Categorie
Musica & Spettacolo

Savages, rock al femminile a fine febbraio in Italia

Arriveranno in Italia a fine febbraio le Savages, rock londinese formatosi nel 2011 e intenzionato a restare sulla cresta dell’onda dopo il buon risultato del primo album pubblicato nel 2013

The band Savages, from left: Fay Milton, Jehnney Beth, Gemma Thompson, Ayse HassanJehnny Beth e compagne saranno in Italia tra il 24 e il 26 febbraio, per tre date imperdibili e purtroppo (per i fan del Sud Italia) concentrate al centro nord. Il 24 le quattro saranno a Milano, al Tunnel; il 25 sarà la volta di Roma, presso il Circolo, mentre il breve ciclo di concerti si chiuderà a Bologna al Locomotiv.

Nell’ottobre del 2011 queste quattro donzelle appassionate di musica si sono incontrate a Londra e hanno deciso di fermarsi lì. Benché infatti non siano tutte inglesi, il gruppo può definirsi pienamente britannico, sia per la scelta della base operativa, sia per stile musicale. La cantante del gruppo Jehnny Beth si chiama in realtà Camille Berthomier ed è francese, e aveva già fatto parte di un gruppo, John & Jehn. Quando però incontra Gemma Thompson, Ayse Hassan e Fay Milton nascono le Savages ed è l’inizio di un successo che farà il giro del mondo. Nel primo periodo della loro attività, le Savages hanno supportato i British Sea Power, e in quella occasione vennero notate dal manager John Best, collaboratore degli Sigur Ros. Dopo i primi brani e singoli doppi, le Savages esordiscono con il loro primo album nel 2013 Silence Yourself, pubblicato su etichetta Matador Records, che fa già capire l’antifona con una nomination ai Mercury Prize 2013. L’album si piazza al 19esimo posto della UK Albums Chart, mentre il gruppo espatria con l’esibizione al Coachella Music and Arts Festival, in California.

Adesso è invece arrivato il momento del tour europeo, che, come detto, toccherà anche l’Italia.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Michael Bublè in concerto al Forum di Assago

Lo hanno chiamato erede di Frank Sinatra, hanno paragonato il suo modo di fare “confident” a quello di Nat King Cole, Tony Bennett e Bing Crosby, e adesso la sua voce da baritono invade il Mediolanum Forum di Assago per due tappe imperdibili del suo ciclo di concerti europei

themusik_michael_buble_it_a_beautiful_day_daddy_papaDue date italiane, ieri e oggi. Lui è Michael Bublè, voce, viso e movenze da super star. I costi dei biglietti, dai 50 euro in su, sono effettivamente da grandi occasioni, ma per Michael questo ed altro dal momento che le sue performance dal vivo sono preziose come un regalo.

Reduce dal successo di To Be Loved, Michael si è affermato nel corso degli anni come performer piuttosto che come autore, anche se in diverse occasioni ha dimostrato talento anche in quest’altro campo: nel 2005 esce It’s Time in cui si distingue, tra le varie cover, Home, brano da lui composto e interpretato con un calore ancora maggiore, forse perché apparteneva alle sue corde più intime. Così come intimi sono stati gli altri brani successivi che Bublè ha composto: Lost e Everything, entrambe presenti in Call Me Irresponsible, sono state composte entrambe nel ricordo di un amore svanito (con l’attrice Debbie Timuss il primo e con Emily Blunt il secondo).

Insomma talentuoso e affascinante, Bublè sembra però finalmente aver trovato la pace, anche in amore, con l’arrivo della donna giusta, l’attrice e modella Luisana Lopilato, e soprattutto con la nascita del piccolo Noah. Ha messo da parte i vecchi vizi e quei due o tre chiletti di troppo e ora, per sole due magiche notti, si prepara a stregare con la sua sensuale voce il pubblico del Mediolanum Forum.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Neffa: ultima data del tour il 25 gennaio a Bologna

Avviso a tuti i fan di Neffa: chiunque volesse ascoltare il suo idolo in concerto deve affrettarsi! Il 25 gennaio ci sarà l’ultima data del suo tour invernale, all’Estragon di Bologna.

