Categorie
Sanremo 2013

Rockfeller: Luciana Littizzetto sei una moltitudine di gnocca

Dal 1985 arriva sul palco dell’Ariston niente po po di meno che Rockfeller, il corvo più simpatico e famoso del Mondo. Il motivo dell’apparizione di Rockfeller? E’ innamorato di Luciana Littizzetto. Dopo qualche battuta scambiata con Fabio Fazio arriva anche Luciana Littizzetto cui  Rockfeller dice: Tu dici di essere una mezza gnocca?! Tu sei una moltitudine di gnocca.

spasimanteDopodiché tra la marionetta e Lucianina scatta il bacio, come quello di Pippo Baudo. Molti giovani non conosceranno la storia di questa marionetta, irriverente e divertente che è stata un mito per i ragazzi degli anni ’80. Un amarcord molto simpatico per chi ha ormai superato i trentanni e crediamo una scoperta interessante per chi non conosceva la marionetta e il ventriloquo più famoso del mondo.

Categorie
Sanremo 2013

Elio cala l’asso di bastoni: Rocco Siffredi a Sanremo 2013

Luciana Littizzetto resta da sola sul palco di Sanremo e accanto a lei, colui che non ti aspetti: un Rocco Siffredi in ghingheri per “cantare” assieme ad Elio e Storie Tese, Con un bacio piccolissimo. Gli sgangherati e sempre originali Eli chiedono consiglio all’esperto di rapporti amorosi Rocco Siffredi, che consiglia con un primissimo piano: in amore ci vuole ironia, umiltà e poi un bacio piccolissimo… Poi Rocco dice: “Volete vederlo?” e dà un bacio alla telecamera.

baci elio e roccoElio e le storie tese per cantare un bacio piccolissimo si fanno piccolissimi, con delle fronti enormi e degli strumenti in miniatura, oltre da una coreografia come sempre irriverente e simpatica. E ovviamente in contrasto con la coreografia, che è rimasta incastrata sul palco dell’Ariston alla fine dell’esibizione (carrello fuori uso e smontaggio a mano), sul palco c’è il grande Rocco Siffredi, che si conferma persona brillante.

Forse l’esibizione con la minore qualità canora, ma sicuramente la più apprezzabile per originalità e coreografia.

Categorie
Sanremo 2013

Sanremo 2013: Luciana Littizzetto, una Caselli mini vittima di Fabio Fazio

Arriva sul palco un essere a metà tra “il mio amico Alf” e Rita Pavone (già alla seconda citazione stasera), ma in realtà è Luciana Littizzetto, con un caschetto biondo, che sembra quasi un elmetto in kevlar e un vestito turchese pastello che farebbe impallidire anche un maestro impressionista per la tonalità e il taglio “old fashion”.

Fazio, ovviamente, gioca sulla cosa e le battute tra i due si sprecano: dal casco in testa alla definizione di “versione mini” della Lucianona nazionale, che sta al gioco, sbuffando come solo lei sa fare. In realtà, il vestito era di Caterina Caselli, ecco spiegato il caschetto biondo platino e laccatissimo. Esilarante lo sguardo di Luciana quando sale sul palco Simona Molinari, con 12 metri di coscia e un vestito spettacolare, forse il migliore della serata.

Ma per rendere l’idea di cosa sia successo sul palco dell’Ariston e delle risate regalate dalla Littizzetto, ecco una foto che vale più di mille parole:

luciana littizzetto

Categorie
Sanremo 2013

Sanremo 2013: Cristicchi canta Endrigo, belle emozioni…

Canzone per te… Endrigo potrebbe applaudire per questo arrangiamento e per la voce che ci ha messo Cristicchi. Il cantante “triste” come potremmo rinominarlo, stasera ha sorpreso. Certo questa canzone non è un inno alla gioia, ma emoziona, Cristicchi ci sta alla grande e la musica passa in un momento. Quando vuole il ragazzo ci sa mettere quel pizzico in più che lo eleva a talento della musica italiana.

cristicchi fazioLa sua vittoria al Festival non è stata un caso dettata dal pietismo, ma la dimostrazione che voce, musica e temi sociali sono grandi ingredienti. Endrigo ringrazia per la bella interpretazione e la serata continua con grande qualità, sembra quasi la serata “principe” di quelle viste sinora… A dimostrazione che quest’anno alcuni artisti pur avendo grandi voci hanno toppato nella scelta della canzone… Tant’è che la canzone mononota di Elio è quasi l’unica che si sente canticchiare in giro.

