Categorie
Cucina

Yolkr: per separare il tuorlo dall’albume d’uovo. Utile o inutile?

Ci sono tanti modi possibili per separare il tuorlo d’uovo dall’albume. E ora, un imprenditore dalla Nuova Zelanda, potrebbe aver trovato la giusta e perfetta soluzione! Il gadget Yolkr è stato creato da Hamish Dobbie e agisce come una pipetta che ordinatamente e rapidamente aspira un tuorlo d’uovo da una ciotola, prima di mescolarsi con l’albume.

Dobbie sostiene che è più veloce di qualsiasi altro metodo a disposizione ed è più igienico.

Lo strumento intelligente di Hamish mira ad essere un utensile must-have per le ricette, che richiedono la separazione dei tuorli dagli albumi, come per la meringa, mousse, soufflè e creme brulee. L’ingegnere meccanico, Hamish, ha avuto l’idea, l’anno scorso, dopo aver visto un amico, che si disperava nel fare una frittata.

Ha lanciato una campagna Kickstarter, da gennaio a marzo di quest’anno, nel tentativo di raccogliere £ 15.000 per finanziare il progetto. La campagna è riuscita a raggiungere  un totale di £ 43.169 e Dobbie ha ora annunciato un altro obiettivo: quello di pubblicare un libro di ricette Yolkr.

Lo “Yolkr” è stato progettato per l’industria alimentare, Yolkr separare tuorlo da albume uovoè di plastica, non nociva per la salute e semplice da lavare. Hamish, 30, da Auckland in Nuova Zelanda, ha dichiarato:

L’ispirazione mi è venuta da un mio amico, aveva difficoltà a suddividere l’interno delle uova, per fare una omelette..ho fatto un po’ di ricerca e sono giunto all’idea di un gadget che potesse risucchiare in qualche modo il tuorlo dal bianco…i vantaggi di Yolkr sono sicuramente la pulizia e l’igiene”.

Lo strumento costa  £ 18, più 4 £ di spedizione, ed è ora disponibile, per il preordine. A fine mese, si prevede la vendita di “Yolkr” tra gli scaffali dei negozi, nel Regno Unito.

Una risposta su “Yolkr: per separare il tuorlo dall’albume d’uovo. Utile o inutile?”

Cara autrice,

sono rimasto colpito alla tua avvenenza; anche l’articolo é grazioso, ma non avrei messo la virgola tra “un amico” e “che si disperava”.

Pedantemente ed ammiratamente,

Alessio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *