Categorie
Katy Perry

Katy Perry: “Ho perso la verginità a 16 anni”

La Pop Star americana conquista la copertina di GQ di febbraio: sguardo intenso e seducente, labbra colorate di rosso acceso e un prorompente decolté. E si confessa

Katy-Perry-GQNell’intervista, la cantante 29enne ha rivelato di essere orgogliosa del suo lato A raccontando, in maniera curiosa, di aver pregato Dio per avere un seno grande. “Una sera – ha dichiarato – mi sdraiai sulla schiena e guardai dritto verso i miei piedi. Pregai e dissi ‘Dio, potresti farmi avere un seno tanto grande da non farmi vedere i miei piedi quando mi sdraio?’ Dio ha risposto alle mie preghiere”.

Katy Perry ha anche rivelato di aver perso la verginità a 16 anni, sul sedile anteriore di una Berlina Volvo, mentre, con il suo fidanzato di allora, ascoltava l’album “Grace” di Jeff Buckley.

Gli scatti, all’interno della rivista maschile, presentano una Katy Perry sinuosa e sexy. In uno scatto la cantante siede a cavalcioni su un estintore, indossando un reggiseno e tacchi rosa, hot pants e una giacca bianchi; mentre in un’altra foto posa in reggiseno e slip neri. Parlando del suo fisico mozzafiato, Katy Perry ha dichiarato: “non ho mai avuto un intervento di chirurgia plastica, né naso, né mento, non una guancia, né tette”.

Dopo un matrimonio fallito con l’attore Russell Brand, ora Katy Perry si gode la sua felice storia d’amore con John Mayer. E a tal proposito, ha aggiunto: “sto vivendo un’esperienza meravigliosa con un ragazzo straordinario”.

Categorie
Le Iene Show

Le Iene: il problema dell’assistenza sessuale ai disabili (video)

Ieri sera è andata in onda un’altra puntata di Le Iene, ma non tutti sono riusciti a seguire il consueto appuntamento del martedì. Anche questa volta i servizi presentati da Ilary Blasi e Teo Mammucari sono stati tanti e interessanti; si è parlato di slot machine, cellule staminali e i un problema dei disabili troppo spesso sottovalutato, ovvero l’assistenza sessuale ai disabili.

le iene assistenza sessuale disabiliQuando si parla di persone disabili, si pensa alla loro istruzione, a fornire un’assistenza a scuola, a fare in modo che si inseriscano al meglio nella società, ad abbattere le barriere architettoniche, non prendendo in considerazione uno dei loro bisogni primari, ovvero quello sessuale. Come tutte le persone del mondo anche i disabili a partire da una certa età sono soggetti a degli impulsi sessuali, i quali, se non soddisfatti, possono portare anche a degli impulsi di rabbia o, comunque, a malessere.

Sabrina Nobile ha condotto un servizio a riguardo, andando ad intervistare dei ragazzi disabili che vivono questo disagio, dei genitori che rivelano di essere stati costretti a rivolgersi delle escort, una escort e una ragazza che racconta di aver aiutato un suo amico disabile nel raggiungere il piacere sessuale.

Di seguito il link dove guardare l’intero servizio.

NOBILE: Assistenza sessuale per disabili

Categorie
Gossip

Ian Somerhalder posa nudo: eccovi il nuovo servizio fotografico

Non c’è niente da fare, pare che Ian Somerhalder in questi giorni abbia proprio deciso di farci impazzire, di mandarci totalmente fuori di testa; soprattutto a noi fan di The Vampire Diaries e di Damon Salvatore! L’attore non solo se ne va in giro per l’Italia, ma ha posato totalmente nudo per il fotografo Butch Hogan!

Ok, lo ribadisco, quello di cui c’è bisogno in questi giorni è tanta calma e sangue freddo… perché per noi malate di The Vampire Diaries è difficile gestire la situazione quando c’è Damon Salvatore di mezzo. E allora ecco un’altra novità, ovvero un nuovo servizio fotografico di Ian.

Ian Smerhalder Butch HoganGià in questi giorni il bellissimo attore ci ha mandato tutte in subbuglio con un’immagine pubblicata su Instagram e Twitter. Tramite una foto, infatti, Somerhalder ha comunciato a tutte di essere in Italia e solo quando è andato via si è scoperto che era in Sardegna. Ora spunta qualcos’altro di davvero molto interessante.

Qualcuna di voi forse ricorderà che Iahn un po’ di tempo fa aveva cinguettato su Twitter:

“Impegnato con un servizio fotografico con il mio quasi fratello ed amico a New York Butch Hogan

I prodotti di questo servizio fotografico sono ora arrivati e superano di gran lunga le nostre aspettative! Ian appare non solo super sexy, come sempre del resto, ma anche totalemente nudo, coperto da lenzuola o acqua qua e là.

Non perdetevi le immagini!

Categorie
Cucina

Una cena di gala davvero perfetta

Quali sono le caratteristiche per una cena di gala davvero perfetta? Vediamo assieme alcuni brevi consigli per indirizzarti al meglio e realizzare un’occasione speciale impeccabile. Innanzitutto dobbiamo definire la tipologia del nostro meeting.

Vogliamo una vera cena di gala con tutti i crismi, oppure preferiamo una situazione meno formale come un lunch o un coffe break?

Ogni occasione ha il suo modello di banqueting in grado di valorizzare al meglio l’immagine aziendale e favorire gli scambi e relazioni interpersonali. Dopo di che è necessario stilare la lista degli ospiti e decidere la location dell’evento.

Arrivati a questo punto non rimane che rivolgersi ad un esperto del settore in grado di fornire un curriculum dettagliato delle cene ed occasioni di gala organizzate in precedenza. Una volta fatta questa delicata scelta possiamo proseguire con la scelta del menù, della mise ne place (importantissima non solo per le serate di gala) ed eventuali intrattenimenti o accompagnamenti musicali.

Queste sono le caratteristiche principali che portano alla riuscita di un evento, fra le varie considerazione possiamo però affermare con sicurezza che il punto più importante è il servizio di catering per cene di gala. Dalla qualità di questo servizio dipende infatti la gran parte della cena. Ecco perché vi consigliamo di rivolgervi a dei veri professionisti del settore. Un esempio? Party Ricevimenti, che opera nell’intero territorio nazionale.

La stessa Party Ricevimenti ha curato anche la cena di galaparte food per l’assemblea generale di CoProB presso la Sala Maggiore – Palazzo dei Congressi di Bologna riuscendo ad organizzare una cena di gala perfetta per ben 1600 invitati.

Insomma, la buona riuscita di ogni evento necessita dei professionisti adeguati che vi aiutino a tirar fuori il concept migliore per il vostro appuntamento: questo che sia di gala o un meeting meno formale.

E voi che ne pensate? Avete mai organizzato una cena di gala o un banchetto per una particolare occasione aziendale? Raccontateci la vostra esperienza… 😉

Categorie
Programmi TV

La Talpa del Senato: stasera a Le Iene il servizio sui furbetti in Parlamento

Torna anche questa domenica sera l’appuntamento con Le Iene e i loro servizi irriverenti e pronti a smascherare sconcertanti verità. Fra i tanti video in programma questa sera, uno su tutti promette di fare discutere davvero molto, ovvero quello che vede “ospite” de Le Iene una talpa… la talpa del Senato: almeno è così che Le Iene indicano questo soggetto. Ovviamente non è dato sapere chi sia l’intervistato, ma promette di rivelare particolari davvero scottanti.

Protagonisti delle rivelazioni della talpa, però, non sarebbero i politici… no… questa volta ad essere messi sotto i riflettori saranno i furbetti del Parlamento che non stanno fra i politici.

le iene talpa del sentao furbetti parlamento servizio filippo roma

Difficile saperne per il momento di più, dovremo attendere il servizio di Filippo Roma. L’appuntamento è fra circa un’ora, su Italia 1 con Le Iene!

 

Categorie
Cinema

Falsa beneficenza per bambini: truffa svelata dalle Iene?

Ci sono servizi de Le Iene (trasmissione di Italia 1) che non si vorrebbero vedere. Non perchè Le Iene non siano brave, tutt’altro… ma probabilmente perchè lo sono così tanto da riuscire a svelare le truffe più assurde e che ci lasciano basiti e increduli.

E’ questo il caso di una falsa associazione, a quanto sembrerebbe, che davanti a dei parcheggi chiedeva soldi per aiutare bambini disabili.

Dopo le indagini e le insistenti domande della Iena che aveva condotto il servizio, le persone interessate (e che riprese dalle telecamere cercavano soldi per i presunti bambini disabili) hanno cominciato ad agitarsi e a reagire malamente. Pochi attimi e delle altre persone si vedono spuntare da dei cespugli per aggredire Le Iene.

Siamo davvero sconcertate nel vedere come le iene servizio truffa bambini 27 gennaiocerte persone possano inventare storie assurde per estorcere denaro ai passanti. Mettere in mezzo la salute dei bambini (o altre persone in generale) è davvero ignobile; e se davvero il caso indicato dalle Iene fosse comprovato da un’indagine delle forze dell’ordine, ci sarebbe da chiedersi in che posto viviamo.

Del resto, però, non sarebbe la prima volta. Già un anno fa Le Iene avevano smascherato una truffa simile.

Quindi grazie Iene e continuate così! Certe nefandezze vanno svelate e urlate ad alta voce!

Categorie
Cinema

Le Iene affronta l’anoressia con la storia di Sara: raccontare per aiutare

Questa sera su Italia 1, nella trasmissione de Le Iene, è andato in onda un servizio sull’anoressia. Un servizio di impatto molto forte e che ha messo, forse per la prima volta in tv, in mostra ciò che veramente è la vita di una ragazza anoressica.

Morire d’anoressia si intitola il servizio e il titolo è in effetti ciò che è accaduto nella realtà. La storia di Sara, infatti, è una storia vera: la storia di una persona stroncata da una malattia devastante come è quella dell’anoressia. Immagini in cui l’inviata delle Iene cerca di parlare con lei e di convincerla che c’è ancora una speranza per guarire.

