Categorie
Curiosità

Il fumo in gravidanza influisce sulla sessualità del nascituro?

Secondo un neuroscienziato olandese, le donne che fumano e bevono durante la gravidanza potrebbero avere figli omosessuali o con un QI più basso.

Fumo-in-gravidanzaUn controverso studio olandese ha stabilito che lo stile di vita di una donna incinta potrebbe influenzare il quoziente intellettivo e la sessualità del nascituro.

Il dottor Dick Swaab – professore di neurobiologia all’Università di Amsterdam – dichiara che l’alcol, i farmaci e l’inquinamento atmosferico hanno un impatto significativo sullo sviluppo del feto e potrebbero manifestare i loro effetti negativi nei bambini in tarda età. Secondo quanto asserisce il professore olandese, l’assunzione di ormoni sintetici e il fumo durante la gravidanza, possono aumentare le probabilità di avere figlie lesbische o bisessuali, mentre l’alcol e l’assunzione di droghe possono abbassare il quoziente intellettivo di un bambino. Inoltre, il dottor Swaab, sostiene che vivere in una zona altamente inquinata è associato all’aumento del rischio di autismo per il bambino.

Il professor Swaab ha dichiarato al Sunday Times: “l’esposizione pre-parto sia alla nicotina che ad anfetamine, aumenta la possibilità di avere figlie lesbiche. Le donne, che in gravidanza soffrono di stress, hanno anche maggiori probabilità di avere figli omosessuali di entrambi i sessi, perché il loro livello alto di cortisolo, l’ormone dello stress, influenza la produzione di ormoni sessuati fetali”.

Tuttavia, il dottor Swaab ha riconosciuto che i fattori dello stile di vita hanno una piccola influenza e che la genetica gioca un ruolo importante nello sviluppo del bambino.

Categorie
Bellezza & Salute

Gli esperti di Women’s Heatlh rispondono alle vostre domande

Dubbi sull’alimentazione, stile di vita e capelli? Ecco le risposte dagli esperti di Women’s Heatlh

La soia è un cibo che ha aspetti controversi. É salutare o no?

La dietologa Susan Levin afferma che gli alimenti di soia meno trattati, come il miso, latte di soia e tofu, sono salutari. I prodotti più trattati potrebbero non avere gli stessi benefici. Alcuni alimenti contengono proteine concentrate di soia e gli esperti non sono sicuri se hanno lo stesso beneficio contro il cancro, come i primi.

Cali di zucchero e ti senti affaticata? Ecco la soluzione:

“Il segreto è avere pasti regolari. Se si saltano dei pasti, è facile sentirsi apatici. Bisogna mangiare almeno ogni tre ore”, afferma Lila Bruck di Lila Bruck and Associates. “è importante fare sempre la colazione. Se si sente una fatica continua, bisogna controllare i livelli di ferro, vitamina B12 e la tiroide”.

Come si può aumentare l’energia, senza caffeina?Cambiare-stile-di-vita

Il nutrizionista Dr. Melina Jampolis afferma: “per una ripresa fisica, che dura dalle due alle tre ore, bisogna mangiare uno snack ricco di carboidrati ( per l’energia) e proteine (per un miglior funzionamento cerebrale). Oppure si può consumare uno yogurt greco, a basso contenuto di grassi, con frutti di bosco e cereali. Un’altra opzione semplice è ascoltare un pezzo musicale, per solo tre minuti, o guardare un video divertente su YouTube”. Come afferma lo psichiatra Dr. Sudeepta Varma, la musica e le risate stimolano il cervello.

C’è un rimedio per riparare le punte, senza il bisogno di tagliare i capelli?

Lo stylist per i capelli, Marios Atzemoglio, proprietario di Marios Company For Hair, afferma: “per  risultati istantanei, bisogna tagliare le punte. Per trattare il problema, è consigliabile fare una spuntatina ogni 5-6 settimane e usare trattamenti idratanti. Evitare troppo calore dagli strumenti per i capelli e prodotti chimici (coloranti)”.

Lo stress può causare la comparsa dei capelli bianchi?

Il tricologo Erma Titus afferma: “lo stress come anche il diabete, l’anemia o problemi della tiroide, fattori nutrizionali e ormonali potrebbero causare la crescita prematura di capelli bianchi. È possibile che quando si è sotto stress, i follicoli non producano più melanina e la vitamina B va  ad esaurirsi. Bisogna, a quel punto, prendere degli integratori di vitamina B”.

