Categorie
Cinema

Squadra antimafia 4: ecco chi c’è dietro la botola. Mistero svelato!

Anche voi vi state ancora chiedendo chi ha aperto la botola e ha salvato Calcaterra?? Arrivano delle risposte!

Come ben sappiamo, la nostra tanto amata serie televisiva, Squadra antimafia-Palermo oggi, ci ha lasciate con un dubbio atroce; dopo aver vissuto insieme al vicequestore Domenico Calcaterra i 100 minuti che stavano per portarlo alla morte, l’ultima puntata della quarta stagione si è conclusa con l’apertura della botola, sotto la quale Domenico si trovava, ma con il mistero sull’identità del salvatore del vicequestore.

Da lunedì sera, dunque, è partita una vera e propria caccia all’uomo/donna! Tutte ci siamo calate nei panni delle investigatrici, analizzando ogni parola, particolare e mossa, per capire chi ha salvato Calcaterra.

Due le risposte più gettonate tra il pubblico: Rosy Abate, che passando sopra l’acquedotto con l’aereo su cui stava viaggiando, ha avuto l’ “illuminazione” e ha, quindi, interrotto la sua fuga per salvare il suo amato; Claudia Mares, vicequestore nonché compagna di Calcaterra, morta a metà stagione.

Tantissimi sono i fan che sperano in un ritorno di Claudia Mares, consapevoli del fatto che nella fiction non basta morire per scomparire dalle scene (siamo abituati a Beautiful oramai!), ritorno che, però, Simona Cavallari ha smentito categoricamente tramite il suo profilo Facebook.

apertura botola squadra antimafiaMa, a tutti quelli che hanno notato la faccia stupita di Calcaterra nel vedere in faccia chi ha aperto la botola e hanno, dunque, pensato alla Mares (sembrava che Domenico avesse visto un fantasma), dico una cosa: avevate ragione!

Udite udite Signore e Signori, il mistero è stato svelato: dietro la botola aperta per salvare il vicequestore Domenico Calcaterra c’è… Claudia Mares!

Questo è quello che perviene dalle ultimissime anticipazioni di Squadra antimafia 5 che, però, non hanno ancora un fondamento certissimo, Però… c’è un però:  la visione della Mares nell’apertura della botola, sarà solo il frutto di un’allucinazione di Calcaterra, che in quel momento era sotto il pieno effetto del gas nervino.

Questa soluzione è effettivamente l’unica che si incastra con tutti gli altri tasselli del puzzle: la faccia stupita di Domenico è dovuta alla visione della Mares, De Silva aveva avvisato Calcaterra che avrebbe avuto delle allucinazioni (tant’è che lui nell’acquedotto ha visto la madre), la Mares non tornerà nella quinta stagione e, a questo punto, chiunque potrebbe aver salvato il vicequestore, visto che il colpo di scena, anche solo per un attimo, c’è stato.

E’ davvero questa la geniale trovata del regista Beniamino Catena?

Categorie
Cinema

Squadra antimafia 4: la Mares conferma che non sarà nella 5 stagione

E’ da quando è andata inonda l’ultima puntata della quarta stagione di Squadra antimafia-Palermo oggi che tutti siamo afflitti da una domanda: chi ha salvato il vicequestore Domenico Calcaterra aprendo la botola?

Eh già, perché il regista della serie televisiva, Beniamino Catena, ha proprio deciso di lasciarsi con il fiato sospeso, e lo ha fatto lasciandoci con un dubbio atroce.

Mentre sul web i fan della fiction si dividono tra chi crede in un salvataggio ad opera di Rosy Abate e chi nella comparsa di un personaggio nuovo o addirittura scontato, il pubblico continua a sperare nel ritorno di Claudia Mares.

Anche se il vicequestore è morto a metà della quarta stagione e si è visto palesemente il corpo senza vita, con tanto di autopsia e funerale, gli spettatori non sono convinti ma, anzi, sono certi del ritorno del personaggio interpretato da Simona Cavallari. A malincuore, però, devo deludere le vostre aspettative.

Squadra Antimafia 4 Mares CalcaterraLa conferma che la Mares non sarà presente nella quinta stagione di Squadra antimafia è finalmente arrivata ed è stata la stessa Cavallari a darla.

L’attrice qualche ora fa ha, infatti, postato sulla sua pagina ufficiale Facebook uno stato, dove si legge “Ringrazio di cuore tutti quanti, Per onestà voglio però dirvi che la mia avventura con la tanto amata Mares si conclude con questa stagione. Non so spiegarvi a parole quanto il vostro affetto mi abbia fatto piacere e ripagato di tutti i sacrifici… sto imparando, in questi giorni, ad affezionarmi al mio nuovo personaggio…Viola… così diverso da Claudia.. spero che voi l’amerete con me… “.

A questo punto, dunque, ogni dubbio è tolto; a parte uno, il più importante: chi ha salvato Calcaterra?

Categorie
Cinema

Squadra antimafia 4: Calcaterra non è stato salvato dalla Mares

L’appuntamento del lunedì sera con Squadra antimafia 4 è giunto al termine, lasciando, però, tutti i fan dell’amata serie televisiva a bocca asciutta.

Abbiamo visto per tutta la sera il vicequestore Domenico Calcaterra lottare contro la morte insieme al suo amico/rivale De Silva, e Rosy Abate (Giulia Michelini) intimare e torturare la cugina Ilaria, per farsi rivelare il luogo in cui il vicequestore è stato portato.

