Categorie
Bellezza & Salute

Prurito intimo, qualche consiglio per curarlo senza medicinali

Uno dei disturbi più comuni legati al corpo femminile è quello del prurito intimo. Si tratta di una condizione non particolarmente dolorosa, ma molto fastidiosa che impedisce spesso il normale svolgimento di una giornata lavorativa, mettendo a disagio la donna che ne soffre.

Un disturbo del genere spesso viene curato con pomate e lozioni, lavaggi sterili e a volte l’assunzione di medicinali, come l’antibiotico, che impedisce la formazione di batteri dannosi nel corpo.

Ma è il caso di prendere medicinali importanti per un prurito? Spesso i rimedi naturali sono molto più efficaci e duraturi, e riescono a farci raggiungere un benessere completo, senza nessuna controindicazione. In particolare il prurito intimo può essere curato con semplici accorgimenti alimentari.prurito intimo Il prurito, o comunque ogni tipo di infezione che interessa il tratto vaginale (leggere cistiti comprese), è dovuto ad una alterazione del naturale PH della pelle.

Questo spesso è dovuto ad una assunzione di zuccheri massiccia, tale da alterare il nostro equilibrio e da procurarci un disagio. Per poter alleviare e nel migliore dei casi far scomparire il prurito è quindi sufficiente eliminare per un periodo di tempo più o meno lungo, ogni tipo di zuccheri dall’alimentazione.

Quindi banditi pane e pasta, formaggi e dolci, zucchero nel caffè o in altre bevande, e ogni tipo di cibo che possa contenere zuccheri semplici o complessi. Per mantenere un’alimentazione comunque completa, si può ovviare con altri cereali, come il farro o l’orzo, oltre a massicce dosi di succhi senza zucche di frutti rossi, che mantengono sana la flora uterina.

Infine è regola di buona abitudine piuttosto che di “cura naturale” bere acqua naturale in abbondanza.

Categorie
Bellezza & Salute

Donne più dormiglione? Sì, ma fanno più degli uomini

La maggior parte delle donne è iperattiva, attenta all’ordine, alla pulizia, ma quando si tratta di dormire non guarda in faccia nessuno e indugia volentieri tra le braccia di Morfeo.

donna-che-dormeA difesa delle “donne ghiro” arriva però una ricerca che punta a dimostrare che le esponenti del gentil sesso hanno bisogno di riposare di più perché svolgono più attività contemporaneamente. Le donne, ormai, tra famiglia, lavoro, faccende domestiche e quant’altro, si sono date al cosiddetto “multitasking” ed è per questo che il loro cervello ha più bisogno di riposo, altrimenti rischiano d’incorrere in continui sbalzi d’umore e nella depressione.

A sostenerlo sono i ricercatori della Duke University del North Carolina che dimostrano quanto il riposo sia necessario per le donne continuamente prese da impegni di vario genere. Il sonno, infatti, permette al cervello di rigenerarsi recuperando le energie perse e quella lucidità di cui si ha necessariamente bisogno.

Le donne dormono sicuramente più degli uomini, ma se lo fanno è perché hanno trascorso delle giornate intense e piene di impegni e il loro corpo, così come lo stesso cervello, richiede più riposo. Il sonno dunque è sacro ma per le donne lo è certamente di più.

 

Categorie
Bellezza & Salute

Cioccolata e vino rosso: rimedi contro il diabete?

Ecco una bella notizia per gli amanti del cioccolato! Pare proprio che cioccolata, vino rosso e fragole siano molto più che un semplice peccato di gola. Potrebbero aiutare nella prevenzione del diabete.

chocolate-and-wineUno studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, ha rivelato, per la prima volta, che l’elevato contenuto di flavonoidi nella frutta a bacca può regolare i livelli di glucosio nel sangue e scongiurare il diabete di tipo 2. I flavonoidi sono composti antiossidanti presenti nelle piante, così come nel tè, nel vino rosso e nel cioccolato e possono proteggere contro una vasta gamma di disturbi, come le malattie cardiache, l’ipertensione, alcuni tipi di tumore e la demenza.

Inoltre, lo studio ha scoperto che il principale effetto protettivo si ottiene da elevate assunzioni di antociani, che sono presenti nelle fragole, ribes, more e mirtilli.

I ricercatori della University of East Anglia e del King’s College di Londra rivelano che un’elevata assunzione di questi ingredienti regola la quantità di glucosio nel sangue e abbassa l’infiammazione, anche se cronica, che può portare a malattie.

L’équipe ha studiato quasi 2.000 volontanie sane, che hanno completato un questionario alimentare, progettato per stimare la totale assunzione di flavonoidi nella dieta. I campioni di sangue sono stati analizzati per valutare la regolazione del glucosio e dell’infiammazione e la resistenza all’insulina, una caratteristica del diabete di tipo 2.

La professoressa Aedin Cassidy della Norwich Medical School, che ha condotto la ricerca, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto che coloro che consumano una quantità elevata di antociani e flavonoidi, avevano una minore insulino-resistenza. Un’elevata resistenza all’insulina è associata al diabete di tipo 2, perciò quello che stiamo osservando è che le persone che mangiano cibi ricchi di questi due composti – come bacche, erbe, uva rossa, vino – hanno meno probabilità di contrarre la malattia. Abbiamo anche rilevato che coloro che assumono il maggior numero di antociani, avevano meno probabilità di soffrire di infiammazione cronica, associata a molti problemi di salute, tra cui il diabete, l’obesità, malattie cardiovascolari e cancro.

E coloro che consumano la maggior parte dei composti di flavonoidi hanno migliorato i livelli di una proteina (adiponectina), che aiuta a regolare una serie di processi metabolici tra cui i livelli di glucosio . Quello che non sappiamo ancora esattamente è quanti di questi composti sono necessari per ridurre potenzialmente il rischio di diabete di tipo 2”.

Categorie
Bellezza & Salute

Il bacio è tutta salute

Il bacio non è solo segno d’amore, passione, attrazione. E’ anche veicolo di salute e benessere per il nostro corpo. A confermarlo è Andréa Demirjian che, nel suo ultimo scritto Kissing: Everything You Ever Wanted to Know about One of Life’s Sweetest Pleasures“, mette nero su bianco tutti i benefici ad esso legati.

Il bacio è, in primis, il migliore rimedio per far passare il mal di testa e i dolori mestruali; con il continuo sbaciucchiamento, infatti, i vasi sanguigni si dilatano e il dolore si dissolve, il bacio è anche un ottimo rimedio per combattere le carie perché durante l’atto si produce tanta di quella saliva da “lavare via” la placca.

Con il bacio si riescono anche a bruciare dalle 8 alle 16 calorie oltre a migliorare l’umore di chi li riceve; scambiarsi effusioni è vera chimica poiché si producono imagesserotonina, dopamina e ossitocina, tutti ormoni che “regalano” sensazioni di benessere. Continuando possiamo dire che il bacio accresce anche l’autostima e si diventa sicuramente più produttivi nello studio, sul lavoro e in qualsiasi altra attività ci cimentiamo.

I baci continui ed appassionati permettono anche di tonificare mascella e collo oltre che funzionali alla misurazione della compatibilità sessuale, specialmente quando si è di fronte ad un nuovo partner ancora da scoprire.

Il bacio è tutta salute, scatenatevi dunque.

Categorie
Curiosità

Olanda batte Italia: è il paese dove si mangia meglio

Secondo una recente ricerca, e con buona pace dei cultori della gastronomia di casa nostra, l’Olanda è il paese in cui si mangia meglio al mondo.

cucina-olandeseSulla base dell’ultimo rapporto dell’associazione umanitaria internazionale, Oxfam, l’Olanda risulta essere il Paese dove si mangia meglio al mondo seguito da Francia e Svizzera, mentre l’Italia occupa solo l’ottavo posto.

I ricercatori hanno valutato la quantità, la qualità, l’accessibilità e le malattie legate all’alimentazione in 125 Paesi. L’Olanda ha ottenuto il primo posto perché ha prezzi alimentari relativamente bassi, minori livelli di diabete e una migliore diversità nutrizionale rispetto ai suoi rivali europei.

Nella top 12 sono presenti anche Austria, Belgio, Danimarca, Svezia, Australia, Irlanda, Lussemburgo e Portogallo. Mentre al primo posto della classifica dei paesi dove si mangia peggio appare il Ciad, dove gli alimenti hanno scarso valore nutritivo, sono costosi e trattati con limitate condizioni igieniche. Seguono Etiopia e Angola.

La ricerca ha rivelato, inoltre, che negli Stati Uniti i prezzi degli alimenti sono più accessibili, mentre in Angola sono meno convenienti. La qualità del cibo è più elevata in Islanda e più bassa in Madagascar. Il più alto livello di diabete è presente in Arabia Saudita, mentre il paese dove è diffuso maggiormente il problema dell’obesità è il Kuwait. Inoltre il rapporto Oxfam dimostra che la malnutrizione è più diffusa nel Burundi, dove il 67 % delle persone sono denutrite e il 35 % dei bambini sono sottopeso.

Categorie
Bellezza & Salute

Perché mangiare noci e arachidi? Allungano la vita e migliorano la memoria

Dimenticate i costosi integratori multivitaminici e le bevande salutari poco gustose – il segreto per una lunga vita sana potrebbe trovarsi in un’umile dose di noci. Una nuova ricerca ha dimostrato che le persone, che, regolarmente, fanno uno spuntino a base di arachidi, noci e pistacchi vivono più a lungo rispetto a coloro che non lo fanno.

Non si tratta di uno studio effettuato sui topi di laboratorio, ma è stata una ricerca, durata 20 anni, condotta sugli stili di vita di oltre 119.000 persone.

I ricercatori hanno dimostrato che chi ha mangiato frutta secca, sette volte a settimana, aveva un quinto in meno di possibilità di decedere, durante il periodo dello studio. Per le persone, che consumavano frutta secca, solo una volta alla settimana, è stato dimostrato un calo del 7% del tasso di mortalità.noci-arachidi

La frutta secca è ricca di antiossidanti anticancro, minerali essenziali, quali il rame, lo zinco, il ferro e magnesio, che aiutano nella memoria, e manganese: ingredienti che, nel complesso, sono necessari per un corretto funzionamento degli organi. Inoltre, la frutta secca è un’ottima fonte di vitamine E e B e acidi grassi omega 3, che controllano i livelli di ormoni dello stress, come l’adrenalina.

Sioned Quirke, della British Dietetic Association, raccomanda di consumare una regolare porzione di frutta secca mista, per avere i massici benefici per la salute. E c’è di più: è consigliabile mangiare anche la sottile buccia delle mandorle, perchè è densa di sostanze nutritive.

Categorie
Lavoro

Lavorare troppo e duramente fa male alla salute e alla carriera

La maggior parte di noi pensa che lavorare troppo e duramente può portare solo al successo e ad una promozione. Tuttavia, un nuovo studio condotto presso l’università di Padova ha dimostrato che il “workaholism” è dannoso, non solo per la salute dei lavoratori, ma anche per le loro prestazioni in ufficio.

Oltre ad aumentare la tensione psicologica e fisica, il superlavoro riduce la qualità del lavoro e aumenta i giorni di assenza dal lavoro, per malattia.

La notizia è stata riportata dal tabloid DailyMail, che spiega il concetto di “workaholic”; il termine delinea un individuo che lavora, in maniera ossessiva e compulsiva, facendo straordinari e portando a casa il lavoro; il workaholic manifesta un attaccamento emotivo al proprio lavoro e ha troppo poco tempo per riprendersi dallo stress.

Gli sforzi, che si applicano nel posto di lavoro, devono essere, solitamente, seguiti da un adeguato periodo di rilassamento fisico e mentale, una sorta di recupero per garantire la salute donne lavoro famigliae la funzionalità ottimale.

Il gruppo di ricercatori dell’università di Padova ha esaminato 322 lavoratori in una società privata, per 15 mesi. Ogni lavoratore ha completato dei questionari, per definire i tratti da “maniaci di lavoro”; il loro sforzo psicofisico è stato misurato attraverso rapporti medici, valutazioni delle loro prestazioni da un supervisore e il numero di giorni di assenza per malattia.

Il “workaholicism” è stato associato alla tensione psicofisica, che a sua volta è legata allo scarso rendimento e ad un numero maggiore di assenze per malattia.

Categorie
Gossip

Angelina Jolie ha problemi di salute? In America ne sono quasi certi

Angelina Jolie non avrebbe risolto i suoi problemi di salute dopo la mastectomia, i magazine americani parlano di gravi problemi che preoccupano il marito Brad Pitt e i suoi fans: Angelina appare smagrita e non mangerebbe abbastanza.

