Categorie
Cinema

Fine settimana al cinema: da Solo Dio Perdona a Una notte da Leoni 3

Dopo la premiazione al Festival di Cannes, la routine cinematografica settimanale riprende e con essa aumenta anche il numero di uscite al cinema, prima della moria estiva che ogni anno colpisce il nostro paese. Cominciamo questa settimana con due titoli molto attesi.

Il primo è Solo Dio Perdona, ultimo film di Nicolas Winding Refn, reduce dai fischi cannensi e che vedrà, ancora una volta, protagonista Ryan Gosling nei panni di un vendicatore riluttante. Nel cast anche la magnifica Kristin Scott Thomas nel ruolo della madre del protagonista.

Accanto alla violenta pellicola di Refn, esce questa settimana l’epico finale della saga di Una notte da Leoni, franchise del dopo-sbornia arrivato al terzo capitolo. In questo film ritroviamo gli eroi atipici che ci hanno fatto impazzire nei due film precedenti: il lanciatissimo Bradley Cooper, il dimesso Ed Helms e lo straordinario Zach Galifianakis, da sempre fulcro comico del Wolf Pack.

Sul fronte italiano, questa settimana ci sono ben quattro film in uscita di genere diverso che potrebbero accontentare i gusti di tutti gli spettatori. E parlare di gusto è proprio la cosa giusta, se si considera che questo giovedì uscirà al cinema Slow Food Story, il documentario di Stefano Sardo sull’iniziativa Slow Food.

Presenti all’appello le classiche commedie cinema recensioni filmstagionali, questa settimana ben due, Benvenuti a Saint Tropez e Una Notte agli Studios 3D. All’apparenza notevole invece il film diretto e interpretato da Giancarlo Giannini, coprodotto con il Canada, Ti ho cercato in tutti i necrologi, thriller intimo in cui un uomo deve sfuggire a dei creditori per debiti di gioco.

Direttamente dalla Francia arriva invece Tutti Pazzi per Rose, divertente e semplicissima commedia romantica che sorprende per la freschezza del racconto e per la bellezza delle immagini. Arriva al cinema questa settimana anche To be or not to be – Vogliamo Vivere, grandissimo classico di Ernst Lubitsch restaurato e riproposto in digitale sul grande schermo.

Categorie
Cinema

Una Notte da Leoni 3: la recensione dell’ultimo film della trilogia

Uscirà il prossimo giovedì 30 maggio ed  stato presentato ieri alla stampa Una Notte da Leoni 3, terzo e conclusivo film della trilogia del wolfpack, il branco più famoso del grande schermo che vede ancora una volta protagonisti gli “spostati” Phil, Stu e Alan. Questa volta non ci sarà nessuna notte folle da ricostruire, ma una caccia all’uomo che come ricompensa avrà la salvezza di Doug, il quarto componente del branco che in ogni capitolo rimane sempre un po’ isolato.

Ma come si arriva a tutto questo? Dopo la morte di suo padre, Alan è fuori controllo, smette di prendere le sue medicine e vive da completo irresponsabile folle. I suoi amici, con la famiglia, decidono che è ora di portarlo un una clinica psichiatrica, e per rendergli il passaggio meno turbolento si offrono di accompagnarlo di persona.

Ma come siamo ormai abituati a sapere, un viaggio del branco non va mai secondo le previsioni, e così i tre si troveranno ancora una volta a fronteggiare un’inaspettata minaccia.

Il regista Todd Phillips richiama all’appello Bradley Cooper, Ed Helms e Zach Galifianakis per portare a termine quello che avevano cominciato insieme nel 2009. Per farlo il regista ritorna Una Notte da Leoni 3 recensionea Las Vegas, teatro del disastroso addio al celibato di Doug, con esiti forse un po’ deludenti. La storia sembra essere un pretesto per chiudere un cerchio, e nonostante i buoni propositi, il film risulta fiacco. Non bastano simpatia e follia dei protagonisti a tirare su il livello del film, anche se qualche risata la strappano comunque.

Una Notte da Leoni 3 delude le aspettative dell’esigente pubblico che ha amato i primi due capitoli, concludendo un po’ tristemente, uno dei casi da box office più eclatanti degli ultimi anni.