Categorie
Sanremo 2013

Dal 1975 sempre di Modà fino a Sanremo 2013: Io che non vivo

Kekko… Kekko… questi Modà possono cantare davvero di tutto, persino una canzone del 1975 torna a scintillare come se fosse un brano totalmente nuovo. Interpretazione di personalità, senza stupidi revival, i Modà sono davvero capaci di affrontare qualsiasi sfida, anche la più impegnativa. La voce di Kekko si flette e poi scuote il palco dell’Ariston e tutto il gruppo lo segue alla grande. Ormai sono artisti consumati e il successo a Sanremo sembra proprio dietro l’angolo, soprattutto, dopo questa interpretazione.

modà 3Bella serata, molto piacevole. I Modà portano ancora più in alto l’asticella con questa Io che non vivo. Tante belle interpretazioni e tanta tranquillità sul palco, persino Fazio è rilassato. Una serata piacevole con ritmo blando, ma con musica ottima sinora, poiché nessuno degli artisti ha scimmiottato i grandi successi, tutti ci hanno messo qualcosa di personale molto bello.

Categorie
Sanremo 2013

Sanremo 2013: Raphael Gualazzi trasforma in jazz anche la Luce di Elisa

Raphael Gualazzi deve essere un uomo cui piacciono le sfide impossibili, perché avere il coraggio di cantare Luce di Elisa non è cosa da tutti, se poi la vuoi trasformare in un’opera omnia del blues italiano, beh… diventa davvero qualcosa di impossibile. Tanto che i momenti migliori sono quelli di assolo di pianoforte, mentre il cantato poco si addice alla canzone.

r gualazziTroppi acuti, troppi “contraltari” e sussurri, per quella che è una canzone emblema  della musica italiana e che fino a prova contraria può essere cantata solo da Elisa, con quella voce ruvida e brillante. Raphael si gioca una carta impossibile senza infamia e senza lode… Certo un cantante non deve trasformare tutto ad uno stile monotono, ok, il jazz bello, il blues passionale… Ma luce in versione R&B proprio non ci sta. Una forzatura al limite dell’azzardo che di sicuro non ha evidenziato le qualità canore di Gualazzi, anzi gli avrà creato qualche nemico tra gli amanti della musica di Elisa. Provaci ancora Raphael… senza blues però!

Categorie
Sanremo 2013

Vestiti Littizzetto Sanremo 2013: la quarta serata è un omaggio

Siamo ormai giunti alla quarta serata di questa 63° edizione del Festival di Sanremo e la nostra attenzione, oltre alle canzoni dei tanti cantanti, è sicuramente dedicata a lei, alla first lady del palco dell’Ariston che accompagna in questo percorso Fabio Fazio: Luciana Littizzetto!

Come ogni sera, anche stasera passeremo al vaglio i vestiti indossati da Luciana, che questa sarà farà più cambi del solito.

La prima sera, la tanto amata attrice cabarettista ha deciso di sfoggiare un look semplice nello stile, ma impreziosito nei dettagli, vestendo gli abiti degli stilisti Aquilani e Raimondi.

littizzetto - nilla pizzi abitoNella seconda serata la semplicità degli abiti indossati dalla Littizzeto si è accentuata ancora di più; se nella serata precedente, infatti, gli abiti erano molto scintillanti, nella seconda serata, i vestiti, in questo caso firmati dallo stilista Gianluca Capannolo, hanno esibito pochissimi dettagli preziosi.

Siamo poi arrivati alla terza sera e quindi ad un nuovo stilista. Gli abiti di ieri sera indossati dalla Littizzetto sono dello stilista Gabriele Colangelo; vestiti di certo più originali del solito.