Dopo essere stato a Firenze il 16, a Roma il 18 e oggi a Milano all’Alcatraz, il musicista, al secolo Giovanni Pellino, concluderà il suo ciclo di concerti invernali, in attesa di marzo, quando comincerà il tour Sopra Le Nuvole che porterà l’artista, di nuovo, nelle principali località italiane. L’ultimo anno di Neffa è stato particolarmente impegnativo, ma anche ricco di soddisfazioni, infatti il 24 maggio 2013 è uscito in rotazione radiofonica “Quando Sorridi”, singolo che ha guadagnato il disco d’oro nel corso dell’anno e che ha fatto da apripista al suo ottavo album in studio, “Molto Calmo”, uscito poi il 18 giungo successivo. Quest’album contiene anche due collaborazioni che Neffa ha fortemente voluto con Terron Fabio dei Sud Sound System (per “Luce oro”) e con il rapper Ghemon (per “Dove sei” presente solo nella versione scaricabile da iTunes). Dopo il sucesso di “Quando Sorridi”, anche il terzo singolo dell’album, “Dove sei” appunto, ha guadagnato il disco d’ro per le copie scaricate da iTunes (15.000 unità). I tre singoli dell’album hanno permesso a Neffa di raggiungere la seconda posizione nella classifica degli album più trasmessi dalle radio italiane nel 2013 e lo hanno proiettato verso un 2014 ancora più luminoso. Infatti il 17 gennaio è uscito in rotazione radiofonica “Per sognare ancora” quarto e ultimo singolo estratto da “Molto Calmo” che i fortunati potranno certamente ascoltare dal vivo nell’ultima data del tour invernale, il prossimo 25 gennaio.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Alla Scala concerto in onore di Abbado

Il mondo della musica (quella vera) ha affrontato un dolore enorme. La scomparsa di Claudio Abbado è stato un evento devastante, pari solo alla morte, nel 2007, del tenore Luciano Pavarotti, vero e proprio simbolo dell’eccellenza musicale italiana nel mondo

ScalaLa morte di Abbado ha portato via con sé anni di carriera luccicante, concerti memorabili e tanti tanti applausi, che hanno riempito sicuramente il suo cuore di artista ma che hanno anche reso a lui stesso un tributo, un grazie sincero, piccolo prezzo in confronto a tutto l’amore che lui stesso metteva nella sua arte.

Abbado ha rivestito, dal 1968 al 1986, la carica prestigiosa e onerosa di direttore musicale della Scala di Milano, forse ad oggi il teatro più importante d’Italia, e proprio per onorare questo suo indefesso, dedito e accorato servizio alla struttura e alla musica, Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, ha di getto annunciato che ci sarà un concerto in onore del compianto Maestro, proprio alla Scala. Pisapia, che in quanto sindaco della città è anche presidente del teatro, ha spiegato di dover riferire le sue intenzioni a Stéphane Lissner, sovrintendente, che si occuperà poi fattivamente di organizzare la cosa. Ma tutta la città natale del Maestro ha pianto oggi la sua scomparsa. Infatti accorati messaggi di cordoglio sono arrivati anche dal Piccolo Teatro, che tramite un messaggio sul suo profilo ufficiale di Facebook, ha parlato della sua morte come di un “dolore insopportabile”. Noi ci auguriamo davvero che questo evento si possa realizzare al più presto, per rendere onore al meglio ad un uomo che ha rappresentato l’eccellenza artistica italiana nel mondo e che lascia un ricordo e un retaggio davvero importanti.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Sergio Caputo in concerto con Un Sabato Italiano: 24, 25 e 31 gennaio

Interessantissimo gennaio musicale quello del 2014 per chi ama la musica dal vivo, infatti oltre ai tanti nomi di artisti stranieri, anche nel panorama italiano cantautori e artisti si muovono e rimbalzano da città a città per portare la loro musica in giro. Il 24 sarà il turno di Sergio Caputo che si esibirà a Padova presso il Gran Teatro Geox.

Sarà la prima di tre date (25 a Torino, Colosseo, e il 31 a Firenze, OBIHall) in cui Caputo porterà in scena il suo “Un Sabato Italiano”, album d’esordio nel 1983, che festeggia i trent’anni e il suo immortale e sempre attuale fascino.

L’album ha fatto la storia della musica italiana, ed ora, dopo anni di carriera e una decade trascorsa Oltreoceano a perfezionare la propria arte, Sergio Caputo riprende il materiale del disco e ci costruisce intorno tre concerti, tre date imperdibili per i fan dell’artista italiano.sergio-caputo

Caputo ha realizzato un remake dell’album e ha dato agli spettacoli proprio lo stesso nome: Un Sabato Italiano Show, che porterà avanti con le rinomate doti di performer e intrattenitore. Quello che caratterizza Un Sabato Italiano è l’immortalità dei sentimenti che racconta, come i grandi brani dei più noti e celebrati artisti di tutto il mondo.

