Categorie
Costume & Società

Papa Francesco ricorda la Notte dei Cristalli e le vittime del tifone Hayan

Ieri, alla fine del tradizionale Angelus domenicale, Papa Francesco ha voluto ricordare la Notte dei Cristalli, terribile episodio avvenuto la notte del 9 Novembre 1938, che ha visto l’uccisione di decine di ebrei, la distruzione delle loro case, imprese e sinagoghe – un evento indimenticabile, che è sfociato poi nell’Olocausto, ancora vivo nei ricordi di tutto il mondo.

In occasione del 75° anniversario della cosiddetta Notte dei Cristalli, il pontefice ha dichiarato di fronte ai tanti fedeli in piazza San Pietro: “Rinnoviamo la nostra vicinanza e solidarietà al popolo ebraico, i nostri fratelli maggiori, e preghiamo Dio affinchè la memoria del passato ci aiuti ad essere sempre vigilanti contro ogni forma di odio e di intolleranza”.

Nel corso del suo discorso, Papa Francesco ha voluto, papa-francesco-giovani-andare-controcorrente-grandi-cose-omelia-cresimaanche, ricordare le vittime del tifone Hajan, che ha devastato le Filippine.

Il Santo Padre ha voluto assicurare la sua vicinanza alle popolazioni, deplorando l’alto numero di morti e danni e chiedendo una silenziosa preghiera. Ecco le parole del Pontefice: “preghiamo in silenzio per questi nostri fratelli e sorelle, e cerchiamo di far giungere ad essi anche il nostro aiuto concreto”.

Categorie
Da DNA a donna

Stalking: impariamo a riconoscerlo per difenderci!

Una giovane donna arriva a casa e trova un mazzo di fiori sulla porta, i fiori sono rose rosse, belle e visibilmente costose; sono accompagnate da un biglietto che dice: “Il mio amore per te durerà per sempre”.

Da molte questa dimostrazione d’affetto sarebbe accolta come un gesto romantico da parte di un innamorato o di un corteggiatore e dunque, percepita come un gesto che intenerisce o lusinga; per una vittima di stalking, invece, tale “gesto romantico” ha un significato molto più inquietante: questo regalo, apparentemente innocuo, potrebbe costituire l’ulteriore spiacevole incidente in una serie di eventi che contribuiscono ad alimentare paura ed apprensione.

L’impatto sulla vittima non proviene dal dono in sé, ma da ciò che esso rappresenta: l’incapacità o la mancanza di volontà dello stalker di accettare la realtà. Benché il comportamento di stalking non sia nuovo, solo nell’ultimo decennio si è presa coscienza delle conseguenze potenzialmente devastanti, e talora letali, che questo comportamento può generare. Con il termine stalking si intende un insieme di comportamenti mediante i quali una persona (lo stalker) importuna un altro individuo (la vittima) con continue ed indesiderate intrusioni (verbali e non verbali) a tal punto da provocargli ansia o paura.

Possono essere comportamenti di stalking comunicazioni indesiderati (telefonate, lettere, sms, e-mail, biglietti, graffiti), contatti indesiderati (pedinamenti, sorveglianza, contatti diretti) ed altri comportamenti associati (invio di doni, minacce, aggressioni, iniziative legali pretestuose).stalking

Le conseguenze dello stalking, per chi lo subisce, sono diverse e molto spesso si trascinano per molto tempo. Esistono effetti generali (ovvero effetti deleteri vaghi o mutevoli sulla qualità della vita), effetti comportamentali (ovvero interferenze negli schemi di comportamento; ad esempio cambiare tragitto verso il posto di lavoro), effetti sulla salute affettiva (ovvero cambiamenti nella qualità emotiva della vita; ad esempio depressione, ansietà, tristezza, angoscia, etc.), effetti sulla salute cognitiva (ovvero cambiamenti nella qualità della vita relativi alla volontà/razionalità; ad esempio sfiducia, sospettosità, mancanza di concentrazione, etc.), effetti sulla salute fisica/fisiologica (ovvero cambiamenti nella qualità della vita relativamente agli aspetti fisici; ad esempio disturbi del sonno, mancanza di appetito, malattie, etc.), effetti sulla salute sociale (ovvero cambiamenti nella qualità della vita relativamente alla sfera sociale; ad esempio perdita o aumento di amicizie, logoramento o rafforzamento dei legami familiari, etc.).

Chi si riconosce come vittima è necessario che adotti precauzioni maggiori rispetto a chi questo problema non lo vive. Occorre informarsi a riguardo, rivolgersi a personale qualificato che sa come sostenere adeguatamente chi vive questo disagio e sa suggerire comportamenti utili a scoraggiare gli atti di molestia assillanti.

 

Categorie
Cinema

Christian Bale visita in ospedale le vittime della strage di Denver

Christian Bale sveste i panni di scena e dimostra di possedere la stessa sensibilità del guardiano mascherato. Questo ci fa capire quanto la sua non è soltanto una straordinaria interpretazione ma una vera e propria adesione al personaggio.  Bale infatti per come ha riportato il Denver Post “è venuto a rappresentare se stesso e non a nome della Warner Bros”.

Christian Bale Denver strage ospedaleEcco le sue parole durante la visita in ospedale alle vittime dell’orrenda aggressione avvenuta al cinema di Denver durante la prima di Batman -The Dark Knight Rises: Non ci sono parole che possano esprimere l’orrore che sento, non posso nemmeno immaginare il dolore e lo strazio delle vittime e dei loro cari, il mio cuore è con loro“.

Passando dal cinema, alla periferia di Denver, Bale accompagnato dalla moglie Sibi Blazic ha voluto rendere omaggio alle vittime depositando dei fiori sul luogo della tragedia.

Successivamente si è fermato al Medical Center di Aurora, dove sono ricoverati una ventina dei 58 feriti. Alcune immagini di Bale che parla con alcuni ragazzi feriti sono state postate su Twitter. Incontrando le rispettive famiglie e i medici l’attore ha manifestato quanto tutto il cast del film sia rimasto sconvolto dalla strage.