Angelina_Jolie_saluteEsile come un fuscello, così appare Angelina Jolie nelle foto di OK Magazine, il rotocalco americano che segue sempre con un occhio di attenzione la coppia Jolie-Pitt. E il fisico smagrito sarebbe frutto di una scarsa alimentazione, non sappiamo se si possa parlare di vera e propria anoressia, ma effettivamente Angelina Jolie non è l’immagine della salute vedendo il suo fisico sciupato.

E sarebbe preoccupato anche Brad Pitt che dopo un presunto allarme dei medici, sarebbe volato dalla moglie per starle vicino. A quanto pare Angelina ogni qualvolta si butta in un nuovo progetto (anche umanitario) si concentra a tal punto da non mangiare, con i conseguenti rischi per la sua salute.

Categorie
Bellezza & Salute

World Smile Day: ridere giova alla salute!

Giovedì scorso, 3 ottobre, si è celebrata la Giornata Mondiale del Sorriso (World Smile Day) nata per onorare Harvey Ball, l’artista del Massachusetts che nel 1963 creò il celebre smile tondo e giallo che noi tutti conosciamo. La notizia più importante riguarda però il fatto che ridere giova alla salute, al corpo, alla mente e alle persone che ci circondano.

La risata di gusto rilassa i muscoli del viso, del collo, delle braccia e dell’addome simulando un continuo massaggio che “ammorbidisce” il nostro corpo. Un minuto di sorriso, rideresecondo gli esperti, corrisponde a 45 minuti di puro ed indisturbato relax.

Ridere crea anche dopamina, un neurotrasmettitore capace di generare sensazioni di piacere allontanando stress, preoccupazioni, butti pensieri e tensioni oltre al fatto che ridere, secondo una ricerca pubblicata sull’International Journal of Obesity, è un toccasana per la nostra amata linea; ridere per 15 minuti al giorno ci permette di perdere oltre due chili in un anno.

Lo smile a 36 denti ha anche una funzione terapeutica riconosciuta in ambito medico, gli ormoni liberati nel momento del riso permettono, infatti, di attenuare la sensazione di sofferenza e aumentare la soglia del dolore. Lo spiccato senso dell’umorismo, tra l’altro, agisce sul sistema immunitario incrementando gli anticorpi presenti nella saliva e rendendoci immuni alle infezioni e, soprattutto, diminuisce il rischio delle malattie cardiovascolari.

Siete allora pronte a scatenarvi con una risata di gruppo?

Categorie
Curiosità

Un hobby è importante quando si va in pensione: ecco perché

Quando si lavora non si vede l’ora di andare in pensione, per avere il giusto riposo e il tempo da dedicare a sé stessi e alla propria famiglia; ma non tutti riescono ad accettare il congedo al lavoro, che può tramutarsi in una deprimente e malinconica esperienza.

In realtà, secondo un nuovo studio, la pensione dovrebbe essere considerata come una vera e propria rinascita! Invece di poltrire sul divano, di fronte ad uno schermo televisivo, potrebbe essere utile perseguire un hobby, con il quale, non solo si combatte la noia, ma si potenzia anche il cervello in età avanzata.

Gli scienziati hanno dichiarato che attività stimolanti, come la lettura, lo sport, la lettura e i viaggi, non solo mantengono la mente acuta, ma allontanano il rischio di depressione.

Il pensionamento coincide con l’inizio di un declino naturale anzianinel potere del cervello, causato dall’avanzamento dell’età. I ricercatori hanno affermato che la vita frenetica di un lavoro può lasciare un vuoto, da essere riempito, altrimenti le funzioni cognitive rallentano.

Un team di ricercatori della Concordia University a Montreal ha suggerito che le persone, che si congedano da un lavoro, che sia professionale o manegeriale, hanno più probabilità di mantenere le proprie facoltà, di chi ha lavorato come impiegato.

Lo studio è stato condotto, per quattro anni, su 333 pensionati sani con un’età media di 59 anni. I risultati, pubblicati in Journals of Gerontology: Psychological Sciences, hanno concluso che i pensionati dovrebbero essere incoraggiati a scegliere e perseguire diversi hobby, impegnativi mentalmente, per mantenere il cervello sano.