Categorie
Cucina

Ricetta baccalà con peperoni: la tradizione che non muore mai

Non sapete cosa cucinare per pranzo o per cena? Magari perché avete poco tempo a disposizione. Ecco la ricetta di un piatto intramontabile della cucina tradizionale del sud: il baccalà con i peperoni!

Il baccalà, per chi non lo sapesse,  consiste nel merluzzo bianco conservato sotto sale. Questo alimento è nato per necessità, in quanto la salagione consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d’origine.

Ma andiamo a scoprire insieme come è facile preparare questo gustoso piatto.

baccalà peperoniIngredienti per 4 persone:

800 g di baccalà già ammollato

500 g di peperoni (meglio se rossi)

50 g di olio di oliva

farina q.b.

Preparazione: tagliate il baccalà a tocchetti, infarinatelo e ponetelo in una padella, dove avrete già fatto riscaldare l’olio. Una volta cotto e dorato, togliete il pesce dal fuoco e riponetelo in un piatto con della carta da cucina, in modo da eliminare l’olio in eccesso.

In un’altra padella (più capiente) cuocete i peperoni con dell’olio e, a cottura quasi ultimata, aggiungete il baccalà precedentemente fritto e, volendo, anche del pomodoro a cubetti o in salsa e delle olive nere. Finire di cuocere il tutto e servire il piatto ben caldo.

Voilà, la cena è servita!

Categorie
Cucina

Un grande classico: maccheroni al formaggio, tacchino e peperoni

Quando si parla di cucina, due sono le grandi scuole di pensiero: c’è chi innalza la fantasia e l’estro, con l’utilizzo più svariato degli ingredienti, alla ricerca del piatto perfetto; dall’altra parte ci sono i “puritani” delle ricette, che seguono al grammo ogni dose di ogni ingrediente, perché in cucina è la matematica che conta.

Voi come vi posizionate? Siete fantasiose o seguite alla lettera ogni ricetta? Nel dubbio rispolveriamo un grande classico italiano, con qualche aggiunta fantasiosa: i maccheroni al formaggio con tacchino e peperoni. A voi gli ingredienti per 6 porzioni:

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 35 minutimaccheroni al formaggio e tacchino

Ingredienti:

1 cucchiaio di olio di oliva

300 gr. di fette di tacchino, tagliato a pezzetti

175 gr. di maccheroni tagliati corti

225 gr. di cavolfiori, tagliati in piccoli fioretti;

225 gr. di broccoli, tagliati in piccoli fioretti;

½ vasetto di peperoni sott’olio non troppo piccanti, scolati e tagliati a metà

50gr. di burro

50 gr. di farina normale

450 ml di latte

150 ml. di panna light

1 cucchiaio di mostarda

115 gr. di formaggio compatto, grattuggiato

4 cucchiai di parmigiano grattuggiato

Preparazione:

  1. riscaldare l’olio in una padella e saltare in olio bollente il tacchino per 3-4 minuti fino a che è dorato. Rimuoverlo dalla padella e metterlo in una ciotola grande;
  2. cuocere i maccherroni per 5 minuti in una una pentola d’acqua. Aggiungere i cavolfiori e broccoli e cuocere per altri 4-5 minuti. Scolare e aggiungere i peperoni;
  3. per la crema al formaggio, sciogliere il burro in una casseruola, aggiungere la farina mescolando, lontano dalla fiamma, e cuocere per 1 minuto. Gradualmente aggiungere il latte e la panna. Portare ad ebollizione, mescolando costantemente fino a che non è densa e omogenea. Rimuovere dalla fiamma, e aggiungere la mostarda, 75 gr. di formaggio compatto, e 2 cucchiai di parmigiano. Condire con sale e pepe nero;
  4. preriscaldare il forno a 200°C. Versare la crema al formaggio sui maccheroni, mescolando fino a quando non sono completamente coperti. Metterli in una teglia da forno. Cospargere i rimanenti formaggi,  e infornare. Cuocere per 20 minuti fino a quando non è dorata.

Per un gusto alternativo, puoi usare altre verdure cotte, come piselli, fagiolini, carote, zucchine e zucca.

Buon appetito!

 

Categorie
Cucina

Ricette golose: maccheroni al formaggio, broccoli e cavolfiori

A volte cucinare qualcosa di golosa è necessario per allettare i palati della famiglia. Spesso, però, si pensa che piatti gustosi siano sinonimo di difficile preparazione. Questo non è sempre vero, anzi, al contrario, il più delle volte con pochi ingredienti si può fare molto. Specie se decidiamo di mettere insieme, magari, qualche piccolo “avanzo” di cucina.

Una buona idea di ricetta è quella dei maccheroni al formaggio, tacchino e peperoni: gustosa, semplice e con ingredienti di facile reperibilità nel frigo.