Così ne parla Caputo: “Parla d’amore, di amicizia e di inquietudine, quando ho scritto e registrato queste canzoni, non avrei mai immaginato che trent’anni dopo sarebbero state amate da persone che nel 1983 non erano ancora nate. Ciò accade perché – me ne rendo conto oggi – le emozioni e le storie che raccontavo non avevano tempo, ed altre generazioni vi si sarebbero riconosciute in futuro.”

Categorie
Emma Marrone

Emma Marrone e Marco Bocci insieme: dedica durante il concerto di Roma

Sono ancora tante le persone che si stanno chiedendo se Emma Marrone e Marco Bocci stanno ancora insieme; altre, invece, hanno già dato per assodato che la coppia si sia definitivamente lasciata già da un po’; altri ancora, infine, non hanno mai dubitato del loro amore. Bene, se le parole rilasciate ultimamente dalla cantante salentina durante l’intervista a Grazia non vi fossero bastate, ecco che arriva un’ulteriore conferma!

Emma Marrone Marco BocciNonostante la bella Marrone ci avesse confermato già da un po’ che la storia tra lei e il sexy attore Marco Bocci  va bene, in tanti ci stavamo chiedendo come mai non ci fosse in circolazione nessunissima nuova foto della coppia insieme, soprattutto dopo la fine delle riprese di Squadra Antimafia 6, a Catania.

Nonostante i vari impegni lavorativi di entrambi, ci è sembrato un po’ strano che i due non riuscissero a vedersi, fino, però, a qualche giorno fa, quando Marco è comparso a Roma, nell’area vip, al concerto della sua bella fidanzata! Per tutta la durata del concerto Bocci ha canticchiato le canzoni di Emma ed è poi sceso nel parterre verso la fine del concerto, per poi aspettarla dietro le quinte.

Secondo le persone presenti all’evento, inoltre, la Marrone avrebbe anche dedicato una canzone al suo fidanzato, ovvero Schiena, uno dei brani del suo omonimo album .

Insomma, che dire… ancora dubbi?

 

Categorie
Emma Marrone

Emma Marrone in concerto: mai più tutine please…

Emma Marrone ha cominciato il suo tour e ha postato qualche foto su Facebook della prima tappa, ma con quella tutina rosa da Teletubbies non valorizza affatto il suo fisico! Speriamo non ripeta l’esperimento di look e stile.

Emma_Marrone_TutinaUna catsuit rosa, ecco come ha deciso di aprire il primo concerto del suo Schiena Tour, Emma Marrone; e la scelta non è piaciuta a molti, anche perché effettivamente non valorizza affatto le forme di Emma e ne tanto meno la slancia in qualche modo. Insomma, una scelta discutibile, cui si bada poco in concerto perché la voce di Emma resta sempre grandiosa e la sua grinta coinvolgente, ma se si deve migliorare sempre, bene un occhio al look ci vuole.

Anche perché se curasse un po’ più la sua immagine Emma Marrone sarebbe degna di popstar mondiali come Katy Perry e Jessica Simpson.

Categorie
Musica & Spettacolo

Lady Gaga sarà la prima cantante ad esibirsi nello spazio?

Ha oltrepassato le barriere della “normalità”, con i suoi comportamenti bizzarri e i suoi abiti stravaganti. E ora, pare che Lady Gaga voglia conquistare un nuovo mondo, superando i confini terrestri. Secondo quanto riporta la rivista Us Weekly, nel 2015, Miss Germanotta potrebbe diventare la prima cantante ad esibirsi nello spazio.

L’hitmaker di “Applause” s’imbarcherà in una missione spaziale, con la Virgin Galactic; secondo i reports, Lady Gaga dovrà sottoporsi ad uno speciale training vocale, per poter cantare in assenza di gravità. Una fonte ha rivelato su Us Weekly: “lei deve fare un mese di training vocale per l’atmosfera…Ciò sarà qualcosa che il mondo non ha mai visto prima”.

La star si esibirà il terzo giorno del festival Zero G Colony, che si svolge allo Spaceport America, nel Nuovo Messico, ed ha preso le giuste precauzioni, per garantire la sua sicurezza. La fonte ladygagaha aggiunto: “Gaga ha stipulato una ridicola polizza assicurativa”.

