Categorie
Musica & Spettacolo

Invisible, gli U2 donano 2 milioni di sterline contro l’AIDS

Gli U2 hanno fatto un ottimo lavoro con il loro nuovo singolo, Invisible, se in poco più di 24 ore sono state ben 3 milioni le copie scaricate gratuitamente da iTunes

Screen_ShotSicuramente avrà aiutato il fatto che scaricando una copia gratuitamente si donava un euro alla ricerca contro l’AIDS. Infatti il gruppo di Dublino ha devoluto, in base al numero di download, poco meno di 2 milioni di sterline a (RED) per la campagna contro l’Aids nel mondo. Bank of America ha pagato 1 dollaro al Global Fund contro l’Aids, la tubercolosi e la malaria, per ogni volta che il brano è stato scaricato da iTunes. Sono stati superati di gran lunga quindi i 2 milioni di dollari stimati all’inizio della campagna voluta fortemente da Bono e company, e ora il brano è scaricabile a pagamento, con l’intero incasso che andrà al Fondo Globale.

Ricordiamo che (RED) è stata fondata nel 2006 da Bono Vox e Bobby Shriver, e dalla data della sua fondazione ad oggi sono stati raccolti nel fondo globale più di 250 milioni di dollari investiti tutti nella lotta contro l’AIDS. Intanto i suoi partner, da Bank of America a Starbucks, stanno lavorando per mettere fine alla trasmissione del virus dell’Hiv da madre a figlio, in linea con gli obiettivi dell’Unicef Millennium Development Goals. Invisible è stato prodotto da Danger Mouse e mixato da Tom Elmhirst, è accompagnato da un video diretto da Mark Romanek (Jay Z – 99 Problems; Johnny Cash – Hurt; Nine Inch Nails – Closer) che sarà diffuso in rete a partire dal fine settimana.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

U2: ecco il loro nuovo brano Ordinary Love

Come spesso capita ai grandi, anche gli U2 sorprendono il loro pubblico con regali inaspettati, doni improvvisi che ci colgono di sorpresa. E’ questo il caso “Ordinary Love”, il nuovissimo brano della band capitanata da Bono Vox che non possiamo ancora avere nella sua intera bellezza, ma che possiamo ascoltare di sfuggita come sottofondo al trailer di “Mandela: Long Walk To Freedom”, biopic sulla giovinezza di Nelson Mandela (Idris Elba).

Il brano, in cui riconosciamo le familiari tonalità di Bono, ci accompagna in una grande avventura, e non stentiamo a credere il fatto che un po’ del successo e dell’attesa che già circola intorno al film deriva proprio dall’exploit degli U2, che dopo tre anni di silenzio, ci fanno questo meraviglioso regalo.

I magnifici quattro iralndese, Paul David Hewson in arte Bono (cantante), David Howell Evans in arte The Edge (chitarrista), Adam Clayton (bassista) e Larry Mullen Jr. (batterista), non si sentivano u2con un inedito dal 2009, anno in cui uscì il loro dodicesimo album “No Line On The Horizon”.

Nel 2009, 2010 e 2011 avevano fatto girare la testa a milioni di fan con il loro straordinario U2360° Tour, del quale è stato registrato anche un live durante la tappa del 25 ottobre 2009 al Rose Bowl di Pasadena (Los Angeles), in California, Stati Uniti.