Categorie
Lavoro

Marca da bollo: da oggi gli aumenti a sostegno delle aree terremotate

Rincarata del 10% l’imposta fissa di bollo. Da oggi le marche da bollo, stabilite in Euro 1,81 e 14,62 sono aumentate rispettivamente ad Euro 2,00 e 16,00.

Il rincaro è stato previsto nel decreto legge n. 43 del 26 aprile 2013, in materia di emergenze, che introduce nuove misure a sostegno delle popolazioni colpite da terremoti e/o calamità naturali, come il terremoto in Emilia e in Abruzzo. Quindi l’aumento contribuirà al reperimento di fondi per la ricostruzione delle aree terremotate.marca da bollo

Lo scopo riportato sul decreto legge e approvato dal Senato il 12 giugno scorso, è quello di recuperare 1 miliardo e 200 milioni di euro per la ricostruzione in Abruzzo, assicurando così tra il 2014 e il 2019 circa 197 milioni annui per la riparazione di immobili danneggiati o l’acquisto di nuove abitazioni sostitutive.

Molteplici sono le attività interessate dall’aumento. Dagli atti rogati, alle scritture private, le pubblicazioni di matrimonio, gli atti di notorietà, ricevute e quietanze, fino alle fatture e note dei professionisti senza partita Iva soggette a marca da bollo, ormai, di 2 Euro.

 

Categorie
Cinema

Calabria, terremoto Pollino: controllare viabilità, reti elettriche e idriche

Sequenze in atto da 2 anni. Il massiccio del Pollino è una zona ad alto tasso di sismicità, che vede susseguirsi da molto tempo una lunga serie di scosse.

In genere scosse sempre sotto la soglia di magnitudo 3.0, ma che possono sfociare in terremoti anche più violenti, così come è capitato la scorsa notte, quando si è verificata una scossa di magnitudo 5.

Ricordiamo che il sisma nel Pollino è avvenuto questa notte, intorno alle 01.00 e ha colpito maggiormente la cittadina di Mormanno.

Fra le varie notizie che si susseguono, mirate in primis a far capire come stiano andando avanti i sopralluoghi sulle cittadine più colpite, esce fuori una nuova sfaccettatura di questo sciame sismico, o meglio delle conseguenze legate alle possibili scosse future.

Quello che alcuni giornalisti ed esperti hanno fatto notare, è la necessità di monitorare non solo lo stato degli edifici, ma anche delle reti elettriche, idriche e della viabilità (specialmente la Salerno-Reggio Calabria).

Alcuni, infatti, si interrogano su quali mormanno viabilità strade terremoto pollino calabriadanni potrebbe causare una lesione delle autostrade, data la già precaria viabilità che consente la A3 in Calabria.

Ovviamente si tratta di supposizioni a cui, a nostro dire, è inutile dare adito per non creare inutili allarmismi. Meglio attenersi a ciò che si può fare per mettere in sicurezza i comuni colpiti e capire come fronteggiare lo stato di allerta.

Appena avremo nuove informazioni a riguardo, vi aggiorneremo.