close

Testimonianze caso Berlusconi: Nicole Minetti con i seni in faccia al premier

Continuano le testimonianze in aula per il processo sul caso Ruby, che vede l’ex premier Silvio Berlusconi accusato di concussione e prostituzione minorile, e questa volta a parlare è stata la sorella di Chiara Danese, una delle ragazze ospiti nella residenza di Arcore, costituitasi parte civile nel processo a carico di Nicole Minetti, Emilio Fede e Lele Mora.

Tanti sono i retroscena che si aggiungono con ogni nuova testimonianza, non facendo esclusione di quest’ultima. Dopo aver raccontato  la depressione in cui Chiara è caduta dopo aver partecipato una cena ad Arcore e dello shock subito (tanto che è dovuta ricorrere all’aiuto di uno psicologo e a numerosi mesi di cura per riprendersi), la sorella della Danese ha affermato “Mia sorella mi disse che la Minetti restò completamente nuda e mise i seni in faccia al premier“.

La ragazza ha poi aggiunto che la sorella, quando ha iniziato a raccontarle della sera ad Arcore (tenutasi il 22 agosto 2010), non Nicole Minetti caso Rubyriusciva a smettere di piangere per quanto era rimasta sconvolta da ciò che aveva visto: donne che si strusciavano addosso all’ex Presidente del Consiglio, facendosi toccare, e ragazze che mimavano rapporti orali nel momento in cui una cameriera aveva portato un vassoio con sopra la statuetta di un fallo.

Inoltre, nel momento in cui Chiara Danese ha manifestato insieme ad un’altra ragazza (Ambra Battilana) la volontà di andare via, perché si sentiva male per la situazione in cui si trovava (che non mancava di spogliarelli), sempre secondo quanto riportato dalla sorella, Emilio Fede le ha detto “Se andate via scordatevi meteorine e miss Italia”.

 

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page