Vediamo insieme la ricetta:

Porzioni: 6

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 35 minuti

 

Ingredienti:

1 cucchiaio di olio di oliva

300 gr. di fette di tacchino, tagliato a pezzetti

175 gr. di maccheroni tagliati corti

225 gr. di cavolfiori, tagliati in piccoli fioretti;

225 gr. di broccoli, tagliati in piccoli fioretti;

½ vasetto di peperoni sott’olio non troppo piccanti, scolati e tagliati a metà

50gr. di burro

50 gr. di farina normale

450 ml di latte

150 ml. di panna light

1 cucchiaio di mostarda

115 gr. di formaggio compatto, grattuggiato

4 cucchiai di parmigiano grattuggiato

maccheroni ricetta tacchino peperoni formaggio

Preparazione:

  1. riscaldare l’olio in una padella e saltare in olio bollente il tacchino per 3-4 minuti fino a che è dorato. Rimuoverlo dalla padella e metterlo in una ciotola grande;
  2. cuocere i maccherroni per 5 minuti in una una pentola d’acqua. Aggiungere i cavolfiori e broccoli e cuocere per altri 4-5 minuti. Scolare e aggiungere i peperoni;
  3. per la crema al formaggio, sciogliere il burro in una casseruola, aggiungere la farina mescolando, lontano dalla fiamma, e cuocere per 1 minuto. Gradualmente aggiungere il latte e la panna. Portare ad ebollizione, mescolando costantemente fino a che non è densa e omogenea. Rimuovere dalla fiamma, e aggiungere la mostarda, 75 gr. di formaggio compatto, e 2 cucchiai di parmigiano. Condire con sale e pepe nero;
  4. preriscaldare il forno a 200°C. Versare la crema al formaggio sui maccheroni, mescolando fino a quando non sono completamente coperti. Metterli in una teglia da forno. Cospargere i rimanenti formaggi,  e infornare. Cuocere per 20 minuti fino a quando non è dorata.

Per un gusto alternativo, puoi usare altre verdure cotte, come piselli, fagiolini, carote, zucchine e zucca.

Buon appetito!

 

Categorie
Bellezza & Salute

Morbo di Parkinson: mangiare peperoni aiuta a ridurne il rischio

Mangiare peperoni due volte a settimana potrebbe essere un modo per ridurre, fino a un terzo, il rischio di sviluppare il morbo di Parkinson.

Gli scienziati hanno scoperto che le persone, che hanno mangiato alimenti, contenenti una forma di nicotina commestibile, che comprendono anche pomodori, patate e melanzane, hanno raggiunto alti livelli di protezione contro il disturbo. La ricerca aggiunge il provato legame tra il ridotto rischio di malattia, il fumo e l’uso di cerotti alla nicotina. Ma gli esperti invitano i pazienti ad avere cautela, affermando che altri componenti del prodotto potrebbero essere efficaci nei risultati.

Dr. Susan Searles Nielsen, dall’università di Washington a Seattle, ha affermato: “il nostro studio è il primo ad indagare il legame tra la nicotina e il rischio di sviluppare il morbo di Parkinson. I nostri risultati suggeriscono l’effetto protettivo della nicotina, o forse di sostanze chimiche simili ad essa, ma meno tossiche, nei peperoni e nel tabacco”.

peperoni e morbo di parkinsonPer la ricerca, pubblicata sulla rivista Annals of Neurology, 490 pazienti con morbo di Parkinson sono stati interrogati sulle loro abitudini alimentari e il consumo di tabacco. Oltre a loro, hanno partecipato allo studio altri 644 individui, non affetti del disturbo. Il consumo generale di verdure non ha dimostrato di influire sul rischio del morbo, ma si è rivelata nel consumo di verdure, che appartengono alla famiglia delle Solanacee, contenenti piccole quantità di nicotina, la sostanza chimica che causa la dipendenza dal fumo.

L’andamento è stato più efficace con i peperoni, specialmente nelle persone poco o mai esposte al tabacco; i partecipanti, che ne hanno mangiato almeno due volte a settimana, avevano il 30% in meno di probabilità di contrarre il morbo.

Anche se le prove portano alla nicotina come principio attivo, il team non ha escluso un altro responsabile dei benefici. Una possibilità sarebbe l’anabatine, che ha avuto proprietà antinfiammatorie.

Vari studi hanno trovato che chi fumava,anche passivamente, aveva meno probabilità di contrarre la malattia. La dietologa Catherine Collins, del St George’s Hospital NHS Trust a Londra, ha dichiarato che lo studio ha fornito ulteriori prove dei benefici della dieta mediterranea, ricca di verdure come pomodori e peperoni. Tuttavia, i risultati sono ancora insufficienti, per promuovere i peperoni, come una protezione dal Parkinson. Il contenuto di nicotina può variare nelle verdure, a causa dei metodi di coltivazione, raccolta e metodi di cottura.

Categorie
Cucina

Ricette: peperoni e carne saltati in padella

Primi freddi e stralci d’estate. Questi gli ingredienti principali per il piatto di oggi.

Detta così sembra una caso strana ma in realtà  esattamente ciò che ci vuole per mangiare i peperoni con la carne macinata ed ora spieghiamo perché: il piatto è abbastanza calorico, quindi una buona scusa per mangiarlo senza sentirci troppo in colpa è l’arrivo del primo freddo.

In secondo luogo, servono i peperoni, ortaggio che naturalmente arriva a maturazione intorno alla fine di agosto.

Per i più previdenti, che hanno conservato in congelatore una porzione di peperoni, il gioco è fatto.

Ecco la preparazione del piatto (per due) per il quale occorrono:

160 gr di carne macinata

una cipolla

olio d’oliva

due peperoni (preferibilmente uno rosso e uno giallo)

Far appassire sulla brace o sul una piastra antiaderente i peperoni in modo tale de rendere più semplice l’operazione di “spellamento”, praticabile appena i peperoni si saranno raffreddati. Soffriggere in padella la cipolla tagliata finemente e aggiungere la carne macinata, lasciar rosolare e quando sarà diventata marroncina, aggiungere i peperoni spellati tagliati a striscioline sottili.

Lasciar cuocere insieme per circa cinque o dieci minuti e insaporire con sale, peperoncino piccante e aromi a piacere (si consiglia l’origano). Impiattare e gustare con crostini di pane fatti in casa!