Questa sera, invece, la Littizzetto, per la gioia di tante mamme che certamente riusciranno a riconoscerne tanti, indosserà gli abiti indossati dalle grandi donne della storia di Sanremo. Il primo vestito sfoggiato richiama la celebre cantante Nilla Pizzi; la Littizzetto ha spiegato che, ovviamente, il vestito non è lo stesso, per una questione di taglie. Attendiamo il prossimo!

littizzetto terzo abito 3Il secondo omaggio fatto da Luciana Littizetto è rivolto al “caschetto d’oro”, cioè alla storica Caterina Caselli! Con tanto di parrucca, la “valletta” di Fazio è entrata con un abitino celeste stile grembiule da scuola elementare. Il vestito è a gonna larga e girocollo, con tanto di collettino, vistosi bottoni tinta su tinta e maniche larghe sui polsi.

La stessa Littizzetto non poteva non ironizzare sul suo abbigliamento, affermando che il fatto che l’abito originale sia andato bruciato in un incendio di certo non è un caso. A Fazio che ride del suo abbigliamento Luciana risponde: “prova tu a vestirti da Renato Zero!”.

Categorie
Sanremo 2013

Sanremo 2013: programma e cantanti della quarta serata (15 febbraio)

Ci stiamo avvicinando sempre di più alla fine di questa 63° edizione del Festival di Sanremo, che questa sera, alle 20:35 su Rai 1, andrà in onda con la sua quarta puntata.

Questo Sanremo 2013 sta riscuotendo un grande successo, non solo per la conduzione di Fabio Fazio e per la scelta degli artisti con le loro canzoni, ma soprattutto per la presenza di Luciana Littizzetto, che sta regalando al Festival quel pizzico di sale in più che colorisce il tutto.

Nelle serata precedente, tra esibizioni di big e giovani e tra vari ospiti, tra cui ricordiamo l’ex calciatore Roberto Baggio, il cantante israeliano Asaf Avidan, e la modella, anche lei israeliana Bar Refaeli, è stato effettuata una scrematura sia di artisti che di canzoni in gara. Ad arrivare il questa questa serata sono, infatti, tutti i 7 big, ognuno con la canzone scelta dal voto del pubblico da casa più quello della Giuria di Stampa, e 4 degli 8 giovani, che sono stati scelti sempre tramite un mix tra il televoto da casa e la giuria di stampa.

Questa sera, proprio per i giovani, sarà la serata cruciale, in quanto è la serata in cui verrà proclamato il vincitore, che sarà stabilito, anche questa vota per il 50% dal pubblico e per il restante dalla giuria. I 4 artisti rimasti in gara , che si contenderanno, dunque, stasera l’ambito titolo sono:

Sanremo 20131. Antonio Maggio: “Mi servirebbe sapere”

2. Blastema: “Dietro l’intima ragione”

3. Ilaria Porceddu: “In equilibrio”

4. Renzo Rubino: “Il postino (amami uomo)”

I 14 big in gara, invece, alcuni dei quali saranno accompagnati in un duetto da un altro artista, si esibiranno in una cover scelta  per l’occasione. I brani portati sono:

1. Almamegretta : “Il ragazzo della via Gluck”

2. Annalisa Scarrone: “Per Elisa”

3. Chiara Galiazzo: “Almeno tu nell’universo”

4. Daniele Silvestri: “Piazza grande”

5. Elio e le storie tese: “Un bacio piccolissimo”

6. Malika Ayane: “Cosa hai messo nel caffè”

7. Marco Mengoni: “Ciao amore ciao”

8. Maria Nazionale: “Perdere l’amore”

9. Marta sui Tubi: “Nessuno”

10. Max Gazzè: “Ma che freddo fa”

11. Modà: “Io che non vivo”

12. Raphael Gualazzi: “Luce (tramonti a nord est)“

13. Simona Molinari con Peter Cincotti: “Tua”

14. Simone Cristicchi: “Canzone per te”

Ospiti di questa quarta serata saranno:il pianista Stefano BollaniCaetano Veloso e Pippo Baudo.