Categorie
Bellezza & Salute

Bimbi e raggi UV: consigli per una pelle baciata dal sole!

I bambini d’estate amano sguazzare in acqua e starebbero ore e ore sul bagnasciuga a giocare con palette, secchielli e sabbia. L’esposizione al sole giova alla salute dei bambini, se effettuata con moderazione e con un alto schermo protettivo sulla pelle.

Per molte mamme è una vera impresa tenerli fermi sotto l’ombrellone ma con qualche ottimo consiglio, potrete evitare il rischio di eritemi e scottature sui vostri pargoli. e tu di che fototipo seiMai lasciarli sotto i raggi UV nelle ore centrali della giornata, quando il caldo è torrido e l’esposizione diviene cocente; è fondamentale scegliere la lozione più adatta alla pelle del bimbo e ripetere l’applicazione più volte durante la giornata (ogni 2-3 ore).

Controllate, inoltre, che il soggetto sia ben idratato, somministrandogli grosse quantità di liquidi; non esponete mai direttamente il bimbo al sole e non spalmate, prima dell’esposizione al sole, creme o latte profumato, perché questi favorirebbero l’irritazione.

I solari per i bambini sono “speciali” e presentano quindi alcune caratteristiche importanti: ponderate bene la scelta al momento dell’acquisto, poiché le lozioni non dovranno presentare massicce quantità di filtri chimici, dovranno essere resistenti all’acqua, al sudore e al corpo ricoperto di sabbia. Piccoli consigli rivolti alle mamme e ai papà, affinché la pelle dei propri pargoli sia baciata dal sole in maniera innocua!

Categorie
Bellezza & Salute

Tintarella intelligente: e tu di che fototipo sei?

Iniziano i primi tuffi in mare e le prime esposizioni ai raggi solari, con l’auspicio di poter acquisire un tono di pelle scuro e super abbronzato. Abbiamo già affrontato il tema: abbronzatura impeccabile, suggerendovi alcuni consigli da prendere assolutamente in considerazione, per avere una tintarella da urlo ma in modo intelligente.

Affinché tutto proceda nella norma è fondamentale sapere a quale fototipo appartiene la nostra epidermide, ovvero il tipo di reazione che la pelle presenta venendo a contatto con il sole, per poterci così prendere cura di essa, e proteggerla nel migliore dei modi. Sono tre le sezioni distintive: i fototipi I e II, rappresentano coloro i quali hanno un colorito bianco.

Bimbi e raggi UVRientrano in questa cerchia ragazze e ragazzi con i capelli rossi, biondi, gli occhi chiari e che presentano le efelidi (piccole macchie brune, simili alle lentiggini); chi appartiene a questo gruppo ha molta difficoltà ad abbronzarsi e quasi sempre tende a scottarsi facilmente e ad essere esposto a frequenti eritemi.

Le persone con pelle moderatamente scura e con capelli castani, tendono ad abbronzarsi gradualmente e le scottature sono moderate, essi appartengono al III fototipo; i più fortunati appartengono al fototipo IV, V e VI: presentano una pelle ricca di melanina e quindi più predisposta ad abbronzarsi, hanno un colorito scuro e occhi neri.

Per un’abbronzatura intelligente, chi appartiene alle prime due cerchie dovrebbero spalmare sul proprio corpo lozioni ad alta protezione (da 50 a 30Spf), chi invece è molto più scuro e non ha problemi di scottatura deve comunque prestare molta attenzione ai raggi UV e non abusare dell’esposizione solare.

Categorie
Bellezza & Salute

Tintarella in vista? Strategie e segreti per un’estate perfetta!

L’estate è ormai alle porte e manca davvero poco al sole cocente sulla pelle e ai tuffi in acqua salata.

Ma come fronteggiare i danni causati dalla tintarella?

Chi ha la pelle scura, ma non rinuncia ad esporsi ai raggi solari, deve prestare comunque attenzione proteggendo alcune zone a rischio:

–          la pelle del contorno occhi è molto delicata, va quindi protetta durante tutto l’anno e soprattutto in vista dell’esposizione al sole, con uno schermo totale ad alta protezione;

–          per il corpo è consigliato esporsi nelle ore meno calde, cospargendo l’epidermide con una lozione protettiva di media o alta protezione a seconda del colorito naturale di partenza;

–          Il viso è la parte del corpo che maggiormente risente la presenza dei raggi UV, è dunque necessario prestare molta attenzione emulsionando l’ovale più volte durante la tintarella.

tintarellaPer quanto riguarda l’alimentazione, in estate si può mangiare bene ma restando in forma e senza ingrassare. Una silhouette filiforme è garantita se si pratica un’alimentazione che punta su frutta, verdura e pesce. Cibi leggeri e nutrienti che sono un toccasana anche per la pelle. A colazione l’ideale è un frullato rinfrescante, in sostituzione al latte, fornendo così al corpo il giusto apporto vitaminico. Fondamentale è anche l’azione idratante per rinfrescare la pelle arrossata dalla salsedine e dal sole.

Doposole a base di karitè per ripristinare l’equilibrio idrico dei tessuti e una maschera, ogni sera, per il viso a base di sodio ialuronato, prevengono la secchezza e ripristinano il normale riciclo delle cellule. Per avere capelli al top nella calda stagione, bisogna vaporizzare, prima di esporsi ai raggi UV, un gel protettivo e praticare maschere idratanti a base di jojoba per contrastare l’effetto crespo e diminuire lo shock causato dal sale e dal sole.

Una mini guida che vi aiuterà ad affrontare al meglio i piccoli ostacoli che la tintarella reca con sé!