close

Uragano Sandy minaccia le elezioni U.S.A.

L’uragano che si è abbattuto il 29 ottobre sulla costa orientale degli Stati Uniti, ha lasciato dietro di se una scia di morte e distruzione. Le vittime ammontano a 40 e dal Connecticut alla North Carolina sono oltre 7 milioni le persone rimaste senza elettricità. Sandy è stata soprannominata la tempesta del secolo e ha messo a dura prova gli americani e soprattutto New York, che si è ritrovata a vivere le scene di un film apocalittico.

Secondo i recenti aggiornamenti da oltre oceano, gran parte della città di NY si troverebbe sommersa dall’acqua, la metropolitana sarà fuori uso per i prossimi quattro giorni e sarebbero state chiuse diverse centrali nucleari. L’America è stata messa a dura prova e Sandy, volente o no, è entrata direttamente a far parte della campagna elettorale di Obama e di Romney, in particolar modo dell’attuale Presidente, il quale ha cancellato ogni appuntamento elettorale per seguire da vicino le operazioni del Governo Federale.obama sandy

Romney dal canto suo, non ha potuto che farsi da parte, evitando qualsiasi critica in nome del fair play, e rimboccandosi le maniche in sostegno della popolazione colpita dalla tempesta, attraverso una generosa raccolta fondi.
Sarà forse l’uragano Sandy a sancire il prossimo presidente USA? Obama ha dimostrato di esser un leader attento al bene del suo popolo, rassicurando le famiglie americane e invitandole a mantenere la calma. In seguito ha assunto il ruolo di Comandante in capo e ha dimostrato all’America intera di essere un leader degno di meritare quel ruolo.

Sandy ha complicato la situazione delle elezioni anticipate, oltre a mettere in ombra la figura di Romney. Tuttavia entrambi i candidati hanno dimostrato di essere in grado di rimboccarsi le maniche nel momento del bisogno e tralasciare gli interessi di una campagna elettorale che si fa sempre più incalzante.

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page