close

Truffa carburante: 1 distributore su 7 è truccato!

Come se già l’aumento del carburante non ci pesasse abbastanza; ci pensano i soliti sciacalli della situazione a peggiorare le cose.

Partiamo dal fatto che già da tempo veniamo “truffati” sul prezzo della benzina. Forse non tutti siete consapevoli del fatto (la maggior parte probabilmente si) che nel 2008 il costo del petrolio era di 147 dollari al barile e, mentre negli ultimi 4 anni tale prezzo è sceso a 97 dollari, la benzina in Italia è passata da un prezzo che nel 2008 era di 1,522 a litro ad un altro che ora supera addirittura i 2 euro a litro.

Un paradosso che ovviamente fa infuriare ogni giorno milioni di persone visto che, essendo il petrolio la materia prima della benzina, l’effetto della diminuzione del prezzo a barile è stato l’esatto contrario di quello che doveva essere.

Ma tutto ciò non basta; questa truffa legalizzata è infatti accompagnata da una truffa illegale.

Dai controlli della Guardia di Finanza, fatti solo nei due fine settimana che hanno preceduto ferragosto, è emerso che 1 distributore su 7 è truccato.  Su 2400  punti di rifornimento controllati, 356 sono risultati essere irregolari, o per presenza di carburante annacquato, o per la manomissione dei sigilli che garantiscono il corretto funzionamento dell’impianto.

Notizie che lasciano l’amaro in bocca. Iniziamo a prestare più attenzione ai distributori dove ci riforniamo!

Tag:, , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page