Categorie
Bellezza & Salute

Cosa mettere in tavola e come mantenersi in forma d’estate!

Con le temperature torride, il senso di sazietà e di gonfiore è quasi sempre in agguato. D’estate, ciò che dietologi e nutrizionisti consigliano, è assumere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno e mantenersi molto leggeri con il cibo, soprattutto di sera.

È fondamentale cominciare la mattinata con una colazione ricca ed abbondante, fare uno spuntino a metà giornata, per poi proseguire con il pranzo, una merenda e per finire la cena; i cinque pasti al giorno sono necessari per compensare il dispendio energetico giornaliero e ripristinare il fabbisogno calorico.

Eliminate dalla vostra lista dei viveri gli alcolici, le bevande gasate, quelle piene di zuccheri e l’acqua ghiacciata, la regola imprescindibile è quella di bere molta acqua per evitare il rischio di disidratazione favorito dall’eccessiva sudorazione. Basate il pranzo e la cena su frutta, verdura e latticini, fondamentali benessere dietaper mantenerci leggeri sconfiggendo il senso di pesantezza e per favorire il giusto apporto di calcio per le nostra ossa. Scordatevi il fritto!

Che sia di carne o pesce, è un nemico per l’organismo, poiché difficile da smaltire e da digerire oltre a dare un massiccio apporto di grassi. Ricordate inoltre che l’allenamento quotidiano è fondamentale, mezz’oretta di corsetta o di passeggiata nelle ore più fresche vi aiuterà  a mantenere un fisico asciutto e a restare in forma  😀

Categorie
Bellezza & Salute

Via il latte dalla tavola: consumare molti latticini aumenta il rischio di cancro

L’elevato consumo di latticini aumenta il rischio di gravi patologie come il cancro! È il risultato di una ricerca che ha dell’incredibile nell’ambito della nutrizione. A portare avanti tale teoria è nientemeno che l’Università di Harvard, la più antica degli Stati Uniti e tra le più prestigiose al mondo.

Alla luce di tale scoperta, il gruppo di ricercatori titolari ha stilato una nuova tabella nutrizionale che tiene presente questa novità sconvolgente nell’ambito della corretta alimentazione. Questa guida, prodotta in particolare dalla Harvard School of Public Health, è caratterizzata dalla completa assenza di tutti i prodotti lattiero-caseari, comprendendo anche il latte, lo yogurt e ogni tipo di formaggio.

Sarebbero questi prodotti i principali fautori del cancro alla prostata o alle ovaie, che affligge un altissimo numero di persone. Sempre gli stessi prodotti sono accusati di contenere grassi saturi ed elementi tossici, “contratti” in fase di trasformazione, e quindi sono da eliminare totalmente da una dieta sana ed equilibrata.

Questa guida alimentare però tiene conto anche latte latticini aumento patologie cancrodi alcuni prodotti sostitutivi, che possano rappresentare una valida alternativa all’assunzione di calcio che in genere il nostro corpo preleva proprio dai latticini: cavolfiore, lattuga, broccoli o cavoli sono alcuni degli alimenti vegetali che possono sostituire con efficacia una fetta di mozzarella.

La portata rivoluzionaria di questa ricerca modifica la cosiddetta piramide alimentare sulla quale da sempre nutrizionisti e dietologi basano i loro consigli e la loro professione, oltre a mettere in allarme anche abituali consumatori di latticini.

Per un Paese come il nostro, che basa buona parte della sua malconcia economia sulla trasformazione e il commercio del latte, una notizia di tale portata può solamente causare drammatici dissesti finanziari.