffusione dell’Alzheimer, nelle nazioni più ricche.

I dati dimostrano che i Paesi, in cui il rischio d’infezione è, relativamente, più basso, mostrano più casi di persone affette dal morbo. Allo stesso modo, una migliore igiene ed espansione delle città vanno di pari passo alla maggiore incidenza della malattia, la forma più comune di demenza.

Gli scienziati dell’università di Cambridge hanno esaminato il legame tra igiene e la diffusione dell’Alzheimer, in 192 Paesi ricchi e poveri. Secondo i ricercatori, gli ambienti puliti arrestano il corretto sviluppo e funzionamento del sistema immunitario ed espongono il cervello all’infiammazione, associata al morbo.

La dottoressa Molly Fox, autrice principale dello studio, ha dichiarato: “la teoria dell’igiene, ossia la relazione tra gli ambienti più puliti e un rischio più elevato di contrarre alcune allergie e malattie autoimmuni, è ormai consolidata. Noi crediamo che anche l’Alzheimer sia da aggiungere a questa lista di malattie”.

Lo studio ha scoperto che i Paesi più industrializzati e con eco bio cosmesi salute benessere viso corpo donnaottimi servizi igienici hanno mostrato tassi più elevati di Alzheimer. Precedenti ricerche hanno dimostrato acnhe che l’Alzheimer colpisce un minor numero di persone in America Latina, Cina e India, che in Europa. I risultati dello studio sono stati pubblicati dalla rivista Evolution, Medicine and Public Health.

 

 

Categorie
Bellezza & Salute

Bagni pubblici: asciugatori elettrici nemici dell’igiene

Capita spesso di usare un bagno pubblico, quando si passa un’intera giornata in un centro commerciale o quando si aspetta l’orario del proprio volo in aeroporto. Secondo alcuni scienziati, dopo aver lavato accuratamente le mani, è preferibile asciugarle con i tovaglioli di carta, gli asciugatori elettrici sono da evitare.

Sembra che i tovaglioli di carta non solo asciugano le mani più velocemente degli asciugatori elettrici, ma sono anche più igienici.
Mentre l’importanza di lavarsi le mani è ovvia, i benefici dell’acqua e sapone possono essere annullati, se le mani non vengono asciugate bene, dicono gli esperti.

asciugamani elettricoLo scienziato biomedicale Cunrui Huang ha spiegato che le mani bagnate hanno più possibilità nel contrarre germi, rispetto a  quelle asciutte. La sua revisione di 12 studi ha rilevato che, nel complesso, gli asciugamani di carta sono migliori. Uno studio ha scoperto che con gli asciugamani, si deumidificano le mani in 15 secondi, mentre  l’asciugatore elettrico richiede almeno 45 secondi – e capita che molte persone impieghino di meno, per la fretta e poca pazienza di aspettare.

Gli asciugamani di carta sono anche utili perché il movimento dello sfregamento può rimuovere fisicamente i germi. Al contrario, gli asciugatori elettrici possono “sventolare” i germi sul corpo – una preoccupazione nei bagni pubblici, in cui la pulizia regolare delle cisterne disperde i germi nell’aria.

Su Mayo Clinic Proceedings journal , il dottor Huang, della Queensland University of Technology in Australia, ha dichiarato: “ C’è il rischio che le persone in piedi, di fronte agli asciugatori, acquisiscano i batteri dispersi dalla corrente d’aria verso di loro”.
Il messaggio deve essere quello di lavare e asciugare accuratamente le mani, usare fazzoletti di carta ed evitare gli asciugatori elettrici.

Categorie
Bellezza & Salute

Cura delle mani? La manicure può trasmettere l’epatite C. Attenzione!

Chi di noi, ogni tanto, non ama viziarsi un po? Magari ci mettiamo sedute su una comoda poltroncina, mentre ci facciamo una bella manicure… ahhh… relax!

Rilassate, con la mente libera da ogni pensiero, non  penseremmo mai di poter correre il rischio di prendere un’infezione, o peggio, l’epatite C! Eppure, è possibile!

Molte di voi si staranno ponendo la stessa domanda: ma l’epatite C, non viene trasmessa tramite la condivisione di aghi o siringhe, o anche attraverso il body piercing o i tatuaggi, eseguiti in ambienti non igienicamente protetti?

Sì è vero, e anche se non si penserebbe, la manicure rientra fra i mezzi di trasmissione di diverse infezioni, tra cui l’epatite C, appunto.

Ovviamente, la prima cosa a cui bisogna fare attenzione è l’igiene del centro in cui ci rechiamo per il trattamento. Molto dipende anche dai prodotti utilizzati dalle estetiste. Alcune volte, infatti, vengono utilizzati prodotti scadenti, per non far spendere troppo ai clienti.

Questi prodotti, però, possono portare alla formazione di funghi o di altre infezioni.

Quindi, è sempre meglio spendere qualche euro in più ed essere sicuri manicureche i prodotti utilizzati siano di buona qualità. La cura dei funghi (specialmente alle unghie) può rivelarsi lunga ed estremamente fastidiosa, oltre che essere esteticamente orrenda!

Badate bene, quindi, che la vostra estetista abbia il massimo rispetto delle norme igieniche. La via più sicura per evitare la trasmissione del virus, sarebbe utilizzare strumenti usa e getta; oppure fare molta attenzione e sterilizzare continuamente gli strumenti da manicure.

E’ sempre bello avere le mani ben curate, ma è altrettanto importante stare attente alla propria salute.