Dopo 100 minuti di fiato sospeso, in cui viene fatto davvero di tutto per portare in salvo Domenico, si arriva alla fine della puntata, che vede Calcaterra (Marco Bocci) salvarsi per mano di un personaggio misterioso. L’intera stagione si chiude, infatti, con un dubbio amletico: chi ha salvato Calcaterra?

La risposta più gettonata tra il pubblico è, sicuramente, Claudia Mares, soprattutto considerando la faccia del vicequestore nel momento in cui ha visto il suo salvatore (sembrava aver visto un fantasma). Tutti i fan sperano nel ritorno del commissario, che però abbiamo visto palesemente morire varie puntate fa; ma gli spettatori sono, ormai, abituati a colpi di scena alla Beautiful e credono, dunque, che non bastino un’autopsia e un funerale per escludere il possibile ritorno di un personaggio.

claudia mares-morta-squadra antimafia 4Mi dispiace, però, deludere le aspettative dei fan, ma possiamo affermare che non è stata sicuramente la Mares ad aver portato in salvo Domenico.

Simona Cavallari (l’attrice che interpreta Claudia Mares), durante un’intervista al settimanale Gioia ha dichiarato: “Sarà una bomba a togliermi di mezzo, mentre fuggo in macchina con l’amica-nemica di sempre, la mafiosa Rosy Abate. Lei si rialza, io no. All’inizio si era pensato di farmi riapparire nella quinta serie: in ambulanza venivo rianimata. Invece è andata così. Ma non ho deciso io”.

Dunque non ci sono dubbi, nonostante i recenti avvistamenti di Simona a Catania sul set di Squadra antimafia 5 (andata per incontrare il cast), la Mares no tornerà nella quinta serie; parola di Simona Cavallari e Beniamino Catena (regista)!

A questo punto, allora, siamo punto e a capo… : chi ha salvato Calcaterra?

Categorie
Cinema

Squadra antimafia 4, colpo di scena: chi ha salvato Calcaterra?

Anche la quarta stagione di Squadra Antimafia – Palermo oggi è giunta al termine, e la Duomo, Domenico Calcaterra e Rosy Abate, non hanno sicuramente deluso tutti i loro spettatori.

Ci siamo lasciati nella penultima puntata con il vicequestore Domenico Calcaterra preso in ostaggio da Nerone, lo scagnozzo di Ilaria e di Dante Abate.

Il vicequestore è stato inserito in una trappola mortale all’interno di un acquedotto, che gli lascia solo solo 100 minuti di tempo per portarsi in salvo; minuti che noi vivremo in tempo reale (100 minuti è la durata della puntata) insieme a Calcaterra e De Silva, che si ritrova ferito al suo fianco.

Solo due persone sanno dove si trova Domenico: Ilaria e Nerone; visto che Ilaria, che nella puntata precedente è stata arrestata, non ne vuole sapere di parlare, parte la caccia all’uomo! Dopo varie ricerche, Nerone, tramite la sua compagna, viene trovato dalla Duomo, ma nell’intento di catturarlo, lui e Sandro cadono da un tetto; la caduta costerà quasi la vita a Pietrangeli, che però rimarrà, invece, gravemente ferito, ma Nerone muore.

squadra antimafia ultima puntataRimane a questo punto solo Iaria, è lei l’unica persona che può portare Rosy e la Duomo da Calcaterra e De Silva, e la donna cerca di patteggiare l’informazione in cambio della libertà.

Il tempo intanto scorre, e i due uomini nell’acquedotto stanno sempre peggio; capiscono cosa sta succedendo ma non riescono a trovare il modo di sfuggire alla trappola. Rosy e i ragazzi della Duomo, visto il tempo ormai quasi esaurito, decidono di inscenare un rapimento di Ilaria fatto dall’Abate; Rosy torturerà sua cugina per farla parlare, e alla fine riuscirà a mettersi in contatto telefonicamente con Domenico, che le riuscirà solo a dire che si trova in un acquedotto, che ha sentito passare un aereo, e a dettarle il numero di serie di una porta blindata.

Mentre Rosy è al telefono con Calcaterra, Ilaria riesce a scappare, ma l’Abate la insegue e la trova in un aeroporto pronta a partire; qui Rosy uccide la cugina e parte al suo posto, lasciando la vita di Domenico nella mani dei suoi colleghi della Duomo.

rosy abate calcaterraLa Caccia al luogo dove si trovano De Silva e il vicequestore continua… mancano ormai 8 minuti, e l’acquedotto individuato inizialmente si rivela sbagliato. Quando il luogo giusto finalmente viene individuato (tramite il codice della porta blindata) per De Silva è troppo tardi, ma Domenico intanto è riuscito ad aprire un varco e si incammina all’interno dell’acquedotto.

Il tempo è scaduto e Rosy ha abbandonato Domenico andandosene via in aereo. I ragazzi della Duomo rimangono bloccati per strada, il pm Antonucci era sulle tracce di Ilaria e Rosy Abate; Calcaterra raggiunge un uscita dell’acquedotto, ma è chiusa e non riesce ad aprirla, tutto sembra essere giunto, dunque, alla fine.

Ma quando ormai ogni speranza è persa, si apre magicamente l’ingresso dell’acquedotto; il vicequestore Domenico Calcaterra è, dunque, salvo… ma per mano di chi?