Categorie
Arte e Cultura

A Riccione la mostra su Ligabue raccontata da Zavattini

Chi ha detto che l’estate è solo per il corpo? Ci sono tante iniziative culturali interessanti che tra una tintarella e un tuffo in piscina possono aiutarci a curare anche il nostro spirito. Un esempio calzante è la mostra dedicata ad Antonio Ligabue, nella località vacanziera italiana della “perdizione estiva” per eccellenza: Riccione.

La mostra, inaugurata lo scorso 11 luglio, sarà aperta fino al 6 ottobre ed ha un punto di vista specifico e molto particolare che insieme a Ligabue coinvolge una delle personalità più importanti e interessanti della cultura italiana del dopoguerra: Cesare Zavattini. Il titolo completo della mostra è infatti Ligabue – “Toni” e la sua arte nel racconto di Cesare Zavattini”.

L’esposizione sarà quindi strutturata in una sorta di racconto virtuale lungo il quale a guidarci sarà proprio il grande Cesare, che ci illustrerà l’opera dell’artista.

Le location della mostra sono Villa Franceschi antonio ligabue riccione mostrae Villa Mussolini, che ospitano circa 80 opere del maestro, mentre parte dell’esposizione è dedicata ad opere grafiche che Zavattini realizzò durante la stesura della sua monografia incentrata sulla vita e sull’opera di Antonio Ligabue, edita nel 1968 da Ricci Editore. La mostra segue un criterio cronologico che ci permetterà di seguire tutto il percorso artistico dell’artista.

Di seguito trovate informazioni utili per quelli che sono interessati a visitare la mostra:
– Indirizzo:
Galleria d’arte moderna e contemporanea Villa Franceschi, via Gorizia 2 – Riccione
Villa Mussolini, via Milano 31 – Riccione.

– Orari
Tutti i giorni dal martedì alla domenica, con le seguenti specifiche:
1 luglio – 31 agosto: dalle ore 10 alle ore 15 e dalle ore 20 alle ore 23,30
1 settembre – 6 ottobre: dalle ore 10 alle ore 19.
Il lunedì è sempre chiuso e la biglietteria chiude un’ora prima.

– Biglietti:
Intero € 8,00; Ridotto € 6,00; Gruppi € 6,00 (minimo 10 persone).