Il programma Virgin Galactic di Richard Branson avrà inizio il prossimo anno e una lista di celebrità, come Ashton Kutcher e Mila Kunis, Justin Bieber e Leonardo Di Caprio, hanno confermato di aver prenotato un volo orbitale, per la straordinaria cifra di 250mila dollari.

I passeggeri raggiungeranno i 62 miglia di altitudine e potranno godere del meraviglioso panorama spaziale.

Categorie
Musica & Spettacolo

Cristina D’Avena mega concerto a Lucca per i 30 anni di carriera

C’erano più di 15mila persone ieri sera a Lucca per partecipare al concerto di Cristina D’Avena, appuntamento quasi fisso della celebre fiera di giochi, fumetti, cinema e videogames che ogni anno affolla la cittadina toscana di nerd proveniente di tutta Italia.

Ieri però era un’occasione speciale, perché la storica voce di tutti (o quasi) i cartoni animati anni Ottanta e Novanta festeggia i 30 anni di carriera, fatti di immensi successi, di grandi soddisfazioni e sempre di professionalità indiscussa che la rende ancora oggi un simbolo per quella generazione trai 30 e i 35 anni che ricorda a memoria tutte le canzoni che lei intonava ad inizio e fine dei propri cartoni animati preferiti.

La folla festante che ha accolto Cristina era eterogenea ma la voce dal pubblico era una sola, che si alzava ad ogni nuova sigla, perché quelle canzoni, delle quali non si dimenticano mai le parole, sono semplici e ingenue, ma restano nel cuore e ti fanno stare in pace con il mondo, riportandoti all’infanzia.

Nanà Supergirl, L’incantevole Creamy (che anche lei soffia 30 candeline quest’anno), Kiss me Licia, Sandy dai Mille Colori, Mila e Shiro, Lady Oscar e tantissime altre hit sono state intonate dalla D’Avena insieme al pubblico, e suonate con la classica ironia e bravura dai Gem Boy, gruppo che da sempre conosciuto da una nicchia per Cristina D'avenale sue parodie, ma da poco arrivato alla vera notorietà su territorio nazionale grazie alla partecipazione a Colorado Cafè.

Il 19 novembre uscirà nei negozi Cristina D’Avena 30 e poi…Parte Seconda, un cofanetto best of che conterrà tutti i più grandi successi della cantautrice insieme a filmati d’epoca e rari inediti che faranno sicuramente gola ai suoi fan più accaniti, che nascosti e un po’ titubanti a causa dell’età, hanno ancora un cuore che batte sulle note cantate da Critina.

Categorie
Musica & Spettacolo

One Direction: terza data italiana a Torino, le fan ringraziano!

Straordinari e pieni di energia, possono non piacere e i più snob sono addirittura d’accordo con Noel Gallagher che li ha definiti degli “idioti”, ma è innegabile, gli One Direction continuano ad essere il fenomeno del momento, un momento che per loro dura da anni. La boy band britannica ha appena annunciato una terza data italiana per il loro tour che li porterà in tutto il Mondo.

Dopo il sold out (prevedibile) milanese, gli One Direction hanno annunciato che saranno il prossimo 6 luglio a Torino. Infatti la data si è resa quasi necessaria, considerando la rapidità impressionante con cui sono letteralmente spariti i biglietti per le due date previste a San Siro.

Sarà quindi lo Stadio Olimpico di Torino ad ospitare la terza tappa italiana del ‘Where we are stadium tour 2014’, il tour negli Stadi della band che sta spopolando (per usare un termine che riesca vagamente a dare la dimensione della popolarità che hanno raggiunto i giovani cinque poco più che adolescenti).

Ma veniamo ora alle notizie pratiche, quelle che le One-Direction-300x187accanite fan che non erano riuscite a comprare il biglietto per Milano stanno attendendo con ansia: i biglietti della data torinese saranno in vendita su TicketOne, in esclusiva per i possessori di carta American Express (www.ticketone.it/americanexpress) dalle 10:00 del 29 ottobre alle 10:00 del 31 ottobre.

La vendita “all’ingrosso” per così dire, ovvero quella aperta a tutti, partirà dalle 11.00 del 31 ottobre su www.livenation.it e il circuito TicketOne www.ticketone.it.

Interessante precauzione, è da sottolineare il fatto che per i minori di 12 anni (e sicuramente ce ne saranno) il circuito consiglia di acquistare biglietti in posti a sedere.