Categorie
Bellezza & Salute

Il sesso occasionale deprime le studentesse

Da studentesse, abitando da sole e lontane dagli occhi vigili e attenti dei propri genitori, si può essere più portate per flirt, incontri casuali e sesso occasionale

sesso amore coppiaNiente legami, massima libertà e puro divertimento a volte sembrano la strada migliore per godersi la vita a “tutta birra”. Ma, secondo un recente studio, il post sesso occasionale non è poi così divertente e liberatorio come tutti credono. Secondo una ricerca, condotta dalle università Syracuse a Ney York e Brown a Providence, le studentesse propense ai rapporti occasionali sono più facilmente prede della depressione rispetto, invece, alle proprie coetanee che sono legate sentimentamente ed optano per relazioni stabili e, preferibilmente, durature.

Allo studio sono state sottoposte 483 studentesse di età compresa tra i 18 e i 25 anni, quest’ultime sono state sottoposte dai ricercatori a 13 indagini mensili per capire se ci fosse una stretta correlazione tra qualità della relazione e la depressione. I risultati, pubblicati dal Journal of Sex Research, sono molto chiari e dimostrano che i rapporti occasionali sono strettamente collegati alla depressione mentre il sesso durante i rapporti stabili, e dunque con lo stesso partner, non influenzano la comparsa del disturbo.

In merito ai risultati ottenuti uno dei tanti ricercatori afferma: “i rapporti occasionali includono un atteggiamento negativo verso il sesso al di fuori delle relazioni impegnate, rischio di acquistare una reputazione negativa, fallimento per il passaggio del rapporto da una forma occasionale a stabile, l’insoddisfazione sessuale verso il partner occasionale, la pressione dei pari o la coercizione mentale del partner perché si spingano sessualmente oltre ciò che desiderano. Del resto i rapporti consolidati ispirano più fiducia ed intimità e ricevono maggiore assenso sociale”.

 

 

 

Categorie
Gossip

Elisabetta Canalis sexy su GQ: dal segreto della sua bellezza al partner ideale

Una Elisabetta Canalis scultorea posa per GQ edizione spagnola, e insieme alle sue belle foto in bikini, l’ex velina concede un’intervista anche molto intima sugli uomini, sul fascino, sul suo corpo e soprattutto su come le piace essere sedotta.

Prima di tutto la bellezza sarda che il mondo ha conosciuto grazie alla relazione che ha avuto con George Clooney, ci spiega che per lei “una delle cose più importanti per me è quella di sentirsi bene con se stessi, che si rifletterà all’esterno e farà la differenza”, ovviamente se il sentirsi bene corrisponde anche alla sua bellezza mediterranea imbattibile anche in canottiera e jeans, tutto sembra più facile.

Però la bellezza è una dote abbastanza diffusa nel mondo dello spettacolo, quello che per Ely fa la differenza è come lei la mantiene, ovvero in che modo si tiene in forma. Tanti volti noti parlano di yoga, pilates e ginnastica dolce, attività che sembrano far bene anche allo spirito, Elisabetta invece preferisce l’azione, e le arti marziali: pratica infatti Krav Maga.

Per quanto riguarda invece il corteggiamento, la Elisabetta Canalis sexy su GQ si raccontaCanalis è una donna tradizionalista, preferisce essere corteggiata che corteggiare e crede anche che con gentilezza un uomo possa insistere dopo il primo “no”, purché lo faccia nei limiti dell’educazione: “Dopo la quarta volta arriva il pugno…”.

Un uomo può conquistarla in modi diversi, ma deve dire frasi intelligenti e soprattutto, se si finisce a letto la prima sera non è un problema, può capitare se c’è feeling, e in più “le dimensioni non contano”.

Se a questo aggiungiamo anche la confessione riguardo al fatto di essere una che da una seconda possibilità, sembra proprio che Ely sia la donna perfetta!