In questo articolo non vogliamo entrare nel merito del servizio, anche se vi consigliamo di guardarlo. Non solo perchè racconta la storia di Sara, ma anche perchè può essere un modo per far capire come sia difficile vivere a stretto contatto con questa malattia.

Vogliamo semplicemente affiancarci alle iene anoressia saraIene nel dire quanto l’anoressia sia una malattia pericolosa e distruttiva, capace di uccidere una persona per colpa di stereotipi che la società in modo spietato è in grado di creare.

Una malattia che però può e deve essere curata, magari sensibilizzando di più il pubblico su questa grave piaga che purtroppo colpisce molte… troppe ragazze.

Per rivedere il servizio delle Iene vi basta andare sul loro sito cliccando qui: Servizio iene anoressia.

Categorie
Amore

Matrimonio il servizio fotografico è osé!

Da qualche anno in Inghilterra una fotografa di Weston-super-Mare, Jodie Howe, ha lanciato una nuova proposta alle donne in procinto di matrimonio, e cioè, prima delle nozze, posare in abbigliamento e atteggiamenti sexy, in modo da mettere in evidenza tutta la propria bellezza e sensualità. Nei servizi che realizzala Howe è compreso anche il lavoro del parrucchiere e del truccatore e la cifra è più che abbordabile, si aggira attorno ai 50-70 euro, molto inferiore alle cifre chieste dai fotografi, parrucchieri e truccatori nostrani.

Sposa SexyAl di là del costo, che è già una rivelazione in sé, ciò che è veramente interessante è la vitalità che un servizio fotografico sexy porterebbe nei tradizionali servizi fotografici, colmi di ovvietà e banalità. Il problema in Italia non sono i fotografi in sé, non sono loro ad essere limitati e standardizzati; i fotografi ai quali i prossimi sposi si rivolgono sono dei veri professionisti, specializzati in fotografia di matrimonio, essi sono capaci non sono di controllare perfettamente esposizione e composizione dell’immagine, ma anche successivamente di elaborarle con tecniche particolari tramite Photoshop. Nulla da dire, quindi, su di loro (al di là forse dei costi, ma questa è un’altra questione).

Il problema è che questi bravi fotografi sono “costretti” a seguire il modello di servizio fotografico che vogliono gli sposi, i quali di fotografia non ne sanno nulla, però hanno visto il servizio dell’amica o dell’amico, della sorella o di questo e di quest’altro e lo vogliono “uguale”, come se la ripetizione fosse una conferma del valore e poi, perché con oggetti simili è possibile fare paragoni, aspetto necessario per poter dire “il mio è più bello”.

Se il fotografo cerca di proporre un servizio alternativo, gli sposi e soprattutto la sposa, storcono il naso, non capiscono, non hanno più punti di riferimento e di confronto e finisce sempre che il fotografo farà ciò che vogliono gli sposi. D’altronde, vale la regola che il cliente ha sempre ragione. Ma tutto ciò è molto penalizzante dal punto di vista creativo, sia per gli sposi, che però non se ne rendono conto, sia per il fotografo, per il quale alla fine vale il principio “meglio portare a casa i soldi che ostinarsi nel coltivare fiori nel deserto”.

E allora è agli sposi che vorrei rivolgermi, anzi, alle future spose, perché si sa che i preparativi per il matrimonio, cioè bomboniere, inviti, fiori, servizio fotografico, ecc.,  sono prerogativa delle donne. Ecco, allora donne mi rivolgo a voi per sollecitarvi ad uscire dai soliti schemi, a fare qualcosa di veramente alternativo, che metta in evidenza la vostra originalità e creatività. Sono tante le scelte alternative che potete fare in preparazione del vostro matrimonio e una di queste è proprio un servizio fotografico sexy per il vostro futuro sposo. Perché no?

Va bene, diciamo che per non deludere parenti e qualche amica un po’ “esigente” vi farete fare lo stesso i soliti scatti tradizionali, ci mancherebbe che vi mostriate in lingerie alla nonna o allo zio! Ma per il vostro uomo perché no? Sapete quanto i maschietti ci tengano a certe immagini e allora perché non regalare al vostro innamorato qualcosa di piccante? Non abbiate paura di essere giudicate, d’altronde è il vostro uomo e gli uomini per timore di offendere le proprie donne a volte non chiedono ciò che veramente desiderano, andando magari a cercarlo altrove (spero non vi capiti mai, sia chiaro).

Una donna dovrebbe rimanere sexy anche durante e dopo il matrimonio, anche dopo la gravidanza e le varie maternità. L’uomo che avrete acconto per tutta la vita, (si spera), non sarà solo il papà, ma sarà l’uomo con il quale avete deciso di condividere la vita; lui maschio, voi femmine. E questo essere maschio e femmina è molto sexy… non perdete per strada questo aspetto e magari andate a sbirciare il sito della Howe.