close

Terremoto tra Russia e Nord Corea, il Web punta il dito su HAARP

Una forte scossa di terremoto di 6.2 gradi della scala Richter è stata registrata in Asia Orientale in una zona al confine tra Russia, Cina e Corea del Nord, proprio in quella zona che è sotto i riflettori del Mondo per le minacce che il leader di Pyongyang sta lanciando verso Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud, senza che persino la storica alleata Cina riesca a mediare e far abbassare i toni.

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa già complessa situazione nell’area si arricchisce di quest’altro evento, che molti sul Web imputano ad un’azione di guerra degli Stati Uniti, tramite la fantomatica struttura sorta in Alaska alcuni anni fa che avrebbe il potere tramite la generazione di campi elettromagnetici di elevato potenziale, di generare terremoti su commissione in qualsiasi punto del pianeta. L’HAARP, così si chiama questa struttura, formata da centinaia di antenne non è mai stata riconosciuta dal Pentagono, come una base militare, tanto meno capace di essere nata per gestire gli eventi naturali e mettere nelle mani degli Stati Uniti un’arma più subdola e pericolosa della bomba atomica, con cui il regime Nord Coreano sta minacciando oggi il Mondo.

Tanti commenti all’evento sismico al confine della Corea del Nord parlano di HAARP e gettano il dubbio che questa sia la prima mossa americana per convincere il regime a recedere dai propri bellicosi propositi. Ovviamente, tutto resta nel campo della fantascienza, certo è che le combinazioni alle volte fanno riflettere e rendono credibile anche ipotesi fantasiose, come il fatto che i terremoti siano controllabili e generati a piacere qua e là per il mondo da un mucchio di antenne e dai campi magnetici.

Tag:, , , , ,

Show 1 Comment

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi