Categorie
Gossip

Video hard Belen: Fabrizio Corona torna a parlarne

Siamo sicurissime che nessun uomo abbia dimentica il filmino hard di Belen Rodriguez, entrato in circolazione più di anno fa per colpa di un ex fidanzato della showgirl argentina (protagonista insieme a lei del video), Tobias Blanco che, a quanto pare, ha voluto approfittare della celebrità della sua ex compagna per trarre un guadagno particolare.

A distanza di mesi, torna a parlare di tale video l’ex fidanzato storico della Rodriguez, Fabrizio Corona, che, a Le Iene, prende ancora le difese di Belen, continuando a condannare il gesto fatto dall’autore del sex tape.

Durante un servizio del celebre programma, l’ex re dei paparazzi viene intervistato dalla Iena Toffa, che chiede un parere al “re dei bulli” sulle vicende di bullismo di cui abbiamo tanto sentito parlare negli ultimi mesi, a partire da quello di Amanda Todd.

Belen e Fabrizio CoronaFabrizio, nonostante i suoi metodi lavorativi che in passato hanno fatto molto discutere e che lo hanno coinvolto in vicende giudiziarie, fa una netta distinzione tra la privacy di un personaggio dello spettacolo e quello di una persona comune, affermando che, vedere la proprio vita privata diventare pubblica è il prezzo da pagare per le celebrità; anche se, specifica, che una cosa è pubblicare le foto di due persone che fanno sesso su una spiaggia (si riferirà forse proprio al caso suo e di Belen?) e un’altra è pubblicare un video privato, girato in casa.

Corona racconta che per Belen, il momento dell’uscita del suo filmino hard è stato in assoluto uno dei peggiori della sua vita, tant’è che la showgirl per circa un mese non voleva più uscire di casa; “è come essere stuprata”, ha affermato Fabrizio.

Nei toni e nelle parole dell’ex paparazzo non è stato difficile notare un profondo affetto nei confronti della showgirl, ma d’altronde questo non ci stupisce, visto che proprio ieri Corona, durante la puntata di Verissimo, ha detto che Belen ancora gli fa effetto e lo emoziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *