Categorie
Casa

L’albero di Natale quest’anno diventa commestibile!

Tra poco più di dieci giorni sarà Natale, a partire dall’8 dicembre più della metà degli italiani ha già messo su decorazioni, lucine colorate, festoni, alberi e presepi festosi per dare un tocco natalizio e festoso alle proprie case.

C’è chi ha saccheggiato i negozi di addobbi e accessori per casa a tema natalizio (si sprecano le tovaglie rosse, i segnaposto a forma di stelle et similia), chi invece assoggettato dalla crisi ha deciso di rispolverare le vecchie decorazioni e le vecchie palline e ha messo su un Albero di Natale con i fiocchi, anche se vecchi di un anno.

Quello a cui però troppo spesso non si pensa, è che qualche piccola decorazione può venire fuori anche usando un po’ di fantasia, pochi spiccioli e qualche ora delle nostre giornate. Ad esempio, con pochi euro si può mettere in piedi un bellissimo “albero commestibile”, senza la necessità di comprare decorazioni costose, premunendosi soltanto di pazienza.

Prima di tutto le palline, in che modo decorazioni albero natale biscotti ciambellesi possono sostituire? Nulla di più semplice, bastano biscotti a forma di ciambella, comprati oppure fatti in casa, magari con qualche ricetta speziata tipica del natale! E i capelli d’angelo? Che ne pensate di piccoli ricci di buccia di arancia caramellata? Un espediente semplice, colorato e riciclabile, dal momento che una volta passata l’Epifania si può consumare il tutto nella maniera più tradizionale, per via orale.

Ma manca ancora il tocco finale, i festoni di popcorn! Mai visti? Semplicissimi da fare si realizzano semplicemente con ago, filo e tanti popcorn infilati a mo di bottoni uno dietro l’altro. Ovviamente è importante, per dare un bell’aspetto all’albero, decorarlo anche con tante lucine, che, ahimè, non possono essere commestibili…

Attenzione però ai golosi, potrebbero spogliarvi l’abete prima del tempo!

Categorie
Casa

Crea e decora in casa: un lavoro, una moda, una mania!

Se sfoglio tra i miei profili facebook, scopro che conosco almeno cinque decoratrici di torte, altrettante creatrici di orecchini e tantissime “amiche” che vendono cosmetici. Creare e vendere in casa è ormai una mania! Una moda davvero singolare che sta prendendo piede sempre più anche a causa dell’aumento della disoccupazione giovanile. Un ottimo lavoro e fino a qualche anno fa anche un’idea originale adeguata un pò a tutti quelli che hanno pazienza e tanto tempo libero! Sono solitamente le donne a cimentarsi in queste creazioni di bigiotteria o decorazioni di torte e pasticcini, ma ultimamente ho anche un amico che fa le collane ed è ancor più bravo di tutte le altre ragazze…Da cosa scaturisce tutta questa passione per l’hand-made?

Da un punto di vista psicologico potrebbe trattarsi di voglia di guadagno, voglia di rimettersi in gioco e soprattutto mostrar a se stessi che quando si ha volontà si può far tutto. Ma in fin dei conti c’è chi è più portato e chi meno e non tutti riescono a metter qualche soldino in tasca. Colpa di un’errata pubblicità? In parte sì! Ogni giorno vengo tartassata di post con fotografie di prodotti fatti in casa, ma nessuno pensa che in questo mondo così digitale, ancora le persone han bisogno di sentire gli odori, toccare gli oggetti, veder i colori alla luce del sole e non dallo schermo di casa. Insomma io non comprerei mai una torta da queste signore su internet a meno che non l’abbia già assaggiata una persona di cui mi fido. Internet aiuta con il passaparola, ma non sempre ti fa vendere. Il prodotto fatto in casa dovrebbe anche presupporre un incontro in casa: perchè non organizzare uno show cooking, una riunione in casa per farsi conoscere? Proporre i prodotti implica anche trasmettere al cliente un’idea positiva della persona che li vende.

E allora qualcuno potrebbe chiedermi: andresti a casa di una persona che non conosci? Io risponderei: anche quando entro in un negozio sono a casa di un estraneo, se proprio non mi fido, porto un’amica!

Categorie
Casa

Casa natalizia: decorazioni low cost e alberi di Natale originali

Decorare la casa per il Natale può diventare un vero e proprio passatempo, per alcuni è una tradizione, per altri un modo per rendere più accogliente la casa, che sia un piccolo appartamento o una grande villa. Talvolta le decorazioni più belle nascono dall’accostamento di oggetti che abbiamo in casa, o che si comprano a poco prezzo. Tutto quello che dobbiamo fare è rimboccarci le maniche e guardarci intorno: cesti di vimini, carta da pacchi e nastri, perfino la frutta, l’agrifoglio e il vischio!