Categorie
Amore

Il tuo partner ti tradisce? Ecco il decalogo dei segnali da non sottovalutare

Donne, parliamoci chiaro … a chi di noi non è capitato di sospettare del proprio partner? Ve lo dico io: nessuna! E se a qualcuno di voi è successo ho da dire una cosa: beata ingenuità!

tradimento coppia amore decalogoNon voglio dire che tutti gli uomini sono infedeli (anche se un po’ sarei tentata), ma come si suol dire: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Per solidarietà femminile sono convinta sia utile collaborare al fine di smascherare il possibile tradimento; ecco quindi che da un intreccio tra risultati di studi di psicologia e analisi di varie esperienze, si possono individuare alcune “spie” che potrebbero segnalarci una possibile crescita di due protuberanze appuntite sulla testa!!

Ecco le principali 10.

1. SENSAZIONE CHE C’E’ QUALCOSA CHE NON VA: siamo o non siamo dotate di sesto senso? E l’esperienza ci ha insegnato che poche volte ci inganna. Se sentiamo che c’è qualcosa di strano e di diverso nel nostro partner, dobbiamo fidarci della nostra sensazione e non fare finta di non averla.

2. TROPPE ATTENZIONI SENZA MOTIVO: in realtà il motivo potrebbe esserci, i sensi di colpa. Questo è probabilmente il segnale più famoso. Se il vostro uomo inizia improvvisamente a regalarvi fiori e riempirvi di regali e attenzioni vuol dire che ha qualcosa da farsi perdonare e che sta cercando di mettere a tacere la propria coscienza.

3. DIVENTA SUPER CURATO: quando due persone stanno insieme ormai da tanto tempo, quasi sempre tendono a curare meno nei dettagli il proprio aspetto perché sono sicuri di piacere ugualmente all’altra metà. Ma se improvvisamente il vostro uomo passa dallo stile “uomo delle caverne” e con barba perennemente incolta,  a radersi tutti i giorni, usare i migliori profumi e curare l’abbigliamento nei minimi particolari, può voler dire due cose: o è stato ingaggiato per qualche sfilata di Dolce&Gabbana o cerca le attenzioni di qualcun’altra.

4. MANIACO DEL WEB: l’uomo infedele solitamente ha una grande passione per la tecnologia e per i social network. Chatta la sera, magari mentre voi siete impegnate in faccende domestiche, e magari dicendovi che sta lavorando, ovviamente con una schermata alternativa sempre pronta nel caso voi vi doveste avvicinare improvvisamente al pc.

5. NON ABBANDONA MAI IL CELLULARE: se porta il cellulare anche sotto la doccia, dentro l’acqua a mare e lo mette sotto il cuscino quando dorme, forse c’è qualcosa che non va! Diffidate dagli uomini che magari lasciano di tutto in giro per casa ma mai il cellulare (se succede è perché è spento o magari con codici di protezione che ovviamente voi non conoscete).

6. FREQUENTI RITARDI E AMNESIE: si è sempre saputo che per mentire c’è bisogno di un’ottima memoria (soprattutto)e una grande intelligenza, e aggiungerei anche di creatività e fantasia per giustificare i frequenti ritardi. Quindi , a meno che non abbiate la fortuna/sfortuna di avere al vostro fianco un grande attore, sarete voi stesse a rendervi conto che sta inventando delle scuse, o comunque arriverà il momento in cui farà un passo falso e si tradirà da solo.

7. DIMINUISCE IL SESSO: a meno che abbiate accanto Rocco Siffredi, se inconsapevolmente state dividendo il vostro partner con un’altra donna questo vuol dire che state dividendo con lei anche le sue prestazioni, e quindi inevitabilmente vi renderete conto del cambiamento. Se invece il vostro rapporto è comunque poco passionale a prescindere da un possibile tradimento, non mi resta che dirvi che mi dispiace per voi.

