close

Uragano Sandy: New York in ginocchio. Bloomberg rassicura la popolazione

Forse Sandy è stata troppo sottovalutata, la tempesta si era presentata come una delle perturbazioni autunnali alle quali i newyorkesi sono ormai abituati, purtroppo, si è rilevata come la tempesta più violenta degli ultimi quarant’anni, e New York si è risvegliata al buio e con le sue strade allagate; l’ultimo uragano ad aver fatto scattare l’allarme emergenza fu Donna nel 1960.

Il sindaco di New york Machael Bloomberg cerca di rassicurare la popolazione, ma è consapevole degli effetti dell’uragano: “Il peggio del maltempo è andato – dice – e la città certamente sta sentendo l’impatto”.

L’uragano Sandy ha messo in ginocchio il cuore degli Stati Uniti, Manhattan è stata colpita duramente dalla perturbazione che ha allagato l’intero stato del New Jersey. I ponti sono chiusi, il sistema metropolitano è completamente bloccato e il presidente della Metropolitan Trasportation ha dichiarato che Sandy è stata la più distruttiva della storia di New York.

L’uragano purtroppo, si è abbattuto su sandyuna New York impreparata a tale violenza, la Protezione civile continua a comunicare che l’itera parte bassa della città è allagata e oltre 500.000 persone sono rimaste senza corrente elettrica.

Se non bastasse, nelle ultime ore i maggiori telegiornali americani hanno dichiarato che a causa degli allagamenti, sono stati evacuati due ospedali: il NYU Langone Medical Center, il cui generatore di emergenza è saltato, costringendo la forze dell’ordina ad un’immediato trasferimento dei pazienti; e il Coney Island Hospital, anch’esso evacuato a causa del mancato funzionamento dei generatori.

Intanto, Obama segue tutte le operazioni, rassicurando l’America e dimostrando di essere attento ed operativo sul disastro e Sandy, è già entrata (inevitabilmente) a far parte della campagna elettorale.

Tag:, , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page