Categorie
Musica & Spettacolo

Trapianto di fegato per Lou Reed

Trapianto di fegato per Lou Reed, di 71 anni, uno dei più grandi “maledetti” del rock.

Il cantante ex leader del Velvet Underground era in condizioni così gravi che facevano pensare che sarebbe sicuramente morto, per fortuna un trapianto di fegato all’Ohio’s Cleveland Clinic gli ha salvato la vita, per ora. A dare la notizia è stata la moglie del cantante, Laurie Anderson, nota anche per la sua attività di artista multimediale.

lou-reedLa Anderson ha raccontato la storia di Reed al The Times inglese: “Stava morendo, non si è ancora ripreso in pieno ma sta già lavorando e facendo t’ai chi; per lui è cominciata una nuova vita”. Un sospiro di sollievo quindi per la donna e per tutti i fan dell’artista, che non ha mai nascosto di abusare di alcool e droga, come le sue più belle canzoni ci tengono ancora oggi a ricordare; basti pensare a “Heroin” e “Take a Walk on the Wild Side”.

Lui stesso dichiarò tempo fa di aver provato più volte a disintossicarsi, cercando di fare a meno di queste sostanze, ma invano. A causa dell’operazione, Lou Reed ha dovuto annullare tutti i concerti previsti per questo periodo. Le sue condizioni sono stabili e sicuramente ritornerà a cantare molto presto, e forse anche a bere…

Categorie
Bellezza & Salute

Londra: primo trapianto di naso con cellule staminali del paziente

I progressi della scienza sono sempre in aumento e per quanto si possa dire della ricerca, che risente particolarmente della crisi e della mancanza di fondi, il genio umano non si ferma e l’uomo continua, giorno dopo giorno, ad abbattere barriere che sembravano invalicabili.

E così, anche l’idea di avere “pezzi di ricambio” per il nostro corpo, sta diventando pian piano reale. Attenzione ai viaggi di fantasia però! Si tratta solo per pezzi esterni.

Dopo il primo trapianto di orecchio lo scorso anno a Baltimora, infatti, l’University College di Londra ha sviluppato un naso di ricambio partendo addirittura da cellule staminali del paziente stesso, un manager di 56 anni che ha perso l’organo dell’olfatto in seguito ad un tumore.

Sia l’orecchio di Baltimora che il nasotrapianto naso londra di Londra hanno in comune il fatto che per permettergli di svilupparsi, sono stati impiantati su un braccio del paziente, in modo tale da permettere all’organo di sviluppare capillari, cartilagine e pelle.

L’operazione, che sembra futuristica, ha le sue prime applicazioni da laboratorio circa 10 anni fa e fu proprio un italiano a sperimentarle per primo su cavie animali. Il precursore di tale tecnica fu Luigi Donati di Milano, che provò questa tecnica di impianto su topi da laboratorio.

Categorie
Bellezza & Salute

Ciglia e sopraciglia perfette con trapianto e chirurgia plastica

La chirurgia plastica continua a esplorare nuovi orizzonti di applicazione così, se mastoplastica additiva o riduttiva, gluteoplastica, otoplastica e persino vulvoplastica sono operazioni ormai scontate, comincia a prendere piede anche in Italia una nuova frontiera della chirurgia: il trapianto di ciglia e sopracciglia.

Sopracciglia donna ritoccate trapianto chirirugia plasticaRispetto agli interventi elencati, il trapianto di ciglia e sopraciglia è all’atto pratico l’adattamento del diffuso trapianto di capelli in caso di calvizie maschile. Perché applicarla alle ciglia e sopracciglia femminili? I motivi sono tanti. Innanzitutto, c’è da dire che un simile trapianto viene effettuato già da tempo, per ricostruire ciglia e sopracciglia in seguito a incidenti e traumi fisici che coinvolgono il viso. Ma i chirurghi plastici, si sa, fiutano le richieste del mercato e un’esigenza meramente sanitaria diventa estetica.

Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non si è rovinata l’arcata sopraccigliare con spinzettamenti selvaggi, o chi non ha visto cadere miseramente qualche ciglia dopo aver struccato gli occhi in modo troppo aggressivo. Bene: da oggi, invece di ricorrere al trucco permanente, o di perdere tempo a ridisegnare la forma delle sopracciglia con una matita, potrete risolvere il problema alla radice. È proprio il caso di dirlo: risolvere il problema alla radice, perché l’intervento rispecchia quello per il trapianto di capelli, è semplice, indolore e permanente.

Basta affrontare poche ore di anestesia locale et voilà, le les jeux sont fait: le vostre ciglia e sopracciglia riacquistano la loro naturale bellezza. E lo sguardo tornerà a essere la vostra vera arma di seduzione.