Categorie
Amore

Amanti d’estate? Le dimensioni sessuali non contano, ecco la ricetta!

L’estate non è solo un periodo di relax, sole, mare e divertimento, ma anche uno dei periodi in cui spesso nascono storie, incontri amorosi e rapporti… di vario tipo!

amante estate sondaggio uomini donneE non è certo un mistero che di tanto in tanto, l’estate, sia anche terreno fertile per qualche tradimento. Proprio su questo tema arriva una curiosa ricerca condotta dal sito web Incontri-ExtraConiugali.com, portale online dedicato al mondo delle scappatelle. La cosa curiosa è che il sondaggio non riguarda la tipologia d’amante preferito dalle donne, se alto, basso, magro, grasso, ecc; bensì riguarda dimensioni dei suoi attributi sessuali.

Ebbene si, avete capito bene. In particolare pare che addirittura il 58% delle intervistate abbia dichiarato che nell’amante non guardano le dimensioni e non sono quelle ad attrarle. Ciò che svilupperebbe l’interesse di noi donne, invece, sarebbero aspetti più legati alla personalità dell’uomo in questione. Quali? È presto detto. Il 29% indica la galanteria come caratteristica fondamentale. Perché? Semplice, perché l’amante deve andare a sostituire l’attuale compagno in tutte quelle attenzioni che nelle coppie (ormai rodate da anni) spesso possono mancare.

Ciò non vuol dire che il saper… come dire… essere bravi a letto, non sia importante. Il 21% delle donne ha valuto molto importante la bravura a letto: una sorta di caratteristica irrinunciabile. Ma attenzione, non si parla di meccanicità, bensì di coinvolgimento, attrazione, passionalità e saper soddisfare ogni più recondito desiderio.

Altra qualità importante, per il 19% delle intervistate, è la sensibilità dell’amante, insieme poi a simpatia e la capacità di far divertire e ridere noi donne.

Che sia un po’ la ricetta dell’uomo perfetto, oltre che dell’ottimo amante estivo? Chissà… e voi amiche? Che ne pensate?

Categorie
Gossip

Michael Jackson e Whitney Huston amanti? Sì, secondo la guardia del corpo.

Quando ho letto la notizia sul giornale di gossip britannico, The Sun, davvero non potevo crederci: Jacko e Whitney, legati da una relazione?!

Le rivelazioni della guardia del corpo di Michael, Matt Fiddes, sono precise e dettagliate. Ma perchè così tardi? Perchè far accusare il re del pop di pedofilia se non voleva altro che sposare Whitney Huston?

Matt Fiddes, racconta di una relazione tra la Huston e il fratello di Michael Jackson e della gelosia che il cantante provava per questo. “L’incontro decisivo tra le due star avvenne nel 1991; entrambi giovani e incoscienti (Whitney già faceva uso di droghe) hanno consumato la loro breve relazione, continuando ad amarsi segretamente senza più stare insieme fisicamente. Successivamente si sono incontrati in diverse situazioni pubbliche e Michael suggeriva alla bella cantante di lasciar perder la cocaina. Nessuno poteva sapere di questo desiderio di Michael, perchè al pubblico lui voleva mostrarsi come asessuato.”

Queste parole, sono parte della testimonianza che Matt Fiddes ha rilasciato al The Sun, ma le confessioni pesanti riguardano soprattutto il modo di pensare di Jacko. “Dopo esser entrato anche lui nel mondo della droga ha iniziato ad avere pensieri strani: era nazista, anoressico, beveva molto e cercava disperatamente di apparire su tutti i giornali riducendo il suo volto ad una maschera di cera a causa di tutti gli interventi chirurgici. Adorava il suo gilet antiproiettili che lo faceva dimagrire, anche se non ne aveva affatto bisogno; lo indossava per paura di essere ammazzato dagli attivisti in favore del bambino molestato (come dicevano i giornali)…Michael, come Whitney è morto solo e facendo uso di droghe”

Una storia davvero triste quella che la guardia del corpo ha fatto venir fuori, ma che forse gli restituisce un pò di dignità almeno per quanto riguarda la pedofilia.