Categorie
Sanremo 2013

Sanremo 2013: per le lettrici di PinkDNA vince Marco Mengoni

Care amiche grazie per aver partecipato al nostro sondaggio su chi sarà il vincitore di Sanremo 2013. Per le nostre lettrici il vincitore del Festival è Marco Mengoni, con la sua L’essenziale. Oltre mille voti per il nostro sondaggio di cui il 22% per Marco Mengoni, il 20% per i Modà e poi tutti gli altri tra il 10 e 6%. Dunque, il vincitore di X Factor, convince il nostro pubblico e a dire la verità la sua canzone, dopo la canzone mononota di Elio e le storie tese, è quella che si sente più canticchiare in giro.

nmengoni mVi lasciamo con i risultati del nostro sondaggio e vedremo se le lettrici di PinkDNA sapranno sintetizzare il voto popolare e quello della giuria di qualità, avendo scelto chi realmente vincerà il Festival questa sera, nel corso della serata finale.

[frm-graph id=165 data_type=count]

Categorie
Interviste

Le interviste di PinkDNA

Da oggi abbiamo il piacere e l’onore di ospitare, sul nostro blog, le parole e le interviste di alcune donne che grazie al Web, ma soprattutto grazie alla propria intelligenza e fiducia in se stesse sono riuscite a diventare “donne di successo”. Donne capaci di trasformare le proprie passioni in solide realtà, donne che devono insegnarci con i loro suggerimenti e con la propria storia, come realizzare i nostri sogni e arrivare laddove spesso pensiamo di non poter giungere. Insomma, delle interviste che, oltre che un po di curiosità sulle protagoniste, ci daranno qualche spunto per migliorare le nostre giornate, magari cambiare lavoro e creare una nostra attività, che finalmente ci soddisfi completamente e, infine, di confrontarci tra donne senza “schermi”. Insomma, speriamo questo confronto stimoli tutte noi a guardare al futuro con maggiore fiducia.

E per cominciare, come direbbe un editorialista di un quotidiano, abbiamo il piacere di ospitare sulle nostre colonne le parole di Chiara Maci (di Sorelle in Pentola), nota blogger culinaria che ha dimostrato il proprio talento e la propria passione anche in TV partecipando a Cuochi e fiamme di La7 e non solo… Visto che è in uscita il suo libro “In due c’è più gusto”.

Categorie
Da DNA a donna

Che donna sei? Te lo dico con le… principesse!

Che tipo di donna sei? Nelle difficoltà aspetti che un principe venga a salvarti o ti rimbocchi le maniche? Sei combattiva o remissiva? In due parole sei più Mulan o Biancaneve?

L’universo del cinema, e del cinema d’animazione, offre un’infinità di ritratti femminili che possono fare al caso di ogni donna pronta a mettersi in gioco ed a confrontarsi con il suo alter ego cinematografico. Ci sono le dolci e delicate donzelle, quelle che aspettano che l’uomo le salvi, come la decana delle principesse succitata, Biancaneve. Ci sono le donne capricciose e sognatrici, come l piccola sirenetta Ariel, oppure le seduttrici, come Megara. Inutile dire che quest’ultimo modello è sempre attuale: la donna-pantera affascina da sempre l’uomo, oggi più che mai in cerca di qualcuno che prenda l’iniziativa al suo posto.

La nostra società vorrebbe farci credere che basta essere una bella DID (Donzella in Difficoltà per i meno ferrati in linguaggio disneyano) per riuscire a adescare il principe di passaggio. Ma può questo prototipo di donna considerarsi ancora moderno? Anche in questo caso l’animazione disneyana ci viene in soccorso, basti guardareprincipesse disney simpatiche Tiana una delle ultime ‘principesse’ di casa Disney: prima di tutto è di colore, a sottolineare l’importanza dell’intercultura nel XXI secolo. In secondo luogo non è una principessa, ma una donna con il sogno dell’affermazione personale e professionale; infine non disdegna, alla fine delle sue avventure, la mano di un principe squattrinato che la faccia sentire realizzata anche sentimentalmente.

E se qualcuna volesse ancora aspettare il primo bacio di vero amore? Se qualcuno crede ancora che un Principe Azzurro debba arrivare un giorno e liberarci dal drago? Le Aurora e le Megara, l’uno e l’altro eccesso, esistono tutt’oggi, ed entrambi i tipi hanno le loro armi e di conseguenza, le loro vittorie. Tuttavia sembra che il modello che si sta sempre di più affermando è quello di Pocahontas, principessa indigena, dominatrice selvaggia che prende da sola.

Ma attenzione! Il femminismo, per quanto sia stato un movimento fondamentale nella storia dei diritti e della dignità della donna, è un pensiero superato. Diffidare da quelle donne che dicono di poter/voler fare tutto da sole. Dio (o chi per lui) ha creato uomo e donna, pari e complementari, per cui viva Tiana, la donna sveglia, intelligente e indipendente che non rinuncia ad essere davvero Donna. Che tutte le donne possano avere un sogno da inseguire, una dignità da mostrare ed un lieto fine da vivere.