8. CITA SPESSO UN’ALTRA DONNA: se nelle conversazioni del vostro partner sentite comparire troppo spesso un nome femminile che non sia quello di sua madre o di sua sorella, questo è un altro segnale di allarme. Questa cose può voler dire due cose: o che questa donna è sempre nella testa del nostro uomo, o che passano molto tempo insieme e di conseguenza molti racconti del nostro partner coinvolgono anche lei (e c’è da preoccuparsi ugualmente!).

9. TI ACCUSA DI TRADIRLO: ricordiamo il detto “la gatta della dispensa quello che fa pensa”.  Questa volta le opzioni sono tre: o veramente lo state tradendo e quindi riconosce i suoi stessi comportamenti, o pensa che tutti sono come lui e devono per forza tradire, oppure attacca per difendersi.

10. NON VI DICE PIU’ “TI AMO”: può sembrare il più banale e scontato, ma se non avete davanti una persona senza un minimo di coscienza, avrà difficoltà a dirvi che vi ama guardandovi negli occhi.

Quindi occhio ai segnali ma senza diventare ossessive! Saranno pure rari, ma esistono anche gli uomini fedeli.

 

 

Categorie
Amore

Tra sguardo e cuore: cosa succede quando guardiamo una persona che ci piace?

Qui entriamo nel mondo dei messaggi non verbali, cioè dei messaggi che invia il nostro corpo. Questi sono principalmente di tre tipi: posturali, gestuali e, quello che interessa a noi qui, visivi.

sguardo amore occhi cuoreSi chiama oculesica la scienza che studia il comportamento dell’occhio, del contatto attraverso gli occhi. Esso studia la forma degli occhi, la distanza tra loro, il colore, ecc. La vista, insieme all’udito, è uno dei canali di ingresso delle informazioni dal mondo esterno più importante del nostro corpo. Addirittura l’occhio umano è capace di rispondere ad un milione e mezzo di segnali simultanei. Ma l’occhio è solo la parte hardware, diciamo così, una parte importantissima, ma insieme all’hardware c’è sempre un software e, nel nostro caso, lo sguardo possiamo considerarlo come il software attraverso il quale manifestiamo le nostre emozioni agli altri e riceviamo emozioni dagli altri.

Si usa dire che lo sguardo è lo specchio dell’anima e in effetti è così. Se sappiamo osservare con attenzione lo sguardo di una persona possiamo sapere, o almeno intuire, molte cosa di lei. Capiamo se lo sguardo è attento o distratto, o ossessivo e invadente, oppure riservato o sfuggente. Dallo sguardo capiamo se l’altro è arrabbiato o triste o felice. Anche studiando la direzione dello sguardo possiamo capire alcune cose importanti, che la oculesica si premura di descrivere dettagliatamente.

Ma cosa succede tra sguardo e cuore? Voglio dire, cosa succede quando guardiamo una persona e soprattutto quando siamo guardate da una persona che ci piace? Succede che il cuore comincia a battere forte perché siamo emozionate da quello sguardo, perché ci piace averlo addosso o posarlo addosso.

Di solito scoppiano scintille tra sguardo e cuore, come se ci fosse una linea ad alta tensione tra gli occhi e il nostro centro emotivo. Quello sguardo ci penetra nel cervello e fa accelerare il battito cardiaco e procura uno stato di eccitazione generale e “localizzato”. Ci sentiamo sciogliere, ci sentiamo penetrare da quello sguardo, ci sentiamo avvolgere… Tutte espressioni che rimandano ad azioni del corpo intero, ma che in questo caso si concentrano tutte nella potenza dello sguardo.

E questo sguardo ci fa sentire preziose, importanti, desiderabili, amabili… e tutto si schiude, anche il nostro sguardo si schiude e diventa “tondo”, morbido, dolce. E insieme allo sguardo che si apre sentiamo anche l’anima aprirsi e rilassarsi. E allora tutto diventa bellissimo… ed è dolce perdersi.