Categorie
Bellezza & Salute

Sette regole per vivere più a lungo: dall’alimentazione allo stile di vita

La rivista Daily Express offre sette semplici regole, per combattere le probabilità di rischio di contrarre il cancro, ma anche per contrastare una serie di diverse malattie fatali. Tutto ciò che bisogna fare è cambiare l’alimentazione e lo stile di vita, come dimostra uno studio condotto da scienziati dell’ Imperial College London.

Chi segue le norme, che regolano il consumo di alcol e l’esercizio fisico, non avrà il rischio di morire di malattie respiratorie o circolatorie, come l’ictus o l’angina pectoris. Le regole sono state redatte sei anni fa dal World Cancer Research Fund e l’Istituto Americano di ricerca sul Cancro.

Ora, dopo aver esaminato pazienti di nove Paesi Europei differenti, gli scienziati inglesi hanno dimostrato come aiutare le persone a vivere più a lungo, riducendo il rischio di morte da cause, come il cancro.

Le sette regole sono:

  1. Mantenersi sempre in forma, evitando di essere sottopeso;
  2. Fare esercizio fisico – almeno 30 minuti al giorno;
  3. limitare il consumo di alimenti ricchi di grasso e zucchero ed evitare bibite zuccherate;
  4. mangiare una varietà di verdure, frutta, cereali integrali, legumi come i piselli. Almeno cinque porzioni di frutta e verdure al giorno, e accompagnare ogni pasto con cereali integrali;
  5. limitare il consumo di carne rossa, come la carne bovina, maiale e agnello a 500gr. a settimana ed evitare la carne trattata, come prosciutto, salame e pancetta;
  6. limitare le bevande alcoliche: per gli uomini due bibite al giorno, per le donne una bibita al giorno;
  7. per le mamme è meglio allattare fino ad un periodo di sei mesi.

Le regole, che hanno avuto maggior impatto sulla salute, sono state la numero uno, sul mantenimento del peso e la numero quattro, sul consumo di frutta e verdure. I ricercatori hanno concluso: “i risultati di questo studio suggeriscono che seguire le raccomandazioni potrebbe significativamente incrementare la longevità”.

La ricercatrice Dr. Teresa Norat ha dichiarato:

questo ampio studio europeo è il primo che consigli stile di vita vivere bene malattie cancromostra la forte associazione tra il seguire delle specifiche norme e un ridotto rischio di morire di cancro, di malattie circolatorie e respiratorie. Bisogna eseguire ulteriori ricerche in altre popolazioni, per confermare questi risultati”.

Lo studio, pubblicato su American Journal of Clinical Nutrition, è il primo ad esaminare l’allattamento, come possibile fattore dello stile di vita, che può ridurre il rischio di cancro. È stato dimostrato che le donne, che hanno allattato per almeno sei mesi, hanno ridotto il rischio di cancro del 10 % e delle malattie circolatorie del 17%.

Categorie
Moda

Anni ‘50: non solo moda, ma vero e proprio stile di vita

Ci ritroviamo spesso a parlare di quest’argomento o meglio di questa decade che ha influenzato il mondo della moda, dell’architettura e del design in genere.

Per capire davvero se siamo affezionati agli anni ‘50 o se per noi è solo un fenomeno passeggero, i dettagli sono importanti.

Avete in casa un tostapane d’epoca Girmi o nel garage una Lambretta Milano? Se la risposta è sì, allora abbiamo appena definito la tipica febbre per gli anni ‘50. Se, invece, vi limitate ad indossare camice con fiocco (Nara Camicie, 70 euro) e pantaloni a pois la vostra è solo una moda passeggera.

Le donne che hanno vissuto pienamente il periodo delle pin up si immedesimano a tal punto da sfoderare una mise perfetta anche quando cucinano come l’icona del brodo Star  a cui non manca mai il filo di perle al collo.

Le pin up del 2000 che si ispirano agli anni cinquanta, indossano in cucina, al massimo, dei grembiuli (Ricami Veronica, 17 euro), opportunamente ricamati con pizzi e merletti. moda anni 50Per l’acconciatura, invece, ci si rifà alle ragazze dai capelli cotonati come nella pubblicità di Avon Calling o quella della cipria Paglieri.

Chi si affaccia a questo mondo saltuariamente o per la prima volta, come le adolescenti, ama la freschezza, la leggerezza dei tessuti e la vivacità dei colori. Così è facile veder in giro le nuove tendenze: un abito in voille di Lavand (90 euro) con un golfino rosso Baby Angel (25 euro) e le ballerine di vernice The Flexx (60 euro); oppure la tracolla di Terranova (16 euro) e gli occhiali da gatta Piazza Italia (9 euro).