Casa natalizia: decorazioni low cost Un bell’esempio può essere quello del centrotavola natalizio: un qualsiasi fioraio può fornirvi la spugna, basta poi inserirci degli agrifogli e delle candele rosse e posizionare la composizione in un cestino. Ecco servita una decorazione simpatica e sicuramente originale. Importante elemento decorativo della casa è il lampadario. Di solito quasi nessuno ci pensa, ma per le decorazioni ‘aeree’ basta appendere al lampadario una o più palline dell’albero, ovviamente secondo uno schema o un disegno, aggiungendo a piacere nastri rossi, oro, argento o blu, a seconda dei toni delle altre decorazioni e assecondando il vostro gusto.

Ancora, per i più piccoli, può essere divertente utilizzare stancil o cartoncini adesivi da ritagliare a piacere per realizzare i classici natalizi (palline, candele, campanelle e stelline) e attaccare alle vetrate di casa … attenzione però a tirare tutto via dopo il 6 gennaio!

Anche le normali piante ornamentali di casa possono essere rese natalizie: basta applicare qualche coccarda colorata, o anche nastri da fioraio arricciati a dovere. Anche gli agrumi, mandarini e clementine in particolare, oppure i melograni possono costituire una buona base per centrotavola colorati ed originali, sempre magari accostati a dell’agrifoglio, oppure al vischio, per rubare qualche bacio natalizio! Ma anche nastri per realizzare fiocchi e coccarde, carte regalo per decorare i vasi delle piante in casa, semplici stelle di natale e soprattutto, allegria.

Per non parlare poi delle candele! In genere si usano per profumare gli ambienti, ma si possono anche realizzare in casa, artigianalmente e decorare con porporina e capelli d’angelo per ravvivare la mensola del camino, il piano di lavoro in cucina o anche l’ingresso. Basta avere tanta cera da fondere e dei pastelli a cera colorati, per dare alla vostra candela il colore che preferite, ma questo forse rientra negli esperimenti da non fare mai in casa, dal momento che non si sa quello che ne può uscire!

L’importante è non porre limiti all’immaginazione… perché anche un piccolo tocco di colore può rendere accogliente la casa per gli ospiti natalizi!

Categorie
Da DNA a donna

Natale e fantasia: rendi protagoniste le arance per decorazioni e golosi dessert

Non solo buone da mangiare sbucciate, non solo utili contro l’influenza ma anche protagoniste delle nostre decorazioni natalizie e di una prelibatezza che può trasformarsi in una sana ed originale idea-regalo. Sto parlando delle arance, il frutto invernale per eccellenza che, se “trattato” in maniera opportuna, può regalarci delle belle sorprese.

arance nataleLe arance sono un’ottima base per realizzare eleganti e profumati pomander con i chiodi di garofano. Come fare? È molto semplice e piuttosto divertente. Apportiamo dei tagli superficiali sulla buccia d’arancia disegnando il motivo che preferiamo (cerchi concentrici, striscioline verticali, ecc.); con un ago grosso foriamo la guida del disegno che abbiamo creato e inseriamo i chiodi di garofano nei buchi. Se vogliamo conservare questa decorazione anche dopo le feste, copriamo l’arancia completamente con i chiodi di garofano: in questo modo il frutto si essiccherà e continuerà a regalarci il suo profumo.

Ma dalle arance si possono ricavare anche originalissimi e odorosissimi festoni da appendere alla porta delle nostre case. Per realizzarli dobbiamo aver precedentemente fatto essiccare le arance, a fette o intere facendo dei tagli verticali sulla buccia. Dopodiché infiliamo le fette o le arance intere in uno spago alternandole a foglie, quelle di alloro o d’edera vanno benissimo.

Infine, la prelibatezza promessa: scorzette d’arancia candite.

Ci servono 6 arance, dello zucchero e l’olio di mandorle. Laviamo bene le arance, con un coltello togliamo solo la parte arancione della buccia e la tagliamo a striscioline larghe circa 1 cm. Immergiamo le scorzette in acqua fredda e lasciamole così per 2 o 3 giorni, avendo l’accortezza di cambiare l’acqua ogni tanto. Passato il tempo indicato, mettiamo in una pentola abbondante acqua, la portiamo ad ebollizione e ci mettiamo le scorzette che lasceremo sobbollire per 20 minuti.

Di seguito, le scoliamo, le facciamo intiepidire e le pesiamo. Le mettiamo poi in una pentola con una quantità di zucchero pari al loro peso. Aggiungendo un po’ d’acqua, cuociamo il tutto a fuoco moderato fino a quando lo zucchero non avrà ricoperto le scorzette. Ungiamo un piatto con l’olio di mandorla su cui disporre le scorzette per lasciarle asciugare. Infine, mettiamo il nostro capolavoro in un barattolo, alternando ogni strato di scorzette con un foglio di carta oleata o da forno per evitare che si attacchino tra loro.

Ultima sciccheria: decoriamo il vasetto con del nastro di raso o con della rafia colorata e usiamoli per infilarci un bigliettino su cui scrivere il nome della nostra golosità natalizia.

Qualche Natale fa, una mia grande amica mi ha regalato le scorzette di arancia candite e devo dire di aver apprezzato moltissimo. Il fatto poi che le avesse preparate lei ha reso il dono ancora più speciale. Copiatele l’idea: il successo è garantito!

Non mi resta che augurarvi buon lavoro nonché una particolare e del tutto “spontanea” aroma terapia.