Categorie
Gossip

Wentworth Miller: dopo il coming out, rivela i tentativi di suicidio

Wentworth Miller ha rivelato di aver tentato il suicidio all’età di 15 anni, mentre cercava di tacere e nascondere la sua omosessualità. L’attore 41enne ha rilasciato tali dichiarazioni scioccanti, durante un discorso alla cena organizzata dalla Human Rights Campaign a Seattle, sabato sera.

In un video pubblicato da TMZ, l’ attore ha raccontato il suo “primo” tentativo di suicidio: “Ogni giorno era una prova e c’erano migliaia di possibilitàdi fallire, mille modi per tradire se stesso, per non dimostrare di vivere secondo gli standard di ciò che è accettabile e ciò che era normale. E quando non si passa la prova, c’è sempre un prezzo da pagare. Emotivo, psicologico, fisico. E come molti di voi, ho pagato quel prezzo.

La prima volta che ho tentato di suicidarmi, avevo 15 anni. Ho aspettato che la mia famiglia andasse via per il fine settimana. Ero solo in casa e ho ingoiato un flacone di pillole. Non ricordo cosa sia wentworth miller prison breaksuccesso i due giorni seguenti, ma sono abbastanza sicuro che illunedì mattina, ero di nuovo sul bus diretto a scuola facendo finta che tutto andava bene”.

La star di Prison Break ha rivelato che il suo atto non è stato un grido di aiuto: “uno chiede aiuto solo se c’è un aiuto da chiedere, e non ne avevo bisogno, volevo solo farla finita…a 15 anni”.

Categorie
Gossip

Wentworth Miller, il coming out e il mondo gay secondo il governo russo

Mercoledì, Wentworth Miller, il celebre protagonista di “Prison Break”, nei panni del brillante Michael Scofield, ha annunciato di essere gay, ponendosi, pubblicamente, contro l’omofobia in Russia. La star ha rifiutato l’invito al Festival Internazionale di Cinema a San Pietroburgo, dopo che la Russia ha approvato una serie di leggi anti-gay.

La sua risposta all’invito, resa pubblica da GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation), è stata: “come uomo gay, devo declinare l’invito”. Ha aggiunto: “sono profondamente preoccupato per l’atteggiamento attuale nei confronti di uomini e donne gay da parte del governo russo. La situazione è inaccettabile e io non posso partecipare ad un evento celebrativo ospitato da un Paese in cui alle persone come me, vengono negati i diritti di vivere e amare apertamente”.

Tali bellissime e importanti parole sono state, sin da subito, awentworth miller prison breakpprezzate dai sostenitori dei diritti gay; difatti, il portavoce della GLAAD, Wilson Cruz, ha definito il gesto dell’attore come “audace” e “coraggioso”, suggerendo che anche le altre celebrità e corporazioni dovrebbero seguire il suo gesto, condannando apertamente le leggi anti-gay della Russia.

Categorie
Gossip

Wentworth Miller di Prison Break è gay: coming out dell’attore

Conosciuto dall’intero pubblico soprattutto come il Michael Scofield di Prison Break, l’attore e sceneggiatore statunitense Wentworth Miller ha finalmente fatto il suo coming out, rivelando a tutti di essere omosessuale, in occasione del rifiuto dell’invito al Festival del cinema di San Pietroburgo.

Già da anni si parlava della presunta omosessualità dell’attore, sex symbol, Wentworth Miller, ma senza mai nessuna conferma. Anzi, nel 2007 lo stesso attore di Prison Break durante un’intervista aveva dichiarato:

“Non sono gay, ma questo rumor è duro a morire. Mi piacerebbe avere una fidanzata e una famiglia, ma finora non ho ancora incontrato quella giusta. Al momento mi sto solo concentrando sul lavoro”.

wentworth miller prison breakOra, invece, il coming out!

Wentworth ha risposto all’organizzatore del Saint Petersburg International Film Festival, che lo aveva invitato a partecipare all’evento, con una lettere in cui si legge tra le altre cose:

“Grazie per il vostro gentile invito […] Ho visitato la Russia in passato ed ho anche parenti russi, sarei stato molto felice di accettare. Tuttavia, come omosessuale, devo declinare”

L’attore ha poi continuato scrivendo che è molto preoccupato dell’atteggiamento della Russia nei confronti degli omosessuali e che questo è il motivo che lo ha portato a declinare l’invito e a mantenere questa scelta fin quando questa sarà la situazione nel Paese.